venerdì 6 gennaio 2012

I nuovi trend 2012 del settore food, le tendenze del settore alimentare in tempo di crisi


Come ogni anno eccoci qui a intercettare quelli che saranno i nuovi trend del settore agroalimentare del 2012, tutti i giornali fanno l'oroscopo, noi invece interpretiamo indicazioni statistiche per cercare  d'individuare quelli che saranno i nuovi comportamenti che influenzeranno di più il settore durante il corso dell'anno. Sarà un misto di vecchie e nuove tendenze, all' interno di una riduzione  della spesa alimentare  nei paesi occidentali,  un' aspettativa di prodotti più naturali, prodotti con minore impatto ambientale e prodotti che aiutino meglio a seguire un alimentazione varia ed equilibrata per la nostra salute.


1) L'aumento dei prezzi dei prodotti alimentari
Un anno che più di ogni altro sarà caratterizzato dall'aumento dei prezzi. Le ragioni sono diverse dall'aumento dei costi delle materie prime, aumento dei costi di produzione, aumento dei costi di trasporto, ma anche dalla speculazione finanziaria, perché le persone potranno risparmiare su tutto tranne che sull' alimentazione. Ci sono anche delle motivazioni legate al cambiamento climatico, al maggiore aumento della popolazione del pianeta  ma anche vaste superfici di terra destinate a produrre prodotti agricoli da trasformare in etanolo per carburanti invece che a cibo, che ha determinato una riduzione di alcuni stock di cereali e zucchero.

L'aumento dei prezzi porterà molto aziende per rimanere intatti i margini di guadagno a utilizzare tecniche di.
1) Downsizing ridurre i formati dei prodotti alimentari es prodotti da 500 ml diventano di 450 ml, ma con lo stesso prezzo. 
2) Sostituzione d' ingredienti con succedanei, con prodotti di bassa qualità o con prodotti discutibili come il falso formaggio sulla pizza, i mirtilli come questa combinazione di coloranti, mais, zucchero come vedete in questo video.

2) Limitazione si trasforma in esclusività:  Black Market Food
C’è chi con creatività e fantasia trasforma quella che è la limitazione del numero di qualcosa in una chiave del marketing e della comunicazione il termine noto è "Black market food" nulla di illegale ma sta solo a indicare una tecnica per trarre in inganno il consumatore, più un prodotto è limitato più si innesca il meccanismo d'acquisto, lo abbiamo visto con il Marron Glacè, quest'anno che ce ne sono pochi, grande richiesta sul mercato con aumento del prezzo. La stessa tecnica viene utilizzata anche nella grande distribuzione come le offerte di un prodotto di un solo giorno e nella ristorazione esempio "serviamo zuppa di funghi porcini sono il martedì dalle 12 alle 13", si crea esclusività e desiderio e le persone non badano al prezzo.


3) Comportamento schizzo frenico del consumatore tra low cost e luxury
Un nuovo tipo di atteggiamento da parte del consumatore nell'adattare le scelte alimentari al proprio reddito, nutrire il proprio corpo ma nutrire anche il proprio animo. Da una parte i consumatori inseguiranno le offerte dei prodotti sia on line che off line, i buoni con lo sconto, sceglieranno sempre più prodotti di primo prezzo e prodotti di base, più mangiare a casa che al ristorante, dall'altra invece il bisogno di piacere, il bisogno di gratificarsi anche dalle restrizioni alimentari li spingerà ad acquistare prodotti luxury. Esempio pasteggiare con una acqua minerale San Pellegrino Bulgari! Vanno in queste direzione le recenti nuove aperture di punti vendita gourmet nei grandi magazzini, Eataly ma anche Eat's nello spazio lussuoso di Excelsior a Milano oppure lo spazio Rinascente Food & Restaurant.

4) I consumatori maturi e la ricerca di salute nei prodotti
Sono i cosiddetti figli del baby boom tra gli anni '50 e gli anni '60, sono il target che influenzeranno di più il mercato con le loro scelte e le loro richieste, hanno un età che va dai 45 anni ai 65 anni, in alcuni paesi occidentali rappresentano quasi il 50% della popolazione, ma sopratutto è il target con più disponibilità economica. Ideale target degli alimenti funzionali, hanno un età in cui più si sente l'esigenza di coniugare alimentazione, benessere e salute.


5) Eat local consumo di prodotti locali, stagionali, bio
Non sono una novità da diversi anni si moltiplicano iniziative rivolte a stimolare il consumo dei prodotti locali, i mercati locali, i farmer market, le visite in agriturismo. ora grazie all'aumento delle materie prime, aumento dei costi di trasporto, sempre di più i prodotti locali diventano più concorrenziali, se prima non gli volevate scegliere perchè poco convenienti, perché non vi interessava l'impatto ambiente, perché non vi interessava la salute del pianeta, non vi interessava scoprire le radici della propria cultura alimentare. Il nuovo corso economico favorirà questo tipo di scelte della serie non tutti i mali vengono per nuocere. Non solo farmer market ma anche nuovi concept store della distribuzione organizzata come Retour a la terre e Partisans du gout in Francia e The people's supermarket in Inghilterra.

6) La scoperta di sapori nuovi: India, Perù e Ungheria
Nonostante la crisi, la voglia di conoscere e provare gusti nuovi c'è sempre, quest'anno sempre di più si sarà incuriositi dai cibi e bevande provenienti dall'India, un paese che non finisce mai di stupire per la sua ricchezza gastronomica, una cucina tra l'altro povera che valorizza molto ingredienti di stagione, di prodotti poco costosi con spezie e aromi naturali. 
Il Perù è un universo poco noto ma è una delle cucina più ricche e variegate al mondo, ricca di pesce ma anche di frutta e verdura, una cultura gastronomica che parte dalla cultura inca alle influenze spagnole  e cinesi cantonesi negli ultimi anni. 
L'Ungheria ha una base molto comune alla cucina europea occidentale, in particolare alla cucina austriaca, ma più ricca e varia che vede nella paprika uno dei ingredienti principali, sarà gulash e torta dobos per tutti?


7) L'aumento dei you tube chefs e dei jet chefs
Se qualcuno pensava che fossimo arrivati all'overdose di ricette, dalla televisione alle riviste a internet, si sbaglia il fenomeno progredisce, così come aumentano i presunti chefs, che io ho sempre chiamato jet chefs, cioè persone che spuntano dal nulla e pretendono di insegnare come fare una torta margherita, basta accendere un canale specializzato da alice e gambero rosso, tutti jet chefs. Ma ora arrivano i you tube chefs,   basta una cucina una telecamera. Una domanda mi sorge spontanea, ma dove trovano tutto questo tempo? Blogger, You tube, Facebook, Twitter, Likedin. Mi spiace rimarrò solo un blogger, già faccio fatica a fare questo figurati il resto.

8) Verdure nei dolci e nelle preparazione dei dessert
Se l'aumento della frutta nei dessert è banale, da sempre utilizzati la novità è data dalle verdure, sarà possibile vedere dolci fatti con carote, zucchine, barbabietole, melanzane, peperoni, zucche di diversa varietà, non sono novità in assoluto ma ci sarà una rielaborazione fatta dai grandi chefs.


9) Nuovo hamburger, un giorno alla settimana vegetariano
Le cattive abitudini alimentari sono difficili da estirpare, ci nascono le alternative come l'hamburger senza carne, al formaggio alla griglia oppure hamburger vegetariano fatto con i legumi, come a Gand in Belgio dove un giorno alla settimana, il giovedi, tutta la città è vegetariana

10) Nuova norma : indicazione degli zuccheri aggiunti nei prodotti alimentari.
Una novità che arriva dagli Usa, non è un trend, anche se ai miei lettori non è una novità, in questo post sullo yogurt avevo messo in rilievo che spesso lo zucchero aggiunto negli yogurt era più della frutta. Zucchero è un ingrediente al centro di grande dibattito, in Europa a breve dovremmo vedere i primi prodotti con Stevia (In svizzera già da qualche anno è in vendita).
Secondo l'American Heart Association, il consumo di zuccheri aggiunti per adulti è in aumento dagli anni '80, del  51% nell'alimentazione di donne e uomini. Nelle tabelle nutrizionali si indica la quantità di zuccheri totali per 100g, ma non indica la quantità dei zuccheri aggiunti, perchè ci possono essere zuccheri delle materie prime, oppure una combinazione tra zuccheri. Nella nuova norma sarà obbligatorio differenziare nella tabella nutrizionale zuccheri aggiunti e i zuccheri totali
Gli zuccheri non vengono nascosti perchè comunque fanno parte della lista ingredienti. Personalmente seppure trovo la norma interessante bisogna capire se il consumatore sarà in grado di capire comprendere questa differenza. 


Ho anche una lista di nuovi prodotti che usciranno quest' anno la pubblicherò più avanti.

Post degli altri anni:


Ps. la prima foto c'è la Torta dei Re Magi, un dolce tipico tradizionale svizzero del giorno dell'Epifania, in sintesi un pan brioche arricchito qualche volta di gocce di cioccolato e zucchero, auguri a tutti per l'Epifania. I Re Magi portavano oro incenso e mirra, ma visto i tempi come vanno... meglio questo dolce!

post per mio amico che lavora in una nota rivista di Food

fonte: Mintel, 

34 commenti:

  1. Questo post genera una marea di riflessioni, riflessioni che ci si lascia sfuggire spesso, ma che dovrebbero essere al centro del dibattito tutti i giorni...veramente un bel post!

    RispondiElimina
  2. Complimenti per il post.Molto interessante!Sbalorditiva la bottiglia della San Pellegrino Bulgari..Una volta consumata si può portare a casa?! :-)

    RispondiElimina
  3. tutto molto bello e globalizzante...vero quello che dici sull'india.... il futuro della cucina è li e in giappone...molti chef vanno per erudirsi in quei luoghi

    RispondiElimina
  4. Ed ecco che il philadelphia alla fragola per me puo' fallire :)
    Ricordi? Sono allergica alle fragole ih ih ih!!!!
    Quello al milka fa schifo! Provato per colpa ;) tua e finito nella nettezza , nonche' riciclato il vasetto!

    Non ci casco piu' ;P
    Cattivo gunther , cattivo :)))))))))

    Ben vengano spezie e stevia, e anche comprare bio.
    Insomma anche adesso saremo trattati come burattini per questo o l 'altro prodotto,
    Sigh ':(
    E sai io che faccio?
    Incremento il mio orto sul balcone va'!
    Li prendo in controgamba :)
    Per la befana i miei re magi portano cavolfiori!

    RispondiElimina
  5. @greta, si grazie un invito si alla riflessione

    @nanni, volevo portala a casa ma il ristorante era di superlusso mi sono vergognato e l'ho fotografata non ci volevo credere la san pellegrino bulgari!! fra un po anche la san pellegrino luis vuitton e non ti dico quanto costa!!

    @marco fraschetti, il nostro vero chef, si è vero sono i nuovi ispiratori, bravo ho dimenticato dis criverlo i dolci con le verdure, sono una tradizione anche del giappone, li avevo visti a Parigi

    @Luby questo non lo puoi mangiare meglio, ma io mica lo consiglio di comprare, ne parlo male apposta prima :-)))

    io avviso dicendo non comprateli, he he he
    ciao

    RispondiElimina
  6. Aspetta che gli arabi vedano la San Pellegrino Bulgari e ne saremo invasi...:-)))

    RispondiElimina
  7. ma come fai post sempre interessantissimi e poi la fhiladelfhia alla fragola chissa?
    da provare

    RispondiElimina
  8. Per quel che costa normalmente l'acqua al ristorante e non solo qui in Germania....Averla bulgari mi sembra il minimo, anche secondo me sara` un successone.....
    Cosi` almeno il cameriere la finira` di gurdarti male se ordini una bottiglia d'acqua.....
    bun anno nuovo francesca

    RispondiElimina
  9. Auguri di cuore per un anno ricco di grandi soddisfazioni professionali e non solo....che questo nuovo anno possa portare tanta serenita',pace e amore....
    Un augurio sentito....
    Grazie ancora una volta per i tuoi post,che trovo sempre piu' interessanti e veritieri...sei una fonte di sapere e saggezza|||||
    Buona vita!!!!!
    Raffaella

    RispondiElimina
  10. Sempre interessantissimo..Hai provato I love vegetarian?Molto valido...La stevia la distribuisce in bustine la Misura:l'ho provata ma, non mi convince affatto....

    RispondiElimina
  11. No ! San pellegrino Bulgari e Philadelphia alla fragola .... dai Gunther, per favore, tira fuori dal cappello qualcosa che non offenda la nostra intelligenza e capacita nutritiva !!! Diglielo tu che c'è un mare di clienti che aspettano cose semplice, sane, nutrienti !!! Un sereno 2012 !!!

    RispondiElimina
  12. Bellissimo post, fa molto riflettere, un abbraccio!!!!

    RispondiElimina
  13. L'acqua griffata proprio mi mancava!! Ma che significato ha? E soprattutto qualcuno può apprezzare una cosa simile? Mah!!
    Non vedo l'ora di scoprire i nuovi prodotti e speriamo siano meglio del formaggio spalmabile alla fragola :-(
    Buon fine settimana Gunther!!! Prepara la calza che questa notte faccio il giro!!!!

    RispondiElimina
  14. un post che fa riflettere, molto interessante e preciso in tutte le informazioni, grazie Gunther !

    RispondiElimina
  15. Interessantissimo post, come sempre.
    Anche io mi chiedo dove caspita trovino il tempo i nuovi youtube chefs, che nel frattempo hanno un blog, fb, twitter, ecc. ecc. Mah!
    Per quanto riguarda la giornata vegetariana della cittadina di Gand in Belgio, io proporrei ai sindaci delle nostre città di istituirla anche loro, per il bene dei propri concittadini e per un risparmio della sanità italiana :-)
    Per il nuovo Philadelphia alla fragola...stenderei un velo pietoso.
    Un abbraccio e buon 2012!

    RispondiElimina
  16. L'acqua/bulgari fa orrore,si vede proprio che chi a soldi non sa proprio come spenderli!

    RispondiElimina
  17. Isabella Corsini5 gennaio 2012 20:34

    voglio l'acqua luis vuitton... a tutti i costi! He he he
    a Gunther gunther le aziende lo fanno ma anche chi le acquista..., due calci nel culo, no?

    mi faccio sempre delle grandi risate quando vengo da te scusami so che dici delle cose importanti ma questa ironia mi piace molto

    RispondiElimina
  18. Tu sei veramente un mago dei post, li leggo sempre con molta attenzione.....e c'é sempre da imparare....buona epifania....da una befanetta!

    RispondiElimina
  19. La torta dei Re Magi mi incuriosisce molto! Vorrei provarla!...l'acqua griffata invece no! :)
    Buona festa dell'Epifania! ciao

    RispondiElimina
  20. interessante..la philadelphia milka sembra un budino bleà..questa alla fragola dev'essere buona..aspetto l'atro post hihihii buona epifania

    RispondiElimina
  21. Sempre strepitoso e precisissimo...bel post pieno di riflessioni...buon anno caro e come sempre già condiviso...ciao.

    RispondiElimina
  22. I nuovi trend sono fortemente indicativi (oltre che un po' inquietanti) del periodo, sempre più confuso, che stiamo attraversando.
    Mi fa molto riflettere e anche un po' sorridere il concetto degli you tube chefs, mentre mi incuriosisce molto la nuova tendenza dei dolci fatti con le verdure.
    Infiniti auguri di buon anno, Gunther e grazie sempre dei tuoi post così interessanti!

    RispondiElimina
  23. Bellissimo post Gunther.

    Un'analisi molto puntuale e ben spiegata.

    Buna Epifania.

    :-)

    RispondiElimina
  24. great post. thanks for sharing.

    RispondiElimina
  25. Hai ragione, la tecnica del "più un prodotto è limitato più si innesca il meccanismo d'acquisto" è davvero tanto diffusa e a quanto pare molto funzionale. Anche io sono solo blogger e rifiuto inviti ad iscrivermi ai vari social network, ecc perchè già gestire il blog richiede tempo e altro per adesso non ne posso proprio dedicare, ciao e buona giornata!

    RispondiElimina
  26. Complimenti! i suoi post sono sempre molto interessanti!
    E qui a Parigi i "trend" sono una continua scoperta! Grazie e Buon 2012!
    Patrizia

    RispondiElimina
  27. effettivamente è vero.. si parla di cibo ovunque..non c'è festa in cui nn si amngi.. aumeterà anche l'obesita?! chissa
    :P
    a presto!
    vale

    RispondiElimina
  28. Complimenti per il blog, interessantissimo! Mi sono iscritta subito!!!

    RispondiElimina
  29. stavolta sono senza parole...

    acqua griffata....
    quando toccheremo il fondo?
    chissà...forse ci siamo...

    RispondiElimina
  30. ho visto acque preziosissime all'ultimo piano della Rinascente di Milano.
    il formaggio alla frutta non mi ispira per niente...
    i tuoi post sono sempre interessanti! ciao!

    RispondiElimina
  31. facciamo finta che questo post sia una specie di sondaggio....
    io credo e sento che c'è un ritorno alle cose semplici ed economiche e naturali, e tutto ciò nasce da un bisogno di certezza.
    Non è il momento delle sperimentazioni e degli sprechi. E' quasi una soluzione che vorremmo adottassero i nostri governanti e che, in maniera del tutto spontanea, cominciamo ad adottare noi per primi.
    Bel post Gunther, grazie...

    RispondiElimina
  32. Bello bello bello questo post! La San Pellegrino bulgari l'ho vista da Eat's, mi chiedo quanta pochezza di neuroni sia necessaria per acquistare una bottiglietta d'acqua a 10€...
    Philadelphia alla fragola ricordo che qualche anno fa è stato sul mercato italiano per pochissimo tempo, forse l'hanno tolta perchè l'ho comprata solo io (all'esselunga), so che è una porcheria, ma se davvero la rimettono in commercio non vedo l'ora, la adoravo *_* (mentre odio quella milka, bleah)
    Ora devo correre a leggere il post sul finto formaggio, già mi piange il cuore...... :-(

    RispondiElimina
  33. Ciao. Potresti dirmi dove hai scritto l'elenco dei nuovi prodotti che usciranno nel 2012? Mille grazie. Davide

    RispondiElimina
  34. @davide
    La ringrazio dell'interesse, questa non è proprio una rivista, diciamo che i miei lettori non gradiscono le anticipazioni, non hanno dato un feedback positivo, preferiscono che parli di prodotti che possono vedere al supermercato, quindi ne parlo solo quando sono disponibili alla vendita
    grazie del commento

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi