sabato 1 settembre 2012

Le bevande con edulcoranti associate al rischio di parto pretermine

Edulcoranti tra cui aspartame, da nuovi studi arriva la conferma dell’associazione tra consumo di bevande con edulcoranti e parto pretermine o parto prematuro, cioè il parto tra la 20esima e la 37esima settimana di gravidanza. Negli ultimi dieci anni i parti prematuri sono aumentati in Europa di più del 12%.

Nella primavera scorsa si è parlato del pericolo dell’aspartame da un servizio su Rai 3 della trasmissione Report, tra gli studi citati c’era quello del 2010 pubblicato su American Journal Nutrition 2010 sui parti prematuri svolto in Danimarca e gli studi della Fondazione Ramazzini degli effetti non positivi dell’ aspartame sul lungo termine.

Un gruppo di ricercatori svedesi e norvegesi ha appena pubblicato uno studio che conferma i dubbi e le preoccupazioni sugli edulcoranti per il collegamento tra il consumo di bevande zuccherate e bevande con edulcoranti e i parti prematuri.
Su 60.000 donne che hanno bevuto più di una bevanda zuccherata al giorno, l’ 11% ha la probabilità di avere un parto prematuro, mentre le donne che consumavano bevande con edulcorante il rischio aumenta del 25%.

Parto pretermine si tratta di una condizione a rischio sia per la mamma che per il bambino che potrebbe avere dei problemi per tutto il corso della vita, anche se oggi sono stati fatti molti progressi medici è una condizione che bisogna cercare di evitare.
Bisogna per correttezza dire che le ragioni di un parto pretermine non sono ancora del tutto note ma è possibile dire c’è una relazione tra lo stile di vita della mamma tra cui l’alimentazione e il parto pretermine.

Questo blog ha sempre affermato una forte perplessità sull’uso di edulcoranti in sostituzione dello zucchero che è tollerabile nel caso dei diabetici mentre l’utilizzo degli edulcoranti in sostituzione dello zucchero per diminuire le calorie e per perdere peso non ha giustificazione, perché non c’è relazione tra consumo di edulcoranti e perdita di peso, anzi spesso questi stimolano l’appetito e invitano a consumare più vanificando così quel piccolo vantaggio limitato alle calorie.

Quelle che mancano sono gli studi sugli edulcoranti a lungo termine e l’interazione di questi con altri ingredienti presenti negli alimenti e nelle bevande come coloranti, additivi, conservanti.
Abbiamo solo gli studi a breve termine o medio termine ma qualche mese non è sufficiente per valutare quello per alcuni consumatori sembra diventare un abitudine cioè consumo frequente per molti anni.

In questi giorni si parla molto di una tassa sulle bibite zuccherate e le bibite con edulcoranti, questo sistema della relazione tra tassazione e salute non mi piace, mi piacerebbe che i consumatori facessero scelte dettate dalla ragionevolezza e dall'intelligenza che non dalle preoccupazioni del portafoglio.

Sintesi: in questi casi la precauzione è d'obbligo, consumare meno prodotti e bevande zuccherate piuttosto che sostituirli con alimenti e bevande con edulcoranti sia questi d’origine naturale che d’origine artificiale dalla Stevia all'Aspartame.
Il consiglio rivolto in particolare per tutte le donne in "dolce attesa" è quello di evitare il consumo di bevande zuccherate e di bevande con edulcoranti, ma un consiglio che si può estendere a tutti gli altri consumatori, una bibita ogni tanto non rappresenta un problema è bene inteso mentre più lattine di bibite durante il giorno non è consigliabile.

Riferimenti


35 commenti:

  1. Ciao Gunther, leggo con amarezza questa ennesima news che ancora una volta denota quanta poca cultura alimentare ci circonda...Bravo, approvo queste segnalazioni. Un saluto affettuoso
    simo

    RispondiElimina
  2. incredibile! molto interessante, grazie!
    Francesca

    RispondiElimina
  3. Ennesima dimostrazione di quanto gli edulcoranti facciano malissimo. E mi vengono i brividi al pensiero ch non solo le donne in dolce attesa le consumano, ma sopratutto quei bimbi, i quali genitori li rimpinzano di bevande orribili tutti i giorni!

    RispondiElimina
  4. Ciao Gunther..non ho parole. Concordo pienamente con il primo commento a questo tuo interessantissimo post.. che amarezza constatare quanto poco sappiamo di quello che mangiamo. Spero che sempre più persone ti leggano. Grazie come sempre delle tue segnalazioni. Antonella.

    RispondiElimina
  5. Tra tutte le controindicazioni dell'aspartame, quella del parto prematuto mi mancava! Però non sono d'accordo per la tassa sulle bevande zuccherate e light, mi sembra un modo molto semplicistico per aggirare il problema senza risolverlo e che penalizzerebbe anche chi, una tantum, vuol concedersi uno strappo alla regola. Buon fine settimana, un bacio

    RispondiElimina
  6. Ciao Gunther, ci sono tante cause per il parto pretermine ma anche se questa correlazione fosse solo un'ipotesi (e qui si tratta di qualcosa in più) sarebbe da stupidi continuare a consumare edulcoranti che non danno praticamente nessun beneficio e tanti rischi. Quindi sposo in pieno il tuo appello. Per sostituire (causa dieta dimagrante o buona abitudine) lo zucchero nel caffè o nel tè si può usare il malto (d'orzo, di grano, di riso). E' buono, dolce, ricorda il miele (che è un'altra ottima alternativa)e non fa male. Che ne dici?

    RispondiElimina
  7. Quel che è certoè che io sono nata prematura perchè avevo fretta:D 33 anni fa non si consumavano ste schifezze!
    Pensavo però almeno la stevia si salvasse sai?

    RispondiElimina
  8. ogni tuo post ci aiuta a conoscere delle verità nascoste, grazie

    RispondiElimina
  9. Fortunatamente tutte queste bevande in commercio non mi sono mai piaciute! Sin da piccola bevo solo acqua naturale! Però è davvero triste constatare quante schifezze arrivano sulle nostre tavole di ignorandone totalmente gli effetti dannosi! Grazie ancora per le tue preziose informazioni!
    Valeria

    RispondiElimina
  10. ciao Gunther ! Non vorrei fare di ogni erba un fascio, come si suol dire, ma la maggior parte delle bibite e degli alimenti conservati sembrano fatti per dare un buon guadagno più che un sano nutrimento !!! Grazie dell'articolo come sempre documentatissimo !|

    RispondiElimina
  11. Ma pensa te,questa non la sapevo...
    In quanto alla tassa..forse sarebbe meglio istruire di piu',grandi e piccoli.
    P.S. ne sai una piu' del diavolo!!!

    RispondiElimina
  12. non discuto lo studio che mette in luce la correlazione fra consumo di bevande edulcorate e parti pretermine ma varrebbe sicuramente la pena un discorso di educazione alimentare generale perchè una futura mamma che beve bibite ogni giorno vorrei sapere anche cosa mangia e poi parlare di parti pretermine! perdonami ma sono sempre molto scettica nel valutare solo una variabile alla volta:-)
    Il discorso "tassa" mi sembra più una provocazione perciò se serve a far riflettere e discutere........

    RispondiElimina
  13. Grazie per l'informazione, come sempre super dettagliata.Buona serata.

    RispondiElimina
  14. Grazie per l'informazione! Per fortuna a casa noi non ne consumiamo!

    RispondiElimina
  15. Ciao Gunther, ogni volta che vengo da te scopro una nuova info sulle schifezze che si vendono in commercio, grazie di cuore per il tuo nobile impegno! Ciao, buon fine settimana!

    RispondiElimina
  16. In effetti non mi stupisco,grazie come al solito
    Ciao :)

    RispondiElimina
  17. Ho eliminato quasi tutto il saccarosio semplicemente eliminando non solo i dolci ma anche tutti quegli alimenti confezionati (es. alcuni tipi di senape) che contengono saccarosio. E tutto questo dopo aver letto Sugura Blues un libro davvero molto ma molto interessante.
    Grazie come al solito!! :-)

    RispondiElimina
  18. Grazie mille Gunther per essere passato. Adesso mi gusto con calma il tuo blog.
    simona

    RispondiElimina
  19. Grazie mille per queste informazioni..le eviterò a vita!

    RispondiElimina
  20. Come sempre sei una fonte sicura, direi che oltre alle mamme in attesa questi consigli vanno bene per tutti noi, giovani o adulti, meglio poco zucchero che sostituirlo con le schifezze! Grazie Ely

    RispondiElimina
  21. Grazie per tutte le preziose informazioni e complimenti per il magnifico post!!!

    RispondiElimina
  22. Sempre molto interessante e preciso!
    Grazie!

    RispondiElimina
  23. questa notizia mi mancava...
    ormai non sono più in età.. ^_^
    ma mi informo con piacere
    anche io sono dell'idea che bisogna prendere in consideraizone tutte le possibili variabili...

    RispondiElimina
  24. interessante e preoccupante allo stesso tempo ... mamma mia quanti troiai mangiamo e beviamo senza sapere le conseguenze

    RispondiElimina
  25. non avevo idea di questo pericolo(anche se sono passati 25 anni dal mio primo ed ultimo parto....), credo che la notizia possa interessare chiunque tenga alla propria salute, grazie, sei sempre una fonte sicura di informazioni! Buon we.....

    RispondiElimina
  26. niente meglio che bere acqua e basta. Tutte queste bibite sono proprio delle schifezze. Non sapevo che poi fossero anche cosi dannose.

    RispondiElimina
  27. buona sera sono scioccata leggendo il tuo post , complimenti per averci fatto aprire gli occhi buon inizio settimana

    RispondiElimina
  28. Grazie per tutte queste preziose info, quando ti faccio visita imparo sempre cose nuove. Un post molto interessante. Buona serata Daniela.

    RispondiElimina
  29. Molto interessante il tuo blog. Grazie per essere passato da me e mi unisco volentieri ai tuoi lettori!
    A presto e buona serata

    RispondiElimina
  30. Ma pensa, questa è davvero un post particolare. Non conoscevo questa correlazione tra i due fattori....incredibile!!!

    ps. bentornato...ero preoccupata non leggendoti più

    RispondiElimina
  31. La tassa sulle bibite è una stupidata, hai ragione, "dovrebbe" essere una scelta ragionata!!
    Per il resto... l'ennesima prova che gli edulcoranti fanno davvero male!!
    Un abbraccio e felice serata!!!

    RispondiElimina
  32. bentrovato! interessante questo post (come sempre poi...) sai.. io sono settimina! Ma va a sapere la causa..sicuramente non sono stati gli edulcoranti, mia mamma beveva e tuttora beve solo acqua naturale, forse ero peperina e avevo solo fretta :-) buona giornata!

    RispondiElimina
  33. Mi mancavano i tuoi post interessanti, sai? E' molto importante quello che hai scritto.. purtroppo troppe cose non vengono mai dette e quelli che ci vanno di mezzo sono i consumatori. Grazie come sempre.. dovrebbero leggere tante persone queste cose. Un bacione!

    RispondiElimina
  34. ..che tristezza apprendere certe cose.. :(

    RispondiElimina
  35. Ciao Gunther, ho letto con interesse questo tuo post. Non sapevo di questi rischi e se non fosse per te sarei ancora ignorante.

    Quanto alla tassa, forse verrà eliminata da decreto ma penso più per le pressioni delle lobby che non per un accresciuto buon senso..

    :-)

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi