mercoledì 18 agosto 2010

Fabbri sciroppo zero zucchero meno di 1 kcal per 100 ml?

Dal 2008 è in vendita la linea di sciroppo a zero calorie, al gusto di menta, amarena, lampone, orzata e quest'anno è stata presentata anche la versione Chinotto.

Zero calorie? Possibile? Non è proprio cosi le calorie ci sono meno rispetto ad uno sciroppo con zucchero cioè saccarosio ma ci sono. Nella lavorazione del prodotto lo zucchero è stato sostituito con sucralosio, che ha un potere dolcificante superiore (da 320–1000 volte in più) e apporta meno calorie.

Da parte della Fabbri è un tentativo di innovare un prodotto che sembrava non avere particolare evoluzione, invece ha individuato il settore alimenti light.

Il sucralosio è un dolcificante artificiale come l'aspartame, più conosciuto con il nome commerciale di Splenda, di grande diffusione negli Stati Uniti della McNeil Nutritionals che fa parte della multinazionale Johnson & Johnson Company, c'è un sito raccoglie gli effetti negativi dello Splenda Exposed . Come ingrediente lo troviamo in più di 5.000 prodotti alimentari , viene adoperato in associazione con aspartame o, acesulfame o sciroppo di glucosio fruttosio sulle cui caratteristiche negative abbiamo già diffusamente parlato.

Nonostante il sucralosio sia stato approvato dalla FDA, ricordiamo non è uno zucchero naturale e sono stati fissati dei limiti giornalieri 15 mg per chilo (attenzione nei bambini), diverse associazioni di consumatori negli Stati Uniti hanno richiesto il ritiro dei prodotti con sucralosio in quanto ci sono dei forti dubbi che il consumo possa incidere sul timo, uno ghiandola che svolge una funzione importante per il sistema immunitario nell'organismo. Sempre negli Stati Uniti diverse catene distributive come la Whole Food Market hanno bandito i prodotti con sucralosio (Fonte Wikipedia).

Il contenuto di zuccheri nell'etichetta dei sciroppi a zero varia da:
5,3 g per 100 ml nello sciroppo all'amarena kcal 27,3
2,1 g per 100 ml nello sciroppo Chinotto kcal 27
0,9 g per 100 ml nello sciroppo all'orzata kcal 8,3 ,
0,0 g per 100 ml nello sciroppo alla menta kcal 2,8
pertanto lo sciroppo alla menta dovrebbe essere unico sciroppo a zero % di zuccheri (si adopera la dizione o% si zucchero quando è meno di 0,5 g per 100 g o 100 ml) NB: lo si diluisce in acqua 1:6 (io vado a occhio)


Nel mio punto vendita Esselunga erano i soli disponibili :

Sciroppo Esselunga con zucchero costa 3,84 al litro,

Sciroppo Fabbri zero zucchero costa 7,60 al litro + 100%

sarà un caso ma lo 0% di zucchero è quasi il 100% in più del costo del corrispetivo senza riduzione di zucchero.

Dal mio punto di vista ritengo che tutti i prodotti light non servono a nulla, sopratutto non aiutano a perdere peso, inducono a comportamenti errati come quelli che al bar prendono il caffè con due brioche ma dolcificano il caffè con saccarina, sono più prodotti consolatori che creano degli alibi che di reale utilità.

Un prodotto light deve aiutare a modificare il comportamento che induce all'obesità, se si adopera uno sciroppo fatto in casa e artigianale, lo sciroppo va diluito pertanto è sufficiente adoperarne meno, ci sono altri tipi di consumo e comportamenti che sono più importanti da correggere. Non è comunque che sostituendo uno sciroppo normale con uno sciroppo a zero calorie che otterrete una forma fisica magra, ma ahimè ci vuole impegno e sacrificio con uno stile di vita attivo e una dieta ipocalorica, scorciatoie al momento non esistono ma se le conoscete ditemelo.

Tuttavia il contenuto inferiore di zucchero in alcune bevande potrebbe essere interessante per coloro che hanno problemi di diabete *.

Oltre a Sucralosio i prodotti Fabbri Zero Calorie contengono Acelsulfame K, noto come E 950, così come anche altri prodotti e bevande light, fa parte di una lista di additivi da consumare con moderazione in caso di cancro, si consiglia il consumo moderato dei prodotti con Acelsulfame K in quanto diversi studi sperimentali su cavie hanno dimostrato che potrebbe favorire lo sviluppo della malattia (fonte INRA).

Ho fatto oggi un giro al supermercato e si sono moltiplicate le bibite a zero zucchero, in realtà magari hanno zero saccarosio ma hanno sostituito lo zucchero con edulcoranti di vario genere e natura (aspartame ecc ecc), non sono zuccheri naturali e sopratutto sono stati fissati dei limiti sul consumo, personalmente sconsiglio questi tipi di bibite per le motivazione che ho già accennato.


* precisazione sul rapporto tra edulcoranti e diabete

La migliore bevanda dissetante è l'acqua, tuttavia non è sbagliato creare prodotti come delle bibite per coloro che per diverse ragioni debbono scegliere prodotti a basso contenuto di zucchero. Il diabetico che si autogestisce in buon controllo metabolico può dolcificare con saccarosio in moderate quantità ... tossici per il diabetico sono gli effetti patologici del prolungato innalzamento di livelli nel sangue di glucosio!

Il diabetico sa perfettamente dosare lo zucchero in modi di evitare picchi, tutti gli altri dolcificanti naturali o di sintesi in commercio non sono in genere dannosi, tranne che in casi molto particolari es. aspartame, anche se questi alimenti si dice siano pensati per i diabetici nella pratica sono inutili, ma sicuramente dal punto di vista psicologico danno al diabetico la possibilità di sentirsi come gli altri, cambiare gusto, una rassicurazione, un non sentirsi diverso, ma devono essere consumate con moderazione e le calorie introdotte vanno inserite all'interno del computo delle calorie giornaliere .

Per la tabella dolcificanti per diabetici rimando al sito Progetto Diabete con la tabella degli edulcoranti

Post Correlati : Zucchero si, zucchero no, Quale prevenzione per il Diabete ,

Per saperne di più : Sucralose.it (dell'azienda che lo commercializza), Wikipedia, Fabbri 1905, Dietologica.it, ProgettoDiabete.org

27 commenti:

  1. Xò bel post...molto curioso sto sciroppo ma io cmq nn mi fido lo stesso...:D.ti auguro buona serata

    RispondiElimina
  2. A parte che questi sciroppi "light" hanno uno sgradevole retrogusto hanno anche un prezzo che li rende "indigesti", bravo Gunther, pollice su.

    RispondiElimina
  3. Complimenti!
    I tuoi articoli sono sempre molto interessanti!

    RispondiElimina
  4. Lo zucchero naturale, se non ci sono problemi di salute, tipo il diabete, è un alimento sano ed energetico! Non capisco perché dobbiamo sostituirlo con gli edulcoranti! Preoccupiamoci piuttosto della sedentarietà che nuoce gravemente alla salute! Grazie Gunther per il tuo interessante articolo. Un caro saluto

    RispondiElimina
  5. Hai ragione su tutta la linea!!!

    RispondiElimina
  6. I tuoi post sono una fonte inesauribile di informazioni veramente importanti per la nostra salute. Ho visto proprio recentemente la pubblicita dello sciroppo al Chinotto e ci avevo fatto quasi un pensierino...

    RispondiElimina
  7. Grande articolo Gunther, molto preciso e interessante.

    Le informazioni che dai, spesso vengono taciute quindi hanno valore doppio.

    Continua cosi. :-)

    RispondiElimina
  8. Confesso incensandomi di averlo comprato ma...mai più!Così come evito quasi sempre le bibite, preferirò acqua e menta tradizionale(magari con infusione di foglie):)
    Arrivata la mail del gelato?
    Buona giornata Gunther!

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Ad oggi questi sciroppi non sono mai nella mia dispensa, non li uso.
    però quando ero piccola mi ricordo che mia madre ne teneva sempre qualcuno proprio di Fabbri in frigo.
    Ma come si può davvero credere che uno sciroppo fruttato per delle bevande estive sia davvero senza calorie?????

    RispondiElimina
  11. Grazie Gunther ! l'articolo è chiaro e toglie illusioni sul nostro dissetarci in estate ! meglio saperle le cose per poi decidere.. mi sento molto rassicurata nelle mie scelte e continuo a usare il mio sciroppo casalingo di sambuco...consapevole dello zucchero . Un caro saluto !

    RispondiElimina
  12. Gunther ti farei fare una serie di conferenza da queste parti: sai che 2 anni fa non c'era uno yogurt che non fosse light..lo yogurt !! E non ti dicoaltre cose..c'e' anche il dulce de leche light..poi hanno una dieta a base di carne e povera di frutta e verdura ma bevono tutto light. Danno la coca cola light ai bambini...
    Insomma c'é tanto da fare per sfatare i miti alimentari prodotti dall'industria...
    Grazie dei tuoi post

    RispondiElimina
  13. Caro Gunther, mi unisco al coro e colgo l'occasione per ringraziarti per i tuoi sempre splendidi post! Sono certa che sia importantissimo fornire certe informazioni ai tuoi lettori, a chi cucina, ma soprattutto a chi in casa si occupa di far la spesa! Chi per vari motivi non conosce l'origine e il significato di certe sostanze, compra i prodotti light pensando di far bene e invece... a mio avviso è meglio EVITARLI IN TRONCO!
    Sono biologa e vorrei aggiungere ancora una cosa al tuo già molto esauriente post, che gli edulcoranti altro non sono che forme "otticamente" modificate dello zucchero naturale. Le nostre cellule son talmente sofisticate da non "accettare" nemmeno una piccola variazione della molecola dello zucchero, che dunque scartano cercando di eliminarla, ma ciò non avviene.
    E' come se gli edulcoranti una volta introdotti non potessero più uscire! Da qui sorge l'aumentato rischio di tumori alla vescica, in cui queste sostanze si vanno ad accumulare. Mi scuso per il commento prolisso, ma come dico sempre anche agli amici e in famiglia, credo che se la gente conoscesse la vera origine di certi prodotti diffiderebbe molto di più dal comprarli, non trovi?

    RispondiElimina
  14. Ho sempre diffidato dei prodotti light (fra le cause maggiori, sembra di incremento di tumori al pancreas e alla vescica!)all'università ricordo il prof di fiosopatologia ne aveva fatto una crociata personale, e con le sue argomentazioni ci convinse a tutti e quindi nel tempo sono rimasta fedele a questa idea. evito tutto ciò che contiene aspartame con susseguirsi di tracce di fenilalanona e compagnia bella...meglio poco ma sano, insomma sono dell'idea che qualità+ giusto introito + moderato movimento siano la formula vincente non solo per essere in forma, ma anche e soprattutto sani!! La bacchetta magica non ce l'ha nessuno e di certo non si dimagrisce con i prodotti light!!

    RispondiElimina
  15. Ti ho spedito una mail... ciao!

    RispondiElimina
  16. @grazie novellina dell'orto e fai bene
    @accanto al cammino in effeto il retrogusto un po metallico mi è parso di sentirlo anche a me
    @pollina, grazie
    @lady boheme sono daccordo un po di movimento come il ballo fa molto meglio
    @fantasie grazie
    @virgikelian bene!
    @masterofcook, garzie sei molto gentile
    @saretta, email arrivato, gurda che gli vado a provare tutti i gelatai he he he
    @grazie zieelle
    @rossella, lo sciroppo di sambuco è ottimo continua a farlo, se ne avanza un po'...(scherzo!! io lo acquisto da un contadino in alto adige c'è lo zucchero ma non è un problema)

    RispondiElimina
  17. @glu.fri grazie anche tu ti dai molto da fare e anche molto bene, puoi diffondere a volontà tutte le mie informazioni, purtroppo anche qui su 10 bevande 6 sono zerocalorie con aspartame e acelufame K
    @anastasia, grazie del completamento dell'informazione la tua testimonianza è molto importante, perchè a volte a parlare di questi argomenti mi sento come la foca monaca in via di estinzione, commenta quando vuoi anche se faccio qualche errore segnalamelo
    @milla anche tu lo sai, oltre la stima reciproca, sei una testimonial importante di questo blog ogni tuo commento è ben benvenuto lo stesso discorso di anastasia mi fate sentire meno solo quando devo affrontare questi argomenti

    RispondiElimina
  18. un plauso ad anastasia non sapevo questa cosa me la segno
    un plauso a ghunter che ha aggiunto un altra freccia al suo arco ben nutrito
    in effetti tutte le bevande light hanno un retrogusto metallico almeno quelle che ho assaggiato
    io cerco sempre ricette a basso indice glicemico eprchè ho familiari con diabete, ma sinceramente uno sciroppo penso che se possano anche evitare senza morire di sete
    credo davvero che sia uno specchietto per le allodole per avvicinare la fetta di clientela che si fa delle fisime sulla linea
    poi magari sono quelli che, seguendo una discutibilissima pubblicità di questi giorni che inneggia a abitudini statunitensi, pasteggiano a coca cola, magari light
    un'altra cosa tra le righe, non è pero che consumare zucchero bianco faccia proprio bene bene... al pianeta e a noi
    nerdmania

    RispondiElimina
  19. Sono d'accordissimo:tutti i prodotti ligh, sono una bufala e fanno anche male.
    Poco di tutto, ma genuino e naturale,questa é la mia filosofia.
    grazie Gunther

    RispondiElimina
  20. Ciao!grazie dell'interessamento, non è stato un anno facile, prima la morte della mia cagnolina, adesso un altto lutto e tanti problemi da sistemare.
    Spero quanto prima di poter tornare alla normalità.
    A presto.
    Stefania

    RispondiElimina
  21. Sposo la tua teoria (e vedo anche quella di molti altri) sui cibi/bevande light: "non servono a nulla". Inoltre se la loro leggerezza viene ottenuta mediante prodotti decisamente poco naturali, per quanto mi riguarda, posso pure impolverarsi sugli scaffali questi prodotti. Mangiamo alimenti naturali e genuini e nella GIUSTA quantità. Credo sia questa la via. Correggetemi se sbaglio!
    Un salutone a tutti.

    RispondiElimina
  22. Ciao Gunther, è un piacere leggere i tuoi interessantissimi ed utili post. Da chimico diffido per natura di questo genere di prodotti, non fosse altro per il modo in cui certe sostanze vegono prodotte oltre ai possibili danni per la salute. Quello dei cibi light trovo sia un bello specchio per le allodole perchè alla fine, con la scusa che è light se ne mangia il doppio e gli ipotetici (dubbi) benefici vanno a farsi benedire del tutto! Meglio una sana e cosciente educazione alimentare, è su questo che si dovrebbe puntare. Le giuste misure non hanno mai fatto danno a nessuno e se una volta si ha volgia di uno stravizio che stravizio sia, non con una bartetta di cioccolata light!!!

    RispondiElimina
  23. Ho scoperto che papille vagabonde è un blog, piuttosto interessante, volevo farti i complimenti per le dichiarazioni sul corriere della sera in merito a Farinelli che condivido al 100%

    RispondiElimina
  24. Scusami, Gunther, ma davvero le bibite a zero calorie non servono a niente? allora chi soffre di diabete non ne trarrebbe alcun beneficio? conosco una ragazza che ha questo problema e che compra solo prodotti "light" e "zero". naturalmente monitora l'insulina in altro modo, ma ero convinta che quei prodotti fossero indicati a persone come lei. sai rispondermi? grazie, e buona fine estate...

    RispondiElimina
  25. arrivo anche io dal Corriere della Sera, per curiosità ho voluto verificare cosa fosse papille vagabonde, su Farinelli ha le idee molto chiare vedo :-))

    RispondiElimina
  26. @sandrina, non so dove lasciati il messaggio te lo lsscio qua, ti ho aggiunto una postilla nel post e un link, gli unici edulcoranti che elevano meno la glicemia sono i polioli come il sorbitolo e il mannitolo ma che non vengono adoperati per le bevande. c'è un link a porgetto diabete con tutti gli edulcoranti e il loro corretto uso per i diabetici

    RispondiElimina
  27. Grazie Gunther: la mia era più che altro una curiosità, ma è bene sapere prima di farsi inutili film... comunque puoi scrivermi su redazione@muoversinsieme.it.

    Alla prossima! :-)

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi