martedì 31 maggio 2011

Dalla guerra dei cetrioli alla guerra dei dietisti guru dell'alimentazione

Questi giorni sulla stampa occupa di due argomenti distinti, che vedono protagonista da una parte i cetrioli incolpati di trasmette un Escherichia Coli e poi ritrattato e dall'altra la guerra di due noti dietologi francesi, inventori di due metodi per dimagrire diversi.

La guerra dei cetrioli, Germania contro Spagna.
Secondo il Ministero della Salute del Lender Schleswig-Holstein, l' epidemia di Escherichia coli, ha causato 14 morti e 329 casi in Germania, si è inoltre diffusa in diversi paesi del Nord Europa ed è destinata a crescere nei prossimi giorni . Il ceppo del batterio in questione, trovato in cetrioli importati dalla Spagna, non è noto. Non è nemmeno chiaro come le verdure sono state contaminate sul sito di produzione, o nella fase di trasporto e stoccaggio. Casi segnalati in diversi paesi europei tra cui Francia, Gran Bretagna, Danimarca, Svezia (36) e Spagna (1) nelle ultime ore. Tutti i ricoveri hanno la stessa diagnosi di sindrome emolitico- uremica  (Seu), che colpisce il sangue, i reni e, in casi gravi, il sistema nervoso.

Secondo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) con sede in Svezia, è uno dei maggiori focolai di sindrome emolitico- uremica mai registrato in tutto il mondo con il massimo picco nella città di Amburgo con 488 infezioni e 94 casi di sindrome emolitico-uremica. In genere Escherichia coli si risolve in 5 giorni, invece questa volta in Germania è stato particolarmente vitulento e resistenze al trattamento classico tanto che si è dovuto intervenire con nuovo trattamento i cui dettagli saranno diffusi nelle prossime ore ( eculizumab con anticorpo monoclonale, utilizzato fino a poco tempo fà solo per alcune malattie rare del sistema immunitario) una relazione su questo farmaco e indicazione terapeutica è stata realizzata dal Dr Patrick Niaudet in un articolo pubblicato il 25 maggio sul New England Journal of Medicine.

Le autorità tedesche hanno sconsigliato al pubblico di mangiare cetrioli, pomodori e lattuga. L'agenzia per la sicurezza alimentare austriaca ha ordinato il ritiro dei cetrioli, pomodori e melanzane biologiche coltivate da uno dei due produttori spagnoli sospettato di causare la contaminazione. Belgio, Olanda e Russia hanno bandito le importazioni mentre Francia Svizzera e Italia, hanno dichiarato che è tutto sotto controllo e che dai due produttori, di cui uno di agricoltura biologica e l'altro di agricoltura convenzionale non importano prodotti.

Tra le diverse cause della contaminazione di cetrioli, si parla di  abuso di concimi  naturali. La Spagna rifiuta le accuse lanciate dalla Germania e tra le due scoppia una bagarre senza precedenti sullo scambio di responsabilità. Io credo che sarebbe meglio lasciare che le indagini facciano il loro corso stabilire se si tratta di un problema di produzione, stoccaggio o trasporto. Oppure capire come mai si sia scatenata questa forma così grave e se associata a che cosa? Magari a un altro alimento! Io indagherei sui diversi contesti ambientali che l'Escherechia coli ha trovato, magari ha trovato un terreno che fa favorito il propagarsi in questo modo, ci potrebbero essere delle concause. Anche se la pista da privilegiare rimangono la pista alimentare non deve essere esclusa la causa da contatto con persona malata o con animale. Prima di accusare si fanno le indagini. Il termine "concime naturale" non significa nulla. Ogni fertilizzante, incluso il letame per capirci, deve essere libero da agenti patogeni secondo le norme dell'Unione Europea. In ogni caso, la presenza di questo batterio indica che vi è implicato un animale, un ruminante presumibilmente.

Rassicuriamo che al momento sono stati individuati i produttori e fermate le importazioni, pertanto le porzioni di frutta e verdura non vanno evitate, si raccomanda di lavare sempre molto bene le verdure come indicato in questo post, in sintesi lavarle bene con il bicarbonato, in particolare modo proprio se si mangiano crudi come i cetrioli, ricordate che i batteri si distruggono con il calore a 10 minuti a 70 gradi o un minuto a 100 gradi. La trasmissione del Escherichia coli avviene in genere per carne poco cotta, formaggi a base di latte crudo , acqua e legumi contaminati da materia fecale.

News delle 18,30 ; Aggiornamento mercoledi pomeriggio cetrioli scagionati, chissà se la Germania chiederà scusa alla Spagna, io andrei cauto e cercare di sapere cosa ha causato questa epidemia, ma perchè se la sono presa con i cetrioli? Saranno rimasti a qualcuno sullo stomaco? Scherzi a parte, io direi di attendere ancora gli esiti visto l'attendibilità degli esami, sono giorni che ci parlano di cetrioli senza verifiche? Ora dicono che si sono sbagliati, che non è lo stesso ceppo, ma comunque Escherichia coli questi la presentavano, inoltre hanno comunicato che sono stati prelevati anche dei campioni dalle falde acquifere, staremo a vedere i risultati!

Novità anche sul fronte del batterio individuato il ceppo : Escherichia Coli entoeroemorragico Ehec, del ceppo 0104: H4, causa della la Sindrome emolitica uremica (Hus),anche se si tratta di un ceppo unico mai isolato prima.

L'aspetto purtroppo tragico e grottesco delle affermazioni delle autorità tedesche: è tutta colpa della stampa che ha frainteso sui cetrioli!  

La guerra Dukan contro Cohen, qual'è dieta migliore?

In questo periodo di grande serenità, due noti "dietologi" hanno pensato bene di litigare, Pierre Dukan ha denunciato Jean Michel Cohen e lo porterà in giudzio in tribunale, perchè ha parlato male di lui e del suo metodo per dimagrire. Dulkan è solo uno degli ultimi dietologi ad avere creato un dieta iperproteica per dimagrire, ma anche Cohen ha una sua dieta non iper proteica ma più equilibrata, secondo lui. Chi ha ragione? Nessuno dei due. Certo oggi il dimagrire l'obesità è un grande business più che una patologia è ognuno dice la sua, libri, corsi di formazione per dietisti, ricettari, piatti già pronti con la loro firma, oggetti per la cucina.

Secondo me non deve esistere la dieta Dukan o la dieta Cohen ma la dieta che porta il vostro nome e cognome, studiata in base alle vostre esigenze e non a quelle dei dietisti in questione. L'importante non è il medico che vi cura ma il benessere del paziente. Va anche detto che oggi tutti danno diete senza avere titoli, una amica mi ha detto ieri, il mio personal trainer mi ha dato una dieta fantastica, bresaola e insalata, ho perso già due chili in due settimane! Si può vivere mangiando bresaola e insalata tutta la vita? Inutile convincerla del contrario, cosa può fare la medicina contro il fascino di un personal trainer, giovane e aitante?

Occorre oltresì dire che molte aziende hanno assoldato tra le loro fila i personal trainer per la promozione dei loro prodotti, perchè più vicini alle persone, generano meno diffidenza del medico e del dietista, non è stato un caso che a casa della mia amica ho trovato i prodotti di una nota casa alimentare tutti che servono per dimagrire dai biscotti ai cracker alle barrette ai multicereali sempre consigliati dall'aitante personal trainer. Per amore del cielo ci sono dei personal trainer seri e che non ricorrono a questi mezzi ma ho avuto il sospetto di un sistena di vendita che baipassa i professionisti della salute.

Da questo clamore mediatico Dukan e Cohen pubblicato anche sull' Independent ottengono una grande pubblicità, aumenta il loro fascino, il loro carisma, si parlerà di loro due e non degli altri concorrenti, una vecchia tecnica di comunicazione ma che aiuta sempre e trascina le vendite dei prodotti e degli accessori, si assoldano testimonial famosi per dimostrare la validità della dieta (più ottenuta con la chirurgia che con altro), intanto chi è obeso, che le provate tutte e due, diventa più frustrato perché non capisce come mai tutti dimagriscono e lui no!

22 commenti:

  1. Concordo con quello che hai detto, le diete devono essere personalizzate! Ogni tanto escono diete miracolose di personaggi che poi non vedi più ma nel frattempo hanno illuso persone che resteranno deluse dall'ennesima dieta sbagliata!

    RispondiElimina
  2. Mi sembrano così antidiluviane queste diete...la gente si esalta guardando dei personaggi e nonc apisce che ognuno ha un fisico ed un organismo diverso.Anche in questo caso, se manca il buon senso, siamo fritti!

    RispondiElimina
  3. Ma ancora non si capisce che fare una dieta, che porti il nome di chicchessia, per un breve periodo per poi tornare alle abitudini precedenti appena visto qualche risultato non porta a nulla?
    E' lo stile di vita che deve cambiare, e tenuto per sempre...mah.
    Sempre illuminante, Guntehr, grazie!.

    RispondiElimina
  4. Non sapevo che i personal trainer prescrivessero delle diete!!! Se non ci sono grandi problemi di sovrappeso, basterebbe limitare la quantità del cibo e, nello stesso tempo, garantire all'organismo tutti i principi nutritivi, altro che bresaola e insalata, ahahah!!! Grazie per il tuo stupendo post, un abbraccio

    RispondiElimina
  5. grazie , come sempre, per questi tuoi articoli, personalmente la mia dieta consiste nel diminuire le porzioni ed aumentare l'attività fisica, volevo invitarti al mio nuovo blog:
    http://orodorienthe.blogspot.com/
    ciao

    RispondiElimina
  6. Molto interessanti le notizie sull'allarme cetrioli. Non sapevo che il divieto fosse stato esteso anche a lattuga e pomodori. Concime biologico o meno, resta il fatto che continuano ad avvelenarci. Le psicosi però non fanno mai bene. Seguo gli eventi, più avanti forse potremo giudicare.
    Grazie Gunther

    RispondiElimina
  7. Pensavo di aver lasciato un commento e invece è sparit, comunque dicevo che ci vuole un po di buon senso come sempre, certo è che se un paio di bicipiti riescono a far cambiare il regime alimentare di qualcuno...allora forse non è una dieta che ci vorrebbe!

    RispondiElimina
  8. Oramai sei diventato un punto di supporto e di riferimento per la lettura critica della 'cronaca alimentare'...davvero un servizio impagabile! :)))
    PS
    Non centra nulla ma anche in Italia con le amministrative c'è stata la guerra del cetriolo...and the winner is.... :P ahahahahahahahaahaha
    Scusa ma proprio non sono riuscito a trattenermi questa volta :))

    RispondiElimina
  9. Scusa ma mi è scappato da ridere alla dieta "bresaola e insalata"! Ci voleva il personal trainer!!!!
    Mi sembra quasi una lotta contro i mulini a vento. Fino a che non si capirà che è lo stile di vita da cambiare, non si otterranno mai risultati stabili e duraturi. Fermo restando che la dieta va "confezionata" su misura per ogni singolo paziente. Baci, buona serata

    RispondiElimina
  10. Concordo anche io che le diete devono essere fatte su misura per ogni persona e seguire le varie diete "alla moda" è solo un modo per arricchire chi le inventa.
    nemmeno io sapevo che il problema dell'epidemia era esteso anche ai pomodori e insalata.
    Grazie come sempre per questi post :).
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  11. A bresaola e insalata si dimagrisce per forza! è come non mangiare! e comunque hai ragione, una vera dieta dovrebbe essere studiata ad hoc per la persona che la deve seguire, ognuno di noi ha un metabolismo proprio, è inutile generalizzare. Grazie anche per le info e le rassicurazioni del paragrafo su di sopra, come sempre molto utili. ciao ^-^

    RispondiElimina
  12. bresaola e insalata a iosa? si dimagrisce...dalla noia!
    Dalle ultime notizie sembra che i cetrioli siano scagionati, ora è colpa delle falde acquifere inquinate! Bah staremo a vedere!
    (fonte: il futuro dei consumi di Roberto La Pira)

    RispondiElimina
  13. Gravissima questa epidemia, i morti per questa intossicazione mi sembrano davvero tanti in una societa` occidentale avanzata come l'Europa, non mi ricordo se c'erano stati morti nell'epidemia da peanut butter in America qualche anno fa, comunque che tu sappia che tipo di precauzione si puo` prendere per evitare i coli? Nel tuo link parli di pesticidi che mi pare un discorso molto diverso. Io disinfetto sempre la verdura cruda con un prodotto a base di ipoclorito di sodio in soluzione acquosa e poi lascio a bagno in acqua e bicarbonato di sodio, risciacquando alla fine con acqua purificata che uso per tutto il processo. Ma a dire il vero nonostante i sei o sette risciaqui non mi sento mai sicura al 100% rispetto ai coli. Per esempio mi chiedo proprio per i cetrioli se i coli sono anche dentro e io che disinfetto con la buccia che poi pelo via come faccio ad essere sicura che la disinfezione e` andata dentro? E le carote? Io sto in India ed e` sempre stato un problema per me, ma adesso vedo che anche in Europa non e` sufficiente lavare per bene le verdure, ci vuole qualcosa che dia sicurezza. Grazie in anticipo se mi rispondi!

    RispondiElimina
  14. Io non sono d'accordo con una dieta iperproteica, secondo me l'unica cosa giusta da fare è seguire un regime alimentare equilibrato imparando a conoscere cosa si mangia, iniziando a leggere le etichette, a informarsi. Non si può entrare al supermercato e infilare nel carrello qualunque cosa. Non si può credere che mangiando una barretta magica si possa dimagrire, senza fare movimento, senza un'alimentazione equilibrata. Non si può credere che una dieta iperproteica -e presumo anche ipoglucidica, probabilmente con eliminazione dei carboidrati- seguita per una o due settimane (di più non ritengo sia possibile, non è una dieta che si può seguire a vita) faccia dei miracoli.

    RispondiElimina
  15. Ecco, si, sono d'accordo con arabafelice, è lo stile di vita che deve cambiare, ma la gente crede nei miracoli. Mi riferisco alle esperienze di alcuni miei amici che da anni saltano da una dieta all'altra senza trarne benefici. Una di loro ha anche seguito una dieta di sole proteine consigliata dal suo dietologo, ha perso qualcosa la prima settimana (acqua e massa magra, ma non sono riuscita a farglielo capire), poi ha continuato la dieta -contro il parere del dietologo secondo il quale doveva essere una cosa temporanea, due settimane max- perchè ha visto dei "risultati" (li vedeva solo lei). Quindi non è dimagrita. Due volte l'anno si decide a fare movimento: va a correre tutti i giorni ma dura una settimana massimo perchè si stanca. Non è mai dimagrita, non riesce a uscirne. E continua a lamentarsi e mangiare patatine in busta, bere coca cola etc. E' lo stile di vita quello che conta...

    RispondiElimina
  16. in questi anni si è parlato tanto di diete. Credo che ci siano informazioni sufficienti per fare delle scelte ragionevoli. ma la gente preferisce credere ai miracoli che promettono risultati immediati. In quanto ai cetrioli ho letto con molto interesse il post, ineffetti non avevo tutte le informazioni e mi facevo un sacco di domande. Grazie Gunther, sei sempre prezioso. Un bacio

    RispondiElimina
  17. quel batterio è preoccupante, spero che si risolva velocemente! grazie mille!

    RispondiElimina
  18. stendo un velo sul discorso cetriolo, perchè ne so poco e perchè mi sembra la solita baraonda mediatica...aspettiamo...per le diete ho notato anch'io questa cosa che tutti danno diete. Personal trainer in particolare. E' vero che io (parlo solo per me ma credo la cosa sia abbastanza comune) mi sono aperta un blog e ho cominciato a parlare, dipingere, cucinare...ma penso di non nuocere a nessuno. Questa cosa generalizzata che tutti si improvvisano qualcosa sarebbe meglio tenerla lontana dal campo della medicina e della salute delle persone.

    RispondiElimina
  19. Ciao Gunther!
    Grazie mille per il tuo passaggio da me. Tutto bene, sono in tesi, tra un mese ci sarà:OO.
    Per il cetriolo: grazie per l'informazione perché le notizie sono poverissimi e non si capisci alla fine che è gravissima situazione.

    RispondiElimina
  20. poveri cetrioli! davvero, chissà che hanno fatto di male per meritarsi tutto questo!
    spero solo che si capisca presto il motivo di queste morti!
    riguardo le diete, guarda, avrei da dire la mia, ma è una storia troppo lunga...
    certo e' che prima di affidarsi a chicchessia e a chissà quale dieta miracolosa bisognerebbe capire che senza fare costante sport e un buon check up del proprio stato di salute non si va mai lontano...

    RispondiElimina
  21. io resto a bocca aperta per entrambe le questioni che hai trattato sai?
    boh, mi vien solo da dire.. "roba da matti!"

    RispondiElimina
  22. Lo strano del cetriolo spagnolo, se non fosse tutto vero potrebbe essere il titolo di un romanzo dell'esilarante Eduardo mendoza, scrittore spagnolo.
    Sulle diete non ho parole, eppure ci cascano tutti, come dici tu. Ho un'amica medico, psichiatra, psiconalista, un boss nel suo settore eppure non riesco a convincerla che mangia in modo irrazionale.....light e iperproteico...e non dimagrisce !!

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi