martedì 7 febbraio 2012

Lo sciroppo di glucosio- fruttosio dannoso per la salute degli adolescenti

In questi giorni sui media si parla molto di una ricerca pubblicata su Nature, dove lo zucchero cioè il saccarosio viene considerato pericoloso per la salute, si invita a tassare prodotti che ne contengono in  maggiore quantità per favorire la prevenzione di alcune malattie dovute all'eccesso del consumo di zucchero. 

Personalmente l'iniziativa mi lascia perplesso, è vero che  oggi si consumano più prodotti che contengono zucchero, ma la tassazione non mi sembra la migliore soluzione . 

Una  lettrice dalla Martinica, Monique Hiltpold, mi ha scritto indicandomi che nelle isole caraibiche per soddisfare la domanda del mercato nord americano nella produzione di dolci vengono aumentate le percentuali dello zucchero, probabile che in Usa, l'eccesso di zucchero sia un problema più sentito che in Europa.

Quelle che non mi piace è questa eccessiva attenzione allo zucchero cioè il saccarosio e poco all'uso di edulcoranti artificiali e sciroppo di glucosio fruttosio, che dal mio punto di vista sono più dannosi per la salute. Gli edulcoranti per esempio hanno rispetto allo zucchero un potere dolcificante più alto  adoperandone molto meno. Si vuole tassare lo zucchero e gli edulcoranti e lo sciroppo di glucosio-fruttosio no? Perchè uno fa male e gli altri due fanno bene?


Proprio in questi giorni uno studio pubblicato sul numero di Febbraio su The Journal of Nutrition, di cui nessuno parla, dimostra che  l'elevato consumo di sciroppo di glucosio-fruttosio predispone al diabete, problemi cardiovascolari e obesità gli adolescenti.

Lo sciroppo di glucosio-fruttosio è un'ingrediente utilizzato nel settore industriale per dare il sapore dolce, che viene ricavato dai cereali, sopratutto mais, che costa meno del saccarosio, alle critiche di consumatori e specialisti in scienze dell'alimentazione, le aziende hanno sempre risposto che non ci sono studi sufficienti, ma intanto alcune aziende hanno cambiato il nome in etichetta sostituendo sciroppo di glucosio fruttosio in sciroppo di mais e spalmando lettermente lo sciroppo di glucosio-fruttosio sulla maggior parte dei prodotti rendendo più difficile da parte dei consumatore potere fare una selezione.

Oppure ho visto diverse etichette sospette che parlavano di solo sciroppo di glucosio, per dei biscotti? Non è un po' sprecato? Una svista avranno dimenticato magari la parola fruttosio? Oppure la dicitura  di " sciroppo di fruttosio". Indicato più in gelateria che per merendine!

A volte capita che vengono inseriti sostituti dello zucchero al solo scopo di non rendere lo zucchero il primo ingrediente nella lista, dovete sapere che gli ingredienti nelle confezioni di biscotti per esempio sono in ordine decrescente:


es farina, uova, burro, zucchero

se ovviamente vi capita di leggere,
 farina, zucchero, uova, burro, sciroppo di glucosio

è più rassicurante di
zucchero, burro, farina, uova

Sono certo che se lo zucchero fosse il primo ingrediente molti non avrebbero mai scelto quel prodotto.


Per capire la differenza leggetelo in questo post differenza tra sciroppo di zucchero, sciroppo di glucosio, sciroppo di glucosio-fruttosio.


Nello studio pubblicato su Journal of Nutrition su 559 adolescenti dai 14 ai 18, i ricercatori hanno scoperto che gli adolescenti che consumano più prodotti contenenti sciroppo di glucosio -fruttosio,  la pressione sanguigna e insulino-resistenza tende ad aumentare. Gli esami del sangue hanno anche evidenziato una riduzione del colesterolo HDL ("colesterolo buono"). Si è osservato un aumento del grasso corporeo nel livello viscerale, vale a dire, nell'addome intorno agli organi e non solo sotto la pelle. Tutti questi fattori favoriscono lo sviluppo di gravi problemi di salute in età molto precoce ma che diventano dei fattori predisponenti allo sviluppo di gravi patologie nell'età adulta.

Il vero problema è nella quantità incontrollata, il consiglio secondo alcuni specialisti in Scienze dell'Alimentazione è quello di non superare i 25g al giorno, ma lo sciroppo di glucosio - fruttosio, lo troviamo dall'inizio della mattina nei prodotti da prima colazione come lo yogurt alla frutta, biscotti e prodotti dolci come brioche, succo di frutta per proseguire con bibite, dessert e snack sia dolci che salati, non viene indicata la quantità nelle confezione in grammi, molti difficile se non impossibile rendersi conto della quantità sia che tu sia un adolescente o un adulto. 
Non è tanto la quantità che c'è in un singolo prodotto ma dell'insieme, per superare i 25g al giorno a volte basta poco negli adolescenti è molto facile che possa accadere.

Come genitore di ragazzi adolescenti avverto la responsabilità di mostrare esempi corretti, tuttavia già sono nella fase del peluccamento ed è difficile gestirli, perchè sono attirati da un certo tipo di sapori e di prodotti grazie alla pubblicità.  A degli adolescenti parli di colesterolo, diabete e malattie cardiovascolari, non prestano attenzione, evito di acquistare prodotti che contengono sciroppo di glucosio fruttosio ma poi vanno a scuola dove ci sono i distributori automatici di snack dolci, vanno nei fast food con gli amici, dove i  dessert lo contengono proprio perchè costa meno dello zucchero, (specie se devi dare un dessert a 0.99).

Mali estremi e rimedi estremi mi sono messo daccordo con mia suocera e a mio figlio maschio quello in sovrappeso abbiamo detto che lo sciroppo di glucosio fruttosio fa venire l'alito cattivo e non fa funzionare il pirillo, non è vero lo so (non è detto che in futuro qualcuno non pubblichi qualcosa in merito). Meglio avere un papà con il naso lungo  ma con un figlio in salute. Sbaglierò? Si (lo sto vivendo con senso di colpa, prometto che prima o poi gli dico la verità). 

Riferimento: Pollock NK, Bundy V, Kanto W, Davis CL, Bernard PJ, Zhu H, Gutin B, Dong Y. Greater fructose consumption is associated with cardiometabolic risk markers and visceral adiposity in adolescents. J Nutr. 2012 Feb;142(2):251-7

52 commenti:

  1. Sempre interessanti i tuoi post! In casa mia si usa solo lo zucchero di canna, pochissime merendine....Per fortuna non devo dire nessuna bugia in merito a mia figlia, che anzi è lei che mi da informazioni sugli alimenti e i loro derivati....Comunque hai fatto bene a dire una piccola bugia a tuo figlio, io avrei fatto lastessa cosa...Buona settimana Dana et Dana

    RispondiElimina
  2. Il problema però, almeno per me è che tutti i giorni in casa si "combatte" per mantenere un giusto equilibrio, sfizi e schifezze solo ogni tanto, ma giornalmente si mangia per bene, poi a scuola, e parlo per merenda ci sono compagni a cui le madri portano pollo fritto e patatine, bibite e panini super imbottiti e a quell'età gli occhi mangiano prima della bocca, la cattiva educazione alimentare purtroppo è diffusissima.

    RispondiElimina
  3. Interessante l'articolo, soprattutto per il fatto che domani inizio il corso sul cioccolato in pasrticceria dove l'uso di glucosio è abbondante per non parlare di tutte quelle cakes stile americano. Ma è così difficile insegnare ai propri figli a nutrirsi? Io ho 40 anni e ai miei tempi (sigh) mia mamma mi dava un panino semplice per la merenda a scuola e a tavola c'era sempre la verdura e la sera la ministra. Bravo Gunther, non finirai all'inferno per aver salvato tuo figlio da malattie en peggiori du una semplice bugia (anche Babbo Natale non esiste ma se si racconta quella bugia per il sollazzo dei bambini non vedo perchè non lo si possa fare per tutelarne la salute).

    RispondiElimina
  4. Molto interessante. Personalmente non mi sento molto colpita, qui zero merendine e zero bibite. Zucchero solo ai minimi termini. Spero solo di riuscire ad andare avanti così :)
    Grazie delle preziose informazioni Gunther

    RispondiElimina
  5. La buona alimentazione dovrebbe partire dalla famiglia,ma in un epoca dove siamo più informati rispetto alle nostre nonne, i nostri figli mangiano male.Conosco genitori che per curare l'inappetenza dei figli li ingozzano di merendine.Un post come questo andrebbe appeso nelle aule della scuola x informare i ragazzi e servirebbe anche a molti genitori frettolosi. Non è un attacco ai genitori x carità, perchè penso che tutti i ragazzi siano attratti dalle ""schifezze""e per primo mio figlio quando va fuori mangia cibi non sani.Ma visto che in aumento c'è obesità e diabete in soggetti sempre più giovani ,bisogna pensarci seriamente e ben venga una bugia a fin di bene! Ciao .

    RispondiElimina
  6. Questa demonizzazione dello zucchero a vantaggio dello sciroppo di glucosio-fruttosio mi fa venire in mente la dura battaglia contro il burro negli anni 60-70 a vantaggio delle margarine! Sarà questione di marketing anche oggi come allora? Le giuste misure non hanno ma fatto male a nessuno. Sarebbe necessaria più che una tassa sullo zucchero, una sana educazione alimentare fin da piccoli e allora sì che tanti problemi di salute potrebbero essere evitati. Sono sicura che non ti crescerà il naso per la piccola bugia che hai detto a tuo figlio. Qualunque genitore attento lo avrebbe fatto. però mi ha fatto ridere la motivazione che hai trovato...convincente direi :)) Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  7. io in cucina preferisco lo zucchero naturale eniente robaccia chimica, preferisco metterne meno e giocare con l'accostamento dei vari ingredienti per rendere interessanti le ricette. Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Sei sempre grande! Bel articolo e molto interessante.

    RispondiElimina
  9. allora si dovrebbe tassare molto altro! il fatto è che l'offerta è enorme e i dolci piacciono e si considerano un premio per se stessi, non un alimento occasionale.

    RispondiElimina
  10. Uso il miele in quasi tutte le preparazioni, per alcuni dolci mi occorre lo zucchero in quanto ha sapore neutro.
    Cerco di evitare tutto quello che e' industriale!

    Mi piace gunther versione pinocchio ;)
    Se a fin di bene sei perdonato dai!

    RispondiElimina
  11. Quando vengo da te imparo sempre qualcosa! Io penso che fin da bambini i figli debbano ricevere un'educazione alimentare, non si può dare loro tutto quello che chiedono ma vanno informati . Ci credi se ti dico che i miei figli non mangiano merendine, non bevono cocacola, non mangiano dolci se non la domenica. Tutto questo è il risultato di una buona educazione alimentare e di un buon esempio dato in famiglia!

    RispondiElimina
  12. Sara` questione di crisi economica anche questa dello zucchero!?
    Mi viene il dubbio....
    Francesca

    RispondiElimina
  13. Molto interessante e istruttivo questo post grazie! Anche a casa mia zero merendine e bibite,il glucosio lo uso per la pasta di zucchero,ma come si dice l'importante e la moderazione.
    le bugie se dette a fin di bene sono ammesse :)

    RispondiElimina
  14. Qualche giorno fa ho letto la notizia!!
    Sono fortunata perchè mia figlia non ama i dolci e in generale.. il cibo schifezza!!Anzi è una mangiatrice folle di verdura.
    Cerco di stare attenta e passo molto tempo al supermercato a leggere le etichette!! Da brivido!!
    Tuo figlio ti ringrazierà!!!
    Geniale però!!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  15. ciao gunther, grazie!!!
    doppia sorpresa trovarti sul mio blog: primo sei un ometto, merce rara in questo mondo di foodblog, secondo perchè di blog ho trovato il tuo, che è davvero molto molto interessante e particolare... come fai a sapere tutte queste cose??
    ti consulterò con calma, mi interessa perchè ci tengo a scegliere consapevolmente quel che porto in tavola (anche se consapevolmente qualche volta mi lascio andare a pasticci mica tanto adeguati al livello!), cerco sempre di scegliere cose di buona qualità che fanno bene e facilitano la buona riuscita di un piatto.
    alle volte basta poco, la qualità degli ingrediente rende speciale anche il piatto più semplice!
    ho dato un'occhiatata anche all'altro blog, e già la torta salata che ha fatto capolino mi ha strgata: colpito in pieno i miei gusti!
    grazie di essere passato da me, davvero, sono contenta di aver trovato te e il tuo blog....
    buona serata!

    RispondiElimina
  16. Io credo che la maggior parte delle persone ami i dolci e che molte persone magari scelgano un succo di frutta pensando che sia solo frutta e acqua e zucchero normale.
    Noi mangiamo dolci a colazione cercando di farli in casa, ormai diffido di molti biscotti e prodotti da colazione.
    Vorrei anche io che mia figlia fosse una persona con una alimentazione corretta, ma secondo me le persone che l'hanno si contano sulla punta delle dita, l'unica cosa è scegliere almeno la qualità dei prodotti e tutti questi post mi aprono gli occhi
    (ci sono cose che non ho più comprato ;) )
    Grazie

    RispondiElimina
  17. Uso solo zucchero normale al massimo di canna ..mai usato nient'altro!ciaooo e grazie!

    RispondiElimina
  18. Tu ci insewgni molte belle cose per districarci da questa bailamme di notizie e contronotizie.
    Grazie Gunter.
    Mandi

    RispondiElimina
  19. Si conduce una strenua battaglia ai grassi, sacrosanta per carità, ma bisognerebbe stare attenti allo zucchero et similia che sono dappertutto, non parliamo poi di aspartame e C., che si accumulano nel fegato...bisogna stare molto attenti e i ragazzi adolescenti sono vittime inconsapevoli della pubblicità e delle mode...perciò una bugia a fin di bene fa bene, tuo figlio ti rigrazierà! a presto!!!

    RispondiElimina
  20. E' sempre molto utile leggerti. Io cerco di limitare gli zuccheri e i dolcificanti li evito. Le cose industriali le mangio raramente, ma ho i periodi pure per quelle!!!!! che ci vuoi fare, ogni tanto si cede, ma poi si torna in sè. Grazie per le info preziose. Un bacio

    RispondiElimina
  21. Carissimo orami io ho una cartella a tuo nome con salvato tutti i tuoi preziosi post. . . GRAZIE!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  22. Non utilizzo dolcificanti chimici, si cerca di limitare il più possibile prodotti industriali, mangiamo tanta verdura....ma non so se questo è sufficente a dire che mangiamo sano!
    Oggi come oggi tutto è talmente artefatto che secondo me il controllo sfugge pure ai più attenti consumatori!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  23. E' anche una questione di palato e di educazione alimentare. Ad es. Qui a baires tutto e' estramemente dolce, ma quando Sei svezzato a dulce de leche tutto sembra poco dolce. Le ricette sono molto abbondanti di zucchero ad esempio quindi i dandi da zucchero sono conseguenti. Ma in Europa e soprattutto in Italia dove abbiamo un palato "salato"....mi fa paura questa idea della tassazione dello zucchero a favore di questi surrogati....

    RispondiElimina
  24. Gunther hai mille volte ragione. I modelli imposti dalla televisione rovinano i giovani, sia da un punto di vista nutrizionale che culturale. Come giustamente dici, la chiave per scardinare questo meccanismo è l'esempio dei genitori, i quali purtroppo sono spesso ignari di certe dinamiche.

    :-)

    RispondiElimina
  25. Meglio un papaà pinocchio che un figlio cui non funziona il pirillo...
    Grazie Gunther.
    A proposito vado a controllare lo yogurt per via dello sciroppo di glucosio . Confesso che non ci ho mai fatto caso.
    Vorrà dire che il prossimo sarà home made.
    Grazie e un abbraccio

    RispondiElimina
  26. Nel mio yogurt c'é dello zucchero d'uva....
    non dovrebbe essere nocivo.
    Tu che ne pensi?
    grazie

    RispondiElimina
  27. I tuoi post sono sempre molto interessanti e ci fanno davvero aprire un po' gli occhi!!
    Grazie come sempre!

    RispondiElimina
  28. @germana lo zucchero d'uva non è nocivo in piccole quantità come nello yogurt, alla fine del popst c'è un link con un elenco di prodotti con sciroppo di glucosio-fruttosio

    Nello yogurt in genere lo sciroppo di glucosio è incluso nella preparazione alla frutta, nei yogurt le percentuali in genere sono piccole più alte invece nei succhi di frutta dove spesso è il secondo ingrediente a volte dopo l'acqua e prima della frutta

    RispondiElimina
  29. Il tuo post prececente l'ho fatto girare in lungo ed in largo, facendolo mio a livello conoscitivo e poi divulgativo, facendo leva sempre sulla considerazione che ancor prima che la capacità di leggere le etichette deve valere l'educazione al gusto (vedi argomento Stevia) ed al giusto 'dolce' che non è solo una questione soggettiva o meglio lo è se inquadrato a livello società. Ogni comunità fa quindi storia a se...gli americani, i francesi, etc etc.
    Il tuo lavoro vedo non termina mai e soprattutto non abbassa mai la guardia, per questo e non solo hai tutta la mia riconoscenza e stima :)

    RispondiElimina
  30. ecco un articolo che dice le cose come stanno e chiama le cose col suo vero nome

    bravissimo... fa sempre bene ripassare per chi sa già e informare chi è ancora all'oscuro

    RispondiElimina
  31. Ciao Gunther,
    io ho ridotto ai minimi termini lo zucchero nella mia dieta (poi occasionalmente il dolce me lo concedo) dato che ho delle alte probabilità di sviluppare il diabete per motivi ereditari, ma
    quando parli di sciroppo di glucosio/fruttosio a cosa ti riferisci? Io so che il fruttosio è maggiormente consigliato in soggetti predisposti all'obesità, al diabete e alla sindrome metabolica poichè evita un brusco rialzo della glicemia con conseguente brusco picco verso il basso, che è poi la cosa che ti porta alla dipendenza dallo zucchero. ciao e complimenti per gli articoli sempre interessanti!
    Ah ti ho nominato nel versatile blog award (tra poco sul blog :)

    RispondiElimina
  32. mi unisco alla dmanda di sara subito qui sopra, perché in effetti a mia figlia hanno sempre consigliato il fruttosio (in più è comodo eprché lo troviamo anche in bustine e se lo porta a danza)... certo, farebbe meglio a non usare nemmeno quello... però, come si fa?

    RispondiElimina
  33. In effetti il problema con ig giovani c'e' e non e' da trascurare. Credo che tassare lo zucchero sia proprio la cosa peggiore che si possa fare, anche perche' questo indurra' le industrie alimentari ad usare ancora di piu' dei surrogati che fanno molto peggio alla salute dello zucchero.

    RispondiElimina
  34. Hai ragione da vendere caro Gunther!
    il fatto che vengano spinti gli edulcoranti è sospetto, è comunque sospetto che ci sia sempre più zucchero occulto ovunque in qualsiasi preparazione...mi sembra di aver letto che in una nuova linea di pasta senza glutine ci sia tra gli ingredienti lo zucchero di canna, e che ciò avrebbe un suo perchè...non ne dubito nel senso che capisco che ciò potrebbe avere un perchè ma sono molto convinta delle ripercussioni poco piacevoli che potrebbe avere su chi mangia...ma io di leggi di mercato capisco zero, lo ammetto! Il fruttosio è sempre spinto, anche adesso, dopo studi che dimostrano che non viene metabolizzato nel metabolismo del glucosio ma in quello dei grassi (scusate se è robetta da poco!), che crea assuefazione, quindi si eleva il livello di ingestione (di nuovo scusate se è poco) e che non agisce sulla lectina e quindi non si avverte sazietà (again and again scusate se è poco)...certo, negli Usa il problema "dolce" è più sentito che qui, perchè di zucchero occulto ce n'è ovunque forse non c'è nell'acqua minerale (sarà per questo che ci scrivono low carb?), ma anche qui in Europa dovremmo alzare la nostra soglia di attenzione, soprattutto visto che ci sono diversi (a mio parere sono già troppi) prodotti rivolti ai bimbi dove c'è fruttosio e con tanto di mega scritta sulla confezione...quasi vantandosene...
    Ammetto di essere esagerata nel controllare le etichette, ma ci tengo a sapere che cosa mangio e cosa mangiano i miei uomini ;-)
    E' sempre un gran piacere leggerti.
    A presto!

    RispondiElimina
  35. E...ho spinto invio troppo presto, mi son dimenticata di dirti che hai fatto benissimo con tuo figlio, è una bugia piccola che gli tornerà molto utile invece e magari ne riderete insieme!

    RispondiElimina
  36. @sara @madamebavareisa

    chiarimento per quanto riguarda la risposta a Germana le ho risposto nel suo blog, lo zucchero di uva ha un indice glicemico di più alto del saccarosio, per cui non è particolarmente indicato per i diabetici

    per quanto riguarda invece fruttosio e sciroppo di glucosio- fruttosio sono due ingredienti distinti, uno è quello presente nelle frutta anche se quello in commercio è comunque ricavato dai cereali, mentre lo sciroppo di glucosio fruttosio è un ingrediente dell'industria alimentare ufficialmente usato come esaltatore del gusto nella realtà sostituisce parte dello zucchero ed è composto da glucosio e fruttosio.


    Il fruttosio viene assorbito dal tubo digerente ad una velocità inferiore rispetto al glucosio ed al saccarosio, da cui la valutazione come zucchero a basso indice glicemico.

    Proprio per questo suo basso indice glicemico ed insulinico, per lungo tempo il fruttosio è stato considerato un sostituto ideale dello zucchero. Oggi, tuttavia, sappiamo che eccessive quantità di fruttosio (> 40-50 g/die) favoriscono la sintesi di grassi a livello epatico e stimolano la secrezione d'insulina, fino a portare a stati di insulino resistenza.

    Lo sciroppo di glucosio fruttosio è invece a rapido assorbimento

    Ho gia pubblicato un post nel 2009 su diabete e prevenzione

    Prevenire il diabete


    Prevenzione e Diabete non è solo un problema di zucchero ma di alimentazione completa e attività fisica

    la gestione purtroppo per evitare i picchi di glicemia si impara su se stessi perchè ogniuno ha una tolleranza diversa, dovete concetrarvi non solo sulla qualità degli ingredienti ma sulla quantità

    @Madamebavareisa, per tua filgia dipende dal fisico in generale, probabile lei prende del fruttosio prima di fare attività fisica per darsi energia immediata un po' come fanno con il miele molti atleti

    io valuterei con il consiglio di un professionista la possibilità di arrivare alla sua ora d'attività fisica con un alimentazione giornaliera diversa in modo da arrivare con più forza e senza sentirsi debole.

    io proverei con del succo d'agave per vedere che tipo di risposta il suo fisico da, potrebbe essere un ottima alternativa anche se valuterei la sua dieta e il tipo di sforzo che deve fare per l'attività fisica.

    la mia polemica con lo sciroppo di glucosio che si usa in pasticceria, per dei dolci per un comsumo occasionale mentre l'industria ha trasportato questi ingredienti nei prodotti quotidiani e che si consumano più volte al giorno

    per cui un conto se mangio un fondent una volta ogni tanto un conto se lo mangio diverse volte al giorno

    Scusate se non rispondo subito ma solo quando mi collego alla fine del lavoro o in un intervallo

    RispondiElimina
  37. grazie per l'informazione sai io ho una figlia diabetica e non ti dico quello che cerco di inventarmi per renderla contenta pero' evito tutti questi prodotti e lei si è abituata grazie ancora vado a rileggere il post per capire meglio

    RispondiElimina
  38. ci stiamo americanizzando, lo zucchero è sempre più presente in tutte le sue forme, anche dove non c'entra niente, ad esempio le salse.
    Unica arma, farsi le cose da se! Un po' estremista forse, ma la salute ringrazia!

    RispondiElimina
  39. Molto interessante questo post !
    Anch'io sono d'accordo di eliminare gli zuccheri sopratutto partendo da cibi confezionati. Per difendersi secondo me basta cucinarsi quasi tutto in casa in modo che sai quello che c'è ( o per lo meno quasi tutto ).

    RispondiElimina
  40. Ciao! Grazie per esserti unito al mio blog! Vedo che sei molto attivo nell'ambito salutista e fai bene!
    Il tuo blog è molto interessante!
    A presto..Sibilla

    RispondiElimina
  41. Gunther, con la tua preparazione, e il tuo senso dell'umorismo, mi aggiusti davvero le giornate!!! sei eccezionale!!! e passi per l'alito cattivo e il pirillo che non funziona!!!
    Io ad esempio avevo raccontato a Ottavio la storia che una volta ho visto delle ragazze grasse abbuffarsi al mc di gelato contemporaneamente al panino e alle bibite......quindi l'equazione è stata mc donald=schifezze!!! quindi abbiamo fatto il patto che io lo avrei portato da mc donald una volta ogni 3 mesi, comunque per non farlo sentire diverso dagli altri, e comunque l'ho portato la prima volta a settembre, a 5 anni e mezzo! e gli prendo l'happy meal col giochino abbinando toast e frutta (che a fine pasto mangia più volentieri delle patatine che gli restano!)
    Insomma......ogni genitore deve usare dei trucchi!!!

    mi pongo però una questione.....non è che c'è il rischio che le aziende scrivano zucchero quando poi invece usano sciroppo di glucosio-fruttosio???

    sei grande Gunther!!! un abbraccio MARA

    RispondiElimina
  42. Ciao Gunther, a proposito di zuccheri e dolcificanti vari, ho letto poco tempo fa che è stato autorizzato il commercio di un dolcificante naturale prodotto con la Stevia rebaudiana, una pianta sudamericana. Credo che sia distribuita in Italia da Misura...ne sai qualcosa? se si cosa ne pensi? a presto

    RispondiElimina
  43. mamma mia perchè non pensare mai all'educazione, all'informazione...io sto proprio imparando a farne meno ...lotta dura, ma possibile :)

    RispondiElimina
  44. Complimenti!!!
    Un blog davvero interessante!
    Ti seguo con piacere e ti aspetto...Fullina

    RispondiElimina
  45. @maetta
    comprendo comprendo happy meal ho fatto uguale

    no questo magari no, però ho trovato strano adoperare lo sciroppo di glucosio o lo sciroppo di fruttosio fra alcuni ingredienti per aluni ingredienti

    RispondiElimina
  46. @meg
    si ne ho parlato diverse volte, è un edulcorante di origine naturale, la sua autorizzazione è stata molto controversa, personalmente non mi piace il sapore che conferisce ma dolcifica più di altri edulcoranti

    IO trovo più unteressante se ci abituiamo a un gusto meno dolce

    RispondiElimina
  47. @ un grazie a tutti benevenuti ai nuovi arrivati e infinito grazie ai mie commentatori storici, un grazie sempre a gambetto perchè il precedente post ha avuto un picco, quindi è merito suo e anche di tutti gli altri che lo hanno condiviso su twitter e facebook, grazie

    RispondiElimina
  48. Io non uso quasi mai lo zucchero bianco, cerco di usare sempre piu' lo zucchero di canna, quello melassato, pensi che sia meglio di quello bianco? Uso o il Lyle o lo BRONSugar.

    RispondiElimina
  49. interessantissimo post! :) buonissime le tue frittelle! ;)a presto, buona giornata! :)

    RispondiElimina
  50. Ottima constatazione quella che hai scritto sull'acquisto fatto o meno in base all'ordine degli ingredienti e quindi il trucco di far slittare lo zucchero in posizioni diverse dalla prima "per non dare nell'occhio" grazie allo sciroppo che lo sostituisce parzialmente.
    Per il resto, complimenti per l'idea del "pirillo".....:)

    RispondiElimina
  51. Gunther questo è uno degli argomenti che ho più a cuore perchè vedo che lo "sciroppo di mais" sta trovando largo impiego anche per quei prodotti alimentari che inizialmente sembravano essere esclusi. I margini di guadagno si assottigliano e quindi è inevitabile trarne le conseguenze sul tipo di materia prima adottata che tra l'altro induce anche un cambio dei palati di chi mangia assuefacendo il gusto a sapori sempre più dolci.
    E'bello ritrovarti più agguerrito che mai...comincio a metter da parte le arance :P ehehehehehe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è sempre un grande piacere ritrovarti
      ahimè si lo spalmano su tutti i trodotti così uno non ha scelta
      metti via un campo d'arance intero :-))))

      Elimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi