lunedì 5 marzo 2012

Un patch contro l' allergia all'Arachide

L'allergia all' arachide è una delle allergie alimentari più diffuse, la terza dopo latte e uova, si manifesta abbastanza precocemente prima dei sette anni anche se le allergie alimentari possono manifestarsi a qualsiasi età. 

La reazione allergica si manifesta per contatto, per inalazione e per ingestione, le reazione allergiche più comuni vanno dalle più semplici orticaria, senso di nausea, diarrea a asma, angioedema, shock anafilattico , spesso basta poco per scatenare una reazione allergica.

Più di un quarto delle arachidi sono nascoste negli alimenti, in particolare nei prodotti dolciari, tanto che da diversi anni è obbligatorio dichiarare sull'etichetta la presenza d'allergeni come l'arachide. Oltre ai prodotti che contengono arachide sono da evitare anche altri prodotti alimentari a guscio noti come frutta secca cioè mandorle, pinoli, pistacchi, ma ricordate che l'arachide è della famiglia delle leguminose come i piselli chi è allergico all' arachide può avere episodi di cross reazione con le leguminose. 


Uno dei trattamenti più noti  è la desensibilizzazione, che consiste nel somministrare delle piccole dosi crescenti della proteina allergenica, per educare il sistema immunitario. Nel caso dell' allergia all'arachide  è considerato rischioso in quanto una quantità  anche  piccolissima può essere sufficiente per provocare reazione violenta.

La novità è un nuovo patch sviluppato da una start up francese, DBV Tecnologies di Bagneux (Hauts-de-Seine) il suo nome è Peanut Viaskin, il patch si attacca alla pelle come un cerotto e può diffondere l'allergene nel corpo senza che quest'ultimo passa attraverso il sangue, meglio dire che mette in contatto gli strati superficiali della pelle e le cellule immunitarie senza passaggio attraverso il sangue. Così l'educazione del sistema immunitario può essere fatto senza rischio. L'obiettivo è di minimizzare il rischio di anafilassi, la conseguenza più grave dell' intolleranza. 

Il cerotto deve essere cambiato ogni giorno per un tempo che dovrebbe essere di circa due o tre anni. Attualmente viene testato negli Stati Uniti e sembra ben tollerato dai pazienti.

L'obiettivo non è quello di mangiare noccioline a go go ma di evitare shock anafilattico in caso di ingestione accidentale. Sempre sullo stesso principio si stanno sviluppando nuovi patch di desensibilizzazione per le allergie al latte vaccino e agli acari.
I risultati finali della sperimentazione clinica sono attesi all'inizio del 2013. Il mercato potenziale è stato valutato  in circa : $ 5 miliardi (3,8 miliardi di euro).

In genere sono molto cauto nei confronti di nuove terapie ma di questa mi piace il principio, spero che la sperimentazione abbia un esito positivo come mostrano i primi dati dopo cinque anni;  per un problema come l'allergia all'arachide che è molto difficile da gestire, mi auguro che sia disponibile a tutti e rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale.

Post correlati: I nuovi ingredienti allergeni, Allergia alle fragole, Hit parade allergeni la differenza tra intolleranza e allergia, Come scegliere le paste senza glutine.   

39 commenti:

  1. Davvero è una delle allergie più diffuse? per chi ne soffre dev'essere davvero impegnativo tenere sotto controllo eventuali tracce presenti in altri preparati!
    Buona settimana! ciao :)

    RispondiElimina
  2. Che bello questo blog! Appena scoperto! Ti seguo con piacere! A presto
    http://petitecuilliere.blogspot.com/
    Claudia

    RispondiElimina
  3. sempre pieno di contenuti.. importanti ed utili! bravo

    RispondiElimina
  4. Non sapevo che la desensibilizzazione fosse rischiosa nel caso delle arachidi. Sarebbe una gran bella conquista il cerotto anche se i tempi di applicazione sono lunghi. Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  5. Deve essere un'allergia davvero difficile da gestire, anche perchè le etichette dei cibi sono quasi sempre incomplete...da mamma ne sarei terrorizzata, dico la verità!

    RispondiElimina
  6. Non sapevo dell'esistenza di questo patch, grazie mille per l'utilissima informazione!!!!

    Un bacione :-)

    RispondiElimina
  7. Cavolo, non lo sapevo...abbracci.

    RispondiElimina
  8. Ho scoperto da poco di avere un'allergia all'arachidi. Adesso devo essere sempre attenta. Grazie per l'articolo!

    RispondiElimina
  9. Buono a sapersi, conosco proprio una persona con questa patologia.
    Grazie!

    RispondiElimina
  10. Allergica cronica ad acari, pelo cane, gatto, cavallo, ulivo, piante varie, graminacee......e nocciole!! Appena uscirà quello per gli acari lo voglio.....ora sto facendo il vaccino tradizionale....brutto periodo da adesso in poi per me....aahahah

    RispondiElimina
  11. che meraviglia ho trovato un blog molto interessante da oggi ti seguo se ti va passa da me ciao

    RispondiElimina
  12. più diffuse e più pericolose..non sapevo di questo cerotto..grazie per l'info ciao

    RispondiElimina
  13. non sapevo fosse così diffusa grazie sempre per i tuoi post

    RispondiElimina
  14. Ottimo questo commento! C'è una mia amica che a dicembre stava per morire per via del restringimento della gola, si è scoperta questa allergia! Passo parola!!! Buon inizio di settimana :-)

    RispondiElimina
  15. Sorrido sempre quando la tecnologia è usata per contribuire ad una qualità di vita più accettabile. Questo è il caso. Non conoscevo la questione nel dettaglio almeno fino a quando non ho letto il tuo articolo e quindi come sempre non posso che renderti il dovuto grazie per il costante aggiornamento condiviso qui :)

    RispondiElimina
  16. Ecco fatto!
    E non la possono fare anche per le fragole????
    :)
    Dai gunther!
    Menti spudoratamente e dimmi che si, che prima dell estate ci sara' una patch anche per me :D

    RispondiElimina
  17. Roberta Mangano5 marzo 2012 17:53

    devo dire che è una bella notizia perchè di shock anafilattico si muore

    RispondiElimina
  18. Voglio il patch anti glutine..mi voglio mitridizzare...

    RispondiElimina
  19. Fortunatamente non ho allergie (almeno fino ad ora) ma ho visto una volta una persona in shock anafilattico quindi so che e' un problema grave. E questi studi sono sicuramente importantissimi per moltissime persone

    RispondiElimina
  20. Grazie per i tuoi preziosi consigli,
    buona serata

    RispondiElimina
  21. Le allergie,insieme alle intolleranze sono un incubo,ho un amica che é allergica a tantissime cose (non solo alimentari ) e spesso e piena di sfoghi aiuto.Post Interessantissimo come sempre!
    Ciao Francesca

    RispondiElimina
  22. non sapevo affatto che l'allergia alle arachidi avesse un'incidenza così alta. il tuo post è stato molto illuminante. un bacio

    RispondiElimina
  23. Buono a sapersi, grazie per queste preziose informazioni!

    RispondiElimina
  24. Ma funziona davvero??? Sarebbe bellissimo!!

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  25. questa realtà non la conoscevo...anche cotti in padella quindi possono dare problemi? bene quindi avvisare i commensali...o scriverlo nel menu che quella pietanza contiene la sostanza in questione

    RispondiElimina
  26. magari per tutte le allergie ci fosse questa applicazione cosi, una bella novità

    RispondiElimina
  27. Tu..sei sempre alla scoperta del mondo!!!T'invidio ^^

    RispondiElimina
  28. speriamo che funzioni e che riescano a trovare la soluzione a tutte le allergie!

    RispondiElimina
  29. Post molto utile!! Sono sempre più le persone con questo problema!!!
    Un abbraccio e a prestissimo!!!

    RispondiElimina
  30. Molto interessante questo articolo; le allergie sono terribili e io, purtroppo, ne so qualcosa, essendo reattiva a parecchi alimenti (arachidi comprese, ovviamente).

    RispondiElimina
  31. Ti comunico che mi sono trasferita su giallo zafferano , questo è il link esatto del mio nuovo blog :
    blog.giallozafferano.it/lapasticciona
    ti aspetto sul nuovo blog con tante novità , ciao

    RispondiElimina
  32. Gent.mo Gunther, leggo con attenzione e profitto il suo blog, grazie. Mi chiedo se il patch di cui parla riguarda solo le arachidi o anche allergie analoghe altrettanto diffuse, credo, come quella ai PINOLI. Ho un amico che rischia un shock anche per quantità minuscole

    RispondiElimina
  33. Grazie per i tuoi preziosi consigli, con le allergie alimentari non si scherza!!!

    RispondiElimina
  34. ciao Gunther ! grazie come sempre per i tuoi articoli, certo che certi alimenti come le noccioline, magari mangiate in dosi eccessive, danno comunque problemi; a me risultano indigeribili ! Buon fine settimana !

    RispondiElimina
  35. Se funziona sarebbe un grande passo avanti e speriamo si possa estendere ad altre allergie. Ciao e buon we.

    RispondiElimina
  36. che brutta l'allergia ,io sono allergica al lattosio ,mia mamma rischia di più perchè allergica alla pesca , alle noci al peperoncino ecc.
    ciao

    RispondiElimina
  37. Ciao Gunther ... scrivo per la prima volta sul tuo blog. Grazie per essere passato da me ... il mio piccolo ha questa allergia ed anche quella agli acari (per non elencarle tutte) ... confido si rovino delle soluzioni :) Carolina

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi