martedì 12 gennaio 2010

I probiotici fanno ingrassare?

Domanda: Mi chiamo Nadia, ho seguito il tuo post sui probiotici che non fanno dimagrire, io però ho un dubbio, da circa quattro mesi convinta dalla pubblicità sulla salute e sul rinforzamento delle difese immunitarie (Influenza l'ho presa uguale) ho acquistato alcuni prodotti con aggiunta di probiotici e sono ingrassata si 4-5 chili, sicuro che non fanno dimagrire come tu hai scritto, non è che però fanno ingrassare?

Risposta: mi fa piacere di come state attenti ai miei post, in molti casi i commenti completano l'informazione di quello che io scrivo, ho dei lettori super, per rispondere a questa domanda ho chiesto l'aiuto (mica posso sapere tutto!) della D.ssa Arianna Banderali responsabile del centro di riabilitazione nutrizionale di Villa Garda (che coinvolgo spesso, l'unica che conosco bene).

Non si ingrassa per colpa di un alimento ma per una dieta non equilibrata, l'obesità ha cause multifattoriali, non ci sono alimenti che fanno dimagrire, come non ci sono alimenti che fanno ingrassare di per sè, tanto meno alimenti che bruciano i grassi, dipende dalla quantità, dal tuo stile di vita, dall'attività fisica, per esempio è vero che il cioccolato è ricco di zucchero e grassi, ma un conto è mangiare un quadratino ogni tanto un conto è consumarne una tavoletta o più da 100 gr al giorno. Le ragioni per cui si ingrassa possono essere diverse, avere cause individuali, a volte legate ad condizioni psico fisiche come ad esempio lo stress.

L'aggiunta di probiotici a un alimento o un prodotto è oramai una consuetudine diffusa accanto a yogurt o latti fermentati, si sono aggiunti formaggi, salami, biscotti e in futuro cioccolato, pertanto bisogna fare attenzione nell'inserirlo nella propria dieta, poichè tutti i prodotti hanno un contenuto calorico indipendente dall'aggiunta di probiotici, a volte si è erroneamente portati a pensare siccome un alimento è "sano" non debba essere tenuto conto del suo contenuto calorico all'interno del proprio schema alimentare giornaliero.

In quel post si era messo in evidenza una studio che indicava che la flora intestinale poteva avere un ruolo nel favorire l'obesità. Nell' Agosto scorso sulla riviste Nature, un lavoro del professor Didier Raoult dell'Università di Marsiglia, su due pulcini nati nello stesso giorno ha inserito nel tubo digerente, di uno dei due il batterio lactobacillus fermentum lo stesso che viene utilizzato per i bifido-bacterium presente nei prodotti che tu Nadia mi hai indicato e di cui ho diffusamente parlato sul blog nei claim dei probiotici.

Come vedete dalla foto i due animali hanno la stessa età, solo che in uno quello più grande è stato inserito il batterio che ha modificato la sua flora intestinale , l'uso di probiotici per l'accresciemnto degli animali non è una novità, è una pratica molta diffusa, solo che il professor Raoult si chiedeva se i batteri utilizzati per la trasformazione dei prodotti lattiero-caseari possono essere uno di quei co fattori responsabili dell'epidemia di obesità che affliggono i paesi industrializzati ?

Sull'uomo potrebbe non avere lo stesso risultato, anche se il meccanismo in teoria è identico, come anche un alimentazione troppo ricca di grassi e zuccheri, può avere un effetto negativo sulla flora rimaniamo in attesa per esprimere un giudizio di ulteriori studi in merito, che chiariscono il rapporto tra flora intestinale, proibiotici e obesità.

PS.: i probiotici hanno anche degli effetti positivi sulla salute ne abbiamo già parlato qui, sugli effetti sicuri, effetti probabili, il post si riferisce ai probiotici contenuti in due prodotti molto noti e molto pubblicizzati che e sono fatti con gli stessi probiotici presenti nell'esperimento del prof. Reoult, di una azienda francese molto nota.

14 commenti:

  1. Conosco anch'io la dottoresas Banderali...francamente non uso probiotici porprio perchè mi paiono un gran business ma, ma mi perplime questa esperienza!mah, attendiamo studi concreti...

    RispondiElimina
  2. Davvero inquietante la fotografia d'apertura, e io che credevo che appartenessero a due razze diverse...

    wenny

    RispondiElimina
  3. POst davvero interessante, mi ha fa molto riflettere!
    Clementina

    RispondiElimina
  4. guardando la fotografia e leggendo le parole di Nadia qualche dubbio mi viene!!!!
    Penso che eviterò i probiotici!
    Grazie per le informazioni

    RispondiElimina
  5. Chiara Castino12 gennaio 2010 13:44

    ti prego dimmi che non è vero!!! non ci posso credere sono i due della danone?

    RispondiElimina
  6. Veramente molto interessante questo post, Gunther. Ho appena letto su un altro blog della pericolosità di sottoporsi a "lavande intestinali", però sento sempre più persone che hanno problemi di stitichezza, gonfiori, coliti etc etc, e niente mi toglie dalla testa che la colpa principale sia l'alimentazione. certo, la vita sedentaria non aiuta alcuna funzione, ma temo che in molti prodotti, anche quelli che ci sembrano sani, si nascondano insidie che prima non c'erano. Tu che cosa ne pensi? E i tuoi lettori così informati? Grazie ancora!

    RispondiElimina
  7. A parte la foto che mi ha molto impressionato...poveri pulcini!!!
    nutro anch'io molti dubbi sui prodotti cosiddetti probiotici, diamo tempo al tempo... intanto conduciamo una vita sana, mangiando poco ma di tutto unitamente ad un po' di sport.
    Questa é la mia filosofia di vita. Antiquata? Forse, per ora però ha funzionato.
    Grazie Gunther, i tuoi post sono interessanti, come sempre.

    RispondiElimina
  8. Molto interessante il tuo post ed il tuo blog. Se non ricordo male i prebiotici, sono aggiunti spesso al latte artificiale per neonati o alle pappine pronte! Per i miei bimbi non l'ho usato, da incoscienti sono passati dal latte della mamma a quello della mucca, ma ricordo la publicita` di un latte e pappine prebiotiche!
    francesaca

    RispondiElimina
  9. Ma perchè si deve stravolgere tutto!!!!
    Povere bestioline che non possono assolutamente ribellarsi.
    Ma cosa si pensa che siano più buoni perchè più grossi.
    Oppure si pensa che le persone stiano attente più grandezza che alla qualità.
    Ciao Gunhter a presto e comunque grazie di tutte le informazioni che ci dai.

    RispondiElimina
  10. questo sì che è un argomento spinoso Gunther... Ci sarebbe da fare ricerche per anni, anche perché l'obesità occidentale è davvero come hai detto un'epidemia, mi amareggia solo vedere dall'interno (da studente intendo) come e dove vengono dirottati i pochi fondi per le ricerche universitarie.

    RispondiElimina
  11. Ecco dove eri andato a finire! Finalmente ti ho ritrovato! Sai che invece il responsabile della celiachia potrebbe essere il grano Creso (ormai la maggior parte della coltivazione in Italia)? Quante schifezze... e quanta amarezza!
    Ben trovato
    Stefania

    RispondiElimina
  12. 要保持更新呦,加油!!!期待你的新文章!!!........................................

    RispondiElimina
  13. Interessante questo post che completa in modo esaustivo l'argomento probiotici. Grazie come sempre per darci un punto di vista equilibrato e che faccia da spunto poi per mantenere un aspetto critico verso ogni novità alimentare :)

    RispondiElimina
  14. la foto è impressionante, è incredibile come la stampa influisca sulle nostre opinioni, ad esempio: probiotici buoni, OGM cattivi (ho appena finito di leggere il libro di Dario Bressanini "OGM tra leggenda erealtà"), niente è così semplice, grazie per questo post.
    Francesca

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi