mercoledì 23 ottobre 2013

Danio Danone, il nuovo prodotto della Danone: latte fermentato concentrato (yogurt colato)

Ancora yogurt? Di nuovo Danone? Ebbene sì, la multinazionale dei prodotti derivati del latte, è tutto un  fermento. Qualcuno di voi ricorderà che di Danio abbiamo parlato nell' Aprile 2013, come uno dei possibili nuovi prodotti che sarebbero stati lanciati sul mercato prima della fine dell'anno (non fate gli spiritosi non leggo le carte e non faccio gli oroscopi, però ogni tanto dò i numeri).

Possiamo dire che Danio sembra una delle interpretazioni di Yogurt Colato tipo Yogurt Greco di Danone, insieme con Oykos e Ilios, io però a questo punto lo avrei chiamato Danios.
Insomma amici di Danone un po' più di creatività, non dico di chiamarlo Ulisse, Zeus o Zio Poseidone, ma potevate avere un minimo più d'attenzione, più fantasia almeno nel nome. 


Dalla strategia di chi fugge a quella di chi insegue
Questo prodotto come "L'arte delle yogurt" in Italia e Oykos in Regno Unito, segna un cambiamento di strategia dell'azienda Danone, se L'arte dello Yogurt, punta sul contenuto di Grassi e sul gusto, invece Danio, punta sul contenuto di Proteine (strizza l'occhio alla dieta Dunkan).

Messo da parte la Vitasnella, messo da parti i probiotici che favorivano un via vai alla toilette, Danone vuole puntare sul recupero del gusto e del prodotto che va più al momento dei suoi concorrenti come lo yogurt colato tipo yogurt greco.

Da una strategia da leader, a cui tutti facevano riferimento imitando i prodotti o meglio prendendo spunto, ora  è Danone che prende spunto dai concorrenti.

Nella maggior parte delle aziende quando questo avviene è un segno non positivo, vuole dire non avere la capacità di rinnovarsi con proposte originali e da leader del mercato, ci si mette a livello degli altri concorrenti, posso dire che mi aspettavo qualcosa di più interessante.

Forse Danone trova sempre meno interessante il mercato Europeo e i suoi sforzi più innovativi gli destina al mercato americano e asiatico, cioè verso quei mercati che sono in forte crescita.


Io per provarlo ho scelto Danio al gusto di fragola

Danio alla Fragola
Latte fermentato concentrato (yogurt colato) e preparazione alla frutta (così si definisce)
Una confezione 150g
Ingredienti: latte scremato, preparazione alla frutta 20% (fragole 46%, zucchero, addensanti: E 1442 E 407, gomma di guar, succo concentrato di carota nera, polvere di latte, succo di limone concentrato, correttore d'acidità E 33, aromi) fermenti, senza glutine.

Per curiosità vogliamo paragonarlo al Fruyo Fage alla Fragola?

Una confezione da 170g
Υogurt colato [latte scremato pastorizzato, fermenti lattici vivi (L. Bulgaricus, S. Thermophilus, L. Acidophilus, Bifidus, L. Casei)], fragola (9%), zucchero, amido, succo concentrato di ciliegia, aromi naturali


La tabella nutrizionale è molto simile a quella della Fage, non si può dire lo stesso degli ingredienti , la Fage specifica quali fermenti lattici vivi, invece Danio, si definisce latte fermentato concentrato e yogurt colato lo mette solo tra parentesi.

Ricordo che in Italia si definisce yogurt solo il latte fermentato con la presenza di due particolari batteri: il Lactobacillus bulgaricus e lo Streptococcus thermophilus, gli altri prodotti sono chiamati latti fermentati. 

La vicenda in Regno Unito come riporta Dairy Report, spiega perchè Danone non può utilizzare il termine yogurt greco, sembra per problemi legati più alla lavorazione che all'origine.

Nel Danio alla Fragola ci sono ben 3 addensanti e della polvere di latte tutti questi addensanti, mah!
Rispetto a Fruyo è più soffice più di dello yogurt greco della Fage, lo yogurt greco della Fage è decisamente più denso.

Ma come si ottiene uno prodotto untuoso senza grassi?
Danio un latte fermentato ricco di proteine ​​e povero di grassi, presentato come snack ultra fresco. Alla base c'è la volontà di creare un prodotto simile allo yogurt greco, cioè uno yogurt con una maggiore densità e un maggiore valore di proteine ​​del latte ma che riesce a rimanere untuoso nonostante un basso o nullo contenuto di grassi. 

Non so come sia stato ottenuto Danio, escludiamo qualsiasi dei due ingredienti citati di seguito, tuttavia sul mercato esistono più soluzioni da specialisti di ingredienti funzionali, che permettono di coniugare l'untuosità al basso contenuto di grassi, per esempio Ingredia Promilk 600 A, una proteina del latte che aggiunta, permette di raggiungere un alto livello di proteine nei latti fermentati, un simil yogurt greco (10% di proteine ​​e di grassi 0%) L'origine lattiara dell'ingrediente si adatta alle etichette nutrizionali e della lista ingredienti.  

Sul mercato è presente anche Novation Indulge 1720, un agente di tessitura che permette di ottenere lo stesso risultato del precedente con un prezzo basso, crea una buona untuosità e densità e permette vista l'origine d' evitare l'inserimento di un additivo n ° E nella lista degli ingredienti garantendo la dizione "senza additivi".



Da Danio UK a Danio ITA
Quello che però mi diverte di più è vedere di come cambiano gli ingredienti da paese a paese, possibile che producono diversamente a seconda del mercato? Facciamo subito un esempio questi sono gli ingredienti di Danio alla Fragola nel Regno Unito.

Danio Strawberry
Strained yogurt (skimmed milk, yogurt cultures), Strawberry (10%), Sugar (5.4%), Glucose-fructose syrup, Stabilisers (modified starch, guar gum, carrageenanan), Strawberry seeds, Lemon juice concentrate, Black carrot concentrated juice, Natural Flavouring, Milk mineral concentrate, Acidity regulator (sodium citrate). Contains milk.

Rispetto alla versione inglese in Danio Italia abbiamo meno fragole, non ci posso credere per il mercato italiano hanno tolto lo sciroppo di glucosio fruttosio, i stabilizzanti hanno messo le sigle  mentre la gomma di guar invece è uguale.

Ci hanno tolto i semini delle fragole (io lo compravo a Londra per quello), minerali del latte concentrati da noi è diventato polvere di latte quasi una poesia, in più abbiamo gli aromi è un cadeaux della Danone, la tabella nutrizionale è diversa dal momento che giustamente gli ingredienti sono diversi.

Danio Bianco invece? Rispetto al Fage bianco 0% più caro?

Danio bianco è una versione più semplice rispetto al Danio alla fragola, ha come ingredienti latte scremato e fermenti , come abbiamo detto non può chiamarsi yogurt, infatti lo fa tra parentesi ( si definisce yogurt colato).

Abbiamo fatto il confronto con yogurt greco originale Fage la versione 0% grassi le differenze apparentemente sono poche riferito a qualche grammo mentre invece quello che colpisce è il prezzo Danio 8,60 euro/kg Fage 6,98, la confezione da 500g, mentre quella da 170 8,45 euro al kg cioè Danio Danone sembrerebbe più caro . 

Prezzo rilevato nello store Esselunga a Milano


Ma quanto deve essere grande una confezione di yogurt o latte fermentato?
Danio 150g, Fruyo 170g, una volta c'erano le confezioni di standardizzate da 125g, indipendentemente dalla marca o dal tipo di yogurt se yogurt o latte fermentato.

Oggi invece abolita la normativa, abbiamo sul mercato una varietà di peso che va dai 100g ai 330g, ora io comprendo il marketing della porzione singola, ma quanto deve essere questa porzione? 

Perchè dai 100g ai 330g di quantità, c'è una bella differenza e poi una volta aperte le confezioni singole o vanno consumate o vanno buttate via, un bello spreco, specie se hai un bambino di 4 o 5 anni, una volta aperto il bambino non lo rivuole ma anche l'adulto.

Intanto oramai più che parlare di yogurt o latte fementato sembrano dei dessert, obesità sarà anche una responsabilità delle mamme e dei papà ma aziende mie veniteci incontro in qualche maniera.


Ma quanto bisogna spendere per uno yogurt o latte fermentato?
Una nota lo yogurt colato è uno dei più cari sui 8-9 euro al kg, siamo in tempo di crisi economica, io non voglio mettere in dubbio le scelte e le preferenze, perchè anche a me piace ogni tanto lo yogurt colato, però teniamo conto che ci sono molti yogurt  bianco da 2, 50 euro al kg, costano 1/3 sono buonissimi sono yogurt di qualità che fanno benissimo alla salute e sono prodotti anche da aziende locali.

Sintesi : detto questo nonostante una bella e accattivante confezione di Danio, indipendentemente se latte fermentato concentrato o se yogurt colato o greco, preferisco il classico greco anche lui ricco di proteine, Danio ho trovato il gusto deludente e pertanto Danio non rientrerà tra le mie preferenze d'acquisto!

Per saperne di più di Günther: intervista su Gluten Free Travel and Leaving, un magazine fatto da alcune blogger che conosciamo molto bene e a cui vogliamo molto bene, grazie a Simonetta Nepi del Glu-fri.com.
Intervista direttamente qui: Günther Intervista
Il prossimo post sarà proprio dedicato alla Malattia Celiaca

22 commenti:

  1. Ciao,
    ho letto tutto attentamente e sono molto contenta della tua conclusione:
    Non l'ho ancora visto in giro ma comunque anch'io continuerò a comprare il mio solito.
    Ciao,
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina
  2. Ciao Gunther è il secondo commento ce cerco di inviarti,spero stavolta vada bene. Comunque grazie per il tuo post dettagliatissimo, non conoscevo questo prodotto ma mi fido molto del tuo giudizio e continuerò ad acquistare lo yogurt greco (non mi piace molto la consistenza dello yogurt Danio

    RispondiElimina
  3. tutto questi yogurt che nascono come i funghi, con conservanti e altri ingredienti strani, ma non è meglio prepararselo a casa? un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  4. più leggo i tuoi interessantissimi post più preparo lo yogurt da me !!!!!grazie e un saluto...

    RispondiElimina
  5. Ci credo che non possa chiamarlo yogurt greco!
    La tecnica di lavorazio oltre che gli ingredienti sono importanti. Mi pare un po' come la storia del parmigiano e del parmesan.
    Personalmente lo yogurt fage bianco mi piace molto. E tra gli altri apprezzo tanto quelli Vipiteno e anche il buon vecchio kyr nel vasetto di vetro (che io trovo anche essere un ottimo starter per fare lo yogurt in casa)
    Ciao Leo

    RispondiElimina
  6. e poi se lo chiamavano Danios ancora qualche punto glilo davamo, ma così... chi gli fa il marketing dovrebbe essere licenziato. Interessantissimo.

    RispondiElimina
  7. Caro Günther mi hai fatto davvero ridere! però diciamo.... sei il nostro eroe! Tu i prodotti prima di fare una recensione spesso li provi, li assaggi, li metti in tavola e usi i tuoi figlioli come cavie (poverini...) eheheh un bacione e grazie per questo post! io però aspetto una tua buonissima ricetta su ricette vagabonde eh? ciao!

    RispondiElimina
  8. Io non l'ho ancora visto ma si sa che sulle mie colline arriva tutto in ritardo ... sembra bello compatto, tipo il Fage per intenderci. Per i miei gusti ci sono troppe E tra gli ingredienti e poi mi fido del tuo giudizio. Grazie Gunther

    RispondiElimina
  9. Io come molti che ti seguono, caro Gunther, mi fido di ciò che scrivi e della tua opinione.
    Mangio volentieri lo ypgurt in genre, di vario tipo, se capiterà assaggerò anche questo...ma di certo non lo andrò a cercare affannosamente, insomma.
    Ciao :-)

    RispondiElimina
  10. Eccomi Gunther!!! Grazie per i tuoi post informativi e utili all'acquisto.. e direi che lasciamo questo yogurt nel banco frigo e compriamo altro che è meglio :-)

    RispondiElimina
  11. Se dai i numeri ...io sono interessata!!!!Ma ti conviene comprarti uno spazio in qualche tv privata, sai come rende!!!Scherzi a parte, sul Danio tiriamo innanzi!!!Ciao, buona serata.

    RispondiElimina
  12. di yogurt greco e non ne ho provati davvero diversi e quelli davvero buoni sono della mia marca del supermercato in vasetti di vetro e biologici...pochi ingredienti e solo frutta vera..
    certi prodotti poi sembrano fatti solo per attrarre i bimbi.. poi li apri e sono disgustosi.. va bhe..

    RispondiElimina
  13. Mai visto.... Di solito lo yogurt lo faccio io in casa .... Un abbraccio e grazie dei consigli!!!

    RispondiElimina
  14. mi sto leggendo con molta attenzione i tuoi post sugli yogurt...non che non legga con attenzione gli altri, sia chiaro;-)
    In merito alla lista degli ingredienti..ti dò una mia interpretazione poetica...il nostro zucchero, sugar, è saccarosio ovvero un dimero di glucosio e fruttosio. Se lo sciogli diventa sciroppo...
    Ecco, secondo me, non cambiano gli ingredienti in senso vero e proprio, ma in senso lato...dipende da come scrivi la parola zucchero ;-)
    Quello che invece dovrebbe farci saltare su è sicuramente la presenza di sciroppo di fruttosio da mais, che per fortuna non c'è...
    Certo che di addensanti ce ne sono un po' tantini, ma gli addensanti fanno il loro sporco lavoro e bene...più massa, più guadagno, meno costi ;-)
    Tutto sommato, mi sento meno triste nel consumare il mio yogurt denso di latte di soja, senza zuccheri aggiunti...
    Complimenti per l'intervista ;-)
    Aspetto con ansia il post sulla celiachia, adoro la buona informazione :-)
    Serena notte e a rileggerci presto!

    RispondiElimina
  15. Mi è capitato sott’occhio questo prodotto qualche giorno fa e ti ho pensato. Era appena uscito il post su "L'arte delle yogurt"e mi son chiesta: chissà se Gunther na farà uno anche su Danio? Ed eccolo qui puntuale, preciso e ironico come solo tu :)
    Certo con tutti quegli addensanti diventerebbe uno “yogurt greco” anche un semplice latte!!!
    Resto fedele al mio yogurt greco colato bianco, senza zucchero che facilmente si trasforma in qualcosa di goloso con un paio di cucchiaini di buona marmellata fatta in casa ;) Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  16. Non mi ero accorta di questa nuova uscita... seguo sempre i tuoi articoli con molta attenzione, sono un valido aiuto per fare quanto più possibile una spesa intelligente.
    Grazie

    RispondiElimina
  17. Oramai sono anni che preparo lo yogurt in casa e non guardo più gli scaffali che si riempiono di prodotti inventati con il puro scopo di attrarre il compratore. Oltre tutto se si considerano le calorie e le quantità che di solito superano i 150 grammi salta fuori un apporto calorico che è più da pranzo completo piuttosto che da spuntino.

    RispondiElimina
  18. Danone, avendo intercettato una crescente domanda di prodotti simil-Fage, ci si è buttata a capofitto cercando di rubare quote di mercato al concorrente: mi pare ovvio sono strategie vecchie, quasi patetiche se consideriamo che a farle è una multinazionale che ha una tale quantità di risorse tali da CREARE nuovi bisogni da soddisfare con qualche prodotto. E invece...
    Un saluto

    RispondiElimina
  19. ehi, wow, ma c'è il succo di carota nera! (e cos'è?)
    L'altra sera ho avuto un confronto con un'amica riguardo agli aromi (che io cerco di evitare il più possibile). Parlavamo della differenza tra aromi e aromi naturali, ma sono usciti alcuni dubbi. Chissà se potrai parlarcene tu prossimamente e far chiarezza?
    Grazie

    RispondiElimina
  20. Non mi ero accorta di questo nuovo prodotto perchè io lo yogurt lo preparo in casa! Grazie per le tue utili informazioni!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  21. Come sono contenta di non mangiare yogurt ! solo yogurt di soya, sono a dieta di latticini ! Un caro saluto !!!

    RispondiElimina
  22. Non conosco questo prodotto e non amo la Danone, non mi piacciono addensanti e ammennicoli vari...non c'è nulla di più naturale dello yogurt (per chi può mangiarlo) e se ripenso a quest'estate in Grecia ho toccato il paradiso con la loro densa crema e miele.....

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi