domenica 29 maggio 2011

Lo yogurt alla frutta da fare a casa, conviene?

L'ho promesso a tutti voi, anche se sono un po' lontano, a Parigi per sentire un convegno organizzato dalla Società di Nutrizione Critica, non mi sono dimenticato, ecco la ricetta dello yogurt alla frutta da fare a casa, non sono Mister Yogurt e nemmeno Mister so tutto io sullo yogurt, è quello che faccio a casa, per precisione la ricetta era nella yogurtiera che mi hanno regalato qualche anno fa', della Marca Petra quindi nulla di originale, è bene precisarlo, io me lo sono un po' personalizzata con il tempo come lo yogurt con il lemon curdlo yogurt con le pere caramellate, yogurt alle prugne e cannella si perchè poi è difficile fermarsi sono anche arrivato allo yogurt alle violette sulla spinta di mia figlia, in definitiva per noi fare lo yogurt è diventato qualcosa di divertente e per non litigare lo facciamo a turno, ogniuno il suo, ogniuno con ingredienti diversi, siamo otto in casa fate voi, rasentiamo la follia ma ci piace così, avere uno yogurt diverso, sano e originale.

Richiesta da alcuni blogger, si pu fare lo yogurt alla frutta in casa? Si

Yogurt alla frutta da fare in casa

Ingredienti: 300 grammi di frutta mista tagliata a pezzi, (io faccio fare un giro nel mixer per avere una polpa mista ma non molle, un giro veloce), 1 litro di latte intero, io preferisco il bio fresco o il latte crudo, 3 cucchiai di latte in polvere, 80 g di zucchero, 1 yogurt bianco o naturale, bio o no secondo il vostro gusto.

- Si versa il latte dentro una casseruola, il latte in polvere e lo zucchero, mescolare dolcemente e aggiungere la frutta, si porta a ebollizione e si spegne, lascio raffreddare bene (almeno fino a 40°) e verso lo yogurt  naturale e amalgamo bene, poi suddivido il contenuto nei pot della yogurtiera io ne ho sei da 150 g ma vanno bene anche sette da 125 g, dipende dalla marca.

- Metto i pot dentro alla yogurtiera senza il tappo ma copro con il copri yogurtiera e la programma per 12 ore ma anche 13 ancora meglio, dopo prendo i pot e gli metto in frigorifero per almeno 3 ore.

- Si possono consumare nel giro di al massimo sette giorni, vanno conservati in frigorifero, perchè non ci sono conservanti, bisogna intenderlo come tempo massimo di consumo.

La tabella nutrizionale di 100g di yogurt fatto in casa con la frutta da latte intero : Kcal 80 (proteine 2,6, grassi 2,5, carboidrati 12, fibre 0,5)

La tabella nutrizionale di 100g di yogurt fatto in casa con la frutta da latte intero con aggiunta di latte in polvere : Kcal 90 (proteine 3,2, grassi 3,0, carboidrati 12,7, fibre 0,5)

Come vedete la formula con il latte in polvere si avvicina molto di più alle tabelle nutrizionali dei yogurt in vendita.

Quale latte è migliore per fare lo yogurt?
Io ho provato diversi tipi di latte, dal latte fresco al latte a lunga conservazione, ma mi sono trovato bene con il latte fresco bio o con il latte crudo, non chiedetemi perchè non ve lo so dire, ma ho visto che il risultato era migliore. Se inveve utilizzate del latte parzialmente scremato programmate al yogurtiera con un tempo più lungo, come tutte le cose ci vuole pratica, non è detto che il risultato dipende solo dal latte.
Potete utilizzare anche il latte di capra e di pecora, importante e non usare il latte scemato perchè non contiene abbastanza batteri.
- il latte in polvere, non è necessario, ma permette di ottenere una migliore consistenza che lo avvicina di più allo yogurt che si acquista, migliora la compliance di chi deve passare da un latte acquistato ad uno fatto a casa, mi rendo conto che uso generalizzato del latte in polvere crea dei problemi all'ambiente, poi ogniuno in base alla sue etica e sensibilità decide se adoperarlo o meno.
- si può anche sostituire parte del latte con la panna tipo 100-120g, non è necessario, viene un gusto più accattivante, quasi simile all'aggiunta del latte in polvere, chiaramente la panna sono anche grassi aggiunti.

Quale tipo di frutta?
Ho provato diverti tipi di frutta le migliori sicuramente sono le banane e le more. anche se io in genere faccio un mix di frutta prendendo quella frutta che è troppo matura per essere mangiata e i ragazzi scartano, quindi frutta di stagione è meglio, di seguito trovate altre ricette con la frutta cotta, si possono adoperare anche della frutta congelata di tipo frutti di bosco che avete raccolto in estate e poi messi in congelatore, facendoli cuocere con un po' di zucchero

Yogurt o Fermenti acquistati?
Ci abbiano fatto un post lo scorso anno, dalla mia esperienza ho visto che per lo yogurt alla frutta è meglio che utilizzo sempre un nuovo yogurt o al massimo posso riutilizzare uno yogurt ottenuto ancora per un altra volta, mentre lo utilizzo più volte se lo faccio senza frutta.
I fermenti danno una maggiore garanzia, il risultato è uno yogurt più compatto, alcune marche lo vendono oltre che con il lactobacillicus vulgaris e streptococcus thermophilus anche con il bifidus, ma il costo a volte non è proprio uguale.

Quanto tempo deve stare nella yogurtiera?
Dipende dalla marca ma in genere sono 8 ore per uno yogurt vellutato, 10 ore per uno yogurt più compatto ottenuto da latte intero, 12 ore per uno yogurt ottenuto da latte parzialmente scremato.

Per quanto tempo si può conservare uno yogurt fatto a casa?
Si tratta di un prodotto fresco e senza conservanti, 7 giorni al massimo, dantronde lo yogurt lo si deve consumare proprio perchè è un prodotto fresco, come il latte fresco prima lo si consuma meglio è.

La frutta è meglio aggiungerla dopo o prima?
Come dire dipende dal vostro gusto, daltronde mangiamo anche la confettura alla mattina a colazione, sicuramente è meglio la frutta fresca aggiunta magari allo yogurt al naturale, ma non mi sento di biasimare nemmeno qualcuno che preferisce metterla prima è un come criticare che acquista lo yogurt con la frutta.

Se non si ha una yogurtiera?
Si può fare lo stesso, si può adoperare una cocotte di quelle che si usano per dare da mangiare da mettere in forno, importante avere dei contenitori ermetici tipo i pot della iogurtiera e che ci stiano dentro a sufficienza i pot. il metodo di preparazione dello yogurt è lo stesso, prendete la cocotte versati dell'acqua e fatela scadare deve essere calda ma non bollire con il coperchio chiuso. Buttate poi via l'acqua e mettete i pot nella cocotte, chiudete con il suo coperchio e mettete in forno con lo sportello aperto a 45-50° per otto ore.                  

Si risparmia è economico?
Io non la metterei proprio così, dipende dai componenti della famiglia, noi siamo in otto e sicuramente lo è, la nostra scelta è di avere uno yogurt fatta in casa con materie prime di qualità, fatto come piace a noi, al nostro gusto, senza conservanti, senza coloranti, senza zuccheri strani. Sicuramente a che non è abituato al sapore dello yogurt vero ha un po' di delusione in quanto lo yogurt in vendita è spesso più riconducibile a un dessert che a uno yogurt.

Pro e contro lo yogurt fatto a casa

Positivo
- Il piacere di un prodotto fatto a casa
- Economico, ma deludente se vi piace uno yogurt troppo sofisticato
- La varietà delle ricette praticamente è infinità
-
Contro
- Tempi e preparazione sono un po' lunghi
- Adatta a grandi consumi in questo senso i single o le coppie ci devono pensare, dipende dal loro consumo la convenienza
- I pot in genere sono di 150 g, invece di 125 g come quelli in vendita, ma dal mio punto di vista non ci sono problemi


Yogurt naturale
1 litro di latte intero, 1 yogurt bianco
Preparazione: mescolare lo yogurt bianco con un po 'di latte intero fino ad assorbirlo, aggiungere il latte rimanente rimanente. Ripartite lo yogurt nei pot, avviare la yogurtiera per 8 ore. Attendere che lo yogurt si raffredda e mettere in frigo per almeno due ore prima del consumo.

Yogurt con il miele
1 litro di latte intero a temperatura ambiente, 1 sacchetto di fermenti, 6 /7 cucchiai di miele

- Mettere un po di latte intero a lunga conservazione in un recipiente aggiungere il sacchetto dei fermenti, mescolare bene fino all'incoporamento dei fermenti, versare il resto del latte.
- Mettere un cucchiaio di miele in ogni pot
- Mettere nella yogurtiera senza coperchio del pot con solo il copri yogurtiera, e programmate la yogurtiera per almeno otto ore o quando indicato nelle istruzioni della yogurtiera per il latte intero a lungo conservazione.
- Coprite i pot con il coperchio e mettere in frigorifero almeno per due ore prima di consumarlo.

Yogurt alle prugne e cannella
 180 g di prugne secche, 70 cl di latte intero a lunga conservazione, 1 pizzico di cannella, 2 cucchiai di miele, 1 yogurt naturale intero, 3 cucchiai di latte in polvere.
- Fare cuocere le prugne nel latte bollente per 10 minuti, aggiungere a freddo gli altri ingredienti e mescolare bene, suddividere nei pot della yogurtiera e darla andare per 12 ore e mettere 4 ore in frigorifero almeno prima del consumo

Yogurt al Lemon curd
Yogurt di autentica follia , vado matto per i curd di agrumi quindi ho pensati adoperarli per lo yogurt,
1 litro di latte, lemond curd (quello che ottenete da 3 limoni, 100g di zucchero, i cucchiaio raso di maizena, 2 uova ,ricetta qui), 4 cucchiai di zucchero, uno yogurt bianco naturale, 3 cucchiai di latte in polvere.

- Mescolare a fuoco dolce il limone curd, il latte in polvere, latte intero, lo zucchero e continuare a mescolare, spegnere e fate raffreddare un po' aggiungere lo yogurt naturale mescolare, suddividete nei pot, e fate andare la yogurtiera per 10 ore e poi mettete nel frigorifero per altre 4 ore almeno prima del consumo.

Yogurt alle pere caramellate
come la yogurt a miele sopra, prendete due pere belle sode, sbucciate fatte saltare con 40 g di burro, fate asciugare la pere, qualche minuto e alla fine fate caramellare con uno di miele fate raffreddare e mettete nel pot dello yogurt e sopra versate il latte con lo yogurt come al solito, zuccherandolo con 80 g. di zucchero invece che del miele.

Siccome non solo il solo che yogurt c'e qualcuno che può dare suggerimenti è bene accetto, voi come lo fate, cosa usate?

Per i commenti arrivo da domani, buona domenica a tutti

Consigliato di dare un occhiata anche all'esperienza indiana di Chamki con il dolce yogurt zafferano e cardamomo e il suo labna,  all'esperienza del  dai da te il philadelfia della nostra Any

38 commenti:

  1. MIlle grazie per la gentilezza :)))

    RispondiElimina
  2. Qui in casa sia due gatti e lo yogurt lo mangio solo io, e purtoppo qualche volta mi da anche fastidio allo stomaco. Ho letto con una punta d'invidia chissà che ora che arriva mia figlia non si provi anche noi qualche ricetta delle tue!

    RispondiElimina
  3. noi siamo in due a mangiare lo yogurt, solo che mia figlia lo vuole solo scremato.
    Mi segno le ricette che farò utilizzando yogurt bianco acquistato.
    Hai provato crema di marroni e amaretti sbriciolati? (è il mio preferito, anche se un po' invernale).
    Altrimenti mele cotte con uvetta e cannella e un biscotto grancereale sbriciolato.
    ahahahah di pasticci con lo yogurt ne faccio tantissimi, anche perché spesso quando fa caldo è la mia cena!

    RispondiElimina
  4. Avevo messo a riposo la yogurtiera da un po' ma mi hai fatto tornare una voglia matta di rimetterla in funzione! Le tue prosposte sono una più invitante dell'altra, dei piccoli dessert senza troppi rimorsi.
    Come starter ho sempre usato i fermenti in bustina e all'inizio usavo anch'io il latte in polvere perchè lo yogurt risultava più denso e cremoso. L'ho abbandonato quando ho cominciato ad usare il Physical Parmalat e mi trovavo benissimo prima che ne cambiassero la formulazione, passando da latte arricchito in calcio per ultracentrifugazione a latte arricchito CON sali di calcio. A quel punto lo yogurt veniva penoso e ho smesso!
    Buona serata, a presto

    RispondiElimina
  5. Grazie per il tuo meraviglioso post!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. M'inchino a cotanta bontà e bravura e precisione.
    Questo è un post che terrò fra i preferiti.
    Grazie Gunther e buona permanenza a Parigi
    Mandi

    RispondiElimina
  7. Wow che super selezione di ricette yogurtose!!! Bravissimo come sempre!

    RispondiElimina
  8. Post come sempre istruttivo, utile e questa volta anche da leccarsi i baffi. A volte lo faccio con un "marchingegno" vintage della suocera, non ho mai aggiunto la frutta che però aggiungo alla fine.
    Buona permanenza a Parigi.

    RispondiElimina
  9. Lo yogurt al miele mi piace...noi siamo solo in due in casa e di yogurt ne mangio di più io, quindi la yogurtiera per ora non entrerà nella mia cucina. Comunque grazie per tutte le varianti...non si sa mai che possano tornare utili :).
    Grazie e buona settimana.

    RispondiElimina
  10. Ho la yogurtiera da vent'anni sicuramente è economico e sai quello che mangi se usi ingredienti genuini. !
    ù
    Io l'ho provato con il latte di soia ma non mi riesce non son perchè, puoi darmi qualche dritta! Belle ricette!

    RispondiElimina
  11. date anche un occhiata all'articolo come ottenere uno yogurt con easyvo dal sito scienziato del cibo

    RispondiElimina
  12. Sincronicita`! Fino ad un paio di anni fa mi facevo sempre lo yogurt in casa ma adesso compro quello della Nestle` che mi piace, mentre la Danone ha uno strano sapore, e poi ci faccio il labneh che quando e` fatto con uno yogurt freschissimo e` meglio del philadelphia.
    Vedo che hai messo il link per lo shrikhand! e` davvero buonissimo oltre che essere molto popolare nel West India, e` da provare. Ciao

    RispondiElimina
  13. Mi hai fatto venir voglia di acquistare la yogurtiera :)

    RispondiElimina
  14. Grande Gunther :)
    Spero di dare un seguito all'ottimo post che hai fatto...nel frattempo procedo al copia&incolla ed allo studio della cosa:))

    RispondiElimina
  15. siamo in due e non lo mangio sempre però le tue idee sono ottime e varie! grazie!

    RispondiElimina
  16. Ciao Gunther,

    complimenti per il post, molto interessante. Anch'io faccio lo yogurt in casa con la yogurtiera ma faccio soltanto quello bianco. La frutta la metto fresca al momento di consumarlo: a pezzetti o frullata. Quale vantaggio può esserci nel far bollire anche la frutta?
    Il latte lo fai bollire anche se non è crudo? Lo fai per uccidere altri batteri che potrebbero entrare in concorrenza con quelli dello yogurt? Su questo tema ne abbiamo discusso tanto nel mio gruppo d'acquisto solidale...

    RispondiElimina
  17. @un po di mondo
    il latte crudo in genere lo faccio bollire anche se mi rendo conto come una blogger mi diceva basta farlo arrivare a 80°

    sono daccordo è meglio la frutta fresca ma la blogger mi aveva chiesto, come si poteva fare lo yogurt con la frutta all'interno a casa, sicuramente aggiungerla fresca è meglio

    daltronde negli yogurt che acquistiamo c'è dentro una melange di zucchero e frutta tipo confettura

    invece nelle altre ricette tipo con i fermenti il latte non viene bollito ed è indicato quello intero

    RispondiElimina
  18. @clementina, non intendomi molto del latte di soia ho chiesto in giro, riporta le informazioni di Antonella e Gianna

    1) secondo Antonella va usato con il latte di soia come starter lo yogurt bianco di latte vaccino per la lavorazione

    2) secondo un altra mia amica invece il latte di soia che è soia e acqua non è ricco di sufficienti batteri, secondo lei ci vorrebbe il succo di soia ottenuto dalla fermetazione della soia verde

    se c'è qualcuno che lo fa può dirci la sua ci toglie qualche dubbio

    RispondiElimina
  19. Io sono single ma me lo faccio comunque in casa...mi piace di più e so cosa c'è dentro soprattutto per quel che riguarda gli zucchero.
    Però pensavo che si potesse fare solo bianco...adesso mi hai aperto un mondo!!

    RispondiElimina
  20. Olá, adorei suas receitas, são muito bem preparadas e devem ser muito saborosas também. Um abraço, Marta. Venha me visitar também, será muito benvinda. Boa semana.

    RispondiElimina
  21. secondo me è più semplice comprarlo! è una di quelle cose che si trovano di ottima qualità a poco prezzo in commercio, quindi non necessitano di tutto il lungo lavoro fatto in casa! stima però va a te che lo sai fare! un bacione! :)

    RispondiElimina
  22. Grazie!! un post utilissimo!!
    complimenti!!

    RispondiElimina
  23. A me delude lo yogurt commerciale,mi sembra che non sappia di yogurt, in effetti lo hanno fatto diventare un dessert, come dici tu.
    Sono stata abituata da piccola a yogurt acidi, nei paesi arabi dove abbiamo vissuto si mangiava uno yogurt molto consistente e acido, e quindi mia mamma ci ha sempre fatto lo yogurt casalingo, fino a che...non si é stancata. Io ammetto che non ho mantenuto la tradizione ma questo post é moooooooolto invitante !!

    RispondiElimina
  24. Grazie per i tuoi consigli!!!!
    A presto!!!!!

    RispondiElimina
  25. Prugna e cannella, santo cielo dev'essere la fine del mondo! Vivendo sola dubito che mi possa convenire, ma prenderei una yogurtiera solo per "testare" le tue super proposte :-)

    RispondiElimina
  26. lo yogurt partendo da zero non l'ho mai fatto ma prendo spunto, solitamnete uso lo yogurt greco e aggiungo la frutta, un piatto molto sano e veloce. Buona serata e buona festa!

    RispondiElimina
  27. Noi in casa siamo in due, e una volta alla settimana la nostra cena è a base di yogurt(è la mia cena preferita)
    Ormai è da quattro anni che lo faccio in casa con la yogurtiera, però è solo da un anno circa che ho imparato ad ottenerlo cremoso e denso come quelli che si acquistano. La modifica che ho apportato è l'uso del frullatore ad immersione.Spiego brevemente:un giorno mentre leggevo il metodo industriale di produzione dello yogurt ho appreso che il latte utillizzato oltre al trattamento termico subisce anche il processo di omogenizzazione, che rendere più piccole e omogenee le particelle di grasso,in quel momento mi è venuta l'idea di simulare l'omogenizzazione usando il frullatore ad immersione dopo che faccio bollire il latte. Non so se sia un caso però ho riscontrato che la consistenza dello yogurt è cambiata notevolmente.Ho fatto anche la controprova seguendo tutti gli stessi passaggi e omettendo l'uso del frullatore e lo yogurt si è ripresentato con una consistenza grumosa, non compatta. Questa differenza può essere dovuta davvero all'uso del mixer??
    Cristy

    RispondiElimina
  28. @cristina
    ti ringrazio del consiglio del'uso del frullatore a immersione effettivamente dovrebbe dare una consistenza più omogenea e simile allo yogurt che si acquista, la prossima volta lo provo mi hai messo una sana curiosità

    la grumosità dello yogurt però può dipendere anche da altri fattori come la qualità del latte, il tempo della yogurtiera, una volta me lo era dimenticato era venuto molto denso

    Lo yougurt che fa in casa non viene mai come quello del supermercato e un a po' a me questa imperfezione non dispiace ma non resisterò alla tentazione di non frullarlo è troppo interessante :-))

    grazie a nome di tutti i lettori per il suggerimento

    RispondiElimina
  29. interessantissimo questo tuo post complimenti.
    Una curiosità se uso latte crudo devo prima bollirlo?

    RispondiElimina
  30. mi chiedevo.. e per fare uno yogurt greco come procedo?

    RispondiElimina
  31. @eva

    Mi dispiace, come raccontavo non sono un esperto di yogurt e yogurtiere o solo una mia esperienza diretta.

    Siccome lo yogurt greco non mi piace non l'ho mai fatto in casa, neanche mi sono interessato, lancio un appello a qualche lettore magari qualcuno sa come si fa e ce lo viene a raccontare

    personalmente come avevo scritto quando aggiungo latte in polvere vienne uno yogurt più denso ma non è uno yogurt greco

    RispondiElimina
  32. Grazie della risposta. In quale quantità metti il latte in polvere? Scremato o parzialmente scremato?

    RispondiElimina
  33. Nella prima ricetta è scritto, 3 cucchiai colmi da minestra equivalente più o meno a 40/45 g da mistare in uno yogurt più il latte, è fortemente sconsigliato il latte scremato al limite il parzialmente scremato perchè poco ricco di batteri utili per fare uno yogurt, proprio perchè adoperi il latte parzialmente scremato tempi lunghi in yogurtiera altrimenti non viene bene, almeno con la mia

    RispondiElimina
  34. carissima Sabrina

    In primo luogo questo metodo è con la yogurtiera in secondo luogo lei indica che usa succo di frutta, guardi che c'è una grande differenza tra usare frutta fresca e succo come lei mi ha scritto.

    Se magari ha adoperato succo di melograno nemmeno spremuta quello che è successo è inevitabile, sarà stata tutta acqua e succo di melograno solo il 10%.

    La cosa migliore sarebbe fare dello yogurt normale e aggiungere della frutta fresca di stagione al momento del consumo

    eventualmente come fanno le grandi aziende può aggiungere composte o marmellata ma non succo non ha molto senso aggiungere del succo di frutta

    è come se lei deve fare uno strudel di mele e invece delle mele adopera il succo di mele, comprende che c'è differenza

    Come ha spiegato si può fare ridurre la frutta prima di adoperarla per eliminare dell'acqua eventualmente in eccesso e prolungare il procedimento per avere uno yogurt più compatto

    RispondiElimina
  35. carissima Sabrina,

    non le publico il commento in quanto farneticante mi dovrebbe ringraziare perchè contiene il link a un sito di ricette.
    Visto quello che afferma va venire più di un dubbio.

    Le ho spiegato molto bene che lei non può utilizzare il succo o centrifugato di qualsiasi frutto per fare uno yogurt a meno che se lo vuole utilizzare lo deve ridurre.

    Ridurre vuole dire metterlo sul fuoco farlo bollire magari con aggiunta du uno o due cucchiai di zucchero di canna, cosi può utilizzarlo come userebbe una composta.

    Sul link metodo che mi ha lasciato che utilizza per fare lo yogurt risulta una pagina vuota pertanto non posso fornirle alcun consiglio utile.

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi