mercoledì 4 maggio 2011

Come si cucinano le verdure? 11 modi diversi di prepare le verdure + il Concorso Gustoshop in fiore

Dopo avere pubblicato il post bollire o arricchire, mi ha scritto Anna G. molto arrabbiata con me, "parlate facile perché voi in cucina siete bravi ma io non ho tempo di cucinare le verdure e la bollitura con il dado mi risolve il problema, ma poi le verdure come cXXXX si cucinano, siamo mica tutti chef".

Anna nessuno di noi aveva intenzione di offenderti, nemmeno io sono uno chef, però capisco che di fronte a una melanzana può venire anche una crisi isterica, magari una non è portata per la cucina e ha una famiglia che pretendono dei bei piatti preparati e elaborati.

Io non lo scrivo e voi non lo leggete ma 4 salti in padella possono aiutare all'inizio, o dio se io a casa mia porto a tavola 4 salti in padella, i 4 salti in padella li fanno fare a me con tutta la padella e neanche metaforicamente, però avere delle verdure già pronte surgelate aiuta solo da scaldare meglio, senza magari ricorre ai piatti pronti, imparare a cucinare le verdure ci si arriva per gradi e con il tempo, è un inizio poi magari ci ci impratica un attimo e si diventa bravi, basta non demordere

Anna però io ho compreso il tuo disagio, andare a sceglire e comprare le verdure al mercato, prepararle , pulirle, è un lavoro, ma la cucina è come una vocazione, come c'è chi è nato per la danza e chi no, o ce hai o non ce l’hai, però magari con il tempo e qualche piccolo suggerimento può diventare più facile, non è che possiamo bollire tutto, quindi ho deciso per te e per tutta la schiera delle mamme che sbolliscono , diamo qualche alternativa?

Come fare mangiare ai bambini frutta e verdura?

Come si cucinano le verdure?

Ps vanno sempre prima pulite e montate cioè preparate per la cottura

1) Crude 
La frutta e le verdure crude forniscono due o tre volte più vitamina C di una verdura cotta, rimane intatto anche il loro contenuto di micronutrienti, come Sali Minerali e fibre. Un po’ di fantasia per esempio l’abbinamento di frutta e verdura è adatto sia per accompagnare delle aperitivi che per preparare delle insalate. Provate per esempio l’abbinamento pomodorino e fragole diedi tempo fa il mio contributo. Senza magari esagerare anche un buon pinzimonio è una bella idea. Aggiungete se vi capita anche un rametto di prezzemolo dell’erba cipollina nell'olio del pinzimonio da un aroma diverso. Qualche esemepio carote grattuggiate con limone e coriandolo.

2) Vapore
Cuocere le verdure al vapore, senza grassi, cotture veloci e dolci, i minerali e le vitamine si riescono a conservare in buona parte è sano ed aiuta a tenere la linea, mi raccomando cottura al dente, miglior cuocere le verdure un tipo per volta perché hanno cotture diverse. Oppure su diversi livelli, il concetto è quello di non mischiarle.

- Non tagliate le verdure a pezzi troppi piccoli, più sono piccoli più perdono vitamina C.
- Cuocete le verdure con la buccia, dopo averla lavata molto bene, si concentrano la maggior parte delle sostanze nutritive si limita l’ ossidazione
- Mia zia carlotta prima di cuocere le verdure a vapore le passava nel succo di limone, una volta provato non riesco più a non farlo!
- Aggiungere le spezie per insaporire se vi sembra un tipo di cottura troppo insipida oppure un  verdure al vapore in salsa piccante

3) Cottura al forno
Ci si può sbizzarrire dalle torta salate al gratin, certo si perde quasi tutta la vitamina C pero si conservano tutti i Sali minerali qualche idea sbizzaritevi: es cipolle con carote., la magnifica ricetta di Patrizia, fragole e zucchine al forno

4) Cottura al Wok
Un tocco di Asia che non fa mai male per valorizzare il sapore delle verdure, con qualche piccola regola per trasformarla in un piatto sano, spennellare il wok con olio di oliva , tagliate le verdure a piccolo pezzi in modo da poterlo cucinare per poco tempo e velocemente. Una cottura che permette di rimanere intatte le qualità nutrizionali o per lo meno limitare la perdita, in sintesi possiamo dire poche calorie, senza colesterolo, si può scoprire una verdura dal sapore diverso rispetto alle altre cotture.

5) Spadellare
Non il massimo per la salute c'è il rischio di utilizzare troppo olio, voi mettetene poco e aggiungere dell'acqua per farle cuocere meglio, oppure cuocetele a fuoco molto basso in modo che le verdure possano tirare fuori l'acqua di vegetazione. Carote glassate all'arancia.

6) Cottura alla griglia
Mica si può cuocere solo la carne e il pesce anche le verdure, dalle melanzane alla zucchine ai pomodori, una buona idea e fare magari dei spiedini misti, basta solo un filo d’olio d’oliva magari spennellato con un pennello. Una cottura che per caratteristiche si avvicina a quella del forno. Es. melanzane all'origano

7) Si possono bollire anche senza dado
Le verdure bollite sono in genere una cottura sana anche se le molte vitamine sono solubili in acqua, attenzione ai tempi di cottura delle verdure devono essere cotte al dente perché quando sono troppo scotte le verdure perdono, consistenza e sapore. Ricordate che l’acqua delle verdure bollite si può riciclare per la preparazione di minestre o per cuocere gli arrosti

8) Una bella minestra calda
Le minestre in genere sono molto digeribile grazie al suo contenuto di acqua e le fibre delle verdure risultano più digeribili proprio grazie alla cottura se siete a dieta ipocalorica ricordate che le zuppe saziano rapidamente senza sovraccaricare lo stomaco. In media una zuppa fornisce dalle 90-150 kcal in per un piatto di 300 ml. es Zuppa di piselli alla menta

9) Gazpacho, una bella minestra fredda
Un bel gazpacho, si prepara molto velocemente, alla base del pomodoro più cetriolo e altre verdure si prepara in massimo venti minuti, è ottimo per le temperature calde. Oltre ai gazpacho classico i miei vecchi gazpacho come zucchine e menta

10) Centrifuga
Sbizzaritevi io mi diverto a farne sempre di nuovi mistando spesso la verdura con la frutta, la maggior parte delle loro sostanze nutritive viene conservata come : vitamine, minerali, fibre, acqua, carboidrati, soprattutto se utilizzate anche la loro buccia ben pulita mi raccomando. Sentitevi liberi di giocare c’è chi aggiunge latte, yogurt, latte di soia, erbe o spezie dipende solo dal vostro gusto.

11) Sorbetto
Dolce o salato, sorbetto è un ottimo modo per rinfrescarsi. Molto facile da preparare hanno poche calorie dalle 50 alle 80 kcal per 100 ml in media. Per dare più gusto alla vostra sorbetto, preferire frutta e verdura di stagione. Il mio sorbetto migliore zucchine, cetriolo e foglie di menta. Provate invece il peperone rosso magari con il lampone

spero di avere fatto vedere i tanti modi che io conosco sono certo che non sono tutti   e ora  voi sbizzarritevi.


Ho l’onore di essere giudice di un concorso di cucina dedicato alla primavera organizzato da una delle mie lettrici storiche Marili, troppi anni che mi sopporta (il mese scorso avrei dovuto festeggiare io mio 4° blog compleanno) che ringrazio della fiducia e della cortesia, tranquilli non giudico la fotografia c’è qualcuno più bravo di me ( meno male) Alessandro Guerani, tranquilli non giudico neanche la cucina, c’è qualcuno più bravo (meno male) Davide Palluda, giudicherò quello che mi viene più “congeniale” (Gambetto ti leggo nel pensiero) le qualità nutrizionali delle vostre proposte nella sezione Nutrizione e Benessere , quindi dateci dentro, qualche indicazione ve l’ho data, a tutti buon lavoro

per avere tutte le informazione Marili Gustoshop Blog

49 commenti:

  1. Ciao Gunther...non voglio scatenare una polemica infinita, ma no! Qui non si tratta di essere o no chef e non credo sia necessario essere degli amanti della cucina in genere, si tratta di essere consapevoli di quello che ci circonda, si tratta di uno stile di vita completamente sbagliato, non di avere o no passione per il cibo...e poi facciamola finita con questa storia di non avere tempo, io ho 3 figli piccoli, una casa un lavoro a tempo pieno, faccio tutto da sola e in casa mia non è mai entrato un dado, cibi precotti e schifezze simili, non dico di essere un esempio, dico solo che ci vuole un po di buon senso! Scusa lo sfogo ciao :)

    RispondiElimina
  2. Wow che bel post da esperto nell'arte culinaria! Una delle mie regole basilari e` che le verdure devono bollire pochissimo, al vapore e` meglio, devono rimanere verdi brillanti, croccanti, crude sarebbero l'ideale, sono sempre sbalordita quando leggo che qualcuno fa bollire gli spinaci per venti minuti, o i broccoli per mezzora. Bravissimo questo e` un post che tutti dovrebbero leggere soprattutto quelli che non cucinano. Bacione!

    RispondiElimina
  3. Ottimo post, bravissimo Gunther. Cucinare non solo è una vocazione ma è un lavoro faticoso che richiede sempre molto tempo. Scegliere, pulire, lavare e cuocere le verdure è forse uno degli oneri più faticosi che la cucina richiede. Ma il tempo impiegato e la pazienza spesa valgono tutto il risultato. In qualità e benefici. Io in genere faccio scorta e surgelo, così ho pronte le mie verdure bollite e solo da saltare in padella o condire.
    Consiglio calmente a tutti di evitare i preparati tipo 4salti in padella, ne và della nostra salute e di chi ci stà a fianco.

    RispondiElimina
  4. Un post davvero da 10 e lode Gunther.Ogni tanto il barbatrucco ci può aiutare ma, meglio non farlo diventare un abitudine!Nulla da dire, perfetto!

    RispondiElimina
  5. meglio di così...11 modi da poter scegliere!!!!!
    ciao gu!!!!

    RispondiElimina
  6. Ma come ho fatto fin'ora senza te?? ; )))a parte gli scherzi saprai gia che aiuti molto con queste informazioni ed è sempre utile un punto di riferimento in questo mondo virtuale più che mai!!

    RispondiElimina
  7. Sei un grande Gunther :) ...ottima risposta con questo post, per chi si arrabbia per nulla. Quoto in pieno il pensiero di Greta!!
    Ciao!!

    RispondiElimina
  8. Interessante e prezioso questo riepilogo culinario sulle verdure senza le quali non potrei proprio resistere. Fra tutti, la cottura al vapore resta sempre la mia preferita. E a questo punto, non si può più dire di non saper dove metter mano :)))

    RispondiElimina
  9. Ciao anche io ho 2 gemellini piccoli che occupano la maggior parte del tempo..ma almeno 2 volte a settimana mi dedico alla cottura delle verdure anche se non è uno spasso :)..ho un blog ma non sono una chef condivido quel poco che so fare..bene o male che sia..non ho mai comprato i cibi già pronti perchè trovo che si spenda troppo per poco..per certi tipi di verdure mi piace tantissimo la cottura al vapore perchè trovo che faccia bene e ne guadagni il sapore.Complimenti per il post

    RispondiElimina
  10. Bravissimo, anzi bravissimissimo.
    Per cucinare con attenzione ci vuole piu' fatica, diciamo, e consapevolezza rispetto a farlo buttando i cibi nelle pentole e dimenticandosene, e ci vuole un pochino a prenderci la mano.
    Ma una volta fatto, la salute ci ringraziera' ;-)

    RispondiElimina
  11. Bellissimo post, ricco di informazioni utilissime...e ora vado a vedere il concorso!
    Baci
    Claudia

    RispondiElimina
  12. Grazie per questo interessantissimo post utile per tutti!!! Cucinare in maniera ottimale, vuol dire soprattutto salvaguardare la nostra salute poiché "l'uomo è ciò che mangia!"

    RispondiElimina
  13. scusami, per errore ho cancellato il mio ultimo post e si è tolto il tuo commento... se ti va puoi riscriverlo... scusa ancora :)

    RispondiElimina
  14. La cottura delle verdure richiede solo più tempo e "lavoro" ma ne vale la pena.
    Io pulisco e cucino verdure di continuo: ho la fortuna di avere una suocera con un orto super pieno.
    Trovo il tuo post molto utile!!
    Grazie.

    RispondiElimina
  15. Dovevo leggere questo post con un taccuino a portata di mano per segnare tutti i tuoi suggerimenti.....
    Anch'io non compero mai roba precotta, in quanto al tempo credo che tutti noi abbiamo delle priorità. Io per esempio cuocio le verdure ma non vado in palestra! ecco l'ho detto! male, molto male lo so....devo sempre decidermi :(
    Interessante il contest....Una giuria temibile però.... ;)
    Un bacio

    RispondiElimina
  16. La consapevolezza serve sempre nella vita, in tutto, a partire da quello che si mangia e si consuma..ehhmm..usa..e la cucina, si sa, non è figlia dell'improvvisazione o del risparmio di tempo, voglia, qualità..

    RispondiElimina
  17. io mi associo a Greta :)
    per l'articolo... che dire? sei un grande ^_^

    RispondiElimina
  18. Verdure forver!!
    Io appena posso le mangio crude (in casa mi dicono che sono una capretta), a me picciono molto,nature persino il cavolfiore....e a volte senza condimento

    RispondiElimina
  19. complimenti per il post....io sento certe cose che al nostro apparato digerente non potete capire neanche cosa gli fanno...le verdure io le mangio quasi sempre crude o al massimo le faccio in padella...a chi mangia cose tipo "4salti in padella"farei una bella lezione di quelli che ci fanno i prof all'ospedale...vedi poi come le mangiano crude,neanche con olio e sale

    RispondiElimina
  20. io definirei il tuo blog "di pubblica utilità"!
    a chi meglio di te chiedere lumi riguardo a questa domanda?
    il cremor tartaro, che ultimamente rispunta in diverse ricette, è sano? o meglio vale la pensa sostituirlo al classico lievito chimico per dolci?
    grazie se potrai rispondermi e comunque grazie per le tante, utilissime informazioni che diffondi.
    La

    RispondiElimina
  21. Grazie Gunther come sempre tanto di cappello! Mi stupisci sempre con i tuoi post che sembrano alla fine un trattato, questo blog è diventato per me come quei quadernetti che ti porti in borsetta, con su annotate nozioni e informazioni da tenere ben a mente...
    Complimentissimi

    RispondiElimina
  22. Posto che si può esprimere il proprio giudizio anche senza usare espressioni poco educate, tanto di cappello per la tua risposta, esaustiva e costruttiva.

    Le verdure nel succo di limone e poi al vapore. Questione di gusto o cosa? Domani provo subito!

    RispondiElimina
  23. Un altro dei tuoi magnifici post, grazie!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  24. Caro Gunther,
    come sempre ci ricordi che i comportamenti virtuosi, anche in cucina, vanno "coltivati": con pazienza e determinazione.
    Quello delle verdure è un tema caro a molti: ci vuole tanto tempo per pulirle e cucinarle, si dice. E non è che non sia vero...
    Peccato che le verdure facciano tanto, ma tanto bene: a grandi e bambini. E che siano pure buone. Vuoi sapere qual è la mia modalità di cottura preferita? Al vapore! E se ho poco tempo, faccio le verdure a cimette (cavoli e broccoli, per esempio) oppure a grossi pezzi (patate, carote, rape...) e in pochi minuti sono pronte. Solo un filo d'olio, spesso niente sale, e spezie er erbe aromatiche a volontà... I miei figli hanno sempre mangiato tantissime verdure - e non "arricchite" - e con grande gusto. I bambini vanno "abituati" a una dieta varia, ad assaggiare e mangiate di tutto. E se si abituano a mangiare verdure al naturale o cucinate in maniera semplice, non sentiranno il bisogno di troppi pasticci per condirle.
    Come sempre grazie per il lavoro che fai. Un caro saluto

    Sabrine

    PS: vedrò di far volare le rondini di frolla dalla tua parte, la prossima volta che le faccio...

    RispondiElimina
  25. Le verdure. Oddio quanto ci sarebbe da dire: sulla necessitá di imparare ad amarle da piccole, sul fatto che a volte sono veramente insulse, sui timore OGM e non OGM, sul fatto ce per esempio qui in Argentina sono quasi un "articolo di lusso".
    Come sempre un bellissimo e necessario post, non ci avevo mai pensato che sono ben 11 i modi di cucinare le verdure!!
    Complimenti per il contest...spero di farcela dato che sono in fase di complicatissimo trasloco....Abbracci

    RispondiElimina
  26. Mi accodo a tutti gli altri e ti faccio i complimenti per questo post, davvero chiaro ee esaustivo, io sono per le verdure cotte al vapore e poco, a presto, ciao.

    RispondiElimina
  27. Grazie, partecipo sicuramente!

    wenny

    RispondiElimina
  28. grande come sempre! cercherò di partecipare, qui le verdure sono di casa, ma anche se il marito non mangia carne tante verdure non gli piacciono,vedi i cavoli, e non gli sfugge niente! :-D
    ciao!

    RispondiElimina
  29. Post ricco e dettagliatissimo, certamente utile non solo per chi è "alle prime armi" con le verdure!
    Fermo restando il fatto che la vita quotidiana della maggior parte di noi è di corsa e che il tempo è troppo spesso tiranno, resto dell'idea che si tratti di una semplice questione di buon senso: io per ora alimento solo me stessa, ma a maggior ragione se si trattasse dei miei figli non propinerei cibi imbottiti di conservanti, coloranti, esaltatori di sapidità e compagnia bella! Non si deve essere grandi cuochi per curare la qualità dell'alimentazione!
    E poi credo che molti di noi (perlomeno io) non criticassero tanto l'uso del dado (ormai si trovano privi di grassi idrogenati e glutammato anche alla grande distribuzione, e certamente sono il male minore), quanto il messaggio trasmesso dalla pubblicità, e cioè che un piatto di verdure "nude e crude" (o bollite, nella fattispecie) non possa che risultare sciapo e privo di appeal se non gli si concede un "aiutino esterno".
    Scusa per il papiro! Buona giornata!

    RispondiElimina
  30. sei proprio bravo senza di te come si farebbe,ciao

    RispondiElimina
  31. Veramente un post favoloso! Io adoro le verdure, ma qui in Sicilia si mangia molta più carne che verdura. Oppure, le verdure le fanno fritte con tanto olio. Grazie per le informazioni. Quelle fave sono molto appetittose, io le cucino spesso. Faccio la pasta con le fave...fave, cipolla e finocchietto selvatico e dopo la cottura, aggiungo la pasta. Ti ho trovato dalla mia amica bcomebiscotti e ti seguo da Trapani in Sicilia.

    RispondiElimina
  32. al contrario di Anna che capisco e sostengo, io amo cucinare le verdure, non potrei senza. Adoro andare al mercato, ai percatini rionali dove il fruttivendolo ti conosce e ti consiglia e ti prende le verdure giuste e del momento. Per me é proprio il contatto con la terra e la natura mi stimola mia da gioia. E' vero che le verdure non sono amate dai bambini ma io con la mia insistenza ci sono riuscita adorano i broccoli, i cavoli i piselli che prima non mangiavano e meno le zucchine e gli spinaci ma io cerco di "nasconderglieli" nei loro piatti preferiti come il risotto per esempio o appunto un buon brodo vegetale;

    Grazie per i tuoi preziosi consigli e per la tua visita!

    Un'abbraccio

    RispondiElimina
  33. Molto interessante questo post, segno subito alcuni dei tuoi suggerimenti.Buon fine settimana Daniela.

    RispondiElimina
  34. Interessante questa lettura, mi fa sorridere la parte dove dici che si possono bollire anche senza dado!
    hahaha, a volte sarebbe meglio metterci un chiodo!

    ciao
    A.

    RispondiElimina
  35. Interessantissimo questo post, e condivido in pieno la piccola polemica alzata nel post precedente: le verdure non hanno bisogno di essere insaporite da polverine chimiche e davvero poco salutari come il brodo star! a presto, ciao!

    RispondiElimina
  36. Tanti bei consigli Gunther, però sai, credo che alla base del problema ci sia una pigrizia di fondo non indifferente.

    Va bene che non siamo tutti chef, ma che ci vuole a leggere una ricetta? Te le piazzano anche nelle guide tv?

    :-)

    RispondiElimina
  37. salviamo le verdure!! eheh è una bella e gratificante sfida quella di trovare un modo sano e appagante per cucinare le verdure, ma essere consapevole di ciò che succede con i diversi metodi è importante!
    buona giornata

    RispondiElimina
  38. io amo le verdure ( e parlo soprattutto delle verdure che al giono d'oggi si chiamano biologiche ) cucinate in tutti i modi
    mi dispiace per chi non si rende conto di quanto sia importante alimentarsi bene e correttamente
    e sono consapevole che a volte non si ha il tempo di cucinare e quindi si ricorre ai piatti pronti
    pero' è giusto sapere che non sempre i classici "piatti pronti "
    sono genuini a volte per insaporirli usano il glutammato ed altri ingredienti che alla lunga possono anche far male.....
    ho blaterato troppo adesso vado a mangiarmi i piselli appena raccolti
    bacioni gunther
    katya

    RispondiElimina
  39. secondo me a chi ha contestato il tuo precedente post è sfuggita una cosa essenziale: la vera critica non va a chi, per scelta, mancanza di tempo, noia, disinteresse verso la cucina, mancanza di sensibilità culinaria e quant'altro preferisce utilizzare prodotti industriali; ognuno fa un po' come vuole ed è giusto e ovvio che sia così! il problema è il messaggio ingannevole dei prodotti pubblicizzati: uno puo' serenamente farsi un brodo con il dado (perchè di questo si sta parlando, ma potremmo dire anche gelati, yogurt, biscotti e via discorrendo), ma che non ci facciano credere che quella sia roba naturale! tutto qui! non credo ci sia molto di cui scandalizzarsi quando si leggono dei post verità come quelli che sempre ci proponi!
    io mi scandalizzerei piuttosto dei prezzi che hanno le verdure e dei pochi spiccioli che di contro entrano nelle tasche dei coltivatori...

    RispondiElimina
  40. W le verdure!!!!
    belle, colorate, vitaminiche, saporite, sane!
    Vale la pena perderci un po di tempo a cucinarle!
    Ciaoooo! ;)

    RispondiElimina
  41. Non viene citata la cottura con pentola a pressione classica e con il cestello. (Siamo a 12?)

    Anche se personalmente prediligo il crudo o al vapore.

    Considerazione: Le prime volte, la preparazione e la cottura delle verdure richiederà indubbiamente del tempo. Superato questo iniziale "scoglio", acquisito un metodo e fatta esperienza, la situazione migliorerà notevolmente.

    RispondiElimina
  42. Ti ho assegnato un piccolo premio
    http://www.cosebuoneditalia.com/2011/05/wow-unaltro-premio-per-cose-buone.html

    RispondiElimina
  43. Ciao Gunther, elenco chiaro esaustivo e inappuntabile, as always...
    Qui al concorso Gustoshop in fiore le ricette arrivano che è una bellezza... e c'è ancora un sacco di tempo, quindi mi sa che verrà fuori un bel lavoretto per te ;-)
    Grazie ancora e un abbraccio

    RispondiElimina
  44. Anche se faccio largo uso di prodotti surgelati, pronti e precotti, apprezzo moltissimo il tuo post e i tuoi consigli di come cucinare le verdure!!!

    RispondiElimina
  45. Non aggiungo nulla...perchè nei commenti emerge chiaramente la tendenza alla consapevolezza di quello che si fa in cucina magari anche partendo da verdure congelate. L'approccio al fornello fa la differenza ed io ho cominciato ad usare le pentole 5 anni fa non prima...per la serie non è detto che si nasce chef però si impara...se uno vuole si impara sempre...e questo non è questione di tempo, anche, ma è soprattutto un atteggiamento.
    Detto ciò, sottoscrivo chi dice che questo blog è un servizio di pubblica utilità! :)

    RispondiElimina
  46. un garzie veramente a tutti è stato il post più commentato, vuole dire che è stato molto condiviso, grazie

    @luna nera, non è dannoso il cremotartaro nessuno dei due, ti farò un post su questo argomento, solo un attimo di pazienza che sono in ospedale :-)

    RispondiElimina
  47. L'acqua delle verdure cotte (es. spinaci) si può riciclare anche per cuocerci la pasta, provate...a me piace molto

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi