giovedì 7 maggio 2015

Più grande è l'offerta di un prodotto alimentare e più si ingrassa?

Se oggi si entra in un supermercato e ci si direziona alla ricerca di un prodotto, si scopre che ci possono essere anche fino a dieci marche diverse per un unico prodotto. Dai semplici scaffali al banco dei surgelati, una vasta offerta di prodotti già pronti di più marche, dalle zuppe di verdura, torte salate, lasagne, purè di patate, primi piatti già pronti e una grande quantità anche di pizze, da scongelare e mettere in forno non c'è che l'imbarazzo della scelta.

Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista PLoS One, indica che la vastità dell'offerta di tante marche diverse sembra che sia un invito a farci mangiare di più e ad ingrassare.

I ricercatori hanno intervistato 200 persone per sapere qualcosa in più sulla frequenza e varietà della pizza ai peperoni, che in Italia non è molto richiesta ma all'estero specialmente nei paesi in lingua anglosassone è una delle pizze più consumate, a Napoli sarebbe un eresia.

Sul mercato ci sono circa 70 marche diverse di pizza ai peperoni, il suo contenuto calorico varia in un range del 300%. 


I ricercatori hanno poi confrontato le abitudini alimentari delle persone che regolarmente mangiavano molteplici marche di pizza e quelli che consumavano invece una sola marca di pizza.

I ricercatori hanno scoperto che le persone che frequentemente mangiano diverse marche di pizza avevano più probabilità di mangiare di più, di sentirsi meno sazi e di conseguenza senza accorgersi d'assumere più calorie.

Sembrerebbe che questa abitudine a consumare più marche di uno stesso prodotto rende più difficile per le persone autoregolarsi sulla quantità di cibo introdotto. 

In sintesi il semplice fatto d'avere una maggiore varietà di scelta è deleterio per chi deve controllare le quantità di cibo, per assurdo chi mangia sempre lo stesso prodotto ha più facilità a controllare l'appetito e il peso, evidentemente provare più cose manda in crisi il nostro sistema di autoregolamentazione che è basato sulle esperienze sensoriali individuali degli alimenti, più marche di un prodotto, non vuole dire lo stesso gusto come non vuole dire lo stesso numero di calorie.


A questo proposito proprio questo blog diversi anni fa facendo un analisi sulle pizze surgelate era emerso la difficoltà di parlare di porzioni e che poteva trasformarsi in un pasto ipercalorico e soprattutto il range dei valori di calorie tra una marca e l'altro dello stesso tipo di pizza era molto alto.

Lo studio però ha utilizzato la pizza per provare la sua tesi, sarebbe stato diverso se avesse provato invece dei piselli, anche se è uno studio rispettatibilissimo molto dipende anche dal tipo d'alimento con quale si fa lo studio e dimagrire o ingrassare dipende da troppe variabili, alimentazione in generale, movimento fisico e dispendio energetico individuale.

Cosa si può dedurre da questo studio? Che è meglio farsi la pizza a casa, ma se proprio dobbiamo prenderla surgelata di non guardare solo il tipo di pizza ma anche le calorie, la quantità, cioè le porzione individuale, un consiglio questo vale non solo per le pizze ma per tutti gli altri prodotti surgelati e non surgelati, dai tortellini al semplice yogurt.

Riferimenti: Charlotte A. Hardman, Danielle Ferriday, Lesley Kyle, Peter J. Rogers, Jeffrey M. Brunstrom So Many Brands and Varieties to Choose from: Does This Compromise the Control of Food Intake in Humans? Plos One Aprile 2015

Ps: nelle prime due foto non è una pizza surgelata, non è in vendita ma è la pizza che ho fatto a casa ieri sera, perché scrivere questo post mi ha fatto venire voglia di pizza!

12 commenti:

  1. Per me in ciò che riguarda la pizza, se sono a casa preferisco farmela da me e ne mangio abbastanza poca. Invece se siamo fuori che dobbiamo mangiare magari qualcosa, sicuramente non si riesce più a controllare. Sopratutto di estate andavamo al mare e spesso al pranzo prendevamo la pizza anche perché aveva un prezzo molto buono, quasi tutte le pizzerie li davano a metà prezzo. Il problema era che o ti la mangiavi tutta o ti rimaneva. Allora abbiamo deciso di prenderla e di mangiare a casa quanto ne avevamo bisogno, senza andare troppo oltre. In genere c'è questa tendenza, ma noi si come non siamo molto da mangiare fuori o comprare quella surgelata, già va meglio. Naturalmente guardiamo le offerte, quando si può risparmiare, non ci tiriamo indietro !

    RispondiElimina
  2. Odio la pizza congelata, proprio non riuscirei mai a mangiarla....ai peperoni poiiiii! Leggerti comunque è sempre utilissimo! Buona giornata

    RispondiElimina
  3. post giusto per me! pizza integrale homemade e anche oggi che ho poco tempo, l'impasto lo fa la macchina del pane ed è cmq sempre meglio di quella surgelata e mille volte direi! stiamo tutti imparando a leggere un po' di più le etichette ma meno il conteggio delle calorie, io lo guardo e alle volte fai davvero fatica a fare i conti, ti parlano di 100 grammi (e certo quel dato ci vuole), poi ti parlano di porzione media che spesso non coincide con la porzione nel sacchetto; con la pizza magari no ma oggi guardavo i biscotti: monoporzioni da 8 biscotti ma se vai sulle calorie una porzione corrisponde a 4 biscotti, così bisogna andare al super con la calcolatrice, un blocchetto e una matita........non pensavo però a questo discorso legato alla varietà di marche!
    ciao e buona serata
    raffaella

    RispondiElimina
  4. Gunther, però, ti ci metti anche te! leggendoti mi è venuta una voglia di pizza, mi hai fatto venire l'acquolina in bocca e mi sembra di sentirne pure il profumo!
    dai, scherzi a parte, sai che i miei ragazzi preferiscono quella fatta in casa da me? quelle surgelate ad essere sincera saranno almeno 10 anni che non le compero e se non ho tempo di fare la pasta (lievitazione lenta, ecc) preferisco mettere in forno una bella fetta di pane toscano con una fetta di pomodoro e una di mozzarella (buonaaa) con un filo di olio extra.
    ciao Gunther, un abbraccio a te e tutte le tue signore della tua famiglia. (ma quante ne hai in casa?) :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le mie figlie, mia suocera, una zia acquisita e qualche volta anche mia mamma per brevi periodi, una famiglia XXL
      il pane toscano è favoloso fai decisamente bene :-))

      Invidio il pane toscano

      Elimina
    2. ...eh si! Sei circondato!!! Adoro le signore di una certa età, c è sempre da imparare un sacco di cose, starei ore ad ascoltarle!
      Regala un abbraccio in piu' da parte mia!

      Elimina
  5. quella meraviglia di pizza col basilico l'hai fatta tu vero :-)
    io generalmente preferisco la pizza fatta in casa ma perchè uso poco lievito, farine di un molino vicino casa mia e sono fantastiche e lievitazione lunghissima, il mio intestino sennò si incavola. però ogni tanto se trovo una pizzeria valida la mangio molto volentieri (ogni tanto perchè non sono molto da pizza e pasta tutti i santi giorni) quella surgelata mi fa proprio orrore
    p.s.comunque tu sei circondato da donne...poverino :-) ehehehe

    RispondiElimina
  6. Buona la pizza, ma mai già pronta e congelata , propio non ce la faccio.Piuttosto un salto dal panettiere di fiducia.Ciao buona giornata.

    RispondiElimina
  7. Questo è certo: molto meglio farsela a casa!!! Sai cosa ho notato io? Che se mangi sempre lo stesso alimento alla fine ne mangi meno e quindi dimagrisci. Mi spiego meglio: a Funchal l'alimento principe è la carne. Alla griglia, fritta, stufata con patate e cipolle .... alla fine sempre carne è, giusto? Bene, a me era venuta a nausea e alla fine non la sopportavo -e di conseguenza - non la mangiavo più! Il problema è che con la pizza non mi succede mai .... con la pizza fatta in casa da me, si intende :)

    RispondiElimina
  8. quando ho voglia di una buona pizza vado in pizzeria , a casa il forno non riesce a dare gli stessi risultati, buona domenica !

    RispondiElimina
  9. Non si finisce mai di imparare e di stupirsi. E per fortuna che la pizza la faccio sempre in casa, praticamente una volta alla settimana, sempre la stessa quantità così non rischiamo di non riuscire a regolarci :)

    RispondiElimina
  10. di surgelati ne consumo abbastanza tra verdure e pesce ma piatti già pronti non ce la potrei fare, men che mai la pizza. abituata a quella fatta in casa con pochissimo lievito o a lievitazione naturale quasi non riesco più a mangiare neanche quella della pizzeria. e se proprio tempo non ce n'è a dispetto della voglia, concordo con mammadeglialieni: una bella bruschetta col pomodoro, magari fresco e anche crudo adesso che arriva la stagione, ed un filo di olio evo del nonno. rinuncio pure alla mozzarella. però il pane lo voglio salato, a quello "sciocco" non mi sono mai riuscita ad abituare nonostante usi il sale col lanternino!!!
    un bacio, buona settimana

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi