mercoledì 20 febbraio 2013

Si amplia la truffa delle lasagne di carne di cavallo si riduce la fiducia dei consumatori. Si possono fare delle lasagne light a casa?

Amalia D.: Dobbiamo preoccuparci veramente per le lasagne di carne di cavallo?
Vincenzo M. Quali reali pericoli si corrono nel mangiare carne di cavallo invece che di carne di manzo?
Carla V. : Mio marito vuole sempre lasagne, ma ho visto che ti intendi molti di cucina, siccome sia io che mio marito siamo un po' abbondanti, come possiamo fare delle lasagne light?

Di questi giorni la notizia che lo scandalo delle lasagne di carne di cavallo si è esteso anche ad altri paesi europei come Polonia, Austria, Germania, Svizzera (lasagne Coop), Spagna e Italia (Nestlè, Ravioli al brasato e tortellini di carne Buitoni), ci mancano solo Andorra, San Marino e Città del Vaticano e abbiamo vinto il gioco dell'oca.

Ritiro sul mercato dei grandi marchi dei prodotti
Una notizia che era nell'aria lo scorso weekend ho fatto un giro nei supermercati e ho visto che mancavano alcune referenze di lasagne surgelate, due sono le cose ho pensato o c'è stato un boom di vendite o qualche ritiro precauzionale. Sono andato al banco del direttore "scusi, ma non ci sono più lasagne surgelate?", questo mi guarda come se avesse di fronte un extraterreste "no, alcune le abbiamo esaurite",  avrei voluto chiedergli "e quando le possiamo trovare, sa erano tanto buone", ma mi è venuto troppo da ridere.

Più conveniente truffare che essere trasparenti
Quello che viene fuori al di là della sostituzione è della pratica molto diffusa, non stiamo parlando di una svista di qualcuno che per sbaglio ha sostituito un ingrediente per un altro ma di una pratica scorretta internazionale molto diffusa, questo in un contesto dei stati europei dove i controlli e le certificazioni in teoria sono molteplici a più livelli, dove tutti certificano tutto ma poi basta un controllo casuale che si mette in discussione il sistema dei controlli e l'intera filiera agro alimentare.

Il problema è che i prodotti europei fanno un vanto della loro certificazione e trasparenza a livello internazionale, una figura da salami cosi se mi consentite.

Mi hanno scritto gli amici del club della lasagna surgelata felice, si sono lamentati delle mie affermazioni, perchè dicono che i piatti pronti sono utili e permettono di risparmiare tempo, ragazzi io non ho detto di non mangiare lasagne ma sono certo importerà anche a voi sapere cosa c'è dentro quello che mettete in bocca.


La complessità dei controlli e delle troppe diverse provenienze
La preoccupazione non riguarda la sostituzione di cane di cavallo con manzo ma il fatto della presenza di un antiinfiammatorio Fenilbutazone, rilevato in Regno Unito sulle carcasse di cavallo provenienti dalla Francia, il paese al centro della polemica, si è poi anche scoperto che il 50% della carne di cavallo in Francia arriva dal Canada, complicando ancora di più la vicenda, non se ne viene più a capo.

Si racconta che nel 2010 uno studio su Food and Chemical Toxicology indicava che carne di cavallo da corsa americano, dopati proprio con il farmaco Fenilbutazone erano macellati in Canada, la maggior parte di questa carne, secondo alcune fonti sarebbe stata esportata in Europa in particolare in Francia e forse probabilmente come dire suddivisa in tutta la produzione europea?

è tutto  un susseguirsi di notizie e contro notizie, peggio delle elezioni, secondo le norme europee solo dopo 180 giorni dall'ultimo trattamento anti infiammatorio possibile macellare il cavallo e sarà molto difficile perchè secondo alcuni tecnici dopo tre giorni è difficile dimostrare o rilevare la presenza del farmaco secondo altri no. Giusto per non creare confusione e pacare gli animi, ci fossero due esperti che dicessero le stesse cose!



La truffa non è nel DNA del cavallo, ma in chi l'organizza
Il risultato è una grande bagarre di controlli circa 4.000 ma si potrebbero moltiplicare, dal momento che ogni giorno si aggiunge un nuovo paese. Si prevede una spesa abbozzata dall Unione Europea al momento 3 milioni di euro per verificare con analisi del Dna, la provenienza dell'animale della carne, questo a carico indovinate di chi? Della collettività, cioè noi (Grrrr), anche di quelli che non hanno mai mangiato lasagne surgelate!

Quello che emerge è un pò il tentativo di mettere sotto il tappetto i panni sporchi dilatando i tempi, per il danno economico che tutto il settore potrebbe averne, anche perchè come si scoprono le truffe?. Quando le autorità vanno al supermercato prendono un prodotto e lo analizzano mentre nei campioni inviati dalle aziende, vuoi che ti danno volontariamente quello vero? 

Quando lavoravo nel settore del vino c'erano i controlli per verificare se l'azienda utilizzava il disciplinare delle Doc, cosa di faceva chi sapeva di non essere a posto, si comprava le bottiglie di vino dal vicino o dal produttore che faceva il vino quello che seguiva il disciplinare, gli cambiava l'etichetta e le si consegnava per i controlli. Chi truffa è abituato a farlo c'è l'ha nel Dna suo non in quello del cavallo.

La grande maggioranza dei marchi esternalizzano la produzione, non è raro trovare una sola azienda produttrice cioè un solo prodotto e 4 marchi diversi che lo distribuiscono. Una salvezza per l'azienda se capita uno scandalo dice di cambiare fornitore e così ritorna sul mercato come nuovo.
Il problema nasce perchè chi distribuisce il marchio è interessato solo a curare la sua immagine piuttosto che il prodotto è il caso dei diversi marchi che troppo preoccupati dell'immagine hanno dimenticato la sicurezza.

Però la truffa della sostituzione della carne non è nuova, vitello tonnato con carne di maiale invece che carne di vitello, fagiano sostituito con faraona, agnello sostituito con carne di montone, capra o pecora.

Tuttavia l'elenco dei prodotti non dovrebbe chiudersi qui....




Al momento si escludono problemi di salute
Voglio comunque tranquillizzare nei senso che i prodotti saranno ritirati, la carne di cavallo che si vende nelle macellerie equine è controllata, quindi al momento di esclude qualsiasi problema di salute.
La carne di cavallo non fa male, il  problema riguarda solo i prodotti confezionati già pronti

Al momento riguarda ingrediente carne di bovino che si può trovare in lasagne, ma poco perche il contenuto delle lasagne in commercio il contenuto di carne è molto poco dal 2% al 8% non come le facciamo noi a casa è più besciamella con un po' di carne, potrebbe riguardare anche altri prodotti come pasta ripiena, sughi di carne già pronta ecc
Resta sempre da capire se si possono chiamare lasagne bolognesi della lasagne con il 2% di carne

Riguarda anche tutti quei prodotti semilavorati che finiscono nel settore della ristorazione, ebbene si le lasagne le comprano già pronte anche molti bar e ristoranti veloci.

In sè per se la carne di cavallo non fa male, ha un sapore un po particolare quasi dolce, qualche grammo di grasso in meno e qualche proteina in più, io non la mangio mi fa senso ( se non siete d'accordo ammazzatemi per questo).

Il problema è che se il cavallo è allevato per alimentazione ha diversi controlli, mentre invece il cavallo da corsa non è allevato per alimentazione e questo potrebbe comportare più rischi, di cui però è prematuro parlare.

Anche nell'eventualità di carne con residui di Fenilbutazone, non ci voglio nemmeno pensare, dipende dalla quantità ma male di testa, nausea, vomito sono i sintomi più comuni e ve ne sareste accorti subito, se non ve ne siete accorti, non c'era, è diffiicile che sia accaduto!

Se proprio proprio vi viene voglia di lasagne, fatevele e se qualche volta ve le fate di verdura non vi fanno male di certo!

Il problema riguarda la fiducia dei consumatori nei prodotti trasformati e sulle etichette, io ho sempre sconsigliato l'acquisto anche purtroppo più un prodotto è trasformato più subisce processi che ne trasformano le qualità nutrizionali e più è facile che la truffa si verifichi, purtroppo con le truffe dobbiamo conviverci, unica cosa che si può fare è limitare i danni, imparando e scegliere lasciando certi acquisti a momenti occasionali e fare qualcosa da sé sono certo migliora il vostro umore e la vostra salute.



Come fare delle lasagne light
Le lasagne sono un piatto ricco che si fà nei giorni di festa, sono un invito alla buona tavola alla condivisione del cibo con i propri cari. Io non sono molto favorevole alla lasagne light perchè una dei grandi problemi di chi è a dietà è il gusto, per cui secondo me è meglio mangiare una porzione più piccola invece di una lasagna light, ma non è importante la porzione di lasagne è importante, tutto il pasto.

Errori nutrizionali di valutazione
Una delle cose più difficile nei centri per la riabilitazione nutrizionale è fare mangiare le persone, mangiare dei pasti completi, sono convinte che se mangiano ingrassano, primo secondo e frutta, perchè?

La maggior parte degli obesi e dei sovrappeso si creano l'alibi del piatto unico, mangio una cosa sola cosi non ingrasso, invece è la strategia più errata, nessun pasto completo più voglia di peluccamento perchè c'e un minore indice di sazietà del pasto. 

Prendiamo il caso delle lasagne, delle lasagne come piatto unico
cara, visto che mangiamo solo lasagne fammi una porzione grande
cara, dammi una seconda porzione dopo il primo ci vuole il secondo
cara, c'è ne è rimasto ancora un pezzettino?
in questo modo se ci si ferma quì sono due porzioni extralarge di lasagne , praticamente 3 porzioni normali e non va bene, sarebbero stato molto meglio:
una porzione di lasagne, una bella insalata mista, una macedonia.

Però possimo fare con dei piccoli accorgimenti della lasagne classiche light solo qualche spunto

Carne: spesso utilizziamo la carne trita del supermercato, che hail 15% di grasso, se noi invece andiamo dal macellaio ci facciamo scegliere un pezzo magro possiamo utilizzare della carne con il 5% di grasso.

Besciamella: uno dei metodi più semplici è quello di sostituire del latte intero con del latte parzialmente scremato oppure io non utilizzo burro e utilizzo del latte con la maizena o amido di mais, la mia ricetta è 75g maizena con 100 g di latte intero metto sul fuoco e dopo qualche minuto aggiungo  + 650 g di latte parzialmente scremato oppure faccio metà e metà latte intero e latte parzilmente scremato cosi non adopero il burro.

Formaggio: lo metto solo sopra e non sugli strati, solo alla fine una confezione da 100g per una lasagna da 8 è più che sufficiente.

Ragù . fate un sugo al pomodoro semplice a cui aggiungere la carne senza adoperare lardo, pancetta o burro utilizzando olio e spezie e aromi come pepe e rosmarino

Chiaramente una lasagna con gli spinaci o ricotta e spinaci diminuisce la calorie del 30%, quindi anche con le verdure è un ottimo modo per apprezzare le lasagne.
Oppure anche come la nostra amica Senza perdere la tenerezza Lasagne con i broccoli


48 commenti:

  1. non ho assolutamente badato al banco surgelati, li compro il meno possibile e i miei dubbi più che altro derivano dal tempo trascorso dai bancali davanti ai freezer prima che un addetto si degni di riporli sotto zero! poi ci aggiungi che anche a saper leggere non serve più visto che le etichette sono "fantasiose"! e anche quando non lo sono bisogna chiudere un occhio! eppure alle volte un piatto pronto può essere una salvezza:-)
    comunque questa sera lasagne! niente ragù....ma la besciamella si fa con il burro, risparmiamo le calorie altrove;-)

    RispondiElimina
  2. ho letto che gli stessi problemi hanno i sughi pronti. Al di la del fatto che non compro quasi mai cibi preconfezionati, ritengo che sia un diritto del consumatore la correttezza degli ingredienti, è una situazione che ti lascia completamente disarmato! Grazie per il post esaustivo come sempre. Un bacio

    RispondiElimina
  3. ecco e io che speravo che l'Italia si chiamasse fuori :(
    va be.. la solita piccola illusa..
    vado a girare il ragù va... ^_^

    RispondiElimina
  4. mi metto nei panni di chi ha veramente poco tempo e compera molti prodotti pronti surgelati a scapito della salute e anche del portafoglio. Io credo che basterebbe un minimo di organizzazione domestica e preparare quando un pò di tempo si trova, grandi teglie da cucinare, porzionare e surgelare in casa, light o meno dipende dai gusti...Grazie per questo post come sempre molto chiaro ed esaustivo

    RispondiElimina
  5. Avevo sentito questa notizia, alla radio se non ricordo male. In genere non compro cibi pronti, trovo che siano molto "pasticciati" ed ho sempre il dubbio su cosa ci sia dentro. Però mi metto dalla parte di chi ha necessità di acquistarli e mi rendo conto che non c'è alcuna tutela, purtroppo. Ogni tanto scoppia uno scandalo, poi si calmano le acque e tutto torna come prima. Grazie per le tue informazioni. Buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  6. Quest'anno io e mio marito abbiamo deciso di non far mangiare mio figlio alla mensa scolastica. Io sono casalinga, mi piace cucinare e il massimo che faccio è quello di comprare la sfoglia della lasagna, quella secca, altrimenti faccio tutto da me. Lo stesso vale per i tortellini e tutte le paste ripiene. Ho troppa diffidenza. Probabilmente ho tempo libero a disposizione, ma io conosco tante donne che utilizzano il loro giorno libero per cucinare e congelare. E' faticoso, però almeno sai cosa mangi!!!! Ciao Gunther e grazie come sempre per le tue analisi così attente e scrupolose.

    RispondiElimina
  7. Non sapevo niente di questa storia: non ho mai comprato lasagne surgelate, ma non posso dire di non utilizzare mai piatti pronti, quindi, hai ragione, meglio informarsi bene di cosa nascondo le confezioni!

    RispondiElimina
  8. Che vergogna questa truffa. Ormai nn ci sono piu' parole per esprimere disappunto. Che schifezza di mondo.
    Scusa dello sfogo Gunther.

    RispondiElimina
  9. Non ho mai comprato lasagne surgelate anche perchè essendo io romagnola questa cosa proprio non esiste nel mio vocabolario. Se vuoi mangiare lasagne fai almeno la "fatica" di preparartele in casa. Per il ragu io uso solo oli e macinato magro di manzo, niente pancetta, burro e roba simile. La besciamella invece fatta con sale, farina e latte parzialmente scremato e la pasta di solito verde con gli spinaci.
    Per quanto riguarda il cavallo, io invece ogni tanto lo mangio,ordine del dottore per un'anemica convinta. Non ne vado pazza ma visto che ogni tanto lo mangio sinceramente spererei di mangiare qualcosa che non facci male alla salute (a parte il fatto che troppa carne non fa mia "bene"). Speriamo che i controlli vengano fatti in maniera corretta e non truffaldina...

    RispondiElimina
  10. Bella discussione sul problema di fondo! Ciò che 2 giorni fa ho sollevato anch'io nel mio post http://www.scienziatodelcibo.it/2480-la-scarsa-trasparenza-delle-multinazionali-del-food/

    Difatti ciò che è inquietante è il problema di FIDUCIA!!!

    RispondiElimina
  11. ho paura che su qualsiasi cosa si facciano dei controlli salti fuori qualcosa che non va!!io per mia fortuna e anche per fortuna dei miei cari adesso sono una casalinga per cui ho il tempo per cucinere ma anche quando lavoravo cucinavo e surgelavo perchè non mi sono mai fidata dei cibi pronti anche in tempi non sospetti!!!grazie sempre per i tuoi post veramente interessanti ed esaustivi...

    RispondiElimina
  12. il ritiro è stato preventivo ma, come dicevo nell'altro post, cuciniamo a casa le lasagne !!!

    RispondiElimina
  13. Grazie Gunther, trovo i tuoi post veramente molto esaurienti.
    Lo scandalo della carne di cavallo è veramente scioccante, io per quanto mi riguardo ho ridotto a zero da tempo l'uso di cibi precucinati, preferisco di gran lunga divertirmi ai fornelli o mangiare qualcosa di semplice di cui conosco, il più possibile, la provenienza, ma è certo che c'è da temere su un sacco di cose e comunque vorrei tanto che le eprsone cominciassero davvero a chiedersi cosa si mettono nel piatto e nello stomaco!
    Quanto alle lasagne light, condivido pienamente le tue indicazioni, il problema come sempre non è quanto mangiamo ma COSA mangiamo!
    A presto :)

    RispondiElimina
  14. Grazie Gunther, trovo i tuoi post veramente molto esaurienti.
    Lo scandalo della carne di cavallo è veramente scioccante, io per quanto mi riguardo ho ridotto a zero da tempo l'uso di cibi precucinati, preferisco di gran lunga divertirmi ai fornelli o mangiare qualcosa di semplice di cui conosco, il più possibile, la provenienza, ma è certo che c'è da temere su un sacco di cose e comunque vorrei tanto che le eprsone cominciassero davvero a chiedersi cosa si mettono nel piatto e nello stomaco!
    Quanto alle lasagne light, condivido pienamente le tue indicazioni, il problema come sempre non è quanto mangiamo ma COSA mangiamo!
    A presto :)

    RispondiElimina
  15. In effetti abbiamo fatto una figura da salamini.. peccato visto quanto sono rinomati i nostri prodotti all'estero.. riguardo alle lasagne light è vero si possono fare delle ottime lasagne più leggere usando piccoli accorgimenti, e ne guadagna oltre alla linea anche il corpo, io fatico a digerire le lasagne fatte con troppi grassi. Come sempre interessanti i tuoi post, un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
  16. io non credo ai cibi light e tanto meno ai cibi preconfezionati...anche se essere sincera non compro mai i cibi preconfezionati ... e poi di light ce poco tranne le verdure o che non mangi proprio allora si che e davvero light ..
    sempre davvero interessanti tuoi post sei davvero bravo ^__^
    by da lia

    RispondiElimina
  17. Dopo questo bell'esempio di globalizzazione non posso fare a meno di chiedermi quante altre cose non sappiamo.....
    In ogni caso ribadisco che il fattibile sarebbe meglio farlo a casa, ma è certo che a volte è fatica.
    Per quanto riguarda il ragù, ci sono modi per alleggerire senza "destrutturarlo" :) Bisogna ridurre l'olio al minimo, scegliere carne magra, usare erbe aromatiche ecc.
    La besciamella si puo' fare con un minimo di burro e la noce moscata ecc.
    il parmigiano si può usare senza metterne un chilo :)
    Semplici accorgimenti che ci fanno stare bene
    ciao :)

    RispondiElimina
  18. Ho segnato la tua ricetta per la besciamella,uno di questi giorni la provo!
    sei sempre chiaro e interessante,è bello leggere i tuoi post.

    RispondiElimina
  19. Non compro i piatti pronti perchè ritengo che la loro qualità lasci a desiderare; il fine è quello di ottenere un prodotto che al gusto risulti piacevole ma a costi ridotti. Purtroppo anche la lettura delle etichette non è esaustiva, per esempio quando leggiamo grasso o olio vegetale cosa si nasconde dietro, olio di oliva, di arachide...o di palma! Certo il problema non si risolve creando prodotti di qualità che hanno però costi alti che li fanno diventare inaccessibili. Chi ha poco tempo può essere costretto all'acquisto di prodotti pronti ma forse con un pò di organizzazione si può evitare soprattutto perchè queste notizie ci fanno capire che il consumatore è poco tutelato!
    Ciao Gunther e grazie per i tuoi post sempre interessanti.

    RispondiElimina
  20. Resto dell'idea che è meglio che non usi altre parole, oltre a quelle già impiegate. Potrei dire di non averne.. e forse è meglio così. Terribile. Davvero, se uno andasse a fare dei controlli in ogni settore alimentare di questo tipo.. credo che inorridirebbe di fronte a ciò che potrebbe scoprire. La falsità e il denaro vanno oltre l'etica professionale. Complimenti.
    Lasagne light? Eccome se si può! Tra allergie alimentari e problemi di salute ne ho fatte spesso.. addirittura senza carne! Un abbraccio, carissimo. Grazie come sempre!

    RispondiElimina
  21. Certo che quella povera gente che sceglie di acquistare prodotti confezionati non è per niente tutelata cavolo!

    RispondiElimina
  22. Come ti ho scritto nell'altro post, per me il problema non è la carne di cavallo in sè, a noi piace e ogni tanto la mangiamo (quella della macelleria...ma non ho nessuna intenzione di crocifiggerti perchè a te non piace!!!!) ma quale carne di cavallo sia finita in queste lasagne...e chissà in quali altri prodotti di cui ancora non è scoppiato lo scandalo :-(
    Alla fine si torna sempre lì...farsi le cose da soli è il modo migliore mer ridurre i rischi di truffe: anche comprando le materie prime non si può mai essere sicuri...ma almeno lo si è di più che non comprando fatto!!
    Una lasagna light può essere altrettanto gustosa rispetto a una tradizionale...
    il macinato magro rende ugualmente se insaporito soprattutto con aglio e rosmarino, e poi macinato bello fine anche dopo cotto; la besciamella fatta con una base di poco olio e farina, poi completata con del latte PS e insaporita con un po' di noce moscata non ha nulla da invidiare alla versione col burro...
    e una piccola spolveratina di formaggio anche negli strati...
    alla fine si ha un piatto gustoso e calorico sì, ma non una bomba!
    Anche il mio Ottavio le adora!!!

    Poi se gli amici del club della lasagna surgelata felice si sono lamentati, e non sono interessati a sapere cosa di preciso mettono in bocca quando mangiano....problemi loro!!! ;-)

    un abbraccio Gunther

    RispondiElimina
  23. Sono allucinata da questo caso Gunther e credo che non sarà il solo purtroppo....io tra l'altro sono come te, nel senso che la carne di cavallo non la mangio, ci vado a cavallo e mi sembrerebbe di mangiare il mio cane.. :-/ ..fatico già a mangiare pollo, manzo e maiale...comunque capisco che tante persone hanno poco tempo, ma io nemmeno quando lavoravo in negozio e tornavo alle 20.00 la sera mangiavo quelle schifezze..le lasagne te le puoi preparare giorni prima e congelarle, poi se fatte con verdure di stagione sono anche più buone..sai che ho provato il ragù con i lupini??? Guarda il mio post domani, è troppo buono, hanno le stesse proteine nobili della carne e ci si può fare pure la lasagna!!!
    Grazie Gunther per le tue ricerche ed info sempre utilissime! Ciao!

    RispondiElimina
  24. ho sempre pensato che è meglio un piatto di pasta all'olio fatta al momento piuttosto che un qualsiasi piatto pronto, surgelato o no. Ho avuto la fortuna di crescere in una famiglia dove il mangiare era considerato con molto rispetto e continuo con la stessa filosofia, meglio poco e buono che tanto e di dubbia provenienza. Senza parlare dei costi, ma chi acquista questi piatti pronti si fa due conti di quanto costano? conviene andare diretti in pizzeria con minor danno per salute e portafoglio. In conclusione sono al di fuori di questi scandalosi modi di alimentarsi e chi si lamenta, beh lasciateli felici e turlupinati, contenti loro! Maggiore attenzione invece richiederei per la ristorazione, se anche qui vale il principio che è meglio una volta in meno al ristorante ma scegliere quello buono, è anche vero che di furbetti in giro ce ne sono molti anche tra gli insospettabili, perciò controlli a più non posso nelle cucine e nei frigoriferi!!!

    RispondiElimina
  25. Grazie per i tuoi articoli sempre interessanti...da come avrai capito non sono una consumatrice di prodotti pronti, in minima parte forse riesco a salvarmi da tutto ciò...grazie per i consigli su come alleggerire una lasagna. in effetti a volte basta poco, ma non ci si pensa..cri

    RispondiElimina
  26. light?ma anche con la carne,farle in casa come me e magari macinare la carne in casa cosi sai che mangi...è un episodio davvero sgradevole...anche perché sono una azienda grande...

    RispondiElimina
  27. C'era da asepttarserlo che la cosa si allargasse a macchia d'olio! E a questo punto mi chiedo anche: da quanto tempo va avanti senza che nessuno ne sapesse nulla? Quanti consumatori saranno stati frodati oltre ai rischi per la salute? Non compro mai piatti pronti ma mi rendo anche conto che per qualcuno possono essere una salvezza. Non serve più a nulla neanche leggere attentamente la lista degli ingredienti ormai, visto che è a libera intrepretazione!!!
    Certo però che se succede qualcosa anche al tonno in scatola o alla bresaola sotto vuoto sono fritta!
    Un bacio, buna giornata

    RispondiElimina
  28. Forse io sarò un po' esagerata, però sarebbe bello se tutti cominciassero a boicottare i cibi pronti. Questa storia della carne di cavallo, che poi giustamente come dicevi tu il problema non sta nella carne di cavallo in sè, è solamente la punta di un iceberg. E' ora che il consumatore cominci ad essere considerato un essere pensante ma questo dipende dal consumatore stesso che dovrebbe soppesare un po' di più i suoi acquisti.

    RispondiElimina
  29. Non sono d'accordo con gli amici della lasagna pronta. Secondo me sono pigri e cercano scuse.
    Volete le lasagne pronte? Fate come me, fatele in casa e surgelatele. Risparmiate pure.

    Per il resto Gunther mi spiace molto per queste truffe alimentari. Non tanto per il loro impatto sulla salute (e chi ci risarcisce?) ma per il fatto che ci fanno capire in un lampo quanto siamo ingenui e creduloni. Studiamo, faciamo gli intellettuali ma poi ci fregano come polli. E noi che continuiamo comunque a comprare.

    Ieri avevo dolore alla schiena e non avevo medicine. Per cena ho mangiato una lasagna surgelata e mi è passato. Sarà un caso? ah ah ah ah
    In alternativa potete anche tenere la lasagna nella parte che vi fa male, l'antidolorifero della lasagna passa anche dalla pelle.
    :-)

    RispondiElimina
  30. @master of cook
    mi hai fatto morire dal ridere, la lasagna come cerotto antidolorifico è molto divertente, speriamo che non lo leggano, perchè seconso me è un attimo che qualcuno lo brevetta :-))

    RispondiElimina
  31. Buongiorno Günther! sulle lasagne surgelate per fortuna sono piuttosto ignorante, mai acquistate, come del resto tutti i cibi pronti, precotti e via dicendo... la freschezza degli alimenti, insieme alla loro provenienza credo siano valori indicativi per per acquistare un prodotto di qualità.. Inoltre mi permetto di aggiungere che seppure il tempo manca credo a tutti...è solo una questione di organizzazione.. sinceramente dubito che solo che chi è a casa h 24 sia in grado di cucinare, basterebbe un minimo di consapevolezza maggiore.. Il punto è che i cibi confezionati piacciono molto.. sono succulenti e saporiti... e chi li acquista al dà del poco tempo che hanno a disposizione lo fanno perchè proprio ricercano quel prodotto!! Ergo, basterebbe solo leggere le etichette, informarsi leggermente e alla bomba atomica di lasagna confezionata sostituirne leggermente light, realizzata con un pò di responsabilità! Grazie per le info dettagliate e i consigli utilissimi... come sempre preziosi articoli! ti abbraccio! buona giornata!:)

    RispondiElimina
  32. Le lasagne me le preparo, risparmio e sono a conoscenza di ciò che cucino e mangio. Brividi, brividi per la carne di cavallo, a casa nostra li amiamo e li rispettiamo... altro che mangiarli!!!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  33. Ciao Gunther ! sempre puntuale con i temi del momento... Le lasagne vanno fatte in casa, e quando si fanno se ne possano fare diverse tegliette da congelare... a volte le ho fatte anche senza latte con una besciamella a base di olio, brodo vegetale e noce moscata. Eviterei di usare il dado commerciale per il brodo vegetale, anche il dado si può fare in casa e dura a lungo.... Serve più organizzazione in cucina per mangiare sano !

    RispondiElimina
  34. Onorata per la citazione in un così tanto bello e interessante blog. Grazie :)

    RispondiElimina
  35. Buongiorno Günther , quando ho sentito parlare di questo argomento, neanche sapevo esistessero le lasagne di cavallo. Mi capita di acquistare delle verdure surgelate, tipo le fave che io adoro, ma le lasagne le preparo sempre in casa, per la mia famiglia sono il piatto delle feste e nelle grandi occasioni non mi sembra il caso di servire lasagne surgelate. Mi metto pero' anche nei panni di chi ha un lavoro molto impegantivo e poco tempo a disposizione, questi paitti surgelati sono una soluzione.
    Buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  36. Ciao Gunther, avevo sentito la notizia alla radio, ma nessuno aveva spiegato in modo così esauriente come hai fatto tu (o almeno a me non è capitato di sentire nessuna spiegazione). Io sono molto diffidente nei confronti dei cibi già pronti, perchè quando leggo gl ingredienti mi scoraggio un po'..Personalmente penso che sia meglio un semplice piatto di spaghetti che non una lasagna preconfezionata, ma sarebbe giusto che chi preferisce utilizzare queste preparazioni potesse sapere con esattezza cosa sta mangiando. E invece siamo ancora alle truffe alimentari! Grazie per tutte le informazioni. Ciao!!

    RispondiElimina
  37. sapevo delle lasagne pronte ma dei ravioli e dei tortellini non lo sapevo ... grazie ancora per il tuo blog che di regola leggo sempre ad alta voce perchè gli piace anche a mio marito. Per le lasagne light io uso carne bianca (pollo e tacchino) facendo un ragù con poco olio e poi prendo la ricotta ci metto poco latte ela uso come besciamella. Siccome piaciono a mio figlio preferisco a volte aggiungere parecchio parmigiano ma anche con poco sono buone lo stesso

    RispondiElimina
  38. L'ennesima truffa, ma che tristezza, è una vera vergogna!!!! Fortunatamente non copro nulla di preparato, faccio tutto io, ma questo ennesimo fatto è davvero sconsolante....

    RispondiElimina
  39. le truffe alimentari mi fanno andare in bestia perché di fronte a questi poteri delle grandi aziende siamo veramente inermi e ne facciamo le spese in qualità di consumatori

    RispondiElimina
  40. Non sapevo di questa notizia! Pur non abituata al consumo dei cibi surgelati, tanto meno delle lasagne surgelate,ritengo che è bene stare attenti a tutto quello che compriamo, meglio un piatto genuino fatto da se che essere truffati e rischiare la salute! Per quanto riguarda le lasagne light, hai ragione bastano dei piccoli accorgimenti per renderle più leggere! Grazie per tutte le informazioni che ci dai! Ciao

    RispondiElimina
  41. Grrrr......
    Ci vorra` una bella pubbicita` per risolvere tutto.....
    francesca

    RispondiElimina
  42. Ieri mattina quando in macchina ho sentito la notizia sono inorridita solo al pensiero che potessero rifilarmi il cavallo in una lasagna. E' un mio problema personale. Non riesco proprio a concepire di mangiare la carne di un animale nobile come il cavallo. E' come se mi facessero mangiare la carne di cane o di gatto... Ma non è questo il punto. Il punto sta nella frode vera e propria e soprattutto per non avere la possibilità di controlli precisi riguardo la macellazione di animali dopati.
    Per quanto riguarda poter fare ogni piatto light è vero, si può fare anche con le lasagne. Ma le mie son più light delle tue perché la besciamella la faccio con meno maizena e con il latte scremato... un po' di noce moscata e voila! Scherzo. Ottime varianti ci hai suggerito. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  43. Questa notizia l'ho sentita ieri in TV,un altra nota marca di prodotti alimentari è finita sotto inchiesta, è una frode continua. Come facciamo a fidarci se sembra tutto disonesto in questo campo...Grazie per le informazioni, per quanto riguarda le lasagne anche io preparo una besciamella light come la tua, meglio stare leggeri, e cambia poco il sapore è ottimo,grazie .Ciao , buona serata.

    RispondiElimina
  44. Queste notizie mi sconvolgono sempre, però ti dico la verità ancor di più mi sconvolge la gente che insiste su certe affermazioni tipo "i piatti pronti sono utili e permettono di risparmiare tempo" ma perchè quanti secondi ci vogliono a fare una frittata e per una carbonara quanto 7 minuti di cottura della pasta! Certo c'è chi le lasagne non le sa fare...ma è meglio non mangiarle allora che rischiare di avvelenarsi, e non solo per la carne di cavallo, che poi se è fresca è anche buona e fa bene, anche se io non la mangio, ma faccio poco testo io mangio solo carne bianca, e tutto quello che posso lo faccio home made e sono sicura che la mia salute ci guadagna e anche il mio palato :)
    scusa lo sfogo
    un abbraccio e buon we
    Alice

    RispondiElimina
  45. Lo scandalo, oltre al fatto che è frode scrivere una cosa in etichetta e non rispettarla nel prodotto, questo per legislazione, ecco lo scandalo più grande visto che il caso è esploso in Inghilterra e Irlanda, è che prima di tutto, above all il cavallo è un PET ANIMAL e non si mangiano i pet animals, è un vero tabù...mi risulta che facessero controlli serissimi sugli hamburgers proprio per questo e guardavano male il consumo oltre Manica di carne di cavallo...poi arriva il resto, ovvero il fatto che la carne di cavallo essa stessa è soggetta a frode, poichè ci sono i cavalli destinati al macello e quelli per le corse e co. e le due carni non vanno mescolate, per via del doping e co. poi ci sono tutti gli altri discorsi: sana alimentazione, ipertensione, grassi poco favorevoli alla salute e co. Però i piatti pronti stanno prendendo sempre più piede a fronte anche di modelli esportati, non tipicamente europei o italiani. La mia besciamella non so se è light, anzi non mi piace chiamarla così, però è con molti SENZA e non fa rimpiangere quella classica...ogni tanto si può peccare , sempre cum grano salis. Grazie Gunther come sempre: attento, esauriente e pieno di idee.

    RispondiElimina
  46. Non compro piatti preconfezionati perchè mi piace troppo cucinare e anche quando non ho tempo preferisco rinunciare al piatto, è interessante questa besciamella light..me la segno. Buona giornata Gunter e grazie sempre per le preziose informazioni!

    RispondiElimina
  47. fortuna che non compro mai niente di già pronto, non mi sono mai fidata!
    mi stava venendo un colpo per la carne di cavallo che ogni tanto mangio ma per fortuna poi ho continuato e leggere e mi sono tranqui!!
    complimenti come sempre!!

    RispondiElimina
  48. già, si pensava che in Europa i controlli fossero più attendibili, speriamo che questo scandalo porti ad un miglioramento. Io faccio sempre lasagne alle verdure per noi con latte scremato, senza volere la facevo giusta! :-)

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi