lunedì 11 febbraio 2013

Le lasagne surgelate di falso manzo, un problema ideologico? E imparate a farvi le lasagne a casa!

In questi giorni su tutti i media non si parla d'altro che delle lasagne surgelate Findus & C, le quali riportano in etichetta carne di manzo invece contengono carne di cavallo. Secondo il Corriere è un problema ideologico. Scusate ma che vuole dire? Qui d' ideologico non c'è nulla, ma di truffaldino per me molto.

Occorre ricordare che la scoperta delle lasagne che contengono carne di cavallo è emersa per dei controlli per il pericolo di possibili tracce di un farmaco anti infiammatorio somministrato ai cavalli fenibutazione , entrato nella catena alimentare, infatti è vietato l'uso di questo farmaco ai cavalli destinati ad uso alimentare. Per questo si è reso necessario individuare dove della carne di cavallo poteva essere entrata nella catena alimentare, per questo sono state fatte analisi del DNA per verificare da quale animale proveniva la carne contenuta in alcuni prodotti alimentari.

Qualcuno dice che mangiare carne di cavallo o manzo è uguale, per me non lo è,  già non mangio quella di manzo figurati quella di cavallo, ma sopratutto vorrei che fosse scritto in etichetta, non è solo un problema di frode ma di salute pubblica. Pare che carcasse di cavallo con fenibutazione siano state già rilevate in Regno Unito e Francia.

Pare che anche il rivenditore Aldi abbia trovato nel suo canale distributivo dei spaghetti alla bolognese che potrebbero contenere dal 30 al 100% di carne di cavallo.

Tanto che si sono ritirate dal mercato ben 20 referenze di carne surgelata e prepazioni a base di cane, come moussaka, pasticcio di carne, lasagne e spaghetti alla bolognese che ha coinvolti diversi marchi oltre Findus e Aldi anche Tesco, Sainsbury, Asda, Morrisons, Auchan e Carrefour. Al momento i mercati coivolti sono Francia, Regno Unito, Svezia.
Più volte anche su questo blog abbiamo avanzato delle perplessità su alcune etichette e su alcuni ingredienti, famoso il caso della gelatina di maiale presente in alcuni yogurt.

Al momento riguarda solo i prodotti distribuiti in Nord Europa, Findus ha dichiarato che la carne di cavallo era contenuta nel prodotto a sua insaputa, non ne erano a conoscenza i distributori, però se mi posso permettere le aziende non controllano il rispetto dell'ingredientistica delle aziende terze? Non verificano il prodotto? Insomma le aziende a loro insaputa, distributori non è loro compito, le autorità sanitarie dicono di fare il loro dovere ma qualcosa che non funziona a livello generale c'è.

Il tutto sembra abbia avuto inizia in Romania, dove macellano la carne di cavallo, poi non si sa dove questa sia stata modificata in carne bovina. Quello che emerge è la difficoltà di verifica delle dichiarazioni in etichetta quando specialmente come nel caso delle lasagne alla carne di cavallo vede coinvolti più paesi : Regno Unito, Francia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Cipro, Svezia, Romania, più che delle lasagne sembrano un tour europeo della poca sicurezza alimentare.

Però anche voi consumatori inglesi di lasagne surgelate e imparate a farvi due lasagne a casa, ma anche di verdura ogni tanto mica solo di carne.

Per quanto mi riguarda il consiglio che ho sempre dato di non acquistare piatti pronti è sempre valido ora più mai.

Questa vicenda riporta al centro la sicurezza alimentare un tema purtroppo che nel cabaret della politica di questi giorni non trova spazio!

46 commenti:

  1. Hai proprio ragione, qui, truffe a parte, che sembra siano ormai entrate a pieno "diritto" in qualsiasi ambito (ormai distinguere la veritá dal resto sembra essere diventata un'impresa impossibile), si tratta proprio della mancanza di tutela dei consumatori. Totale: dato che per riuscire a scovare impostori e dare loro ció che meritano é onere totalmente a carico di noi poveri sciocchi, che ci fidiamo delle etichettature!!! A livello europeo mi pare che tanto si sia parlato e scritto, ma poco sia stato effettivamente concluso. O ci scappa il ricoverato, o peggio ancora, o nessuno provvede a far sí che le leggi vengano applicate seriamente. Si studia tanto di diritti, ma qui chiaramente si tratta solo di tanta teoria. Tanto fumo e niente arrosto (se non di carni avvelenate....).....
    Grazie per la tua utilissima informazione.

    RispondiElimina
  2. Ecco appunto!
    Proprio la settimana scorsa con delle amiche si discuteva sulla convenienza di prepararsi le cose in casa.
    E' lungo, a volte antieconomico, soprattutto se usi materie prime biologiche, ma di una cosa puoi essere sicuro...sai sempre cosa mangi!!!!

    Della cucina industriale non conosci mai l'origine delle materie prime e spesso neanche il contenuto stesso del piatto, vedi il caso delle lasagne.

    Che poi Findus dica che non era al corrente, mi fa proprio ridere.
    Come se mi chiedessero, dopo che ho fatto una torta "Cosa ci hai messo?" e io rispondessi: "Boh, non so"

    RispondiElimina
  3. il brutto è che Findus ha dichiarato di non sapere nulla....mahhhhh....

    RispondiElimina
  4. Mi era sfuggita questa notizia e benedico il cielo di non comprare mai piatti pronti, tanto meno se a base di carne! Assurdo che Findus non fosse a conoscenza dell’accaduto. Il solito tentativo di lavarsi le mani!!! Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  5. tu hai perfettamente ragione ma ritieni davvero così semplice farsi le lasagne a casa? forse per qulacuno ma per molti no (ti sembra così strano??) e un piatto pronto rappresenta una soluzione! mi sconvolge però non poter fare affidamento su un'etichetta, vorrei sentirmi libera d'essere informata! boh

    RispondiElimina
  6. Avevo letto qualcosa su questo argomento, sono veramente disgustata!!!! Non ho mai comprato lasagne surgelate perchè ho il tempo di farle in casa ma non è giusto per chi lavora e ogni tanto si vuole togliere uno sfizio!!! Grazie per il tuo post molto chiaro! A presto

    RispondiElimina
  7. Ho letto ieri da qualche parte questa notizia,é l'ennesima conferma che spesso leggere le etichette non basta!! Da parte mia sono una di quelle che fa le lasagne in casa sfoglia compresa,non solo perché so cosa c'e dentro ma sopratutto perché viene piu buona! Ci vuole tempo certo e pure tanto,ma basta organizzarsi e non e poi cosi difficile... Di verdura l'hai mai provata con zucchine,besciamella e pesto? buonissimaaaaa

    RispondiElimina
  8. non avevo letto la notizia, per fortuna ci sei tu che mi tieni aggiornata, anche io preferisco fare le lasagne in casa, anche di verdure sono ottime, a presto

    RispondiElimina
  9. E cosa vogliamo dire??qua sarà meglio tornare indietro di un pò di anni e ricominciare a prodursi le cose in casa..io amo le lasagne in tutte le salse e le faccio da me per tutta la famiglia,non serve tanto tempo e secondo me si risparmia pure!!a pare con la carne ,io le faccio anche con asparagi o con carciofi..che fameee

    RispondiElimina
  10. Ideologico???
    Con questa scusa le lasagne posso propinarle e venderle con qualunque cosa dentro...mah.
    Questo genere di piatti non lo utilizzo perchè sono sempre un po' sospettosa, ma ammetto che possa essere una grande comodità.
    Le lasagne comunque le faccio da me e le surgelo in piccole porzioni, così ho la stessa comodità del piatto pronto ma so cosa ci ho messo ;-)

    RispondiElimina
  11. ecco perchè non compro mai prodotti già cucinati ma preparo tutto da me!!!grazie sempre per questi interessantissimi post...

    RispondiElimina
  12. Non so che dire, davvero, se non che è tristissimo tutto ciò. Una truffa al consumatore, che dovrebbe pagare per quello che il prodotto realmente offre; una presa in giro da parte della stessa Findus, perchè come fa ad affermare che non lo sapeva? E il controllo qualità allora?? Veramente.. a parte che non comprerei mai lasagne già fatte.. ma c'è proprio da farsele in casa a maggior ragione... Un abbraccio caro. Un bacione!

    RispondiElimina
  13. Parole sante!!!!
    bravo gunther
    Pungente (e intelligente) come sempre...
    simo

    RispondiElimina
  14. Ma dai mica lo sapevo!Per fortuna le faccio da me e molte volte congelo le mie per averle pronte quando ne ho voglia e meno di cucinare..che gente prendere per i fondelli i consumatori speriamo che la gente apra gli occhi..ciao buon carnevale

    RispondiElimina
  15. Che sconforto! Meglio mangiare semplice e sano che levarsi la voglia di "lasagna" a così caro prezzo!
    Grazie per le tue tempestive segnalazioni, spero che sempre più persone ti leggano!

    RispondiElimina
  16. Si hai ragione ma d'altra parte si sta molto attenti agli ingredienti ed alla scadenza ma se non viene indicato è difficile valutare.
    Per quanto mi concerne l'importante è che ci sia la carne e non qualche surrogato che ha solo il sapore. Qui a Trieste la carne di cavallo è usata e ce la macelleria che vende solo questa e naturalmente sono molto rare. D'altra parte ora il cavallo lo trovi anche nella grande distribuzione. Ho sentito che anche ingredienti come pollo in realta di pollo hanno ben poco.
    Io non mi scandalizzo se ce il cavallo purchè sia presente della carne ma ovviamente deve essere dichiarato in modo che si possa scegliere.
    La visibilità è la cosa più importante.
    Ciaooo articolo interessante come al solito e grazie delle informazioni.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  17. io su fb parlavo di questo con amiche, alcune mi dicevano che, a parte la truffa di non segnalare il tipo di carne, non c'era poi pericolo, ed invece......Grazie per le tue informazioni sempre precise e w la pasta fatta da mamma !!!

    RispondiElimina
  18. Ma sì, l'ho sentita anch'io questa notizia... e hai ragione, nel dubbio meglio evitare di acquistare questi prodotti già pronti!
    E le lasagne di verdura son buonissime!

    RispondiElimina
  19. Questa vicenda ha dell'incredibile! Chissà quante altre cose di questo genere sono nascoste dentro un piatto pronto che non sappiamo e forse non sapremo mai. Il problema, hai ragione tu, non riguarda una questione ideologica, bensì il fatto che le multinazionali pensano di potersi permettere di propinarci qualsiasi cosa a nostra insaputa, oltre ai problemi ben più importanti relativi alla salute.
    Unica soluzione: non comprare cibi pronti e le cose farsele da sè, trovare il tempo per farlo, che poi la mancanza di tempo il più delle volte è una scusa.

    RispondiElimina
  20. Anche io sostengo che non bisogna comprare piatti pronti, piuttosto mangio due spaghetti con olio e parmigiano, veloci e ottimi!
    Questa è proprio una truffa e inoltre basta giustificarsi con l'affermazione "fatto a mia insaputa", è più seria una assunzione di responsabilità.

    RispondiElimina
  21. attento e preciso come sempre, gunther!

    amo cucinare e detesto i piatti pronti, che fortuna! ma sopratutto da quando ho letto il libro di massimo carlotto "mi fido di te".... leggetelo e, credetemi, abolirete dai vostri menù le preparazioni industriali

    :(((

    RispondiElimina
  22. Che bella notizia, cosa ci fanno mangiare!!!Ciao, buona serata.

    RispondiElimina
  23. Menomale che non mi sono mai fatta tentare dalla comodita' e faccio sempre le lasagne in casa,dalla pasta al sugo...grazie per questa informazione cosi' utile e dettagliata...non amo i prodotti confezionati,sono sempre stata diffidente e rigidamente contraria...ed ho fatto bene a pensarla cosi'...meglio due spaghettini con olio extra vergine di oliva e parmigiano.Buona serata

    RispondiElimina
  24. Questa è proprio fuori da ogni grazia di dio...ma come cavolo si fa a dire che non sapevano che c'era carne di cavallo...ma dai non sta in piedi!!!
    Mai comprate lasagne surgelate, e mai le comprerò, ma certo la cosa fa paura, bisogna veramente prestare attenzione

    RispondiElimina
  25. Caro Gunther, rimango sempre più basita da quello che combinano nell'industria alimentare. Io per fortuna non ho mai consumato cose pronte..al massimo ho acquistato minestrone o piselli surgelati, ma cose pronte,no. Mi faccio persino le lasagne ormai. Mi sono pure regalata un abbattittore casalingo così i surgelati e '4 salti' li posso preparare io a casa...Allucinante che Findus abbia negato di essere a conoscenza della faccenda..quindi potrebbe finirci dentro anche una nutria nel ragù che loro non se ne accorgono?..'Beh, è saltata da sola lì dentro, mica gliel'abbiamo detto noi!'..io la carne di cavallo non la mangio, primo perché ci vado a cavallo e mi sembrerebbe di mangiare il mio cane..secondo perché è una delle carni più a rischio, con tutti gli animali dopati che arrivano dagli ippodromi e che fanno finire al macello...non mangio nemmeno più volentieri il manzo..figuriamoci..
    Beh, grazie come sempre per le tue informazioni Gunther, super illuminante venirti a trovare! Ciao, Roberta

    RispondiElimina
  26. Bravo Gunther!!!! chissà che finalmente molti lettori/ci leggendo queste notizie capiscano quanto sia importante la qualità di quello che mangiamo, quanto sia migliore la cucina preparata personalmente, quanto ripaghi perdere un pò di tempo davanti a una pentola invece di acquistare i cibi pronti che poi costano una fortuna. Personalmente di surgelao acquisto solo qualche verdura come i piselli o le crocchette di patate, che spero siano fatte di patate, un giorno mi illuminerai anche su queste? Che poi, ma che gusto hanno questi preparati già pronti? già al ristorante io sono molto diffidente.....

    RispondiElimina
  27. Una scoperta per caso!!! Pensa a tutte quelle cose di cui non si sa niente. Io non riesco più a comprare le paste ripiene tipo tortellini, ravioli. Figurati queste paste pronte!!!! Ho troppa paura dei materiali impiegati. Fortuna che ci sono persone come te che ci tengono informati. Grazie.

    RispondiElimina
  28. I piatti pronti saranno sicuramente comodi, ma è praticamente l'unico vantaggio. In genere sono piuttosto costosi, contengono (appunto) ingredienti non sempre ben riconoscibili e spesso ben lontani dalla qualità (penso alla pizza, ad esempio).

    RispondiElimina
  29. Ecco, continuiamo ad abbassare i costi di produzione e esportiamo la lavorazione delle materie prima in nazioni dove i controlli sono un optional! E che il consumatore si svegli un po': è correttissimo segnalare gli ingredienti corretti ma scommetto che una grande percentuale di consumatori acquisterebbe le lasagne anche se contenessero carne umana. Qui non si tratta solo di educare le persone ma anche della pigrizia delle stesse che si lamentano per i prezzi e poi consumano questi prodotti pagandoli tanto a fronte di una qualità scarsissima.
    SVEGLIA!!!
    Grazie Gunther per il tuo impegno a condividere tutte le informazioni.

    RispondiElimina
  30. Anche questi "a loro insaputa"... mah!...
    E comunque concordo: fatele le lasagne alle verdure, che sono buonissime! :)

    RispondiElimina
  31. Ciao Gunther, sono sempre interessanti i tuoi post, anche per me che difficilmente compro roba pronta, tante volte non conosco nemmeno le marche (o i prodotti!) che citi. Vedere come stanno le cose è sempre un bene, per tutti. Incredibile che l'azienda abbia dichiarato "non sapevamo", di questi tempi la vergogna non è di moda!

    RispondiElimina
  32. Isabella Corsini12 febbraio 2013 13:09

    ma avete mai letto gli ingredienti delle lasagne?
    Fanno passare la voglia di comprarle subito

    RispondiElimina
  33. Condivido la tua opinione, scrivere una cosa e metterne un'altra soprattutto su un prodotto venduto al pubblico è una vera truffa.. Bè, io le lasagne le faccio sempre in casa, mi è capiatato una volta sola di mangiarle fuori, in un piccolo ristorante ma evidentemente erano surgelate e non le ho digerite.. sarà perchè sono intollerante alla carne di cavallo?.. Grazie per i tuoi sempre interessanti post un saluto e buona serata

    RispondiElimina
  34. Anche questa...ma non ho parole, meno male che non compro niente di pronto, preferisco farmele da sola le lasagne .Grazie a te ,ora scopro anche altre carni diffuse a ns. insaputa, ma che mondo è mai questo? Grazie Ghunter per i post sempre interessanti, e per condividerli con noi.
    Ciao buona serata.

    RispondiElimina
  35. è fantastico il numero di cose che ho imparato da quando ti vengo a trovare^_^
    Già attenta a quello che entra in casa mia e grande sostenitrice del "fatto in casa ad ogni costo"
    (in teoria, solo in teoria, saprei farmi anche la Coca-cola)ho aumentato la mia consapevolezza alimentare e non solo a beneplacito della salute mia e dei miei cari
    Codesta notizia mi lascia amareggiata e stupita, se ho capito bene però, in Italia questi prodotti non sono in vendita.
    Non è la prima volta che scandali alimentari rimangano fuori dai nostri confini e questo è un punto a nostro favore. Avremo anche noi le nostre adulterazioni, non lo nego, però mi smebra che siamo un pochino più attenti alla salute rispetto ad altri paesi

    RispondiElimina
  36. esattamente così:
    Però anche voi consumatori inglesi di lasagne surgelate e imparate a farvi due lasagne a casa, ma anche di verdura ogni tanto mica solo di carne.
    :)

    RispondiElimina
  37. Gunther I love lasagne one of my favorites and this look delicious!!

    RispondiElimina
  38. si davvero penoso oltre che truffaldino, non ho parole ormai purtroppo da un pezzo....
    Fortunatamente qua in romagna non si scherza con la pasta, la si fa in casa nella maggior parte dei casi ;)
    Io poi ho la "fobia" delle cose miscelate industriali in cui non si distinguono gli ingredienti :P
    Mi sta venendo una mezza idea di aprire un negozio solo di lasagne in uk fatte con ingredienti sani, potrebbe essere un business ;)

    RispondiElimina
  39. Azz... ogni volta che ti leggo rimango sempre perplessa...io già mi faccio tutto a casa, poi il mio lavoro mi fa vedere delle realtà che sarebbe bene non sapere, poi tu con le tue preziosissime notizie......cerchiamo di proteggerci ma le sòle stanno dappertutto!

    RispondiElimina
  40. Le cose fatte in casa sono senza dubbio le migliori... Se non altro sai cosa ci metti (se compri prodotti buoni ovvio) :)

    RispondiElimina
  41. D'accordo su tutta la linea! Ho combattuto con la questione "qualità e controllo" della mensa scolastica della scuola materna dei miei figli... visto che non c'è verso di farsi sentire ho risolto il problema alla radice: tempo ridotto e pranzo a casa! basta, non se ne può più!

    RispondiElimina
  42. Sempre più convinta che l'unica cosa è farsele in casa! ;)
    grazie Gunther!

    RispondiElimina
  43. Io adoro le lasagne e benchè io non vanti natali emiliani (nemmeno italiani se è per questo :D ) mi dicono che le lasagne fatte da me sembrano quelle delle nonnine emiliane. Ne vado orgogliosa...anche se poi l'orgoglio si perde quando in una confezione di carne macinata mi ritroverei in difficoltà ad individuare con esattezza il tipo di carne. Non ci si può più fidar di nulla..temo nemmeno del macellaio sotto casa.
    Non sapevo la cosa fosse partita dalla Romania (la terra che mi ha dato i natali) cosi sono andata a documentarmi meglio su quello che dicono i giornali rumeni. Come ricordavo bene dalla mia infanzia, la Romania non è gran consumatrice di carne di cavallo, anzi...ma a quanto pare ne è diventata produttrice...anche se a giudicare dalle foto che ho visto, quelle povere bestie stanno tutt'altro che bene.
    Magari in Svezia, Inghilterra e altri posticini non sapranno far le lasagne in casa, ma noi in Italia non abbiamo scusanti e certe volte vedo i carrelli zeppi di piatti pronti. Viva la lasagna casalinga!!!

    RispondiElimina
  44. Guarda...non mi scandalizza la carne di cavallo in sè (ogni tanto nella macelleria equina ci vado) ma il fatto:
    - primo, che abbiano messo carne di cavallo spacciandola per bovina
    - secondo, ma non meno importante, chissà quali cavalli sono finiti nei ragù di quelle lasagne...considerando che i cavalli in genere sono famosi per le corse...
    Guarda, come dici tu, la cosa migliore è farsele in casa...Ottavio le adora, e io ogni tanto gliele faccio...come quelle di Garfield!!! Faccio un ragù, una besciamella con l'olio, la pasta...beh, quella confesso, spesso la prendo pronta, e poi assemblo! Restano ottime!!!
    bacioni Gunther!!

    RispondiElimina
  45. In effetti sono d'accordo con la maggior parte di noi:perchè non ce le facciamo a casa stè lasagne?? Per il discorso dei controlli sono inorridita e per il discorso che la Findus non ne era al corrente mi viene proprio da ridere per non piangere!! E' lo stesso ragionamento di quel tipo che gli hanno pagato la casa a sua insaputa ... ma dico io? io non sono con che tipo di carne faccio le mie lasagne? Ma mi facciano il piacere!!

    RispondiElimina
  46. sarà che cpme tutte le foodblogger sono fissata con il fatto in casa, sarà che la mia educazione alimentare ha sempre voluto il fatto a mano, sarà che mia nonna non ha mai comprato neanche i ceci e i fagioli in scatola: sarà per questo che io non compro niente di pronto, mai.... non mi fido. Se compro ravioli cerco la filiera corta, non uso surgelati pronti semplicemente perchè mi piace sapere quello che mangio e quello che ci metto.... sono d'accordo con te, su tutta la linea. di questo passo non abbiamo un gran futuro....
    saluti
    Sandra

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi