venerdì 18 gennaio 2013

Pubblicità suonate: Dado Star, Danaos, Danacol, Activia


Torniamo alla nostra rubrica delle pubblicità suonate, cioè sono quelle pubblicità che il loro suono e a volte le loro immagini arrivano al mio orecchio o al mio occhio deformate, magari ho io qualche cosa che non va  nell'orecchio o nell'occhio, urge visita specialistica.


Dado Star, bollire o arricchire?
Ritorna a grande richiesta la pubblicità del dado star e delle verdure cotte nel dado, di quello spot che tanto ci aveva fatto parlare nel 2011, Agatha Chirstie diceva sempre che l'assassino ritorna sempre sul luogo del delitto, nella speranza che i consumatori abbiano dimenticato il can can dell'altra volta.

Come avevamo già detto quello spot era uscito nell'inverno tra il 2010/2011, bollire e arricchire sono due termini poco felici, bollire le verdure è un modo riduttico di portarle in tavola e neanche il più consigliabile, arricchire è già un termine troppo sfruttato, arricchire le verdure con che cosa? Dado? Le verdure hanno un loro sapore, le mamme sanno come valorizzarle al meglio e renderle più gradevoli ai bambini (senza dado).

Personalmente mi fa pena quella povera creatura, dico non è un giorno, sono due anni quasi tre che si mangia tutti i giorni solo verdure bollite con il dado, sconsolata dice "ancora verdure", mai non dico una patata fritta ma neanche una verdura 4 salti in padella, una verdura brasata, una verdura al vapore, una verdura al forno, mai per merenda un formaggino, non dico un maritozzo con la panna ma neanche una linguina di gatto.

Noi abbiamo provato a dargli dei consigli alla mamma su come cucinare le verdure, ma lei niente. Bimba bella la porta di casa mia è aperta siamo in otto c'è posto anche per nove!

I miei complimenti all' azienda che ha fatto lo spot e lo ha riproposto come per dire ma quanto siamo bravi, i consumatori troveranno il modo di essere d'accordo con voi e di dimostravi quanto sono buone le verdure bollite con il dado!




Danaos, Danacol, Activia
Gli mettiamo tutti insieme perchè sono la nuova comunicazione di Danone, visto i risultati delle vendite nei precedenti trimestri non positive di cui abbiamo già parlato (-10%) e di qualche casuale provvedimento di pubblicità ingannevole, forse hanno capito che non devono più urlare, più urlano e più i consumatori scappano (come noi avevamo detto qualche anno fa, potevano ascoltarci prima), ora invece il tono si è fatto pacato, si parla piano e scandendo le parole, ma i prodotti sempre quelli sono amici miei! Si potrebbe altrimenti dire che il cambiamento di comunicazione non ha dato luogo a un cambiamento dei prodotti e quindi a che serve la nuova comunicazione? Sicuramente non a convincere chi ha abbandonato i prodotti e fatto altre scelte, per l'eventuale delusione.

Mi ha molti indispettito la comunicazione di Danaos a parlare è qualcuno con il tono di esperto ma senza dichiarlo, il tutto avviene in una sala congressi ma senza dire che è congresso ma lo si fa pensare, lo spot è stato creato per indurre a pensare un qualcosa senza dirlo. In altri termine è quello che si dice comunicazione non verbale dove si tende a fare pensare una cosa attraverso la sequenza d'immagini senza affermarla, se non lo dice non si può sanzionare, una tecnica alla garibaldina se così si può dire. 

Se posso permettermi  tutto sto lavoro neanche fosse la fonte miracolosa, certo ci si chiede come mai l'industria alimentare più grande del mondo adoperi questa tecnica e questa strategia, possibile che non ne abbia altre più convincenti e risolute? 

Un limite intelletuale e creativo, possibile che sia anche il limite del'azienda e dei prodotti, che non possono comunicare quello che non sono, oppure sono talmente occupati a creare e comunicare quel valore aggiunto che vedono solo loro, hanno perso il filo del discorso, si sono dimenticati del prodotto cioè yogurt e latti fermentati, così  sembra la pubblicità per ricordarti le date della scadenza della tasse più che la pubblicità di uno yogurt!  

Sintesi: un nuovo momento sembra essere arrivato nel settore della comunicazione alimentare cioè riproporre vecchie e nuovi spot, non graditi dai consumatori, impunità sembra garantita, dal mio punto di vista i prodotti non possono comunicare quello che non sono, ma per favore nella comunicazione un po' più di brio, di fantasia, di creatività, si acquista anche per simpatia non per dovere. Per dovere pago le tasse ma non acquisto uno yogurt e nemmeno mi faccio delle verdure bollite con il dado.


Post correlati:
Bollire o arricchire? Brodo Star naturalmente
Come si cucinano le verdure, 11 modi diversi
Danaos pubblicità ingannevole?
Danaos o densia?
Si può diminuire il colesterolo senza danacol?


25 commenti:

  1. Ormai quando c'è' la pubblicità' cambio specialmente se mi trovo con mio figlio, i bambini vengono bombardati: merendine, giochi...

    RispondiElimina
  2. Ahah.. come sempre, sante parole le tue! Mai mi verrà in mente di usare uno di quei dadi orrendi nelle verdure.. se permetti preferisco un poco di sale e spezie, magari dell'olio a crudo. E la signora si mette pure a dire che il brodo Star è meglio del suo, fatto in casa! Assurdo.. ah, caro mio.. sti bombardamenti cominciano a lasciare vittime purtroppo.. Un abbraccio forte e un bacione!

    RispondiElimina
  3. Infatti io il danacol non lo compro, però gli omoni colesterolici di giallo vestiti li trovo buffi!
    Meglio della Sandrelli che saltella le scale per raccattare la palla del nipotino o della Marcuzzi con la pancia che ride :(

    Le verdure bollite nel dado erano così buone che occorreva riproporle? ahahahahah!

    RispondiElimina
  4. Pubblicità.....un mondo strano, a parte addirittura! pubblicità ingannevole??? cerca di far intendere quello che non può essere dichiarato???
    tu dici che sono tutti flop? però insistono....difficile che un'azienda continui ad investire in pubblicità che non funziona:-)
    PS se ci pensi il dado è fatto di verdure oltreché di sale e vorrei davvero sapere chi se l'è inventata questa megaricetta delle verdure bollite!

    RispondiElimina
  5. ma la Danone ancora insiste con quella pubblicità ? mah...

    RispondiElimina
  6. Il panorama pubblicitario mi ricorda un po' quello politico.....messaggi ingannevoli, urlati a "consumatori" che non gradiscono più.....e che vorrebbero solo cambiare canale! Che amarezza.....

    RispondiElimina
  7. In effetti una volta si era attratti dalle pubblicità perchè sembravano dei film tanto erano belle e divertenti, ora ti propongono sempre le stesse cose, propinandoti messaggi non veritieri. Si èvero effettivamente fa ridere quella che ice che il dado è più buono del suo brodo. Ciao.


    pastaenonsolo,blogspot.it

    RispondiElimina
  8. mi si è ghiacciato il sangue quando ho visto la pubblicità del dado un'altra volta. Ma gli assistenti sociali a quella bambina chi li deve mandare??? Un pediatra che dice vergogna??? Comunque le verdure lesse nel dado a me fanno schifo, sarà che da quando ho avuto mio figlio e l'ho svezzato ho usato la vaporiera a go go e mi piaciono solo al vapore!!! e poi che palle con quella Sandrelli che pare la mi nonna con quello yogurt ammazza ma che sono così messi male in quelle aziende??

    RispondiElimina
  9. Io quegli yogurtini tipo danaos non li compro, ne ho preso uno una volta in pausa caffè al lavoro e ho dovuto correre in bagno perchè non posso dire cosa mi ha fatto venire. Bah.

    RispondiElimina
  10. Io ormai sono fermamente convinta che ci vogliono manipolare in tutti i settori, politica, informazione, pubblicità..è necessario informarsi, ascoltare più telegiornali e in modo molto critico, cambiare canale quando fanno pubblicità (soprattutto se ci sono dei bambini nei paraggi), ed entrare al supermercato come se andassimo nella giungla..LEGGIAMO LE ETICHETTE, anzi IMPARIAMO A LEGGERE LE ETICHETTE. Ed usiamo il nostro potere di consumatori, non comperando le schifezze. Grazie, perché fai sempre dei post interessanti, utili e ottimi spunti di dibattito e riflessione.
    Buona serata! Roberta

    RispondiElimina
  11. ormai guardo pochissimo la televisione, quegli spot non li ho mai visti, credo di non aver perso nulla, vero? Buon weekend...

    RispondiElimina
  12. Mi sono soffermata proprio ieri sulla pubblicità del brodo, "bollire o arricchire" è uno slogan che mi provoca un gran fastidio, perchè dà una falsa alternativa inducendo a pensare che qualcosa di ricco non possa che essere preparato con il loro brodo.
    Comunque ho notato anch'io che ultimamente ci vengono riproposte vecchie pubblicità, non ho ancora capito se per un'operazione di marketing o semplicemnte a causa della crisi che ha colpito anche quel settore.

    RispondiElimina
  13. Invece a me le pubblicità hanno proprio fatto un bell'effetto...pensa che ieri mi sono preparato un ottimo yogurt insaporendolo con il dado! :P ahhahahahhaah
    Perdona la battuta cretina...ma c'è una tale desolazione in giro che è meglio provare a riderci su... :)
    PS
    Grazie sempre per mantenere alto il livello di guardia.

    RispondiElimina
  14. IO per nn sentire più idiozie in ambito politico, pubblicitario e co...tengo spenta la TV, e pago in canone!!!
    Grazie Gunther, sei sempre davvero acuto!un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Concordo, io per fortuna guardo poco la tv, e la pubblicità è davvero fastidiosa, capisco che sia l'anima del commercio ,.... ma a tutto c'è un limite, soprattutto quando vengono dichiaratamente dette delle "cavolate" (me lo concedi??)

    RispondiElimina
  16. Ahah mi immagino la scena di te che accogli la bimba che mangia dado e verdure bollite.^_^ Complimenti caro riesci a far riflettere sempre.Buon w.e.

    RispondiElimina
  17. Infelice la pubblicità del dado!! Povera bambina, costretta a mangiare verdure bollite ed "arricchite" :( , povera mamma incapace di stufare due broccoli con un filo d'olio buono ed un pizzico di sale!! Meno male che non ha fatto venire i brividi solo a me!!!! :)
    Ciao Gunther, felice fine settimana!!!!

    RispondiElimina
  18. Ah Gunther parole sante! Che amarezza...
    simo

    RispondiElimina
  19. Moltointeressante il tuo post, anche se devo dire la verita' ormai do veramente poca importanza alla pubblicita' che ci bombarda in continuazione con mille schifezze passandocele per oro colato!!!Cerco di comprare il piu' possibile cose naturali tornando indietro negli anni alle cose sane che ci facevano le nostre nonne tipo per merenda una buona fetta di pane con olio e sale!!!Buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
  20. in 8?che bella famiglia dovete essere,forse quel bimbo sarà più fortunato se si trasferisce da voi...mi stra piacciono sempre i tuoi post,continua sempre cosi,sei grande:)

    RispondiElimina
  21. siete proprio una bella famiglia accogliente :) purtroppo ancora una volta...bombardati di notizie "cattive"

    RispondiElimina
  22. Se devo essere sincera le pubblicità mi scivolano via, devo avere un pulsante che mi spegne l'area del cervello apposita non appena arrivano le prime note del jingle di uno spot pubblicitario. Non me li ricordo! A meno che siano superbelli o superscemi, allora penso a come siamo finiti in basso!!

    RispondiElimina
  23. Sei troppo forte, col tuo sarcasmo ben dosato è un piacere leggere ed apprezzare i tuoi articoli. Non ho mai pensato di arricchire le verdure neanche con il dado che faccio io in casa figuriamoci con quello Star...buon w-e!!

    RispondiElimina
  24. In effetti si potrebbe fare di meglio, ma alla fine va bene cosi'. Non essendo belle pubblicità chissa' che non ne vendano di meno di cose inutili ;)

    RispondiElimina
  25. E infatti mi stavo chiedendo come mai la Danone avesse ripresentato lo spot per le ossa e per il colesterolo; dopo aver letto un tuo precedente articolo, pensavo fossero stati spazzati dalla TV. Rassegnamoci a subire i loro messaggi ma senza comprare nulla....
    Grazie per tenerci aggiornati.

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi