venerdì 1 aprile 2011

Pepsi Cola verso la Green Economy, la nuova bottiglia verde! (Confronto 1 bicchiere di bibite)


Abbiamo visto il mese scorso la novità della green bottle di Coca Cola, ora non poteva mancarci quella di Pepsi, la guerra delle bibite alle Cola prosegue, più che di concorrenza io parlerei di duopolio in realtà con la scusa della guerra concentrano attenzione sui loro soli due marchi, facendo dimenticare tutte le altre bibite.

Qualche giorno fà è stato reso noto  che Pepsi è stata scavalcata da numero due della bibite più vendita  dalla Diet Coke (Coca-Cola  19%, Diet Coke  9,9%, Pepsi  Cola 9,5%) tanto che Pepsi corre ai ripari e ha deciso che spenderà il 30% in più del suo budget in comunicazione e marketing, parliamo di qualche migliaia di milioni di dollari (un non nulla!).

Molto probabilemente Pespi paga un anno di comunicazione sottotono, ha rinunciato a seguire i grandi eventi in TV, preferendo poche presenze come X factor, e ha seguito molti progetti no profit e di opere pubbliche di bene (l'america è in crisi economica), questa strategia di basso profilo non ha giovato molto al marchio principale Pepsi ma ha invece giovato agli altre bibite del marchio, una strategia che dovrebbe dare maggiori risultati a lungo termine piuttosto che a breve.


Ora Pepsi decide d' abbracciare la Green Economy così lancia la nuova bottiglia, che non è fatta di plastica che utilizza prodotti chimici la nuova bottiglia è interamente realizzato con materiali "naturali".

Appare esattamente come una bottiglia di plastica normale tranne che viene fatta dagli scarti di erba, foglie di mais e dei tronchi di pino, o meglio residui e scarti della lavorazione del mais e del legno, nonché vari altri materiali che normalmente sarebbero buttati via invece vengono ricilati per la produzione di bottiglie.

In futuro l'azienda sostiene che potrebbero utilizzare anche avanzi di cibo da imprese alimentari come la scorze d'arancia e gli scarti delle patate. Queste bottiglie saranno utilizzate per la vendita a partire al 2012 e in caso di successo tutte le bottiglie in plastica della Pepsi saranno riconvertite con questo nuovo materiale.

Cattive e buone notizie. Questo materiale è che non è proprio nuovo,  anche se il materiale originario è fatto da scarti vegetali, ma è in realtà è plastica PET, un materiale di imballaggio comune. Questo può essere rassicurante per i consumatori, in quanto la Pepsi non avrà un sapore mais, ma la confezione sarà funzionalmente identico a quello a cui sono abituati. Ma l'imballaggio della nuova bottiglie non è biodegradabile e compostabile, sarà solo riciclabile. Ricordiamo che il Pet normalmente è fatto da combustibili fossili.

La strategia comune delle due multinazionali è che parlano tanto ma saranno in produzione non subito, e solo per un test nel 2012, quindi le loro bottiglie oggi non sono riciclabili nemmeno biodegrabili, la speranza mia personale è questo parlare porti qualche azienda ad adottare bottiglie al 100% fatte da materiale vegetale , il fatto che due giganti come Coca Cola e Pepsi si occupano di questi argomenti possono stimolare tutti gli altri produttori verso prodotti e imballaggi petrolio-free, ma è una speranza per il momento non molto seguita.

Opportuno ricordare che tutte le bibite di cola, sono delle bibite molto zuccherate 1 bicchiere da 250 ml di Cola cola da 27 gr di zucchero che corrisponde a 5 zollette di zucchero, mentre Pepsi 26 g poco meno, per la stessa quantità, andrebbero quindi bevute in quantità limitata e occasionalemente. Una lattina di Coca Cola o Pepsi cola contiene 35g di zuccheri pari al 39% delle RDA di un adulto di zucchero al giorno.

In futuro vi parlerò invece di alcuni ingredienti delle due bibite poco noti ma molto rilevanti per la salute cioè l'aroma caffeina, estratti vegetali degli additivi presenti nelle cole. Un invito alla Green Economy non solo nell'imballaggio ma anche al contenuto, ricordiamo rendentemente le polemiche sul colorante al caramello che può generare il cancro se assunto non in quantità limitate. L'imballaggio forse diventerà anche verde non vuole dire che sia buono il contenuto per la salute. Ricordate anche se le statistiche delle vendite non la menzionano mai, la migliore bevanda è l'acqua!

Questo spot girato in Usa molto simpatico, dimostra uno dei manggiori limiti della comunicazione della Pepsi, sempre incentrata a dimostrare la differenza con Coca Cola nella scelta favorendo in realtà la concorrente, i spot Pepsi sono la migliore comunicazione per Coca Cola, dovrebbe invece incentrare la sua comunicazione su valori differenti, altrimenti rischia di rimanere a livelli di comunicazione solo una copia!




Confronto Bibite
Sulla base di 1 bicchiere di bibita (250 ml), quante calorie? Quanti zuccheri (Glucidi)? Quello che si evince da questa tabella che anche facendo scelte che potrebbero sembrare più sane com i smoothie o frullati, il loro contenuto di zucchero è molto alto paragonabile alle cola, che sarà anche fruttosio come le aziende sostengono ma sempre zucchero è! La spremuta già pronta al pompelmo rosa è a machio Coop come prodotto già pronto è la quantità consigliata è di 150 ml e non 250 ml come indicato in tabella ma era per fare un confronto, la razione di 150 ml corrisponde a 50 Kcal e 11 g di zuccheri.




Fonte : PepsiCo

10 commenti:

  1. E io che immaginavo già una pepsi con retrogusto di polenta e pino mugo!
    Alla fine è la solita plasticaccia.

    Le migliori bibite per me?
    Acqua minerale frizzante con fettina di limone oppure tè freddo fatto in casa ;)

    RispondiElimina
  2. Concordo perfettamente che l'acqua è, in assoluto, la migliore e insostituibile bevanda!!! Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. la caffeina di certo c'è,io sono intollerante e se bevo queste bibite lo sento subito!

    per le bottiglie,sempre le stesse parole...soldi soldi soldi...i trenta denari sono ancora serviti su un piatto d'argento...che tristezza...
    perchè continuare ad ingannarci?
    ma quanto ci credono scemi....

    RispondiElimina
  4. Bel post ricco di belle informazioni
    ! Condivido pienamente anche per me la migliore bibita è l' acqua e se devo proprio peccare ....I love birra!

    RispondiElimina
  5. Liscia o gassata, per me acqua sempre! O al massimo tè, tisane e spremute di frutta fresca. Buon fine settimana

    RispondiElimina
  6. E' buono che si muovano, come scrivi bene te. I giganti fanno da stimolo. Io sinceramente avrei iniziato a vederci chiaro sul colorante che utilizzano (potenzialmente cancerogeno secondo alcuni recenti studi) prima di passare alla biodegradabilità totale dell'imballaggio. Ma certamente ha un appeal maggiore la biodegradabilità dell'esterno.
    Un grande ritorno del green-marketing!!! :)
    Un saluto.

    RispondiElimina
  7. Fosse per me sarebbero fallite da un pezzo, infatti bevo solo acqua, ma il problema e` che piu` di un miliardo di persone al mondo non hanno acqua potabile, compresa me stessa che devo ricorrere al purificatore. Ma credi che sia perfetto? Carboni e raggi ultravioletti non mi danno certo l'acqua minerale, e dire che in Italia non ho mai bevuto l'acqua del rubinetto.
    Carina la pubblicita` ma hai ragione, mi meraviglia che la pepsi non si renda conto di far la pubblicita` alla coca cola. Ciao! Buona serata.

    RispondiElimina
  8. No aspetta: non sono riciclabili quelle di adesso???

    wenny

    RispondiElimina
  9. in teoria si, la novità sembra che sia nella materia prima, almeno smebra eh :-)

    RispondiElimina
  10. tutti stanno guardando solo il packaging dimenticando che il contenuto conta di più! io bevo acqua e se proprio devo bere una bibita gasata bevo Cupido Drink è in bottiglia di alluminio... ma almeno il contenuto è 100% naturale.
    pippo

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi