venerdì 2 ottobre 2009

Carrotmob: una piccola iniziativa a favorire dell'ambiente

Fonte foto Greenoptions.com
In questo periodo le iniziative a favore dell'economia verde si moltiplicano tra festival e fiere, mi destano qualche perplessità, sopratutto quando queste sono portate avanti da personaggi pubblici che fino a ieri erano tra i maggiori oppositori a un economia verde.

L'iniziativa carrot mob parte proprio dalla delusione da un attivista americano, il californiano Brent Schulkin, che ha pensato di trasformare i consumatori in sostenitori diretti delle imprese che si impegnano a ridurre le emissioni in co2. L'approccio è semplice, l'organizzazione si impegna attraverso le reti sociali, volantini, mailing a promuovere e fare conoscere l'evento ai potenziali clienti per gli acquisti. Il giorno fissato questi si recheranno a fare spese nel punto vendita con obbligo di aderire a iniziative a favore dell'ambiente. Ben sapendo che un solo consumatore può fare poco mentre invece molti consumatori possono fare di più.

La maggior parte delle aziende specie quelle commerciali come negozi, centro commerciali sono molto restie ad adottare misure di risparmio energetico, vedono l'adattamento a favore dell'ambiente solo come un onere in più.

Carrotmob invece vuole loro fornire un opportunità di comunicazione ma ad alcune condizioni . Il proprietario del negozio o la società del centro commerciale deve garantire che il 30% dell'incasso verrà usato per dotarsi di impianti a risparmio energetico o a fonti alternative di energia; il tutto controllato da un ente certificatore in Usa Co2 online che vigila sulla legalità e sul rispetto dell'operato e del buon fine dell'iniziativa. Sembra che a Berlino un centro commerciale che ha partecipato a Carrotmob ha attuato iniziative che hanno permesso di risparmiare 1 400 kWh in un anno e la riduzione di 1,1 tonnellata di Co2.

In questo modo si vuole tentare di portare nelle aziende la responsabilità ambientale, certo mi farebbe piacere molto di più che le aziende scegliessero la responsabilità ambientale come filosofia aziendale, ma forse piccole iniziative pratiche sono meglio di tante parole.
Sono daccordo nel premiare le imprese che si rendono disponibili a fare delle modifiche per aiutare l'ambiente, non so se questa iniziativa sia il modo più corretto, tuttavia Carrotmob, stà avendo molto successo in Usa, Germania, Regno Unito, i consumatori hanno partecipato con entusiasmoo all'iniziativa, è un po' americanata sembra un carnevale, è interessante si potrebbe gestirla meglio secondo me, il video mi ha lasciato un po' basito.

Fonte e foto: Carrotmob, 9carrot,Il sole 24 ore

6 commenti:

  1. L'entusiasmo è ovvio quando c'è una novità, ma prima di giudicare l'innovazione davvero migliorativa è necessaria la sperimentazione e, naturalmente, la valutazione di tutte le conseguenze.
    E d'altronde gli esercizi commerciali sono davvero una goccia nell'oceano dell'inquinamento.
    Il grosso dell'inquinamento è prodotto dall'industria e dai trasporti. Non dimentichiamo che un aereo, solo nella fase di decollo, consuma lo stesso ossigeno di un essere umano in 80 anni di vita.
    Saluti e grazie per l'ospitalità.

    RispondiElimina
  2. iniziativa mi sembra buona almeno per una volta i nostri soldi servono a qualcosa

    RispondiElimina
  3. Mah...io nel dubbio rimango sempre...in dubbio!

    RispondiElimina
  4. Certo dovrebbe essere un adesione spontanea delle aziende, ma se serve un aiutino e la nostra terra ci guadagna un pò in salute ben venga anche una Cranevalata ( tanto una più una meno...!!):-))

    RispondiElimina
  5. Spero vivamente che la cosa funzioni e che non sia solo un nuovo modo per fregarci.
    Buona domenica

    RispondiElimina
  6. Tipico approccio 'americano' ad una problematica che forse meriterebbe iniziative più robuste e di larga portata. Se da un lato infatti il carrotmob alimenta l'attenzione locale su una questione mondiale d'altra parte 'spero' non nasconda 'scorciatoie' per fare economia anche in tempi di vacche magre come questa. A buon-intenditor poche parole ;-)
    Un grazie a Gunther per i suoi post sempre interessanti e pungenti

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi