martedì 17 marzo 2015

Qual'è la differenza tra erbe aromatiche e spezie? Qual'è il loro apporto calorico?

Luisa C, Pesaro : Qual'è la differenza tra erbe aromatiche e spezie? Qual'è il loro apporto calorico?

In generale possiamo dire che le erbe aromatiche sono utilizzate per modificare il profumo di un cibo o di una pietanza, lo dice anche la parola stessa, aromatiche cioè che danno aroma.
Sono più adoperate fresche, le si aggiunge nei piatti a freddo o a fine cottura per cercare di conservarne al meglio l'aroma, ma c'è anche chi le aggiunge all'olio prima di saltare le pietanze, solo che non tutte le erbe aromatiche sono adatte alla cottura.
Le erbe aromatiche più adoperate in cucina sono il basilico, la salvia, il coriandolo, prezzemolo, menta, timo, aneto.


La principale caratteristica delle spezie è quello di conferire gusto, di rafforzare il sapore di un piatto o di renderlo più gradevole.

Se nelle erbe aromatiche utilizziamo le foglie magari fresche direttamente dal nostro orto, balcone o davanzale, le spezie invece sono ottenute da diverse parti delle piante come le bacche, semi, radici, che necessitano di trattamenti e lavorazioni, per estrarre il loro particolare gusto esempio la cannella la si ottiene essiccando gli arbusti, i chiodi di garofano sono i boccioli floreali che vengono essiccati, il pepe nero invece viene prodotto dal frutto acerbo della pianta di pepe sbollentati ed essiccati.

La maggior parte delle spezie arriva dai paesi extra europei tranne alcune come lo zafferano che viene prodotto anche in Italia e la paprika che arriva dai paesi dell'Europa dell'est.


Il problema è che spesso sia le erbe aromatiche che le spezie danno sia profumo che sapore in queste senso può generare confusione.

C'è la diatriba di sempre tra chef, c'è il partito di quelli secondo cui le erbe aromatiche e le spezie servono per esaltare i sapori di un piatto e il partito di quelli che invece sostengono che erbe aromatiche e spezie debbano coprire i profumi e gli aromi degli ingredienti, credo che sia importante anche la quantità. 

Qual'è il il loro apporto calorico?
Il loro apporto calorico è poverissimo e del tutto trascurabile se ne utilizza poco in genere, tuttavia è consigliabile nelle diete ipocaloriche per diminuire i grassi e non privarsi di gusto, l'utilizzo di erbe aromatiche e spezie per rendere il cibo più gradevole, la stessa cosa avviene per il sale, lo scopo è quello di rendere i cibi altrettanto ricco di gusto omettendo parte del sale.
Da non dimenticare tutte quella letteratura sulle proprietà medicinali di erbe e spezie che vista la leggera quantità che se ne usa in cucina, almeno in Europa, consiglio più di valutare positivamente l'apporto al gusto e all'olfatto.

4 commenti:

  1. le uso spesso , mi piace cambiare spezie ed erbe aromatiche e cercare quelle più adatte ad ogni piatto !

    RispondiElimina
  2. Ciao carissimo... che nostalgia dei tuoi post :D E' vero, è giusto operare una distinzione tra i due aromi: certo è che io amo sia le erbe che le spezie. Non ne posso fare a meno, delle volte basta usare un po' di salvia o un pizzico di zenzero per dare sapore senza usare condimenti in più. Unica controindicazione è la dose, ma si sa.. il troppo è troppo in tutto :) Un abbraccio e una serena notte!

    RispondiElimina
  3. Io uso tantissimo le spezie e le aromatiche in cucina, di queste ultime ne coltiviamo anche parecchie. Le uso per coprire, esaltare, completare i sapori di un piatto. Non capisco quindi la diatriba che ne fanno gli chef. Inoltre conosco, da tecnico, il valore officinale delle erbe e spesso ne faccio uso in questo senso e per questo le consiglio vivamente in cucina.

    RispondiElimina
  4. Gli aromi e le spezie non mancano in cucina, ma con la misura giusta per dare un abbinamento perfetto ai piatti. Non devono mancare perché sono anche salutare oltre a dare gusto !

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi