venerdì 27 marzo 2015

Muufri, il primo latte vegetale sostenibile animal free da OGM !

Parliamo oggi di latti vegetali perchè c'è una novità che pone diversi quesiti. I latti vegetali negli ultimi anni sono divenuti dei prodotti sempre più richiesti, che hanno rivoluzionato il mercato del latte, perfino l'azienda Granarolo, la prima azienda produttrice di latte in italia, realizza pubblicità con i latti vegetali di soia e di riso. La prima cosa che si legge entrando in un bar facciamo cappuccino con il latte di soia.

Abbiamo già visto che la scelta dei latti vegetali è motivata dai consumatori per ragioni personali d'intolleranza o allergia al latte. Ci sono poi altre motivazioni più etiche come lo sfruttamento degli animali, l'inquinamento e altre più salutistiche che riguardano la presenza nei latti animali di residui di pesticidi, farmaci ed ormoni.

Però d'alcuni anni sui latti vegetali pesa il sospetto di prodotti derivati da coltivazioni di cereali OGM dal momento che oramai il 50% dei cereali coltivati nel mondo sono da colture OGM, tante che molte aziende si sono affrettate a dichiarare sulle loro confezione OGM free, cioè senza traccia di OGM, ci si affida alla buona parola e alle norme di legge più che alla certificazione, anche se come abbiamo già visto nelle certificazioni dell'olio di Palma, non sono una grande garanzia per il consumatore.

Questo nuovo latte "vegetale" sostenibile è accompagnato da una comunicazione molto come dire furbetta, che coniuga il biotecnologie e l'OGM con la sostenibilità, due concetti finora contrapposti, non è casuale il fatto che è la stessa comunicazione che viene adoperata per altri prodotti ottenuti con metodo OGM.
Io la chiamerei più per rimanere in tema vegetale, la comunicazione del grande cetriolo, potevo chiamarla anche la comunicazione della supposta ma non dava abbastanza l'idea della dimensione.

L'azienda anzi è una start up, se ho capito bene, perchè le informazioni su come si ottiene questo latte sono poco chiare, sembra che si utilizza un metodo OGM, con l'aggiunta di sequenze di DNA della mucca nelle cellule di lievito. Dopo la crescita delle colture in condizioni ottimali di temperatura e concentrazione, si ottengono delle proteine ​​del latte pronte per utilizzo a cui vengono aggiunti grassi di origine vegetale sottoposti a processo biotech per replicare il sapore dei grassi del latte, mentre zuccheri e minerali come calcio sono aggiunti separatamente, si ottiene un liquido (credo penso anche aggiungendo acqua ma potrei sbagliarmi, una mia ipotesi) che sotto tutti gli aspetti somiglia al latte senza l'apporto e l'utilizzo d'animali

L'azienda dichiara d'utilizzare lo stesso principi della biotecnologia per ottenere sia la birra che il caglio vegetariano, l'azienda si affretta a dire che Muufri ha lo stesso sapore del latte ma senza i problemi connessi con il latte di produzione animale.

Muufri si pone come problem solution, cioè come soluzione di un problema è senza lattosio, senza colesterolo, senza batteri, un latte a lunga durata che non ha bisogno di pastorizzazione e si presta per essere sostituito per tutto al latte vaccino anche in cucina.

Muufri  non sfrutta gli animali, non produce metano, non rilascia gas serra, è privo di pesticidi , metalli pesanti, residui di farmaci e ormoni, sembra il latte perfetto, la panacea di tutti i mali

Non è ancora sul mercato eppure questo metodo e questo prodotto non mi convince, non mette in discussione il latte nell'alimentazione una offre un motivo per non farne a meno, sembra molto più un farmaco che un latte, animal free lo sono anche il latte di soia, di riso e d'avena. I creatori di muufri si dichiarano vegani, ma io ho qualche perplessità, sembra una storia creata ad hoc come per facebook, dei giovani studenti che realizzano una start up, un modo per convincere un pubblico più facilmente.

Siamo di fronte a una nuova strategia di comunicazione che chiamerò l'OGM Green o Biotech Green, che si propone di salvare il pianeta dai problemi cattivi che lo assillano, a me personalmente tutti questi discorsi, anche se non bevo latte, mi hanno fatto venire voglia di comprarmi una mucca!

Info: Muufri


17 commenti:

  1. Devo dire che il latte vegetale lo trovo divertente.. anche se certe volte alcuni fanno proprio pietà e li trovo imbevibili (come un certo latte al cocco che ho trovato lo scorso anno... non ce l'ho fatta a finirlo, sembrava acqua e tempera bianca, sapore compreso). Io certo li bevo per necessità, tranne la soia o soffoco.. però se potessi credo che tornerei al vecchio e buon latte. Curioso questo prodotto però. :) Come sempre stupendo e interessante leggerti <3 Buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. Io non ho parole!!! Ultimamente sto usando il latte di soia per questioni di salute della mia piccola ma un latte come questo di cui parli non lo prenderei neanche regalato.

    RispondiElimina
  3. Ringrazio Dio che per ora riesco a mangiare il vero latte e poi, tutto da vedere. Preferirei rimanere sempre al normale latte, mi ispira di più. Poi se ci sono delle persone che non possono fare meno, per forza che devono sostituire con altro, ma non lo chiamerei latte. Buon weekend !

    RispondiElimina
  4. .... che poi tutti questi "latti" soia, riso, avena, ecc dovrebbero chiamarle bevande no? di latte c'è solo quello animale, per me (e umano - che sempre animale è) “la comunicazione della supposta ma non dava abbastanza l'idea delle dimensione.” Gunter docet :-) :-) :-)

    RispondiElimina
  5. Sempre molto molto interessante e istruttivo, leggerti.
    Grazie. :)

    RispondiElimina
  6. non convince neanche me, sarà ch enon credo nelle panacee!
    buon we
    Alice

    RispondiElimina
  7. Ah... il marketing! Packaging accattivante, comunicazione sul prodotto praticamente "perfetta" tali da far passare anche gli OGM come belli e buoni.
    Grazie Gunther, espanderò il verbo anche su twitter.

    RispondiElimina
  8. Francamente anche io resto sempre perplessa di fronte a certi prodotti che vogliono farti passare per "perfetti". Io adoro il latte e a Madeira ho sofferto molto la sua mancanza, non ho allergie o intolleranze, che però ha mio genero. Ecco quindi che quando lo invito a mangiare da me, devo fornirmi di tutti questi prodotti senza lattosio, ora ce ne sono in giro davvero una infinità di marche e tipo. Vedremo questo Muufri quando uscirà sul mercato, io dalle mie parti non l'ho mai visto. Certo che se è l'alimento perfetto .... che meraviglia!!! Ci crediamo? Mah. Buona domenica Gunther

    RispondiElimina
  9. ormai la moda del "senza" dilaga ovunque,non bevo quasi mai latte ma preferisco quello normale, si dice normale o è una parola che non esiste più ?Buona settimana

    RispondiElimina
  10. Dei vari latti vegetali in commercio mi fido solo del latte di mandorle e di una piccola azienda . Un saluto, Daniela.

    RispondiElimina
  11. Queste cose mi lasciano davvero mooooolto perplessa. Già il fatto che non si capisca come è prodotto fa venire un bel po' di dubbi, poi la perfezione non esiste a questo mondo. Le cose perfette mi insospettiscono moltissimp

    RispondiElimina
  12. Noooo, obbrobrio, mon lo prenderei mai!!!!

    RispondiElimina
  13. ahahahahahah grazie di avermi aggiornata della "comunicazione del cetriolo" da sola non so se ci sarei arrivata!! L'orto ce l'ho, pure piante da frutto, il prossimo acquisto potrebbe essere la mucca?!!?!? Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  14. Io bevo solo latte fresco delle mie zone...quei tipi di latte li lascio ad altri.. :D
    Ciao,buona serata

    RispondiElimina
  15. Ne bevo poco, ma quel poco deve essere di mucca :)
    Un abbraccio Gunther!!!

    RispondiElimina
  16. Latte solo di mucca, biologico e possibilmente (se il produttore è conosciuto e davvero fidato) pure crudo.
    Se le mucche potessero stare in salotto una la comprerei anch'io...

    RispondiElimina
  17. ...questo non me lo bevo, diciamocelo. Un latte che non ha bisogno di conservazione.... certo è morto!
    w le mucche e le capre e i latti vegetali fatti in casa senza aromi, varie ed eventuali.

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi