giovedì 1 novembre 2012

Trend del cioccolato : il ritorno della tavoletta di cioccolato con nuovi gusti dal Wasabi al Fior di ciliegio, dall' arancio e pistacchio al pepe di Sansho

Una volta il cioccolato era solo in tavolette, bianco, al latte o fondente, la mia infanzia è stata scandita da questo ritmo  e dal crunch dei denti che affondavano nelle tavolette, sapete come si dice che gli svizzeri mangiano pane e tavoletta di cioccolato a colazione.
Negli ultimi anni la tavoletta di cioccolato è stata messa da parte in favore di formati più piccoli, ma che garantivano un consumo e un prezzo maggiore come per esempio i cioccolatini, ma proprio quest' anno le tavolette hanno avuto un nuovo revival, sarà la crisi, sarà la golosità ma le tavolette al cioccolato hanno iniziato a segnare un segno più nelle vendite.

Cosa è cambiato? 
La segmentazione del mercato delle tavolette, oggi abbiamo tavolette ai crù del cioccolato con indicazione del luogo del raccolto e varietà  e poi accanto ad abbinamenti classici come la nocciola, sono arrivati dei nuovi gusti provenienti dai dessert come pera e cioccolato, albicocca e cioccolato, tiramisù, ma anche spezie non solo peperoncino ma cannella, zenzero, wasabi, tè matcha per incontrare i gusti dei nuovi consumatori.
Il mercato chiaramente mostra un attenzione verso est, verso l'Asia alla conquista dei nuovi mercati in particolare il Giappone  e la Cina, anche nei gusti:

1) Cioccolato al tè matcha
Una volta il tè matcha era il tè utilizzato per la cerimonia del tè in Giappone un rito spirituale e collettivo introdotto dalla Dinastia Tang nel 620, oggi più banalmente viene utilizzato come ingredienti in molti prodotti alimentari come si usa una spezia. Cioccolato al tè matcha, 5,50 € al Palais des thè

2) Cioccolato fondente al Wasabi
Meglio conosciuto come ravanello giapponese , dalla radice del wasabi si ottiene una pasta dal colore verde e piccante, in Giappone la si usa sopratutto per accompagnare sushi e sashimi, secondo alcuni studi il wasabi ha la capacità di alzare la soglia del dolore, ma sono certo chi compra il cioccolato è attirato più dal sapore  piccante, Chocolat al Wasabi Lindt Excellence 1,90 €


3) Cioccolato ai fiori di cilegio
Non è la prima volta che parlo dei fior di ciliegio, ne avevo parlato come ingredienti dei gelati, il suo uso è più che altro simbolico, in Giappone il fiore di ciliegio è un simbolo legato alla cultura del samurai, dove si distingue il fiore dal frutto, la ciliegia rappresenta la vocazione al sacrificio del guerriero del samurai, mentre il fiore di ciliegio è il simbolo di purezza, bellezza e felicità.
"Hana wa sakura gi hito wa bushi"
Tra tutti i fiori, il fiore di ciliegio, tra tutti gli uomini, il guerriero.
Tavoletta di cioccolato al fiore di ciliegio, bianco al latte o fondente a 90 gr, 7,90 €  da Jean Charles Rochoux

4) Cioccolato al pepe Sanscho più noto come Pepe di Sichuan
Prodotto da un arbusto spinoso  è anche chiamato "pepe della montagna giapponese". Della stessa famiglia botanica di alberi di arancio e limone, il gusto piccante unito al gusto di agrumi che si abbina  sapientemente cioccolati fondenti e al latte. Cioccolato al pepe Sansho (disponibile nel 70% di cacao cioccolato fondente o al latte), 90gr, 7.90 € da Jean Charles Rochoux

5) Cioccolato mensile Mom Mois de chocolate
Si avete letto bene, si tratta di una tavoletta di cioccolato divisa in 31 pezzi, tanti quali il i giorni del mese, al fine di prenderne un quadratino al giorno, per non farsi mancare la dose giornaliera di polifenoli associato all'effetto benefico delle malattie cardiache, in casa mia questa filosofia del quadratino al giorno avrebbe molto successo anche se nessuno ha problemi cardiovascolari! Creato da Chocostory il museo del cioccolato a Parigi

6) Cioccolato nero bio alle bacche di Goji
Crescono nelle valle Hymalaia, hanno un sapore che si avvicina al lampone e alla fragola, viene considerato uno dei frutti più ricchi d'antiossidanti, la combinazione con il cioccolato è particolarmente gradevole per il contrasto delle note dolci e acide. 2.60 €  Les moulin des moines

7) Cioccolato al latte e caramello al burro salato
JPhevin ha una collezzione di 80 tavolette di cru del cioccolato peoveniente dal Madagascar, dall'isola di Saò Thomè, dalla Repubblica Domenicana, ogni tanto mista anche i vari crù come in questo caso, sarebbero da comprare tutte ,  3.90 € JPHevin

8)  Cioccolato Nestlè dessert cafè
lo potete trovare in tutti i supermercati, sia al latte che al fondente con polvere di caffè. 2.35 € Nestlè

9) Cioccolato Lindt Passion al latte con  arancio e pistacchio
Abbianmento insolito arancio e pistacchio caramellizzato con aggiunta di mandorle caramellizzate alla Migros CHF 5,50

10) Cioccolato nero alle mandorle tostate di Pierrè Hermé
Il mio preferito, mi sono fatto un regalo, 64% di cacao più mandorle tostate di Valencia 35%. 8.50 €

Io vado sul classico anche se magari qualcuno ne provo giusto per fare informazione :-)), cosa non si dice per giustificare la propria golosità!
Avete sicuramente capito dove sono, al Salon du Chocolat, buon weekend a tutti

Ringrazio le due brave blogger Swamibu, di Implausibleblog per la condivisione del video del salone dello scorso anno.

38 commenti:

  1. bah non so che dire....sono un po' perplessa, il caro vecchio pane e cioccolato continua ad essere il top!!! direi per pochi viste tutte queste novità:-)

    RispondiElimina
  2. Io adoro il fondente!
    Assaggerei moooolto volentieri tutti questi tipi che li hai citato sopra!
    Il cioccolato mensile..ahahaha bellissima idea :).

    RispondiElimina
  3. Oh caro.. che post meraviglioso! Io amo il cioccolato, veramente.. quasi a livelli di venerazione. Impazzisco letteralmente per il fondente amaro, ma non disdegno di assaggiare nulla.. se si tratta di cacao! Perciò.. ti dico che prendo un pezzettino di tutti quei gusti che hai elencato.. :P Mmmh, che meraviglia.. Un abbraccio grandissimo!

    RispondiElimina
  4. Ihihihihihi!!!!

    Se lo sa mia figlia che adora il giappone , i manga e i fiori di ciliegio e ovviamente in primis la cioccolata....nn faro' piu vita finche non trovero' questi tipi di cioccolata!

    A proposito di giappone, a lucca questo w.e. si terra' "lucca comics" e ci sara'un famoso disegnatore giapponese di manga...indovina un po dove saremo? Ovvio, no?

    Ciao gunther, buon w.e.!

    Ps. Io comunque vado sul classico fondente...saro' banale e tradizionalista....

    RispondiElimina
  5. Abbiamo gli stessi gusti. Le novità non mi fanno gola, preferisco la classica tavoletta di cioccolato fondente. Ciao.

    RispondiElimina
  6. Io ti adoro: da golosona viaggiatrice quale sono mi annoto tutte le dritte segnalate (preziosissime!!!). Il tuo preferito, by the way, è anche il MIO preferito (e non solo per il cioccolato...). Complimenti gunther!
    simo

    RispondiElimina
  7. Dì la verità... e dilla tutta!! Ne hai assaggiato uno di tutto!! E se no che post era senza garanzia??? In ogni caso la cioccolata, mettila come ti pare... mette il buon umore! Quindi non pensiamo a colesterolo e a tutte quelle cose che fanno male alla salutel. La cioccolata fa bene, perché se mette buon umore, combatte anche le malattie! Ecco! Buon fine settimana!
    p.s. Ma il wasabi non è un po' troppo piccante??

    RispondiElimina
  8. Io non vivo senza cioccolato!
    E me lo mangio tutto l'anno!!!

    RispondiElimina
  9. Insomma, il cioccolato sta bene con tutto... e poi si "adagia" sui fianchi... come diceva Snoopy, i peccati della gola ricadono sul corpo intero!

    RispondiElimina
  10. Quello al matcha lo proverei, ma prima di tutti deve venire quello di Pierre Hermè, ho come l'impressione che potrebbe essere anche il mio preferito ;-)

    RispondiElimina
  11. Posso dire che un po' ti invidio l'essere al salone? Quando si tratta di cioccolato vien fuori tutta la golosità che non ho per gli altri dolci. E pure la curiosità. Li assaggerei tutti ma in primis quello di Pierre Hermè e quello al pepe di Sichuan. Buona degustazione, un bacio

    RispondiElimina
  12. I gusti di cioccolata sono davvero tantissimi... Io sarò monotona ma resto fedele al cioccolato al latte con le nocciole intere:-).. Preferisco il cioccolato tradizionale sai.. Ma chi adora il cioccolato avrà da perdersi nella scelta:-) Complimenti e buon ponte:-)

    RispondiElimina
  13. Ciao Gunther!
    Bellissimo post..soprattutto perché io sono pazza per il cioccolato..quello fondente al 70% e anche più!
    Certo poi apprezzo anche le novità, ne assaggerei molto volentieri più di qualcuna che hai nominato..ma rimango ferma al fatto che una buona tavoletta fondente è il top.
    Il video del Salon du Chocolat è meraviglioso..cosa darei per un vestitino di cioccolatini..e il putto che al posto della 'plin-plin' eroga cioccolato? Fantastico!
    Grazie, bravo come sempre! Roberta

    RispondiElimina
  14. Cioccolato, la mia passione!
    Assaggerei volentieri quello con wasabi, io l'adoro.

    RispondiElimina
  15. adoro il cioccolato in qualsiasi maniera anche se lo fanno con la pastasciutta ah ah ah

    RispondiElimina
  16. amo il cioccolato e un assaggino di queste novita lo farei volentieri..quando ero più piccola,di solito a Pasqua, degli amici che vivevano in Svizzera ci portavano vagoni di cioccolato..che buono!!
    il mio preferito al latte con nocciole!!
    P.S.ti invidio molto questo weekend!!

    RispondiElimina
  17. mannaggia quanti tipi di cioccolato. Questi proprio non li conoscevo. Quanta scelta c'è sul mercato!

    RispondiElimina
  18. la mia più sana invidia (positiva) per essere al salone del cioccolato...a me piace la cioccolata ed anche quando viene "stravolta" con altri sapori mi piace.Uso le bacche di goji e le ho preparate in una torta, buone ! ciao

    RispondiElimina
  19. Beato te (per il luogo in cui ti trovi). Io però, in quanto a cioccolato sono molto tradizionalista: tavoletta fondente o al massimo gianduia nocciolato ;)

    RispondiElimina
  20. io li assaggerei volentieri tutti,però per le mie ricette,non so perchè sono portata ad utilizzare i classici (al latte,fondente o bianco)

    RispondiElimina
  21. con il cioccolato non si sbaglia mai eed evidentemente i produttori lo sanno e ora lo trasformano in un bene ricercato.
    Io quel poco che mangio lo scelgo solo fondente e del commercio equo e se devo trasgredire lo adoro con la frutta secca :)

    RispondiElimina
  22. Praticamente la pasticceria sintetizzata nella tavoletta di cioccolata...beh io sono golosa quindi..Basta che sia gluten free peró!

    RispondiElimina
  23. Cioccolato per tutti i gusti!!! Io lo tollero in piccole dosi...

    RispondiElimina
  24. io rima go tradizionalista non amo tute queste novita'

    RispondiElimina
  25. posso dirti che, almeno sul cioccolato, sono integralista?
    fondente nero, almeno al 70%
    oppure al latte con le nocciole e, se voglio peccare.... bianco (anche se nn è cioccolato)
    ciao grande G

    RispondiElimina
  26. Che storia ! Che gusti ! Provo una serenissima e cordiale e simpatica invidia per il tuo essere là ! Complimenti !!!

    RispondiElimina
  27. Che meraviglia che deve essere stare la' in mezzo a tutte queste cose particolari, anche se alcune mi sembrano un tantinino esagerate, chiaro che il fondente al 80% per me non lo batte nessuno :)

    RispondiElimina
  28. Ci sono post che farei bene a non leggere e questo è uno di quelli.
    Le ragioni?? Se un minimo hai capito chi sono e come mi comporto...sappi che potrei morire ad un evento del genere...morire si e non esagero...per disidratazione...eh si...disidratazione da dissenteria aggravata dal fatto che continuerei a curarmi ma solo assumendo cioccolata...a tutti i gusti...
    Che morte deliziosa non trovi?! :P ahahahahahaha

    RispondiElimina
  29. Mi e venuta voglia di un buon cioccolato fondente appena ho visto il post, vado a prenderlo...:) Complimenti Gunter e grazie per tutte le info che ci dai!

    RispondiElimina
  30. Anche io vado sul classico. Quando assaggio un cioccolato "diverso" non riesco a non pensare "è buono, ma è troppo caro".

    In sostanza l'aumento di prezzo spesso non si traduce in un aumento di qualità o di gusto. Spesso è solo una dimostrazione tecnica.

    RispondiElimina
  31. io li asseggerei tutti...
    adoro il cioccolato
    buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  32. Mamma mia quanti gusti, li assaggerei tutti anche se a me piace il fondente! Ciao

    RispondiElimina
  33. se un giorno verrai in sicilia assaggia il cioccolato di modica con i pistacchi di bronte e sono sicura che lo troverai buonissimo!!!!buon we...

    RispondiElimina
  34. anche io sono tradizionalista e avrei optato per lo stesso cioccolato che hai scelto tu però trovo molto simpatica l'idea del cioccolato con 31 quadretti...Pensa che festa gustarlo a febbraio, l'ultimo giorno ne rimangono ben 3 di quadretti!Buon fine settimana, un bacione...

    RispondiElimina
  35. eeeeeeeh qui ammetto che sono tentata! Farei un piccolo assaggino di tutto, anche se il wasabi lo preferisco con salsa di soia e sushi, nel cioccolato mi fa un po' paura!

    RispondiElimina
  36. a me piace soprattutto il fondente, tutti questi gusti proprio non li conoscevo e non saprei se assaggiarli realmente tutti, grazie per avermi aggiornato di tutte queste fantastiche novità, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  37. Qui c'è da perderci occhi e palato (e linea!) Ciao!

    Ubique Chic

    RispondiElimina
  38. adoro il cioccolato fondente nero
    (ahh il caro vecchio FIAT amarissimo ^_^) ma mi incurioscono alquanto tutti questi gusti da "boutique" ..
    ottimo articolo, davvero interessante

    RispondiElimina