lunedì 25 giugno 2012

Spiagge senza tabacco, spiagge senza fumo

Oggi è domenica fa molto caldo, meglio affrontare argomenti più facili e leggeri. sono a Nizza a trovare la mia zia, un giro sulla Promenade des anglais e che ti vedo "Plage sans tabac" cioè le spiagge con divieto di fumare.
L'iniziativa è della Lega contro il Cancro francese che ha trovato nel sindaco Nicolosi di Nizza, un ottimo alleato, fa parte di un progetto vita senza tabacco, un marchio che l'associzione della lega contro il cancro offre alle amministrazioni pubbliche e società private.

Io sono figlio di due genitori un po' hippies, dove l'estate portavano me e mio fratello bambini in giro nelle spiagge libere, negli anni '70 spiaggia libera voleva dire anche spiaggia naturista, quante risate ci siamo fatti io e mio fratello, eravamo stupidi come si può esserlo da bambini, ma abbiamo capito che libertà era una parola difficile, impegnativa  e piena di responsabilità, perché dovevamo farci la tenda, pulire la spiaggia, portare via tutti i rifiuti, tanto che qualche volta abbiamo rimpianto le vacanze formali dai nonni, dove era tutto pronto, con le vacanze in albergo vista mare, con le cabine e il bagnino, che ci veniva sempre a riprendere in acqua.  

Oggi le spiagge libere non ci sono più, ci sono spiagge per tutti i generi e tipi, spiagge per cani, spiagge per gatti, spiagge con spa, spiagge per lo yoga, spiagge per singles, spiagge per coppie, io ho una visione un po' romantica della spiaggia per tutti ma sopratutto del rispetto reciproco.

L'iniziativa spiagge senza tabacco arriva dopo una serie di provvedimenti legislativi in tutta Europa che hanno limitato l'uso del tabacco nei locali pubblici, ma la spiaggia è un luogo pubblico ma all'aperto, vale lo stesso tipo di normativa? 

Sono d'accordo ma qualche dubbio 
L'obiettivo della lega contro il cancro è la "Denormalizzazione" cioè tentare di modificare i comportamenti che sono considerati normali e accettabili. L'obiettivo della denormalizzazione della lega contro il cancro è di rendere il fumo atto anormale e inaccettabile.

Questo mi ha lasciato un po' perlesso nel senso che mi chiedo: è giusto? Io ho sempre molto rispetto verso il prossimo, però ricordo ancora un viaggio in treno non c'era posto nei vagone non fumatori e fui costretto a prendere il vagoni per fumatori, un signore nel mio stesso compartimento iniziò a fumare una sigaretta dietro l'altra, all'ottava iniziai a protestare e lui mi disse ma questo è il  vagone fumatori, fumo quanto voglio..

Io penso che sia per primo un problema d'educazione e rispetto verso il prossimo, è vero che sei in un vagone fumatori o in una spiaggia ma non sei autorizzato ad affumicare tutti. La cosa che mi da più più fastidio in spiaggia è trovarmi i mozziconi di sigaretta nella sabbia, mi manda in bestia! 
Se questo disincentiva l'uso del tabacco che è uno dei fattori più a rischio per il cancro, è un bene, ma a voi Che vi sembra di questa iniziativa?

Buona domenica, vado a rinfrescarmi un po'

40 commenti:

  1. Buona domenica a te Gunther.
    Ogni giorno una novità.... anche la spiaggia per non fumatori. Un'ottima iniziativa per combattere il cancro. Purtroppo, malgrado la continua informazione sugli effetti nocivi del fumo, c'è sempre qualche maleducato che se ne frega. Da noi in spiaggia a Celle Ligure c'è un avvocato che fuma in continuazione il sigaro, davanti ai suoi bambini, alla moglie , ai nonni e tutto il vicinato. Io , anche a distanza ricevo tutto il fumo e mi fa tossire. Nessuno gli dice niente....PURTROPPO !!!
    Grazie per il post con bellissime foto.

    RispondiElimina
  2. E' vero la spiaggia è all'aperto e quindi si potrebbe fumare, ma per una come me che odia il fumo, se viene posto questo divieto, sono felicissima.Nella mia spiaggia c'è un signore che fuma il sigaro e non è per niente piacevole.I mozziconi poi, non tutti li buttano nell'apposito contenitore. Io voto quindi per il divieto, e tutti ne guadagneranno in salute, in soldi e in pulizia. Grazie per il post e per le foto.

    RispondiElimina
  3. Io non sopporto il fumo, mi fa star male, quando ero giovane non riuscivo ad andare al cinema (eh, sì non sono giovanissima)o a stare più di un'ora in un locale senza che mi venissero gli occhi gonfi e l'emicrania. Il divieto di fumare nei luoghi pubblici per me ha solo formalizzato una forma di rispetto che ci deve essere, per chi NON vuole fumare il fumo degli altri. Mi è cambiata la vita. Ma a parte queste considerazioni..di una cosa sarei felice se ci fossero le spiagge in cui il fumo è vietato..visto che non tutti, come te Gunther e come me, sono cresciuti con genitori che ci hanno insegnato che dove si sporca (sì, le cicche sporcano, fanno schifo ed inquinano)si pulisce, vivrei questo divieto come liberazione da spiagge(certe meravigliose, tipo la Pelosa a Stintino)da quello schifo di cicche piantate dappertutto che i bagnanti seminano nell'arco della loro giornata al mare. Non ti dico dove gliele metterei..il guaio è che molti genitori lo fanno davanti ai figli, ficcando le loro belle cicche dove il loro bebè fa le "formine". Questo è l'italiano. purtroppo

    RispondiElimina
  4. Fortunatamente non fumo. Quella dei mozziconi nella sabbia è una cosa che ho sempre detestato, come penso mi darebbe seriamente fastidio se il mio vicino d'ombrellone fumasse come una ciminiera ma se devo essere sincera questo provvedimento mi lascia un po' perpleessa. Probabilmente continuo ad essere molto ingenua ma mi piacerebbe confidare nel buon senso delle persone piuttoto che dover ricorrere a formalizzazioni di questo tipo che in fin dei conti condizionano tutti. Non penso sia questo il vero modo per combattere il fumo ma piuttosto un'educazione e informazione di base già da piccoli. Buona settimana, baci

    RispondiElimina
  5. A Praga invece c'è il divieto di fumare per strada, ma puoi fumare dentro i locali... Se non si fumasse affatto sarei solo felice!

    RispondiElimina
  6. Detesto il fumo per cui l'iniziativa mi trova favorevole.
    E' vero che all'aperto il fumo si dovrebbe disperdere, ma spesso non è così e se ti trovi sottovento ti arriva pure tutto in faccia.
    Quanto ai mozziconi in spiaggia parli con una che ha messo il piede sopra uno acceso! Era sulla passatoia dove tutti camminano scalzi!
    Come dici tu basterebbe un po' di buonsenso e di educazione.
    Sono abbastanza contraria invece alle spiagge ghetto per proprietari di cani ecc.

    RispondiElimina
  7. Adoro Nizza,e questa iniziativa me la fa apprezzare ancora di piu'.
    La liberta' è un parolone che viene usato un po' come piace a noi,si è liberi finche' non si invadono gli spazi altrui,ma questo oggi è utopia,il prossimo è un individuo che non ci deve disturbare,e chi se ne frega se noi gli diamo fastidio..
    si è capito che non sopporto il fumo,ne mozziconi,ne alito di chi fuma??Ciaooo

    RispondiElimina
  8. Tempo fa qualcuno ha sostenuto che se si vieta di fumare, allora bisognerebbe vietare anche di bere. Sì, ma il fumo fa male SEMPRE, il vino solo se assunto in dosi eccessive, ed ha anche un valore organolettico. Sono d'accordissimo col tuo post. Buona domenica!

    RispondiElimina
  9. Bhè Gunther io sono contro il fumo ma non contro la libertà. Ritengo che il vizio del fumo sia in parte dovuto alla persona e in parte alla società (come l'alcool per dirla tutta) quindi l'idea di criminalizzare il fumatore dopo averlo bombardato per anni di messaggi pro-fumo (ti ricordi i film in cui facevano vedere i pacchetti?) sia sleale tanto più all'aperto. Potrebbero e dovrebbero multare chi sporca la spiaggia, questo si, con mozziconi ma non solo...

    RispondiElimina
  10. Le cose che fan male sono tante e mi sa che se le vietassero tutte per prima cosa andremmo tutti a piedi, per non parlare del cibo... al giorno d'oggi di cose non nocive ce ne son ben poche....
    A mio parere il problema più grande è il rispetto che si ha verso il prossimo...
    Mi hanno insegnato che la mia libertà finisce dove inizia quella del prossimo!
    Fumare stando attenti a non disturbare gli altri e lasciando pulita la spiaggia intorno a me....
    Ma questo vale anche per chi mangia in spiaggia o cambia i neonati o.. o.. o...
    Logicamente questo è solo il mio modesto parere.

    RispondiElimina
  11. io sono contro il fumo ed è fantastico stare in spiaggia a respirare solo aria di mare

    RispondiElimina
  12. ciao Gunther,
    io sono asmatica e il fumo passivo spesso mi fa venire attacchi di asma (una sigaretta non mi fa nulla, ma quando è una dietro l'altra...) ma se dici al tuo vicino di ombrellone che stai male, spesso ottieni una smorfia molto significativa (del tipo "mai questa non poteva starsene a casa..").
    Percio' ben vengano i luoghi dove non è permesso fumare!!

    RispondiElimina
  13. Ciao Gunther magari funzionasse e venisse adottata anche in Italia
    io non ho mai fumato ed il fumo lo sento in lontananza, però penso che sia tutta questione di buon senso e di educazione che purtroppo c'e nè molto poca

    RispondiElimina
  14. La faccio breve, io son daccordo ma solo perchè non ci sarebbero filtri gettati sulla spiaggia.
    In fondo è un luogo all aperto, se uno vuol fumare faccia pure, chi fuma sa bene cosa rischia... Parlo da ex grande fumatrice!
    Anche nei giardini pubblici e nelle piazze di paese dovremmo poi estendere i divieti?
    Ci omologheremo alle isole per fumatori come in giappone?
    Chissa'!
    Io intanto ho smesso da qualche anno anticipando i tempi ;)

    RispondiElimina
  15. Trovo corrette le leggi antifumo ma trovo altrettanto segno di civiltà la versatilità e le deroghe di buon senso nel rispetto del prossimo. Sono un non fumatore che odia le cicche di sigarette in spiaggia al pari dei noccioli delle albicocche mangiate e lasciate sul bagnasciuga per non corunanza. Non penso che sia un problema legislativo negli spazi all'aria aperta a risolvere la diatriba quanto l'adozione dell'educazione come metro per limitare con le nostre "inclinazioni" le libertà altrui. Se quel fumatore avesse rispettato sul vagone la tua richiesta...sarebbe stato un segno di civiltà, la sua ovviamente.

    RispondiElimina
  16. Trovo i tuoi post sempre molto interessanti. Questo poi mi punge dal vivo, perché io ho una mia idea che abbraccia un po' tutto ciò che non si potrebbe fare per educazione, ma lo si fa lo stesso. Io vivo a Catania e, lo dico con molto dispiacere, la gente è estremamente maleducata. In tutto! Le regole ci sono, ma sembra che rispettarle sia un optional. In pratica se si può scegliere tra essere educati e maleducati, la scelta ricade sempre sulla seconda opzione... ahimé! Perciò se penso alle spiagge l'idea che qualcuno si guardi intorno e dica: "No, non accendo la sigaretta, magari dà fastidio al mio vicino d'ombrellone" mi fa quasi ridere per quanto è inverosimile!!! Perciò ben vengano iniziative del genere! Da noi tutto ciò che è permesso è lecito, quasi un diritto. La mia libertà non va limitata, di quella degli altri chissenefrega!!! Così sono assolutamente d'accordo con iniziative di questo tipo se riescono a limitare l'arroganza, l'egoismo e la maleducazione altrui!!

    RispondiElimina
  17. ciao Günther,
    grazie per essere passato dal mio Blog e per il tuo commento, devo dire che il tuo blog è ben fatto, mi piace e si vede che hai accumulato negli anni una bella esperienza nel food.
    Mi sono ho aggiunto ai tuoi lettori e ti seguo tra i miei preferiti.
    Ciao Guerino

    RispondiElimina
  18. isabella Corsini25 giugno 2012 12:48

    Io trovo i noccioli delle pesche li pesto e mi rovino i piedi, non possono metterli nella raccolta spazzatura?
    Io non sono d'accordo, fumi all'aria aperta non in un locale chiuso fumare qualche sigaretta non deve essere un problema è molto invasivo il sigaro

    RispondiElimina
  19. Sono favorevole all'inizizativa. Ieri ero in spiaggia con degli amici, stavamo mangiando un tramezzino, quando la signora di fronte a noi si è accesa una sigaretta e complice un po' di vento abbiamo mangiato un tramezzino fumè!! Penso che all'aria aperta una sigaretta si puo' anche fumare , ma in certe occasioni tipo la spiaggia affollato questo comportamento lecito, diventa scorretto. Buona settimana Daniela.

    RispondiElimina
  20. io non fumo ma capisco che vietarlo anche all'aperto possa essere un problema, l'educazione aiuterebbe.
    quando c'erano ancora i vagoni per fumatori (credo che non ci siano più...) molti sedevano dai non fumatori (perché dava fastido anche a loro) e poi andavano a fumare dai fumatori, creando delle vere camere a gas!

    RispondiElimina
  21. a me sembra che tutti questi divieti fanno ancora peggio che meglio ... io sono una ex fumatrice e devo dire che non ho mai fumato nei ristoranti e non ho mai gettato le cicche in spiaggia!! perchè invece di vietare questo o quello non facciamo in maniera di non far diventare star coloro che hanno commesso un reato e iniziare a far capire soprattutto ai giovani e non l'educazione che si è persa??? Iniziamo a fare le spiagge per le persone educate e per i cafoni!!! sarebbe meglio

    RispondiElimina
  22. Anche io credo che tutti dovrebbero sempre avere rispetto per gli altri e invece in molti se lo dimenticano o meglio, gli fa comodo fingere di dimenticarselo. Ps:vogliamo parlare dei mozziconi di sigaretta gettati sulla spiaggia accesi con il rischio che qualcuno ci metta un piede sopra??

    RispondiElimina
  23. Favorevole all'iniziativa!! Non fumo e mi da tremendamente fastidio l'odore e il fumo di sigaretta. In questa stagione sono spesso in Liguria, dove ombrelloni e lettini sono molto vicini l'uno all'altro, inevitabilmente si infastidisce il vicino non fumatore, pur facendo attenzione!!! I mozziconi per terra poi..
    Un bacio Gunther, felice estate!!!

    RispondiElimina
  24. A me infastidisce quanto te trovare i mozziconi di sigaretta sulla spiaggia e in qualunque altro suolo. Credo che il problema sia la maleducazione delle persone. Se sei una persona educata, dopo aver fumato la tua sigaretta non la butti in terra, ti organizzi preventivamente con coni di carta per spegnerla lì e raccogliere la cenere, te la porti via e la butti in aree localizzate. Sempre per un discorso di educazione, non fumi una sigaretta dietro l'altra: mi è capitato di dovermi spostare da un punto della spiaggia a un altro perché il mio vicino aveva sempre una sigaretta in mano. Il punto è che i fumatori spesso pretendono tanta libertà ma non si rendono conto che limitano quella degli altri con questi atteggiamenti. Come chi non raccoglie i bisogni che i propri cani lasciano in giro. Stessa cosa. Perché non fanno pagare una sanzione a chi usa un comportamento incivile? Ricordo un viaggio in Austria di diversi anni fa: nessun mozzicone in terra, tutte le strade pulite - non mi sono informata, ma non credo che gli austriaci siano più civili degli italiani, semplicemente saranno stati meglio educati, no?

    RispondiElimina
  25. *scusami, volevo scrivere "in aree autorizzate".

    RispondiElimina
  26. Vabbhè che siamo all'aria aperta, ma la trovo una grande mancanza di rispetto fumare quando attorno ci sono persone che potrebbero essere infastidite da quella puzza. Anche in spiaggia, sotto un sole bollente, ho trovato persone che non sapevano fare di meglio che fumarsi le loro 10/15 sigarette al giorno facendo finta di non sentire tutte le volte che ti lamentavi per il fumo.
    Mi piace questa iniziativa dei francesi. Speriamo che si tenti anche in Italia con qualcosa di simile.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  27. Non ho mai fumato e il fumo mi da molto fastidio,quindi sono daccordo con questa iniziativa! Comunque credo che alla base di tutto c'è un problema di educazione della persona! Se ognuno avesse un pò di rispetto verso gli alri e anche verso se stesso, eviteremmo di trovare sulla spiaggia mozziconi, fazzolettini, bucce di frutta, vetri, ecc... ecc... staremmo meglio tutti! Ma vai a farlo capire in quelle testoline di maleducati! Ciao

    RispondiElimina
  28. Sono cresciuta con genitori e nonni fimatori...no, caro..è giustissimo penalizzare chi vuo, fumare. Gli ombrelloni ormai sono talmente ravvicinati che..è impossibile non esser infastiditi!!!E poi..FA MALE.E si manca di rispetto a chi come me non si è mai accesa una sigaretta in vita sua (ahimè ne ho fumate milioni "pasive" :-X)

    RispondiElimina
  29. Chissà la prossima cosa sarà!!! Comunque non mi dispiacerebbe anche perchè davvero il fumo passivo è fastidiosissimo...Buona giornata, ciao.

    RispondiElimina
  30. è sempre un piacere leggere quello che scrivi.
    ciao ciao
    emme

    RispondiElimina
  31. Un piccolo riconoscimento :)
    http://nadirblog.blogspot.it/2012/06/blog-100-affidabile.html
    ciao e buona giornata

    RispondiElimina
  32. Che dire?? io non fumo. Ma vado in bestia quando tra la sabbia trovo i mozziconi, anche nelle spiagge (non libere) dove attaccato ad ogni ombrellone c'è il posacenere!!!

    La spiaggia libera la vivo spesso, in Sardegna, terra che amo alla follia e mi premuro di portare via tutti i rifiuti della mia giornata di mare...purtroppo non tutti fanno così e al mio richiamo a volte mi becco pure gli insulti .... fai te a che punto la maleducazione!!!

    RispondiElimina
  33. Mi piace molto Nizza, sarà perché sono sempre qui a Pantelleria e quando vado là mi sembra di fare una botta di vita ! ma è tanto che non vado.... Non fumo, mi dà fastidio il fumo degli altri ma sento che non possiamo imporci, all'aria aperta poi... Buona giornata !

    RispondiElimina
  34. Un'iniziativa veramente lodevole!!!! Grazie per il post informativo!!! Felice giornata

    RispondiElimina
  35. ahi ahi...tasto dolente...io sono un'accanita fumatrice quanto una maniaca del rispetto altrui! per cui mi sembra eccessivo vietare il fumo all'aperto...in tutte le mie borse ho ormai da anni un posacenere da borsetta, non butto neanche la cenere per terra...la gente a volte mi guarda come se fossi un extra terrestre e rimane meravigliata di questi portacenere da borsetta!se sono in posti affollati all'aperto... per fumare mi allontano sempre...! serve l'educazione a rispettare il prossimo!
    abbracci

    RispondiElimina
  36. Io sono sempre sincera: a me tutte queste restrizioni di questi ultimi anni (e ce ne sono tante) penso siano studiate ad HOC per rendere l'umanità sempre più sotto controllo, sempre più coi fili attaccati a chi comanda per essere loro burattini.
    Io sono una fumatrice. Strana? no. Educata.
    Non ho mai fumato in casa di non fumatori, sul treno prendevo il biglietto per vagone non fumatori (idem sull'aereo) proprio perchè detesto la puzza del fumo stantìo. E poi mi spostavo a fumare dove era consentito. A casa mia fumo sulla terrazza, mai e poi mai lascio i mozziconi sulla spiaggia, mi armo di bottiglia vuota o pacchetto vuoto e lo uso come portacenere. ti dirò di più: raccolgo quelle che vedo seppellite. Ma raccolgo anche le cartacce, le cacche dei cani che i padroni non tolgono. Penso che se tutti fossero civili ed educati senza il flagello delle mega sanzioni qualunque cosa noi facciamo, sarebbe la libertà di cui tu prima accennavi.
    a sto punto dovrebbero sanzionare chi, nei luoghi pubblici, bagni intendo nei bar, li trasformano in una latrina (e questo, ahimè, è tipicamente un atteggiamento italiano, nel nord europa questo non accade ad esempio), parliamo della gente che non sta in coda indiana ma calpesterebbe la madre pur di passare davanti agli altri? insomma... ce ne sarebbe da dire...
    per quel che riguarda le spiagge dedicate ai cani, sono assolutamente d'accordo.

    RispondiElimina
  37. concordo col divieto
    nello stesso tempo guardando la foto mi chiedo come si possa rilassarsi con il braccio di un estraneo situato a un centimetro dal tuo ...
    my god che claustrofobia!!!!!

    RispondiElimina
  38. Bel post, condivido tutto il tuo discorso e trovo molto profondo il tuo modo di descrivere la libertà!
    A presto
    un abbraccio

    RispondiElimina
  39. per mia fortuna ho smesso di fumare circa 8 anni fa e non ho più ripreso, solo di stare vicino a chi fuma mi dà molto fastidio, e quindi, come te, penso che sia una forma di rispetto il fatto di non dover per forza affumicare tutti (in qualunque situazione); il mio compagno fuma, ma mai in casa, in giardino (d'inverno con il cappotto), proprio per una forma di rispetto! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  40. Personalmente da mamma approvo molto questa iniziativa perchè a volte le persone (fumatrici) si dimenticano del rispetto reciproco, o ,quantomeno, scordano che con la sabbia i bimbi ci giocano e che non è il massimo che ci siano mozziconi di mezzo

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi