domenica 4 marzo 2012

Omega 3 e Obesità , la mutazione del gene GPR120 implicato nello sviluppo dell'Obesità

Nuove evidenze scientifiche hanno messo in luce il rapporto tra Omega 3 e Obesità, avevo in passato parlato del rapporto Omega 6 e Omega 3 è il suo impatto sull’Obesità, ma soprattutto le ragioni di come mai questo rapporto si era modificato nel tempo e in particolare di come l’assunzione degli Omega 3 era scomparso dalla nostra alimentazione quotidiana.

Gli Omega 3 sono in assoluto i più studiati, abbiamo visto nei problemi cardio vascolari, nella prevenzione delle malattie degenerative come Alzheimer, abbiamo visto che l'attenzione dell'assunzione dei livelli raccomandati di Omega 3 ha un incidenza positiva anche sulla Depressione e sul buon umore.

In un recente studio pubblicato su Nature  per la prima volta di dimostra che gli Omega 3 possono avere un ruolo chiave nella regolazione del peso e del senso di sazietà.

L’Obesità è una malattia multifattoriale dove a cause a livello generale come la modificazione degli stili di vita determinata dalla società si inseriscono anche cause a livello individuale, perché ogni individuo interagisce in modo diverso con l'ambiente, la cultura e in particolare le scelte alimentari.

Lo studio si è concentrato sull’ereditarietà e in particolare sui recettori presenti nelle cellule dell'intestino che catturano i lipidi alimentari e trasmettono un segnale al tessuto cerebrale, fegato, pancreas. Questo segnale controlla l'appetito, le preferenze alimentari e lo stoccaggio dei grassi.

Uno di questi recettori, specifico per gli acidi grassi insaturi è codificata dal gene GPR120, Questo recettore è particolarmente importante perché la sua attivazione stimola la produzione di insulina e la secrezione di sazietà peptidi, ormoni che sopprimono l'appetito. Egli è inoltre coinvolto nella produzione di nuove cellule di grasso.


È stato dimostrato che la mutazione o l'inattività di questo recettore rende i soggetti più obesi in misura del 60%, in particolare non attiva la produzione degli ormoni  di sazietà.
Tra questi ormoni, vi è il GLP1, che è prescritto come una medicina per il diabete, perché favorisce la produzione di insulina.

Questi studi dimostrano che GPR120 potrebbe diventare il bersaglio per future terapie contro l'obesità e le malattie del fegato relative al sovrappeso, attraverso l'attivazione del recettore a livello farmacologico al fine di indurre alcune reazioni metaboliche anche senza una dieta equilibrata con omega-3.

Come sempre ho detto queste nuove ricerche sono importanti per il futuro ma non hanno ancora un' applicabilità pratica, oggi la migliore prevenzione dell'Obesità è una dieta equilibrata associata a del movimento fisico costante. Per chi è invece in sovrappeso o obeso una dieta ipocalorica associata in una attività fisica, tuttavia per entrambi una maggiore attenzione va prestata all’assunzione del rapporto omega 6/ omega 3 e soprattutto all’assunzione dei livelli raccomandati di omega 3

Riferimento: 
Troppi omega 6  e pochi omega3 proumovono l'Obesità attraverso le generazioni
In quali alimenti troviamo gli Omega 3? Cos'è la chia?
Pesce selvaggio o pesce d'allevamento.

25 commenti:

  1. BUONGIORNO..dunque anche questi OMEGA 3 son da tere sott'occhio.. (in questo campo non ho davvero molte conoscenze :S )beh grazie a questo post quando sentirò questa parolina starò piu attenta!!!

    PS. Grazie per i libri, se riesci a trovare qualche nome mi butto in lettura, cmq vai con calma!
    grazie ancora e buonweekend!!!
    vale

    RispondiElimina
  2. Interessantissimo come sempre! Grazie Gunther.

    RispondiElimina
  3. l'articolo me lo vado a leggere......che mi interessa anche per lavoro.... interessante che cibi considerati calorici come le noci in realta`sono utili contro l'obesita`! E` tutto un equilibrio....
    ciao francesca

    RispondiElimina
  4. gli omega 3 si trovano nelle noci?
    perchè la mia nutrizionista me ne fa mangiare 3 ogni giorno...

    RispondiElimina
  5. Interessantissimo questo post!

    RispondiElimina
  6. a me il pesce non piace, meno male che ci sono le noci

    RispondiElimina
  7. la primavera fa venire voglia di muoversi e di vincere la solita pigrizia, devo approfittarne! :-D

    RispondiElimina
  8. trovo molto interessante questo post! ma non solo...si può imparare davvero tanto dal tuo blog :)

    RispondiElimina
  9. un post molto interessante , come sempre , ciao

    RispondiElimina
  10. sei una fonte di notizie sempre
    importanti e interessanti!!
    Grazie!!

    RispondiElimina
  11. Da quando ti leggo, mi erano gia' diventati simpatici sti Omega3 ;) ora anche di più :))
    grazie

    RispondiElimina
  12. E' sempre bene ricordare gli alimenti benefici...
    Buona domenica.
    Ciao.

    RispondiElimina
  13. Ciao, Gunther! Articolo interessante come sempre, complimenti. Ma l'altro tuo blog non lo aggiorni più? Su, su! Torna a lavorare, pigrone :-D

    RispondiElimina
  14. Isabella Corsini3 marzo 2012 23:07

    Per me ci sono anche tante buone forchette!!!

    RispondiElimina
  15. Felice di fare la tua conoscenza Gunther...
    ti ringrazio per essere passato a trovarmi sul mio blog, anche io mi sono unita ai tuoi sostenitori!
    Ho fatto un giro nel tuo blog e devo dire che è pieno di cose interessanti...
    ...come questo post!
    Tornerò a trovarti con molto piacere!
    Un abbraccio,
    Agnese...dalla sua "cuccia"!

    RispondiElimina
  16. Buona Domenica...che dire altro, sei così preciso. Ciao.

    RispondiElimina
  17. Lo dico sempre Gunther. Viva gli Omega 3!!!

    E meno male che ci sei tu a spiegare le cose visto che i media latitano preferndo indugiare sugli omicidi-spettacolo..

    A proposito, hai visto lo spot dei bastoncini Findus "arricchiti" di Omega 3? Ma il merluzzo non ne contiene già di suo? :-)

    RispondiElimina
  18. con molto piacere ricambio la visita,ti devo fare i complimenti per il tuo blog è molto interessante...buona serata!

    RispondiElimina
  19. E io che non mangio pesce da dove prendo l'Omega 3 ??? aiutoooooo
    Buona serata Gunter!

    RispondiElimina
  20. qui da te sempre notizie interessanti, grazie !

    RispondiElimina
  21. grazie delle informazioni che sempre ci dai.
    noi cerchiamo quando possibile di utilizzare cibi contenenti omega 3.
    ciao ciao
    emme

    RispondiElimina
  22. Articolo davvero molto interessante, mi induce a riflettere sempre più sullo stile della mia alimentazione... vado a quello correlòato per comprendere come e con che alimenti poter assumere più omega3. Grazie :)
    Tiziana

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi