lunedì 20 febbraio 2012

Diabete: Ereditarietà, Genetica, Prevenzione Alimentazione e i benefici dell'Attività fisica

Diversi anni fa' per quanto riguarda alcune patologie si parlava  di "fattore ereditario"che stava ad indicare l'insieme di caratteri e di potenzialità  che ogni individuo riceve dai propri genitori ma anche il medesimo contesto, cioè tutta quella serie di abitudini, comportamenti e stili di vita che si trasmettono attraverso l'educazione e dove alcuni ricercatori hanno individuato delle possibili cause di alcune patologie che vedono più parenti coinvolti. 
Oggi si parla sempre più spesso di genetica, sono state individuati che alcune patologie possono avere una trasmissione genetica, tra queste il diabete.

Questo ha condotto la maggior parte delle persone a considerare le patologie una fatalità, anche alcuni medici e ricercatori a sottovalutare le abitudine e gli stili di vita. Ho sentito dire " tanto è genetico qualsiasi cosa faccio non serve a nulla". E invece no, anche se si può avere una genetica che predispone ad alcune patologie, questa indica un campanello d'allarme, bisogna iniziare a prestare attenzione e sopratutto fare della prevenzione perchè la terapia genica è ancora in fasi sperimentazione con risultati non sempre positivi. 

Il tema della genetica è un tema che va di moda, ben vengano le ricerche forse nel futuro ci aiuteranno ma noi oggi dobbiamo lavorare sul presente, sulle conoscenze certe che abbiamo e che siamo in grado d'applicare.


Genetica o stile di vita?

La mia esperienza mi ha portato a conoscere due popoli singolari quella degli Hmong in Vietnam, incidenza delle malattie renali sul 40% della popolazione e gli Hunza in Pakistan famosi per la loro longevità e bassa incidenza di tumori. 
In entrambi i casi la genetica aveva un ruolo importante ma oltre alla genetica lo stile di vita incideva molto di più. Attraverso la modifica degli stili di vita negli Hmong è diminuta l'incidenza delle malattie renali (bevevano molto poco) mentre negli Hunza, il cambiamento dello stile di vita e abitudini alimentari portati dal progresso ha reso questa popolazione meno longeva e ad maggiore incidenza di tumori. 

NB: quello che seguirà non è una dieta ma sono delle semplici indicazioni magari con qualche dritta, un blog non può fare di più, perchè una dieta personalizzata e i comportamenti da adottare ve li devono dare un medico e i centri ospedalieri che si occupano di prevenzione e cura di questa patologia.

Post correlati dove trovate ulteriori informazioni: 


Quale peso ha la genetica nel diabete?
Avere il padre o una madre diabetica incide per il 30%. In sintesi la malattia si traduce come una disfunzione del pancreas, che non secreta più insulina necessario al controlo del glucosio sanguigno all'interno delle cellule. Bene ricordare che per il 70% non ha causa genetica o ereditaria ma altre..



Strumenti di prevenzione in caso di "ereditarietà" o genetica: Alimentazione e attività fisica

L'alimentazione
Ricordate mantenere il peso nella norma diminuisce il rischio di sviluppare diabete, L’obesità aumenta la resistenza all’insulina prodotta dal pancreas. Essere normopeso diminuisce del 30% la possibilità del rischio di sviluppare il diabete. 

- Prediligere un' alimentazione leggera ma equilibrata di nutrienti, alimenti ad basso indice glicemico, una dieta ricca di frutta, verdura, legumi, pesce e prodotti derivati del latte limitare le carni (preferire i tagli magri) e i grassi animali.
- Prediligere i grassi vegetali ma in particolare l’olio d’oliva extravergine (tranqulli ne parlo bene ma non mi paga nessuno) perché esercita un azione antinfiammatoria e diminuisce il rischio di sviluppare la resistenza all’insulina
- Ricordate nella cucina ayurvedica si insaporisce le pietanze con pepe, timo, curcuma poiche aiutano a diminuire il tasso di glucosio nel sangue le spezie hanno proprietà sia antiossidanti che antinfiammatorie


- Attenzione all'apporto giornaliero di: 

Omega 3, scegliere alimenti che contengono omega 3 in quanto secondo alcuni studi migliorano la resistenza organica all’insulina, dove trovare gli omega3

Vitamina B9, la troviamo nei cavoli, spinaci, erbette nelle verdure a foglia ma anche nel lievito di birra, secondo alcuni ricercatori (Dr. O Coudron) un apporto di 400 µ g/die rispetto ai 200 µ g/die che sono i livelli raccomandati giornalieri contribuisce a ridurre il rischio di sviluppare il diabete del 30% nel casi eridarietà.  

Zinco, un oligoelemento che è indispensabile della secrezione dell'insulina, si trova nelle uova, pesce , latte derivati dei cereali e nelle carni.

- Importanza del riposo

Il sonno (sono strano forte he)
Dormire poco aumenta la resistenza all'insulina e il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, almeno otto ore per notte è una buona norma di comportamento, un ora in più di quella che dormiamo in media attualmente.


I benefici dell'attività fisica nella prevenzione del diabete (e malattie cardiovascolari, cancro e invecchiamento )

I benefici dell'attività fisica non ancora stati ben compresi di come il semplice movimento fisico è in grado ci proteggerci dalla comparsa di diabete o insulino-resistenza.

Un gruppo di ricercatori ha compiuto uno studio per vedere da cosa nascevano i benefici hanno così determinato che l'attività fisica produce un meccanismo di autofagia
L'autofagia è un processo durante il quale la cellula distrugge le parti danneggiate o inutili da solo per produrre energia.  Il ruolo benefico di autofagia è documentata per malattie cardiovascolari, il diabete, il cancro o l'invecchiamento.

Questo nuovo studio convalida ancora una volta le raccomandazioni dell' attività fisica nella prevenzione delle malattie stile di vita che includono diabete, infarto e ictus. Secondo questo studio le malattie possono essere se non eliminate essere almeno molto limitate.

Riferimenti:



Post Correlati: 

44 commenti:

  1. i tuoi post sono sempre molto utili per avere una vita sana. ciao

    RispondiElimina
  2. Non sapevo che anche dormire aiutasse la prevenzione! se ne impara sempre una qua!!! grazie
    a presto!!

    RispondiElimina
  3. Se ricordi io ho casi di diabete in famiglia, papa' compreso del tipo 1.
    Sono flexitariana anche per questo.
    Ho il terrore di avere in futuro il diabete.
    Non lo voglio proprio!
    :)

    Proprio ieri parlavo con mio marito sulla questione, lui e' di quelli che se tanto deve venirti ti viene...
    Io almeno voglio PROVARE a ridurre la percentuale!
    E intanto spero anche nella dea fortuna ;)

    Purtroppo dormo poco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Errata corrige:diabete tipo due...

      Elimina
  4. Ecco, io non ho problemi eh, ma è meglio mi metta a dormire di più!!!;)
    Bellissimo articolo

    RispondiElimina
  5. @2 amiche, grazie e benvenute

    @vale, vedi che anche dormire bene aiuta

    @luby, grazie mi raccomando leggi ultima parte del post è piuttosto importane. L'ho scritto proprio per alcuni che vengano e qui è so che hanno questi problemi sono molti

    @saretta, sono daccordo non si sa mai meglio qualche ora di sonno in più che meno :-))

    RispondiElimina
  6. Che bella la foto del pesce buonoooo !
    Ancora una volta la conferma che se una giusta alimentazione non fa guarire,aiuta almeno a prevenire.

    RispondiElimina
  7. ciao Gunther questo post mi tocca nel profondo come ti avevo scritto tempo fa' mia figlia di 15 anni 4 anni fa' è diventata diabetica guarda non lo auguro a nessuno non è di certo bello perche' devi stare attenta a tutto perche' ancora oggi c'è poca conoscenza, mia figlia sin da quando aveva tre anni ha sempre fatto sport ,in famiglia non ho nessuno geneticamente,e poi mia figlia è stata sempre magra e mai mangiava mottini cioccolatini ecc... ma purtroppo è arrivato tramite una febbre (sara' stata predisposizione questo non lo so ) e va be mi consolo dicendo c'è di peggio, mia figlia è una ragazza piena di vita ,e io ancora oggi stento a crederci a guardarla. Grazie sempre per i tuoi post che sono sempre di grande cultura e sono utili per tutti.

    RispondiElimina
  8. Sul sonno io sono a posto, anche perchè se non doro abbastanza prima del diabete mi viene un'attacco di nervi! Utilissimo questo post Gunter!

    RispondiElimina
  9. mia mamma ha la glicemia alta e usa spesso la curcuma perché ha letto che fa bene e me lo confermi!
    l'attività fisica (anche leggera) fa benissimo, bisogna metterselo in testa (parlo per me che sono tanto pigra) per il sonno, invece, no problem :-D
    Grazie per tutti i tuoi bellissimi post!
    Francesca

    RispondiElimina
  10. sono consigli utilissimi quelli che hai dato e validi, peccato siano poche le persone che credano che movimento, riposo e una sana alimentazione possano incidere sulla comparsa diabete. un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Ottimi consigli come al solito :) grazie :)

    RispondiElimina
  12. In famiglia non c'è nessuno che soffre di diabete, in compenso colesterolo da parte di babbo (già ereditato!) e ipertensione da parte di mamma (spero di evitarmela!)
    Mi auguro che l'attività fisica quotidiana e l'alimentazione bilancino abbondantemente le mie ore di sonno...mi sento un tantino a rischio da questo punto di vista con sei ore scarse a notte! Un bacio, buona serata

    RispondiElimina
  13. Grazie Gunther, è sempre interessante leggerti. Un bcione

    RispondiElimina
  14. Fortunatamente nessuno in famiglia con questo problema!! Ma da qualche anno dormo pochissimo e male!!!
    Sempre preciso!!! Grazie Gunther!!
    Felice serata!!!!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  15. Fantástica matéria!
    Concordo com você atividade física traz benefícios ótimos para a saúde!
    Abraço. Regina
    Sabor em Si

    RispondiElimina
  16. Gu ha escrito algunas cosas muy buenas acerca de la actividad física prevención de la diabetes son muy importantes, besos

    RispondiElimina
  17. Grazie tante per le tue informazioni. Sono molto preziose!!

    RispondiElimina
  18. Interesante! La cúrcuma si es estupenda para la diabetes.
    Besos

    RispondiElimina
  19. Come sempre in modo equilibrato offri spunti tecnici e di buon senso per parlare in modo sereno e propositivo di una patologia seria.
    Già solo avere approcci di questo tipo per chi è coinvolto fa la differenza, grazie anche per questo.

    RispondiElimina
  20. ottimi consigli, e semplici da seguire.
    Grazie al cielo non ho di questi problemi, dormo bene e cammino molto.
    Grazie Gunther

    RispondiElimina
  21. Ciao Gunther, mio padre è diabetico e prima di lui sua nonna. Io pigra e golosissssima!!! Fattori, insieme, micidiali. Ottimi consigli: giustissimo che lo stile di vita può fare la differenza. Non conoscevo invece la questione del sonno... dormo poco ma sono felice di poter rimediare : ))
    Un abbracccio e grazie

    RispondiElimina
  22. post sempre interessanti!!ottimi consigli,in famiglia non abbiamo di questi problemi,pero' lavorando in un paese di mare il pesce azzurro non manca mai e per fortuna i miei figli lo preferiscono a queelo di allevamento !!ciao buona giornata..

    RispondiElimina
  23. ciao,Gunther
    ricambiamo la visita...
    santo cielo... grande ammirazione per il tuo blog.
    (come ti abbiamo già scritto nella risposta al tuo commento)
    E' inutile dirti che ti leggeremo con gioia.
    Grazie e a presto
    le 4 apine

    RispondiElimina
  24. Molto interessante, lo farò leggere al suocero e a mio marito.....grazie grazie!!!!

    RispondiElimina
  25. E' sempre molto interessante leggere i tuoi post!
    A presto!

    RispondiElimina
  26. Grazie per i complimenti!Mio padre è diabetico, perciò tra un po' di tempo troverai nel mio blog ricette ipocaloriche e non bombe come la torta alla guinness! :) Molto interessante il tuo blog!Passa quando vuoi!A presto!

    RispondiElimina
  27. Un post molto interessante avendo casi in famiglia.Quella del sonno non la sapevo, ma l'attività fisica insieme alla dieta so che è molto importante. Io sono un po pigra e devo decidermi a darmi una mossa, perchè so che non c'è bisogno x forza della palestra,basta camminare ogni giorno di buon passo.Grazie e felice domenica!

    RispondiElimina
  28. Purtroppo mio padre ha scoperto da poco di avere il diabete..per lui ereditario..è difficile accettare e adeguarsi a non mangiare tante cose che prima adoravi!purtroppo quest'è la vita!ciao

    RispondiElimina
  29. interessantissimo!!!!!
    mi sono copiato il post!!!
    ciaoooo

    RispondiElimina
  30. SEmpre interessantissimo leggerti, grazie carissimo!!!

    RispondiElimina
  31. infatti io avendo la nonna paterna e il papà diabetici avevano paura che in gravidanza avessi il diabete "ereditario" invece che quello gestazionale. Invece con un buon stile di vita non ho avuto nessuno dei 2

    RispondiElimina
  32. I tuoi post sono sempre una fonte inesauribile di informazioni. La genetica potrà dire se si è predisposti a una malattia ma è lo stile di vita che poi influisce maggiormente sulla salute della popolazione. Invece di dire "sono predisposto non ci posso fare niente" bisognerebbe dire "visto che sono predisposto meglio seguire uno stile di vita sano per prevenire la malattia"

    RispondiElimina
  33. Gentile Gunther, grazie della visita! il tuo blog è una bella scoperta, interessante e puntuale nelle informazioni!
    a presto!
    elisa

    RispondiElimina
  34. Hai perfettamente ragione Gunther. Ormai la "genetica" è diventata un'ombrello con cui nascondere la pigrizia di muoversi un pò e le cattive abitudini.

    Ora vedrai che con la benzina prossima ai 2 euro molti si muoveranno di più!!!
    Almeno a qualcosa servirà... :-)

    RispondiElimina
  35. Ciao Gunther ! grazie di questo post, sempre stimolanti i tuoi scritti !!! Buona serata !!!

    RispondiElimina
  36. che bello questo post, pieno zeppo di notizie utili e interessanti, ciao SILVIA

    RispondiElimina
  37. Ciao Gunther, utilissimo e completo questo post, mi segno tutto. Buona settimana!

    RispondiElimina
  38. Todo un descubrimiento el blog! Me ha parecido muy interesante! Me quedo a seguir curioseando...
    http://cocinaros.blogspot.com

    RispondiElimina
  39. Utilissime info ... purtroppo ignorate da tantissime persone! Ho notato che una bassa cultura e testardaggine (di più dalla parte dei uomini) porta anche tanta ignoranza per la materia dell'alimentazione e la salute! Io mi scontro spesso con gli amici e conoscenti e anche con alcuni membri della mia famiglia(purtroppo) a proposito delle cattive abitudini alimentari e il loro stile di vita!...Pero sono contenta perché dopo un po' la pulce nel orecchio comincia a mordere la coscienza e cominciano a ragionare si questo argomento ...purtroppo delle volte è già tardi... Alla prossima Gunter!

    RispondiElimina
  40. Grazie Gunther, mi sorprende la scarsa ereditarietà del diabete, avrei detto il contrario pur non essendomi mai accostata al tema (per mia fortuna!) Buona serata

    RispondiElimina
  41. ciao, complimenti per i tuoi post, pieni di dettagli. Purtroppo il diabete è in aumento, aumenterà tantissimo l'incidenza di questa patologia nei prossimi anni e si sta enormemente abbassando la fascia di età in cui si manifesta (parlo del diabete di tipo II). L'arma vincente è quella della prevenzione.

    RispondiElimina
  42. stavo navigando alla ricerca di informazioni sul diabete infantile e mi sono abbattuta sulla storia tragica della bimba .....sto facendo accertamenti per mio figlio di 6 anni dopo analisi con glicemia alta , ho paura ma grazie delle informazioni......

    RispondiElimina
  43. aliema non devi avere paura, capisco che al momento è traumatizzante, non te lo aspetti ma oggi il diabete è una patalogia perfettamente gestibile, si può avere una vita normale.

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi