domenica 5 aprile 2009

Nei Fast Food non c'è aria di crisi: nuove formule di ristorazione


McDonald's ignora la crisi, l'utile netto nel 2008 ($ 4,3 miliardi) è aumentato del 80% in un anno! Mille nuovi punti vendita verranno aperti quest'anno. Secondo The Economist, il quotidiano finanziario inglese, per acquistare un Big Mac, bisogna lavorare a Chicago dodici minuti, quaranta quattro minuti a Pechino ottantasette minuti a Bogotà.

Si è sempre dato responsabilità dell’Obesita al cibo proposto dai Fast Food, ma bisogna anche dire che è un offerta di cibo a buon mercato, ci sono proposte anche di insalata e frutta. Rispondono ad una nuova esigenza ad un nuovo stile di vita.
A Milano dove lavoro ci sono anche delle proposte interessanti a mezzogiorno con menù completi in ristoranti a 12-13 euro a Milano come da Il sole in via Curtatone, La Bettola di Piero in via orti, 17 e Le banque in via Porrone 6 a Milano. Mi rendo però ben conto che è il prezzo di un ora di lavoro e più. Che rapporto deve avere ora di lavoro e costo di un pasto? Quanto dobbiamo lavorare per permetterci un pasto?

La crisi ha accelerato il ritorno alla mensa aziendali per molti dirigenti e sta favorendo sempre di più l’acquisto presso i supermercati o negozi, di prodotti pronti da mangiare. Non c'è spazio commerciale dalle panetteria a perfino le pescheria che aprono angoli dove poter consumare un pasto che trasforma la visita e l'acquisto in una esperienza originale

Una studentessa universitaria blogger mi ha chiesto le formule successo degli ultimi anni, su cui si può prendere esempio anche per avviare una nuova attività sono ce ne sono molte a Parigi, Londra, Bruxelles, Milano, tutte contraddistinte da una nuova aria di cambiamento dopo aver agito su 3 istinti, il gusto salato, il grasso, lo zucchero offrendo un godimento superficiale e momentario ora vuole offrire un cibo migliore per un piacere profondo a un costo accettabile vediamo come:


Fast Food Bio o vegetariano, abbracciare una filosofia uno stile di vita :

- Cojean dal 2001 è stato il primo ad avere adoperato uno formula di successo alternativa, 60 ricette di zuppe, un 80 % di preparazioni bio e vegetariano.
- Cozna Vera, il fast food bio di Marc Veyrat aperto ad Annecy, si può fare un menù completo, zuppe da 5,80, hamburger bio e patate con 9,8 euro, nuovo apertura prossima a Ginevra
- D-li Vert, marchio fast food svizzero, un menu equilibrato a un prezzo controllato studiato sul target 16-24 anni a Martigny
- Naked, Rue Du Colisée, Parigi-8e un fast food bio e naturale, con panini bio, succhi naturali di sedano, mela, cetriolo.
- Lifegate a Milano in via orti

Fast food Gourmand alternativa al ristorante

- BE Boulangerie Epicerie di Alain Ducasse, Uno spazio colorato e di stile, un fast food gourmand sandwichs, zuppe, dolci, un «lunch box», 3° piano Printemps de la Maison, 64 bd Haussmann Paris 8e
- Giraudet bar a zuppe e quenelles, piacere della tavola e storia del territorio. 16, rue Mabillon
- Mavrommatis, 18 rue duphot, boutique madeleine, una grande azienda di ristorazione che ha aperto una boutique per la ristorazione veloce, una cucina di decisamente ispirazione greca.
- Noura TraiteurBoutique 33, avenue Pierre 1er de Serbie, cucina libanese anche qui ristoranti tipici di cucina che si trasformano in boutique per formule veloci e più economiche.


Fast Food Internazionali con formula in franchising
- Lina's, in 50, rue Etienne Marcel, ma ce ne sono una cinquantina di punti vendita , ricchezza di panini, smoothie frutta al 100%, zuppe, insalate.
- Exki, take away naturale, fresco e pronto, è una catena Belga: (Parigi, boulevard du Montparnasse, nel 14, avenue de France, nel 13 ° e il Boulevard des Italiens, in 2a) c’è anche a Milano in Piazza Santa Maria Beltrade 1 con carta prepagata. Sandwich, insalate, torte salate.
- Mezzo di pasta, fast food di pasta, beh visto che gli italiani non ci pensano ecco i francesi con mezzo di pasta, fast food mediterraneo, con pasta anche da portare via nel cartone.
- Pret a manger, in Inghilterra è molto noto tanti punti vendita una cucina fusion internazionale ma troviamo anche la mozzarella di bufala.


Formule originali
- Rose Bakery in stile inglese (focaccine, zuppe, crostate e torte di formaggio), in rue des Martyrs .
- Goutu eat & smile, panino a 1 euro ma non ce sono panino, anche insalata, zuppe

Nessuna di queste formule però si può dire sia in concorrenza con McDonald's sul fattore prezzo, pasti tutti a più di dieci euro tranne che da Goutu, vedremo una formula anche italiana di ristorazione veloce a basso prezzo con la pasta?

12 commenti:

  1. Hai ragione sai?Io sono da anni frequetatrice della nostra mensa, per il semplice fatto che riesci a mangiare in modo sano equilibrato e tranquillo(a differenza dei baretti dove fai a ougni con la gente ed il cibo è quello che è..).
    Ultimamente vedo anche signori che in passato guardavano come pezzenti noi "mensaioli", pensa te...
    I risto che citi li conosco, exki non è male anzi!

    RispondiElimina
  2. Lasciami essere abbastanza perplesso. In tempo di crisi anche in Francia, mio figlio sabato scorso ai Bonmarché di Parigi ha fatto 370 passaggi (!), la sua fidanzata sulla Rive Gauche (l'Altro) il mese scorso ha fatto un 20% in più rispetto al 2008, senza nessuna iniziativa particolare.
    Io ho messo in atto un'iniziativa di slow food a basso costo (http://www.bistrotchezmaurice.com/2009/02/02/cosa-cucinare-in-tempo-di-crisi/) ma l'ho abbandonata perché non mi ha dato i numeri sperati.
    Il successo o l'insuccesso, anche in tempo di crisi, dipende da un milione di fattori che nessun esperto di marketing ha ancora saputo analizzare. Vedi Confidential Kitchen di Anthony Bourdain che dimostra tutto ed il contrario di tutto.

    RispondiElimina
  3. E' vero, in Italia non esiste una catena di fast food di pasta...sai che pero' forse e' meglio..a meno che non riuscissero a farne uno molto carino, con ingredienti ottimi, e buona qualita'....

    Interesssanti le tue informazioni, come sempre!

    RispondiElimina
  4. Lascio gli auguri di buona Pasqua.Molto amara qui,ma...
    A presto.

    RispondiElimina
  5. è più visibile nei centri urbani questi cambiamenti, ho visto che sono nati tanti posti dove mangiare qualcosa di veloce già pronto, quello di goutu mi piace, qualcuno forse un po attempato si ricorda a milano di "ziamaria" per i ragazzi anni 80, dove di andava a mangiare un piatto di pasta o le patatine fritte con olio d'oliva

    RispondiElimina
  6. Penso che noi italiani, purtroppo, non siamo bravi abbastanza a valorizzare i talenti del Paese.
    Una catena alimentare con pasta, formaggi, prodotti tipici...sarebbe fantastico!...pensiamo solo a quanti turisti accorrerebbero...

    RispondiElimina
  7. veramente una specie di di catena alimentare con pasta esiste. almno a roma.
    porta il nome di pastarito o pizza rito la pasta c'è scegli il formato e il sugo.
    pessima...pessima...pessima.
    gunther tutte le volte che passo di qua mi si allarga il cuore per l'intelligenza, la presenza, gli approfondimenti precisi.
    purtroppo ho subito una drastica riduzione di tempo e passo poco spesso.
    bah...
    tanti auguri a te e alla tua famiglia.
    ah dimenticavo la mia famiglia e la tua stanno per raggiungere la parità numerica :)))

    RispondiElimina
  8. caro Gunther,
    intanto, Buona Pasqua, e poi, grazie per l'illuminazione, ora mi cerco/leggo informazioni su tutti questi posticini carini alternativi al mc, chissà mai ne nasca una qualche idea!
    ciao
    babs

    RispondiElimina
  9. Anche io come Enza ho provato Pizzarito & Pastarito e condivido il giudizio!
    Questo blog mi piace, lo trovo interessante. A presto

    RispondiElimina
  10. pointless_nostalgic15 aprile 2009 00:12

    Ti segnalo un'altra catena orientata a una sorta di "healthy food" ...che io sappia è solo a Manhattan, ma io l'ho trovata da leccarsi i baffi...un bancone intero dove scegliere insalata, condimento, dressing...
    PAX WHOLESOME FOODS. Ottimo!

    RispondiElimina
  11. Ho visto questo post solo oggi, lo trovo molto interessante. Credo che nessuna soluzione commerciale vada demonizzata, soprattutto se si è resa sensibile ai problemi di budget dei consumatori. Lo dice persino Mark Knopfler, l'ex anima dei Dire Straits, oggi grande solista, in una canzone sull'inventore dei fast food in Usa: non tutti possono mangiare nei ristoranti slow food, qualcuno ha poco più di una manciata di euro (dollari) da spendere al giorno. certo,speriamo che compri più spesso frutta e insalata ora che ci sono anche lì... buona giornata

    RispondiElimina
  12. @valentina, grazie lo faccio volentieri per i miei lettori
    @saretta, ci sono delle ottime mense, anche io ho mangiato da eski non è male
    @maurice, sono sole delle nuove idee su cui si sono concetrati degli investimenti, le analisi purtroppo si possono fare solo dopo uno o due anni, è difficile prevedere dove il mercato và
    @ciboulette, credo che la pasta deve restare vicino ai giovani
    @simon, è vero non siamo tanti bravi
    @enza che piacere quando viene a trovarmi, complimenti per la parità numerica, noi ci siamo fermati, quattro non sono pochi!! auguri
    @babs, auguri , vuole essere anche uno stimolo imprenditoriale
    @eli grazie infatti quella catena non l'ho inserita
    @pointless_nostalgic, grazie della dritta è tanto che manco da new jork
    @mimuovo, hai colto molto bene il senso, di un offerta per mangiare in modo corretto anche con pochi euro

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi