domenica 20 marzo 2016

Novità nel settore delle carne: il lama



Da quando lo scorso ottobre l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) organo dell' Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sulla base di 800 studi, ha classificato le carni trasformate ( es. salsicce e salumi), nella categoria degli agenti cancerogeni per l'uomo e le carni rosse incluse le carni di maiale e di vitello come probabilmente cancerogene, gli effetti sul mercato si iniziano a sentire con volumi e fatturato in calo.

La strategia dei produttori di carne sta cercando di spingere verso le carni alternative come quelle di pollo e di tacchino, tuttavia non basta.

Da più anni si cerca d'introdurre delle nuovi carni, sottolineandone l'aspetto nutrizionale e l'aspetto del basso impatto ambientale, tuttavia faticano a entrare nella consuetudine della cucina per il sapore, come la carne di struzzo o di cammello, sono carni a cui i consumatori non sono abituati.

I produttori e distributori di carne per sostenere la domanda di carne e combattere questo momento di crisi hanno scelto di affidarsi alla carne di Lama, tra i piatti più in voga carpaccio di lama con quinoa accompagnato da scaglie di parmigiano e insalata novella, diventato un piatto must in molti ristoranti di lusso in Sudamerica.

Il lama è un animale tipico delle Ande, viene allevato in particolare per la lana alpaca, e in campagna come animale da soma.

Da sempre le popolazioni del Sud America hanno un reddito procapite molto basso, la carne di lama ha rappresentato se non l'unica una delle poche fonti di carne che potevano permettersi, negli ultimi anni da carne dei poveri si è trasformata in carne dei ricchi.

Il paese che ha il più alto numero dei lama è la Bolivia, circa il 60% dei lama di tutto il Sud America, l'arrivo della carne dal Sudamerica non deve stupire la maggior parte della carne già macellata spesso arriva dal Sudamerica.

Fonte: Polidori, Renieri, Antonini e Lebboroni dall'Università di Camerino, "lama meat nutrition properties" 

Il "successo" della carne di lama è dovuto alla sue caratteristiche nutrizionali, è una carne che come quella di manzo è ricca di proteine ma ha un minore apporto di grassi e colesterolo, in questo senso uno delle poche ricerche sulla carne di lama è italiana fatta da Polidori, Renieri, Antonini e Lebboroni dall'Università di Camerino, "lama meat nutrition properties" il quale facendo il confronto con carne di maiale e manzo indica che la carne di lama ha il 50% meno di grassi e un minore contenuto di colesterolo.

Sotto la denominazione lama in realtà ci sono 4 specie diverse di Camelidae, Lama, Lama Alpaca, Lama Vigogna, Lama Guanaco, sembra secondo lo studio che ci siano differenze gustative derivate dal fatto che non tutte le specie sono coltivate in tutti i paesi, per esempio la carne che proviene dall'Argentina e Cile è più Guanaco e Lama, mentre quella della Bolivia sono Alpaca e Lama.

La popolazione indigena sudamericana ha sempre mangiato carne di lama, quello che non sapevo è che la carne di lama non è un assoluta novità perché viene secondo alcune fonti utilizzata in America nelle carni per il kebab e gli hamburger, secondo chi l'ha provata il suo gusto ricorda il manzo ma un po' più selvatico.

Non so, non mangio le mie galline, dovrei mangiare un lama? Io penso che la divulgazione di questa notizia della carne di lama ha lo scopo di creare (forse) una buona immagine sulla carne per stimolare il consumo di carne in generale, anche se con l'aumento dei vegetariani e dei vegani la vedo un po' difficile. Quanto invece al consumo diffuso della carne di lama, io credo che rimarrà relegato a un consumo per pochi, visto anche la distanza che c'è tra luogo di produzione e i mercati europei.

7 commenti:

  1. diranno che mangiare carne di alpaca...scalda il cuore e lo stomaco ! E' una battutaccia ma queste notizie mi fanno sorridere, grazie a te che ce le fai conoscere, buona settimana !

    RispondiElimina
  2. ti dirò, in tutta sincerità, che ho eliminato dalla mia dieta la carne rossa, ma mai mangerei carne di struzzo o di cammello, tantomeno quella di di Lama, mangio 1 volta a settimana carne bianca e sto bene così! Buona Pasqua, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  3. Ciao Gunther, io non amo particolarmente la carne e quindi non sono un buon esempio, ma penso che proprio non ce la farei a mangiare la carne di lama. Non avevo nemmeno idea che fosse già consumata da alcune popolazioni. Certo che se lo scopo di queste notizie è creare un'immagine più positiva sull'idea di mangiare carne.. mmh ho dei dubbi che possa essere la strategia giusta!!! Ciao e grazie di tutte le informazioni che metti qui a nostra disposizione.

    RispondiElimina
  4. Non conoscevo le caratteristiche nutrizionale della carne di questo animale. Come sempre sei una fonte preziosa di notizie. Ciao.

    RispondiElimina
  5. oh mio Dio ! Adesso affameremo il sudamerica per permetterci un piatto sfizioso ! ciao Gunther ! Grazie per i tuoi post e Buona Pasqua !

    RispondiElimina
  6. non conoscevo le caratteristiche della carne di questo animale. s'impara sempre qualcosa!

    RispondiElimina
  7. Infatti non ho mai visto la carne di lama dalle mie parti ... qui siamo in campagna, al massimo ci sono galline, tacchini e oche. Scherzi a parte, non la conoscevo e nemmeno mi ispira.

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi