giovedì 26 novembre 2015

Perchè i bambini si ammalano di cancro?

Simonetta G, Torre del Lago: Perchè i bambini si ammalano di cancro?

Non è facile parlare a dei sbigottiti genitori, comunicare una diagnosi di cancro, non realizzano immediatamente, sono in un secondo tempo comprendono il significato delle parole.

La domanda più frequente è, perché mio figlio ha il cancro?

Il meccanismo è lo stesso che per gli adulti, cercherò di spiegarlo in modo semplice e che sia comprensibile a tutti, se ci riesco, perchè questi meccanismi sono complessi.

Il nostro corpo è costituito da cellule che si rinnovano, all'interno dei nostro organismo esistono in realtà chiamiamoli cosi dei geni spazzini e controllori che devono impedire che una cellula impazzita possa sopravvivere dando cosi origine a un tumore.

Perché il processo tumorale si inneschi bisogna che anche questi geni di controllo siano fuori uso, cosi le cellule impazzite si moltiplicano sostituendo quelle sane.

Le cellule impazzite possono rimanere nell'organo dove si sono sviluppate cosi si parla di tumore benigno se invece si diffondono anche ad altri organi vitali come il polmone, il fegato, il cervello in questo caso parliamo di tumore maligno.

Quello che è noto è che il cancro nasce da un accumulo di mutazioni, cioè di alterazioni dei geni che regolano la proliferazione e la sopravvivenza delle cellule, la loro adesione e la loro mobilità.

Quali sono le cause della mutazione genetica? Oggi gli scienziati sanno che le cause possibili per lo sviluppo del tumore possono essere scritte nei geni, possono essere ereditarie oppure più semplicemente le mutazioni dei geni si generano per errori nel meccanismo di replicazione delle cellule

In molti casi una certa predisposizione genetica si somma a fattori ambientali. Tra i fattori ambientali più noti ci sono le radiazioni diagnostiche durante la gravidanza, negli anni '70 erano noti i casi di una molecola lo Dietilstilbestrolo, che assunto della madri poteva favorire il tumore alla vagina e al collo dell'utero nelle figlie. 

Ci sono poi alcuni fattori ambientali sui quali non ci sono condivisioni in tutta la comunità scientifica come i gas di scarico, pesticidi, l’esposizione a campi elettromagnetici a bassa frequenza.

Sembrerebbe che nella storia dei genitori abuso di tabacco e alcool, favorisca nei figli quelle mutazioni genetiche che stimolano la formazione di tumori ma anche su questo non c'è consenso scientifico unanime.

I tumori maligni in età pediatrica sono rari ma non impossibile con il 70% di possibilità di guarigione, i tumori più diffusi sono le leucemie, i linfomi, il neuroblastoma, il nefroblastoma e il retinoblastoma.


Proprio sui fattori genetici, è comparso un articolo pubblicato sul New England Journal of Medicine, il quale sostiene che la causa del cancro nei tumori infantile la si trova nei geni.

Sembra che la mutazioni della sequenza di cellule germinali possono predisporre al cancro in età pediatrica

E' stata analizzato il genoma di un gruppo di persone, sono state trovate le sequenze di DNA di mutazioni di geni che in 565 possono predisporre al cancro ma solo 60 di questi al cancro in età pediatrica

Nel gruppo di persone tenuto sotto controllo medico circa l' 8,5% delle persone hanno sviluppato il tumore in età pediatrica, questo hanno ha mostrato mutazioni della sequenza della cellule germinali o mutazioni genetiche che hanno ereditato dai loro genitori.

Sono tumori interessati a questo sono i tumori che colpiscono il cervello, il midollo e il sistema nervoso centrale.

Tuttavia secondo gli autori per alcuni geni vi è una forte evidenza scientifica che ereditare una copia mutata di un gene può portare a certi tipi di cancro, per altri è più sfuocato.

In un futuro non troppo lontano, le sequenze del genoma delle persone assistite incluse i bambini potranno fare parte della cartella clinica, insieme con gruppo sanguigno, altezza e peso. L'identificazione delle mutazioni genetiche che possono predisporre le persone a cancro potrebbe essere un modo utile per determinare chi ha bisogno di screening per il tumore.

In futuro si potrà sapere che un bambino ha una mutazione dei geni per cui è predisposto alla formazioni di tumori, questo può modificare non solo l'eventuale trattamento ma fare prevenzione per evitare di sviluppare il cancro.

La novità sottolineata da questo studio è che casi di cancro si sono verificati anche in coloro che non avevano una storia precedente in famiglia di cancro, anche se un una precedente storia familiare di cancro rimane un fattore che va preso in considerazione.

Riferimenti: R.Dowling e autori vari "Germline Mutations in Predisposition Genes in Pediatric Cancer" New England Journal of Medicine, Novembre 2015

9 commenti:

  1. Un articolo molto delicato, che Dio preservi tutti di questi inconvenienti !

    RispondiElimina
  2. mi auguro che la ricerca sia sempre finanziata in modo adeguato e che davvero si possano fare passi avanti fino a debellare completamente questa malattia,articolo interessante , come sempre...

    RispondiElimina
  3. Ho fatto una grande fatica a leggere .. volevo tornare indietro come ho letto il titolo. ma non per nascondere la testa sotto la sabbia, non sono il tipo.. mezzo secondo dopo ho pensato a quanta fatica fai tu, anche tu, e quindi l'ho letto tutto. Non dirmi brava, non lo sono e non c'entra niente con quello che volevo dirti, ovvero, dici: "n un futuro non troppo lontano, le sequenze del genoma delle persone assistite incluse i bambini potranno fare parte della cartella clinica, insieme con gruppo sanguigno, altezza e peso. L'identificazione delle mutazioni genetiche che possono predisporre le persone a cancro potrebbe essere un modo utile per determinare chi ha bisogno di screening per il tumore" non so se ho ben capito e se intendi quello che sto per dire: se intendi che durante l'intervento facciano prelievi e mettano in cartella la tipologia del cancro, lo studio in base a quello della chemio, lo studio della derivazione per prevenzione rispetto ai figli e diretti familiari...beh lo fanno già. Da anni qui all' IRCC Candiolo. Hanno confrontato il tipo di tumore di mia suocera con quello di mio marito e non c'era correlazione, Tengono come banca dati esiti di laboratorio per molti anni. Fanno ricerca e se dai il consenso, (io l'ho dato) utilizzano quel che devono utilizzare che appartiene a te o ad un tuo familiare per la ricerca appunto. non so se mi sono spiegata, scusa fatico a parlarne, spero di essere stata utile. baci ciao.

    RispondiElimina
  4. no no, un momento, parlare di genetica è un linguaggio difficile ed difficile anche semplificare, è possibile che anche io non mi faccia capire bene

    Intendevo solo dire che nel bambino insieme ai dati relativi al peso, altezza saranno inseriti anche i dati relativi al Dna, ai geni in questo modo sarà più facile sapere se si avrà qualche mutazione genetica che può predisporre il bambino al tumore, solo questo ma sarà un dato obbligatorio insieme ad altri dati

    spero di essere stato comprensibile, chiedo scusa

    RispondiElimina
  5. Un post importantissimo che fa capire per l'ennesima volta l'importanza della ricerca e del suo finanziamento a cui anche noi, nel nostro piccolo, possiamo contribuire. Grazie!

    RispondiElimina
  6. Se faccio uscire le parole dal cuore, ti dico che non è giusto, che nessun bambino dovrebbe soffrire mai di nulla, nè per le malattie, nè per la fame, nè per le guerre, nè per le violenze fisiche o psicologiche, nè per mancanza d'amore, ma la vita in generale non è giusta, le favole non esistono ed il cancro è una bestia orribile che si è portato via mio padre, mia suocera e mia cugina mia coetanea e tantissime altre persone che conoscevo e allora la testa e la ragione ti risponde e ti dice che spero nella ricerca e mella tenacia dei nostri ricercatori e che la classe politica abbia un'illuminazione, anche divina se serve, ma vhe aumentino con le prossime finanziarie i fondi destinati ad essa.
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
  7. Argomento delicato che sei riuscito a trattare con la solita professionalità che ti contradistingue. Buona domenica Gunther

    RispondiElimina
  8. Che paura solo sentir nominare questa parola.. :-((
    Ciao,buona serata a presto

    RispondiElimina
  9. argomento molto delicato...io spero che un giorno non lontano si possa trovare una soluzione a questo "male"...prima si moriva per malattie che oggi sono facilmente curabili, spero in un futuro non lontano si possa guarire SEMPRE anche dal cancro...la mia tesi di laurea è stata in genetica...purtroppo gli errori che si possono generare sono così tanti e vari...che so che difficilmente potrà esistere un unica cura per "il cancro"in generale...ma spero che la ricerca faccia progressi e si possano trovare cure mirate per ogni tipo di cancro...sarà utopia? io ci voglio credere e sperare

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi