martedì 30 giugno 2015

L'avocado, nuova speranza per il trattamento della Leucemia Mieloide Acuta?

L'avocado è uno dei frutti esotici più presenti nel mercato europeo, anche se è coltivato in alcuni paesi del Mediterraneo come Israele, è un frutto che arriva  dai paesi con climi tropicali o sub-tropicali come il Messico, Indonesia, Colombia, Brasile, Cile, Repubblica Dominicana, Perù, ed Etiopia.

Alcune persone evitano di mangiare l'avocado per il suo contenuto di grassi, è stato dimostrato che sostituire i grassi con i grassi l'avocado non danneggia la perdita di peso.
Inoltre il consumo di avocado è associato con una migliore qualità della dieta generale, migliore apporto di nutrienti e un ridotto rischio di sindrome metabolica

Un nuovo studio svolto in Canada ha rilevato in questi giorni delle novità sorprendenti, una molecola presente nell'avocado, nella parte grassa, cioè avocatina B potrebbe essere all'origine di un nuovo trattamento contro la Leucemia Mieloide Acuta.

Per quelli che non conoscono la Leucemia Mieloide Acuta è una malattia che si sviluppa a partire dal midollo osseo e che progredisce velocemente. Le cellule del sangue sono presenti nel midollo osseo sotto forma di precursori e, attraverso un percorso di maturazione, si possono differenziare in globuli bianchi (tra cui i linfociti), globuli rossi, o piastrine.
Se in questo percorso che li porta a diventare adulti i precursori vanno incontro a una trasformazione in senso tumorale, si arriva alla Leucemia Mieloide Acuta.

La Leucemia Mieloide acuta rappresenta il 13% delle leucemie tra i bambini di età compresa tra 0 e 14 anni.
Non c'è al momento nessun trattamento promettente e rischio di mortalità rimane molto elevata tra il  90% del 65%.

Secondo i ricercatori dell' Università di Waterloo (Canada) la molecola presente nell'avocado può efficacemente combattere le cellule staminali della leucemia.

Finalmente una buona notizia, l'avocado non mi piace ma questa news me lo fa vedere in una nuova luce.

Riferimenti
Eric A. Lee  , Leonard Angka , Sarah-Grace Rota , Thomas Hanlon, Andrew Mitchell , Rose Hurren , Xiao Ming Wang, Marcela Gronda, Ezel Boyaci , Barbara Bojko, Mark Minden , Shrivani Sriskanthadevan   Alessandro Datti , Jeffery L. Wrana  , Andrea Edginton , Janusz Pawliszyn , Jamie W. Joseph , Joe Quadrilatero , Aaron D. Schimmer , e Paul A. Spagnuolo "Targeting Mitochondria with Avocatin B Induces Selective Leukemia Cell Death" The journal of Cancer Research June 2015



5 commenti:

  1. Grazie per questo articolo molto importante. Allora mangiamoli quando possiamo !

    RispondiElimina
  2. A me invece piace molto e sono contenta che abbia così tante proprietà benefiche. Grazie della notizia!

    RispondiElimina
  3. Questa sì che è una notizia che non conoscevo... grazie, sei tanto prezioso!!!!

    RispondiElimina
  4. povero avocado, mangiato da solo sa di poco, è molto burroso,invece aggiunto ad altri alimenti è delizioso !

    RispondiElimina
  5. Concordo: l'avocado non mi piace ma vedrò di fare uno sforzo

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi