martedì 30 ottobre 2012

Licopene e AVC accidente vascolare celebrale o Ictus, il marketing salutistico del pomodoro alla ricerca d'identità

Sono oramai più volte che si parla di marketing salutistico del pomodoro, oggi i semi del pomodoro sono in mano a multinazionali, che cercano di creare del valore aggiunto al pomodoro, oltre alle multinazionali ci sono anche le aziende trasformatrici dei pomodori cioè produttori di salse, conserve e concentrati di pomodoro.

Dopo gli studi sul licopene del pomodoro e prevenzione del cancro non condivisi dalla FDA, dopo il nuovo pomodoro indigo rose con più antiossidanti, ora sembra sia la volta della relazione tra licopene e la riduzione di AVC accidente vascolare celebrare, meglio conosciuto come ictus.

Cos'è un AVC, accidente vascolare celebrale, cos'è un ictus?
Si tratta di un'interruzione improvvisa del flusso di sangue e ossigeno al cervello. Si tratta di un'emergenza medica, più il soccorso viene effettuato in ritardo, più gravi possono essere le conseguenze.
Ci sono incidenti vascolari di origine ischemica, i più comuni, quando le arterie sono bloccate da grumi di sangue o da altri depositi grassi che causano una privazione di ossigeno al cervello;
Ci sono incidenti vascolari di origine emorragica, che si producono nel corso di rottura di un'arteria cerebrale o di un aneurisma, con conseguenti emorragie di sangue nel cervello.

Nel 80% dei casi, è ictus ischemico. Nel restante 20%, ictus è il risultato di una emorragia cerebrale.
L'ictus è la principale causa di disabilità acquisita negli adulti, la seconda causa di demenza dopo la malattia d' Alzheimer e la terza causa di morte dopo le malattie cardiovascolari e i tumori.

Dopo il verificarsi di un primo ictus, il rischio di recidiva è alto, viene stimato tra il 30 e il 43% nei cinque anni seguenti, pertanto è importante attenersi alle modalità della prevenzione terziaria indicata dal centro ospedaliero di riferimento. 


Quali sono i fattori di rischio dell'AVC ictus?
Età. Più della metà degli ictus si verificano in persone di età superiore a 75 anni e oltre.
Alcune malattie cardiache che richiedono terapia anticoagulante .
Ipertensione.
Ipercolesterolemia e ipertrigliceridemia
Un precedente episodio d' attacco ischemico transitorio TIA
Diabete, questa malattia caratterizzata da un eccesso di zucchero nel sangue contribuisce alla formazione di depositi di grasso (placche) sulle pareti delle arterie.
Fumo
Consumo di alcol
Inattività, poca attività fisica.

Quale prevenzione dell'AVC Ictus?
AVC sono tra quelle patologie che possono essere prevenute intervenendo sui principali fattori di rischio che sono legati a comportamenti, in particolare nella prevenzione primaria e secondaria:
Smettere di fumare riduce del 50% il rischio,
Nelle donne evitare d'associare il vizio del fumo e contraccettivi orali, sono il fattore ritenuto più a rischio nella popolazione femminile.
Controllare l'ipertensione. Controllare la sua pressione sanguigna almeno due o tre volte all'anno.
Controllo del peso, evitare l'eccesso di peso
Attività fisica  e movimento
Controllare e prevenire il diabete.
Controllare che livello di colesterolo sia nella norma.


Alimentazione e prevenzione degli accidenti vascolari celebrare ictus
Come abbiamo visto sopra, l'alimentazione riveste un ruolo importante nella prevenzione dell'AVC, nella prevenzione dell'ipertenzione, del diabete e del livello di colesterolo, e nello stesso tempo come prevenzione dell'Obesità e dell' iperlipidemia.
Gli specialisti in Scienza dell'Alimentazione raccomandano un alimentazione con un ridotto apporto di grassi, in particolare grassi saturi e raccomandano un controllo dell' apporto d'Omega 3 (pesce  due o tre volte a settimana).
Raccomandano inoltre una dieta più ricca di frutta e verdura in quanto diversi studi hanno indicato l'influenza favorevole nella prevenzione grazie alla presenza d'antiossidanti e carotenoidi.

Lo studio in questione sul rapporto tra licopene e AVC, è stato fatto in Finlandia, un paese bellissimo invito tutti ad andarci, io ci ho vissuto un po' di tempo, proprio per questo posso permettermi di dire che nella dieta dei finlandesi per abitudine le porzioni di frutta e verdura, non hanno familiarità con i pomodori o in genere tutti quei prodotti che contengono licopene come anguria, pompelmo, anche se sappiamo che livelli più alti di licopene sono nei salse di pomodoro cotto, si pensi all'Italia dove la pasta con il pomodoro è piatto  principale della dieta. 

Lo studio sostiene che elevate concentrazioni sieriche di licopene, come marker di assunzione di pomodori e prodotti a base di pomodoro, diminuisce il rischio di ictus ischemico negli uomini, sarebbe interessante verificare anche se anche nei paesi del mediterraneo dove invece il pomodoro è più utilizzato, se sono già presenti elevati livelli di concentrazione sieriche di licopene oppure no.


Sintesi: anche nel caso di AVC, accidente vascolare celebrale meglio noto come Ictus la prevenzione riveste un ruolo importante, oltre ai comportamenti che limitano il rischio, c'è anche un alimentazione equilibrata con movimento fisico, all'interno di un alimentazione equilibrata più porzioni di frutta e verdura grazie alle presenza d'antiossidanti e carotenoidi sembrano giocare un ruolo favorevole nella prevenzione, tra i carotenoidi il licopene sembra giocare un ruolo più importante rispetto ad altri, tuttavia per principio di precauzione io attenderei ulteriori studi di conferma. 

NB Mi rendo che è difficile da comprendere ma non è mai un solo alimento che può aiutare a prevenire una patologia ma è un insieme come in questo caso di comportamenti che limitano i fattori di rischio uniti all'alimentazione, non come ho letto su tutti i giornali che il pomodoro combatte l'ictus.


Riferimenti
Jouni Karppi, PhD, Jari A. Laukkanen, MD, PhD, Juhani Sivenius, MD, PhD, Kimmo Ronkainen, MSc and Sudhir Kurl, MD "Serum lycopene decreases the risk of stroke in men A population-based follow-up study", Neurology October 2012

31 commenti:

  1. Quindi? NOn ho capito: fa bene o no mangiare pomodori (licopene) per aiutare a prevenire l'AVC? Grazie mille come al solito complimenti per quanto scrivi.

    RispondiElimina
  2. scusa non mi sono spiegato bene
    è complicato mi rendo conto , ma la prevenzione è una serie di atti, all'interno di questi, sicuramente un alimentazione equilibrata, con più porzioni di frutta e verdura aiuta a prevenire gli AVC,

    il pomodoro da solo è molto più difficile da sostenere e il contenuto di licopene varia molto da pomodoro a pomodoro

    un solo studio in genere non basta ci vogliono più studi , questo non vuole dire che il pomodoro faccia male però, mangiatelo perchè è buono e perchè vi piace

    RispondiElimina
  3. faccio un esempio se bevo alcool, se fumo molto, se ho i colesterolo alto, se ho i trigliceridi superiori alla norma il solo mangiare pomodori non mi aiuta

    RispondiElimina
  4. Caro, evviva te e l'informazione che fai. Sei come la verdura: fai bene :) Beh, mi ha veramente scosso questo post.. speriamo che la ricerca vada avanti e che si scopra qualcosa in più.. dato che informazioni di questo tipo sono sempre ben accette :) Un abbraccio e felice settimana!

    RispondiElimina
  5. Forse non ci crederai ma a me piace leggere sia i tuoi post che le tue risposte ai commenti. Le tue informazioni sono così precise che è un piacere leggerle. Comunque la prevenzione e una sana alimentazione, sono alla base di tutto.Grazie.

    RispondiElimina
  6. Adoro i pomodori li mangio spesso speriamo di far bene!!
    Un abbraccio carissimo grazie dei tuoi interessanti post!!

    RispondiElimina
  7. come sempre tutto è legato ad un determinato stile di vita: non fumare, fare movimento, bere poco. Se poi ti piacciono i pomodori meglio ancora, ma associali a tante altre cose....ciao

    RispondiElimina
  8. sempre tutto interessante è un piacere passare da te..
    Ciao

    RispondiElimina
  9. esattamente come per giovanna...mi leggo il post i commenti e pure le tue risposte...vedremo la reazione del mio cervello ...visto che poi rielaboro tutto ;)

    RispondiElimina
  10. un altro post molto utile a far luce nel mondo (quasi sempre oscuro) della prevenzione alle varie patologie...Io sono dell'idea che una vita sana sotto tutti i punti di vista sia l'arma migliore per combattere (quasi) tutto,grazie!

    RispondiElimina
  11. Sul licopene e il pomodoro avevo già letto qualcosa. Comunque hai ragione su tutto. come al solito mi piace la tua analisi perché è sempre equilibrata. ciao. mari

    RispondiElimina
  12. Sane abitudini e una buona dose di pomodori!!!! Mi piace!!!!! :)
    Come sempre, utilissimo post!!!
    Un abbraccio e grazie!!

    RispondiElimina
  13. Viva l'informazione corretta e tu lo fai cosi bene sempre! Grazie!

    RispondiElimina
  14. Fermo restando le buone abitudini alimentari e stili di vita sani, i pomodori faranno la loro parte, o almeno lo spero dato che ne mangio tanti :)

    RispondiElimina
  15. hai ragione se faccio 10 cose sbagliate e mangio pomodoro certo che non aiuta!!grazie per il post notte

    RispondiElimina
  16. le buone abitudini che ormai conosciamo ma che spesso non si seguono per pigrizia, sana alimentazione, niente fumo e attività fisica, sempre molto preciso e interessante!

    RispondiElimina
  17. I pomodori da soli certo non possono fare miracoli, ma inserirli in abbondanza in uno stile di vita sano non può che rendere tutto più gustoso :)
    Utilissimo post come sempre. Buona giornata, un bacio

    RispondiElimina
  18. livelli più alti di licopene sono nei prodotti come i concentrati di pomodori però sono anche ricchi di sale e tante altre cose meglio il pomodoro naturale

    RispondiElimina
  19. Malgrado il "comprensibile" disorientamento di alcuni tuoi lettori, trovo la tua sintesi sull'argomento ottima, perchè correttamente nn riduce ad una visione parziale l'argomento ma lo descrive nella sua complessità, dando punti di riferimento e non soluzioni. Ed io continuo ad imparare così :)))

    RispondiElimina
  20. Caro Gunther i tuoi articoli sono sempre una meravigliosamente interessanti e mi arricchiscono tanto! Complimenti!
    Un bacio
    Paola

    RispondiElimina
  21. Ma è incredibile e chi lo poteva immaginare? Interessantissimo questo post! A presto :-)

    RispondiElimina
  22. non ne sapevo niente di queste cose ... grazie per il post e grazie per tutte le volte che passi a trovarmi

    RispondiElimina
  23. Si a prevenzione è una serie di atti... il movimento tra i fornelli non vale vero ? ciao Gunther !!

    RispondiElimina
  24. I tupi articoli sono sempre molto interessanti! Grazie...

    RispondiElimina
  25. Quando vengo da te imparo sempre tante cose, è davvero un piacere!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  26. è sempre un piacere passare da te....utili e interessanti informazioni ...!!!
    certo solo il pomodoro non basta!!!
    insomma con uno stile di vita equilibrato...si fa sempre prevenzione!
    abbracci

    RispondiElimina
  27. Grazie caro Gunther, purtroppo so per esperienza familiare che il solo pomodoro non è sufficiente a preservare da attacchi ischemici, però il tuo riportare ricorrentemente ad uno stile di vita sano aiuta molto!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  28. Sempre molto interessanti i tuoi post e sempre con consigli molto utili, io personalmente sono intollerante al pomodoro crudo, e a molta altra verdura purtroppo però spesso sgarro perchè mi piace tanto:-) ma tutto si può mangiare, sempre senza eccessi:-) e ti dirò non vado più nemmeno in palestra perchè non ne ho la voglia e il tempo ma onestamente il solo camminare, un pò velocemente naturalmente mi fa benissimo:-) un saluto e buona serata e complimenti ancora per il post

    RispondiElimina
  29. Gunther, hai dato dei consigli che valgono oro. Purtroppo nelle persone c'è sempre la "presunzione del supereroe" per la quale le cose gravi come ictus, infarti etc capitino sempre agli altri. Io faccio il tirocinino in una RSA e vedo quotidianamnente i danni drammatici che queste patologie comportano per i pazienti e per i familiari.
    Mai come ora la prevenzione e l'informazione sono fondamentali.

    RispondiElimina
  30. Alimentazione e attività fisica dunque sono sempre una buona partenza per mantenersi in buona salute...

    RispondiElimina
  31. Basta seguire lo style di vita proposto dalla dieta mediterranea e sono garantiti al minimo 90 anni di vita,^_^ ... sei d'accordo anche tu, vero?!

    RispondiElimina