mercoledì 25 agosto 2010

Un farmaco per mangiare fast food a volontà, dal McHamburger al McStatin


Prima di riprendere la normale programmazione dei post, c'è ancora aria di vacanza aspettiamo un po', anche se i giornali sono pieni di notizie "divertenti" come questa, in un primo tempo pensavo ad uno scherzo, con Mcstatin è possibille mangiare hamburger ogni giorno senza il rischio di infarto. Un sogno per alcuni, un incubo per molti altri, notizia arriva da uno studio inglese pubblicato su American Journal of Cardiology.

Lo studio suggerisce di accompagnare i panini dei fast food con le pillole di statine (un farmaco contro il colesterolo, mcstatin appunto cioè mecstatina), cosi sarebbe possibile ridurre al minimo il rischio d' infarto. Il team di scienziati ha anche invitato le catene di fast food di fornire gratuitamente delle statine ai loro clienti, tra ketchup e maionese.

"Utilizzando una statina, la probabilità di avere un attacco di cuore è ridotto nella stessa proporzione con l'aumento nel mangiare fast food," dice il Dott. Darrel Francis, che ha condotto lo studio insieme ai colleghi dell’ Imperial College di Londra.

Sorprendente per evitare problemi di salute per me l'unica soluzione praticabile è quella di ... evitare certi fast food. Non è bene generalizzare perchè dipende quello che noi scegliamo al fast food, ma il modello alimentare della maggioranza dei fast food può causare non solo problemi di infarto, ma diversi altri problemi di salute come l'aumento della pressione sanguigna a causa di forti dosi di sale, o l'obesità perchè invitano a mangiare ad ogni ora e a causa dei pasti spesso ad troppo alto contenuto calorico e proteico.

Dottor Darrel Francois & C. , ma cosa vi siete fumati il cervello? In un intervista al Telegraph si lamenta che nessuna azienda di fast food si è mostrata interessata, è non ti sei chiesto perchè ?


Noi da venti anni a dire no il fast food conduce a comportamenti poco sani, a farci un culo grosso così ai ragazzi, è lui arriva dicendo " ma no non c'è problema, basta una pillola di statina insieme al ketchup e la maionese che fa bene!!"

Io sono propenso a credere che Mc statin potrebbe essere un buon farmaco di nuova generazione che magari non come le altre statine ha gli effetti collaterali negativi, ma và bene per mio suocero che ha 90 anni, ma tu la daresti ad un adolescente la statina e dopo 90 anni di fast food cosa gli dai? Ma io devo prendere una statina per mangiare un hamburger? No grazie!

Scusate queste comunicazioni creano mentalmente un alibi nei ragazzi e nelle persone in generale mi fanno arrabbiare, per chiarezza diciamo che le statine fanno abbassare i livelli di colesterolo alti in particolare il cosiddetto colesterolo cattivo LDL, anche se i farmaci fino ad ora in commercio agivano non tanto sul colesterolo "alimentare" (15%) ma su quello prodotto dall'organismo, è stato provato che una riduzione dei livelli di LDL diminuisce il rischio di infarto.

Negli ultimi anni la maggior parte delle terapie anticolesterolo tendono a utilizzarli solo dopo avere sottoposto i pazienti a terapie alternative che incidono sullo stile di vita (es. cambiamento abitudini alimentari e attivita fisica), al fallimento di queste allora viene prescritta la statina, che in qualsiasi caso i pazienti vanno monitorati proprio per gli effetti collaterali, va valutato in base alla storia del paziente il tipo di statina e il dosaggio, in quanto devono fare parte di una terapia non sono caramelle.

Quello che voglio dire è che non basta un farmaco anticolesterolo da adolescente ma è importante un alimentazione sana associata ad attività fisica per rimanere intatto il nostro patrimonio di salute, oggi la vita media si è allungata di molto, non possiamo non invecchiare ma è importante arrivare ad una età matura con meno problemi di salute possibili, cioè con il nostro patrimonio di salute più integro possibile, che è una somma delle nostre scelte e dei nostri comportamenti, i problemi di salute di comportamenti non corretti si vedono solo con il tempo, ma mi rendo conto che uno a sedici anni mica ci pensa.

17 commenti:

  1. Se non fosse tragica sarebbe comica!!! Non ci posso credere che un cardiologo arrivi a fare certe dichiarazioni. Siamo sicuri che il tipo sia in possesso delle sue facoltà mentali vero? O lo scopo era diventare famosi, come per la pubblicità "bene o male, purchè se ne parli"? Una statina non è una caramella, non è esattamente come un tronchetto di liquirizia che favorisce la digestione! Perchè invece non cercare di cambiare la cucina dei fast food: carne più magra, meno grassi e soprattutto OLIO SANO, meno fritto, meno salse, meno sale, niente glutammato, più frutta e verdura ad accompagnare i menù? Ma forse è più facile mandar giù una pillolina, oggi pare ce ne sia una per ogni occasione!!! Il fast food è solo la punta del'iceberg, una sana coscienza alimentare dovrebbe partire dalla famiglia...chissà se qualcosa comincia a smuoversi!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  2. io per fortuna non sono una patita dei fast food, preferisco il classico panino alla baracchina sotto casa..cmq credo che quella roba oltre ad essere veleno sia anche una droga..una mia amica dopo aver visto un documentario sui cibi da fast food ed essere rimasta scioccata dal fatto che le patate normali dopo un'ora che le hai tagliate diventano nere, mentre quelle dei vari mc' dopo 5 mesi (e dico 5 mesi) rimangono uguali come appena aperte, è andata a divorarsi 2 panini del mc con patatine e salse annesse...
    una persona che non è in stato di dipendenza dopo aver visto certe immagini non credo sarebbe più tornata lì dentro..e poi anche non fosse roba velenosa possiamo cmq pensare a quanto sale contengono e a come roviniamo le nostre arterie,fegato, ecc...

    RispondiElimina
  3. Carissimo Gunther, mi chiedo solamente in base a quale teoria scientifica un cardiologo afferma cose del genere!!!! Spero tanto che le aziende di fast food continuino a mostrare disinteresse nei confronti di questa allucinante pillola di statina, altrimenti che ne sarebbe dei nostri ragazzi?
    Grazie per questo interessantissimo articolo! Un caro saluto

    RispondiElimina
  4. saro'drastica,ma per me,la soluzione migliore è star lontano km, da certi cibi e da certi fast fooods...mai mangiato in un posto del genere....forse i miei figli.. rarissime volte...felice giornata^;^

    RispondiElimina
  5. Roba da matti, non avevo letto questo articolo, ma secondo me sarebbe da radiarlo dall'albo, le malattie vanno curate e prevenute non tenute in equlibrio instabile e poi tutti gli effetti collaterali di queste statine? Vorrei proprio vedere se il Doc in questione le incurgiterebbe con tanta facilità, non credo proprio! E cmq il colesterolo, ritenuto a lungo unico responsabile dell'infarto del miocardio, da alcuni studi ( più intelligenti, e più seri perchè non sponsorizzati)sembra che abbia si un ruolo, ma meno rilevante, per lasciare spazio invece agli indici di infiammazione silente. Ma ovviamente di queste cose se ne parla molto in silenzio perchè la terapia più efficace sarebbe un'alimentazione sana, un pò di movimento e olio di pesce ( si proprio quello che i nostri nonni prendevano regolarmnete)e quindi scarso business per le case farmaceutiche...

    RispondiElimina
  6. Pazzesco... C'è gente veramente strana laffuori!!!
    In momenti come questo mi compiaccio particolarmente del fatto che io non entro in un mcdonad o in un fastfood da anni :)
    A presto
    j

    RispondiElimina
  7. Scusa la superficilaità ma a me viene solo da dire "che stupidagine!!!"
    Ma c'è davvero gente che crede ancora che una pasticca sia miracolosa a tal punto?
    Grazie comunque della notizia Gunther, almeno ci tieni informati.....

    RispondiElimina
  8. Se non fosse per la serietà della fonte...penserei all'ennesima bufala estiva!
    Ma così aggiungiamo danno al danno! prima il panino mortale e poi la medicina?
    Non so se ridere o piangere :))))
    ciao e grazie!

    RispondiElimina
  9. Non ho parole....questa mi ricorda alcune persone che prendono le pastiglie per tenere a bada il diabete ALIMENTARE, così possono strafogarsi..Ma non è pazzesco?
    Circoli viziosi autoalimentati , e la cultura della buona e sana alimentazione che va a farsi benedire.Mangiare una volta ogni tanto A Mc Donald(che detesto), mangiare sano, fare movimento ed evitare i farmaci no?Provato qualche gelato?

    RispondiElimina
  10. pensate che la prima volta che ho letto la notizia ho pensato devo avere letto male l'italiano, ho dovuto leggerla 4 volte per sincermene di avere capito giusto!

    RispondiElimina
  11. Ho letto la notizia anche io, e mi sono cadute le braccia.
    Come dire, altro che educazione alimentare, tanto c'è la pillola magica per tutto...
    Allibisco, per non dire di peggio.

    RispondiElimina
  12. La reltá supera la fantasia...non ci posso credere, le statine poi sono tanto innocue. Ma qui il problema e´profondo, non si vive se non si ha una pillola: sei triste ? prozac e bye bye blue, il bambino e´agitato bene altra pilloletta, ti vuoi scofanare un strano impiastro unto e grasso, eccoti la pillolina...Credo che sia la societá del benessere e dei consumi che ci vuole eterni adolescenti senza pensieti e con acquisti compulsivi che crea questi mostri...il sonno della ragione genera mostri (lo diceva Goya..).
    Gunther ho messo il link del tuo dado casalingo nel mio blog...guarda un po' altro che mcstatin
    http://glu-fri.blogspot.com/2010/08/cubitos-de-caldo-caseros.html

    RispondiElimina
  13. Da un punto di vista organolettico e gustativo chissa' cosa mi farebbe piu' schifo, i mcdonalds o le pillole.
    Fortunatamente non lo sapro' mai.

    RispondiElimina
  14. Ma veramente questo medico si é bevuto il cervello...
    Abituiamo i nostri ragazzi a mangiar sano e a stare alla larga dai fast foods.
    Grazie Gunther

    RispondiElimina
  15. NooooooOOOO, questa è troppo divertente!!!!! HAHAHAHAHAH ;D

    RispondiElimina
  16. Gunther sono assolutamente d'accordo con te.

    E' impensabile dare delle statine ad un adolescente sono per permettergli di mangiare un hamburger al giorno. Ma le famiglie dove sono? Non sono più capaci di preparare una merenda ai figli o ad insegnargli a mangiare in mnaiera corretta?

    Penso che queste scorciatoie servano a coprire le mancanze delle famiglie e a ingrassare i produttori. Magari si scopre che la ricerca è finanziata indirettamente dalle lobby dei fast food..

    RispondiElimina
  17. ma dai, sembra una cosa presa dal teatro dell'assurdo di Eugène Ionesco.

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi