martedì 2 dicembre 2008

Jianchi, Coca Cola superclassa Alixir di Barilla?

Passando per Milano ho visto che è arrivata la nuova bevanda di Coca cola, nelle farmacie, erboristerie e negozi naturali di cui avevo già parlato in anteprima due mesi fa. Se qualcuno pensava che con la comunicazione Alixir avesse un po esagerato si deve ricredere. Jianchi "la bevanda a base di saggezza antica" inaugura un nuovo segmento di mercato nel settore del food and beverage, non più alimenti funzionali ma alimenti o meglio in questo caso per il benessere psico fisico, cioè bevanda che non dichiarano di avere alcuna proprietà salutistica ma che si presume donano un equilibrio di benessere psico-fisico in virtù del loro mix e della loro associazione all’esercizio fisico e spirituale e/o al legame con le filosofie orientali.
Uno slogan salutistico di comunicazione degli alimenti funzionali, aveva una base scientifica un dato controllabile e verificabile, ora con questa nuovo segmento, come posso io dire che jianchi non può mantenere ciò che promette? Il benessere psicofisico che in questo caso è legato allo filosofia dello Ying e dello Yang, è collegato a fattori che credo sono difficilmente misurabili e soprattutto soggettivi. Questi i prodotti:

Serenità millenaria : una combinazione di pera, litchi, limone, gelsomino e osmanto, per tutti i momenti di intenso relax e per aiutare a ritrovare la serenità quando le giornate si complicano.

Trasparenza millenaria: una combinazione di tè verde, prugna, kumquat, arancia e limone per sentirsi purificati e aiutare a conquistare equilibrio e positività in ogni circostanza

Forza millenaria : una bevanda per sostenere l’energia interiore, aiutare a schiarire le idee e risollevare lo spirito dagli stress quotidiana

Crederci? Faccio un esempio più irriverente mia madre tutti gli anni va a Lourdes, ogni volta porta con se “acqua di Lourdes” che tieni in debito conto e centellina, per me è solo dell’acqua per Lei rappresenta qualcosa di più, che unisce ai suoi esercizi spirituali, difficilmente dimostrabile, la sua fede le permette di vedere in una semplice acqua dei fattori in più che io non vedo. La stessa cosa che provo per jianchi, io vedo solo tanta acqua, con succo di frutta, thè e aromi, e lo trovo un prodotto che mi ricorda Elisir di Rocchetta e Parmalat fruit therapy. In due delle tre prodotti l'acqua è ingrediente principale cioè il primo della lista degli ingredienti in etichetta e il secondo di uno dei tre prodotti dove il primo è succo si mela per il 62%, non viene indicata la percentuale di acqua presente. Si vede che non ho spessore e sono arido come il deserto dei Gobi.

Credo che molte altre aziende si apprestano ad entrare in questo nuovo segmento, più allettante degli alimenti funzionali e meno rischioso. Se penso a tutta la fatica e le critiche che si sta facendo Barilla per Alixir mi viene da ridere perché Coca Cola, ha voluto smaccare tutti i problemi legati alla dimostrazione di funzionalità. Non ultimo è piuttosto simpatico che la bevanda è messa in vendita al costo di solo 4 euro la bottiglia da 250 ml, vuole dire 16 euro al litro, mentre per esempio Alixir che prometteva rallentamento dell’invecchiamento cellulare è in vendita a 7,50 a litro! Jianchi costa più del doppio di Alixir.
Io non voglio mettere in dubbio l’importanza dell’equilibrio psicofisico, importanza che il prodotto jianchi riveste, come potrei, chi sono io per farlo? Non sono mica un esperto di filosofia cinese! Ci mancherebbe altro? Ma cosa si può fare oggi con 16 euro:

- 4 litri di 100% di spremuta d’arancia Latte Milano
- 8 confezioni alixir juvenis (+ di 2 litri)
- 8 frullati alla frutta al 100% solo frutta di Dimmidisì
- 8 smoothie al 100% frutta di Chiquita
- 8 litri di succo d'arancia esselunga fresco
- più di 20 kg di arance e ottenere di puro succo d’arancia
- più di 10 litri di acqua Elisir Rocchetta
- più di 10 litri di Fruit Therapy della Parmalat
- più di 10 litri di the verde pronto Sanbenedetto
- la spesa per fare un pranzo per 4 persone
- 100 gr di buon the verde cinese suggerimento di Kja

Ma quello che non capisco è perché se una bevanda millenaria, se da benessere psicofisico se è stata studiata in Cina per dare queste equilibrio psico fisico, per aumentare la compliance di coloro che seguono le filosofie orientali e l'esercizio fisico orientale, perché viene venduta solo in Italia? Mi soggiunge un retro pensiero ma come mai?
Fonte e intervista a C. Santucci di Coca Cola

14 commenti:

  1. Concordo pienamente con te, come avevo detto 2 mesi fa..A mio parere è una truffa, tanto più che non è niente di più di tante bevande xzuccherate che trovi nella grande distribuzione.
    Io pratico yoga e la farmacista voleva vendermelo per conciliare l'attività!Ma per favore...
    Però se c'è ci ci abbocca...mah!

    RispondiElimina
  2. Direi la "bevanda psicosomatica" è una prima, forse inevitabile, conseguenza del giro di vite sugli health claims dato dall'EFSA negli scorsi mesi.

    RispondiElimina
  3. Gunther, ma i consumatori saranno cosi' sprovveduti da buttare i loro soldi inquesto modo? Ma l'equilibrio psicofisico di una spremuta di arancia non lo sa riconoscere piu' nessuno?? Perdonami, mi sa che sono piu' arida del deserto del Sahara :D

    RispondiElimina
  4. Eh no non perchè sia di parte ma il vino dove lo mettiamo? anche il vino è una tradizione millenaria e ci sono vini che costano meno di 16euro al litro e sono anche buoni, ma tanti anche, giuro!! Pensate alla cultura della tradizione vinicola, del lavoro che ci vuole in vigna e in cantina.A quanto dovremmo venderlo? Capisco che non si può bere vino se si fa ginnastica per amore del cielo, bevete acqua anche del rubinetto con il limone! Anche io sono più che arida!

    RispondiElimina
  5. sai che mi piace di più questo tuo blog rispetto a quello delle ricette? le ricette sono belle, ma un po' troppo complicate preferisco le ricette più semplici, invece questo blog stimola la mia curiosità sopratutto sui prodotti e sapori sconosciuti. nel mio blog ho le stesse categorie anche io (hai mai assaggiato e prodotti). Potresti anche fare un blog unico unendo i due. ciao

    RispondiElimina
  6. opssss... ho perso il commento per strada... dicevo...anche io sono "desertica"!
    ma come si fa a crederci? come si fa a credere che se si mangia o si beve un certo alimento allora si può di colpo diventare più...più tutto, superman!
    è incredibile, ci credono degli sprovveduti, che qualsiasi cosa ci venga proposta noi abbocchiamo!

    concordo con mina, meglio un bicchiere di buon vino, possibilmente bevuto in buona compagnia!

    ...trasparenza millenaria...daiiii!!!!

    RispondiElimina
  7. GiorgioSantambrogio4 dicembre 2008 08:54

    ogni volta che arrivo a trovarti mi fai sempre morire dal ridere, non voglio neanche pensarci agli effetti di dieci litri di rocchetta. Sulla bevanda janchi invece ho molte riserve, se volevano fare un test potevano farlo, facendo sampling, distribuendo gratis e dire le piace? non si fanno i test facendosi pagare, strategia del prezzo alto a tutti costi condito anche con molta arroganza, l'azienda deve essere al servizio dei consumatori, non i consumatori a servizio dell'azienda

    RispondiElimina
  8. Assurdo. Con 16 euro compro un etto di buon te` verde cinese in foglie, tipo un long jing o 50 g di altri piu` pregiati che sono convinta che mi faccia molto piu` bene di questo soft drink travestito da rimedio psicofisico ;)

    RispondiElimina
  9. molta gente 'desidera' che ci sia chi scrive sulla loro fronte, forse perchè, dietro..la fronte, non c'è quasi nulla...

    RispondiElimina
  10. Bravo Gunther!!

    Adesso anch'io venderò lenzuola che dormendo aiutano il corpo a perdere i grassi in eccesso e contemporaneamente ti aiutano a sognare numeri vincenti per il superenalotto; tovaglie che aiutano a dimagrire e sentirsi più leggeri. Asciugamani che rilassano la mente e rallegrano lo spirito.

    Pietà!!!!

    RispondiElimina
  11. Diciamo che il marketing da "elisir dell'eterna giovinezza" è vincente perchè fa leva - soprattutto nella società odierna - sui desideri remoti e ampiamente condivisi.
    Ciò premesso, considerando che siamo nell'epoca - per fortuna - del mangiar bene e sano, la cosa sembra quanto mai calzante.
    Cosa c'è di vero in tutto questo? I contenuti delle preziose bottigliette verificabili attraverso analisi chimiche.
    Probabilmente niente di più di altri prodotti, cosmetici ed integratori, nonchè prodotti naturali, già da tempo in vendita.

    RispondiElimina
  12. Io trovo inquietante anche il nome, se non si guarda l'ortografia ma la pronuncia, in americano junky vuol dire drogato!
    Non mi sembra un nome adatto ad un prodotto per il benessere psicofisico. Comunque Coca Cola si sta lanciando in tutta una serie di nuovi prodotti, visto che ha fatto investimenti sui dolcificanti a base di stevia.

    RispondiElimina
  13. Che tu sappia com'e' andato poi il prodotto?

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi