venerdì 3 ottobre 2008

Sciroppo d’agave



A breve sui mercati europei arriverà lo sciroppo d’agave. In sintesi possiamo definirlo un dolcificante naturale estratto dalla linfa di una pianta, l’agave blu provenienti dal Messico, ha il colore che ricorda il miele, ma meno denso, un discreto potere zuccherino, un basso indice glicemico e ha un gusto neutro che facilita il suo utilizzo e secondo alcuni è il candidato ideale per sostituire lo zucchero raffinato.

Lo zucchero che noi conosciamo deriva dalla lavorazione della canna da zucchero o dalla barbabietola; l’uso eccessivo di zucchero è una delle cause del diabete e dell’Obesità. In questi anni si è andati alla ricerca di alternative allo zucchero sia naturali che artificiali, dal miele allo sciroppo d’acero allo zucchero di palma, di cui vi avevo già parlato. Lo sciroppo d’agave, contiene una grande quantità di fruttosio (90%) e un indice glicemico basso IG 27. (sciroppo d’Agave 27, Fruttosio 32, Lattosio 65, Miele 83) .Neanche lo sciroppo d’agave secondo me sostituirà lo zucchero, ma può costituire un alternativa. Il suo costo non è economico sarà più o meno 10-12 euro al litro. Esistono tuttavia delle riserve per la coltivazione in quanto le foglie d’agave mettono dai 7 ai 10 anni per crescere, è quindi una pianta che non si adatta a un uso intensivo, è la stessa pianta da cui si ricava la Tequila.

Ha un potere dolcificante superiore allo zucchero, anche se meno calorico. Dopo il fruttosio, estratto industrialmente che ha lo svantaggio di elevare a il tasso di trigliceridi nel sangue, lo sciroppo d'agave è un dolcificante adatto per un diabetico, in quanto non contiene saccarosio e presenta una ridottissima quota di glucosio . Bisogna prestare un po di attenzione all'uso perchè non è uguale allo zucchero, risulta un sapore più delicato che alla fine allappa un po' in bocca, è facile da mischiare a freddo, bisogna ricordarsi di usarne meno, un esempio se dovete sostituire 100 gr di zucchero usate 75 gr. di sciroppo d'agave. Per le preparazioni dolci tipo creme e gelati, io consiglio di sostituire solo una parte della quantità con lo sciroppo d'agave magari 50% zucchero 50% sciroppo d'agave.

Chiedo scusa è gia presente sul mercato italiano in piccole quantità, lo trovate nei negozi naturali o biologici, dal 2009 sarà presente in alcuni supermercati.

Tabella indice glicemico per gentile cortesia di Montignac e Natex Ingredient


11 commenti:

  1. guarda che comincio a cercarlo e se non lo trovo vengo a casa tua

    RispondiElimina
  2. io utilizzo solo miele e mi trovo benissimo, quando faccio le torte invece dello zuccheor bianco utilizzo quello grezzo si riducono di molto le calorie

    RispondiElimina
  3. interessante... ho provato molti sostituti dello zucchero.. poi mi sono fermata allo sciroppo d'acero..lo trovo molto grdevole sorattutto nei dolci..
    Ciao

    RispondiElimina
  4. Lo stavo comprando ieri al bio ma mi sono ricordata che ho da smaltire malto, melassa...;)
    A breve lo proverò!

    RispondiElimina
  5. Io ancora non l ho avvistato ma spero vivamente che arrivi prestpo! Grazie per il post, Elga

    RispondiElimina
  6. franci.giudici4 ottobre 2008 08:17

    è vero che non è economico, ma lo zucchero non lo dobbiamo adoperare a quintali, non lo conoscevo nemmeno, grazie dell'informazione

    RispondiElimina
  7. Ciao,
    sono dida,, volevo ringraziari per essere passato, davvero molto molto interessanti e carini tutti i tuoi blog, questo post, poi, è da tenere d'occhio, anch'io sono una patita dello sciroppo d'acero, quindi, ma dovrò provare anche questo quando riuscirò a trovarlo dalle mie parti,
    grazie per le news
    baci
    dida

    RispondiElimina
  8. beh sicuramente è un prodotto un po strano ma io suggerirei di adoperare meno zucchero in generale oppure sostituirlo con zucchero di canna

    RispondiElimina
  9. ciao io lo uso da alcuni mesi, e lo zucchero in casa mia sta lentamente scomparendo. :)
    il sapore è neutro, è dolce ma non eccessivamente. è liquido ma meno denso del miele.
    per me è l'alternativa ideale allo zucchero che viene raffinato con sostanze che mi fanno venire i brividi solo a pensarci....

    ecco un estratto dal sito
    http://www.ricetteecooking.com/view.php/id_598/lingua_0/whoisit_1:

    "prima viene depurato con latte di calce che provoca la perdita e la distruzione di sostanze organiche, proteine, enzimi e sali di calcio; poi, per eliminare la calce che e' rimasta in eccesso, il succo zuccherino viene trattato con anidride carbonica. Il prodotto quindi subisce ancora un trattamento con acido solforoso per eliminare il colore scuro, successivamente viene sottoposto a cottura, raffreddamento, cristallizzazione e
    centrifugazione.
    Si arriva cosi' allo zucchero grezzo. Da qui si passa alla seconda fase di lavorazione: lo zucchero viene filtrato e decolorato con carbone animale e poi, per eliminare gli ultimi riflessi giallognoli, viene colorato con il colorante blu oltremare o con il blu idantrene (proveniente dal catrame e quindi cancerogeno). "


    SAPERE TUTTO QUESTO MI HA CAMBIATO LA VITA!!
    e la cosa brutta è che le industrie dello zucchero cercano di bloccare o impedire la commercializzazione di qualsiasi alternativa....che vergogna!!

    RispondiElimina
  10. Se siete interessati sul mio blog è presente la ricetta di una crostata allo sciroppo d'agave. Vorrei aggiungere che grazie al suo indice glicemico molto basso è sicuramente consigliato in una dieta anticancro nella sostituzione dello zucchero visto che ormai non ci sono dubbi che il tumore si nutre e vegeta grazie ad alimenti con indice glicemico elevato come lo zucchero bianco.

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi