domenica 29 gennaio 2017

Joya, lo yogurt vegano da latte di cocco

Anna I, Cagliari : parli spesso di yogurt da latte di cocco, come sono?
Cosimo S., Genova Che differenza c'è tra yogurt al latte di cocco e soia ?
Michela V, Grosseto. Se si è a dieta ipocalorica è meglio uno yogurt di mucca o un yogurt vegetale?

Ricordo che possono essere chiamati yogurt, i soli prodotti ottenuti da latte di mucca fermentati con Lactobacillus bulgaricus e Streptococcus termophilus.

La dizione corretta per esempio di Joya è preparazione fermentata a base di latte di cocco e fa parte delle alternative vegetali allo yogurt.

La stessa cosa vale per i yogurt alternative vegetali alla soia, che utilizzano come nel caso del cocco non il latte ma la bevanda alla soia.

Il latte di soia o meglio la bevanda di soia in genere è ottenuta da soia intera in ammollo oppure da farina di soia più acqua, mentre il latte di cocco viene ottenuto dalla macinazione della polpa del cocco con aggiunta di acqua, può essere ottenuta anche da crema di cocco se la polpa di base ha una bassa percentuale d'acqua.


Perché utilizzare alternative vegetali di soia e cocco?

Le motivazioni all'acquisto sono legate più che all'intolleranza al lattosio o alle proteine del latte, alla scelta dell'alimentazione vegana; coloro che per abitudine non vogliono rinunciare allo yogurt sostituiscono lo yogurt con le alternative vegetali.

Le preparazioni al cocco sono diventate più interessanti da quando sulle preparazione di soia aleggia il dubbio di prodotto derivati da soia transgenica, pertanto più vegani si rivolgono alle alternative alla soia come il cocco ritenendola una scelta più naturale.


Sono alternative valide?

Bisogna entrare nel mondo di coloro che seguono un alimentazione vegana. Ho la fortuna di conoscere più comunità che seguono un alimentazione vegana, facendo anche molti sacrifici, comprano solo materie prime e molti prodotti se li auto producono, vanno poco al supermercato se non per gli ingredienti di base.

Uno dei risvolti dell'alimentazione vegana è l'avvicinarsi a un prodotto naturale, lontano dai prodotti industriali. pertanto le proposte come il salume vegano, il formaggio vegano, il tiramisù vegano, il panettone vegano, fanno storcere il naso a più persone che seguono un alimentazione vegana.


I transvegani

Quelle che a me sembra di vedere è che i prodotti vegani in vendita al supermercato, da una parte sembrano un conquista per la diffusione ad un pubblico più vasto dell'alimentazione vegana, (sembra che l'industria alimentare sia dalla parte dei vegani) ma dall'altra sembrano rivolti a un pubblico diverso che chiameremo per comodità i "transvegani", cioè sono coloro che per diverse motivazioni sono vegani part time, per qualche settimana si e per qualche settimana no o solo per qualche consumo.


Joya, preparazione fermentata a base di latte di cocco con il 13% di fragole

Ingredienti: Acqua, latte di cocco 18% (crema di cocco e acqua) fragole 13% (di cui  3% di polpa concentrata) zucchero, inulina, farina di mandorle sgrassata 2%, amido, stabilizzanti: carbonato di calcio; amido modificato, succo d'aronia concentrato, succo di limone concentrato, sale, aromi naturali, fermenti 



Joya Tabella nutrizionale

La lista ingredienti è molto lunga, questo per dire di come è difficile produrre prodotti fermentati da latti vegetali e di come bisogna arricchirli per garantire la presenza dei fermenti  e quella consistenza che ricordi uno yogurt.

La tabella nutrizionale ci dice che il numero delle calorie è più o meno simile da altri yogurt, da notare che lo Joya ha un inferiore valore di proteine, un maggiore valore di fibre ad indicare il contenuto di frutta o dei suoi ingredienti nel complesso.

Nella lista ingredienti c'è il carbonato di calcio, non viene indicata la percentuale di calcio presente nel prodotto e nemmeno il tipo di fermenti.

Nella tabella qui sotto c'è un confronto tra joya e l' alternativa vegetale alla soia (Soiasun al mirtillo), uno yogurt magro alla fragola Provate Label, uno yogurt intero alla fragola e uno yogurt greco alla fragola.



Quale differenza con i prodotti con soia

A parte la materia prima differente, da sottolineare che alcune alternative vegetali allo yogurt di soia indicano a proprio favore:
un minore contenuto di acidi grassi saturi
indicazione del calcio (una delle motivazioni all'acquisto dei prodotti come lo yogurt)
l'indicazione del fermento.

Se si è a dieta ipocalorica? 
Quale differenza con uno yogurt magro alla frutta?

Anche uno yogurt vegetale può essere inserito all'interno di una dieta ipocalorica, anche se la scelta di uno yogurt vegetale è una scelta  di portata più profonda, più ideologica, di una certa importanza che esula dalla sola dieta ipocalorica.

Se paragonate Joya a uno yogurt magro alla frutta, quest'ultimo ha meno calorie e meno grassi, ma chi sceglie un alternativa vegetale dovrebbe guardare motivazioni più etiche e filosofiche.

Un consiglio indipendentemente se acquistate yogurt o le preparazioni fermentate vegetali, le persone obese non mangiano qualitativamente male ma mangiano quantitativamente di più.

Pertanto è consigliabile guardare il contenuto di peso del prodotto della confezione, ci sono yogurt o preparazioni fermentate da 125 g, da 200 g. da 250 g., da 280g, da 350 g, ricordate i profili nutrizionali si riferimento sono sempre su 100g e non alla confezione intera, nel computo delle calorie giornaliere dovete tenere conto del prodotto intero, se mangiate 200 g di prodotto le calorie che assumete sono il doppio di quelle indicate nella tabella. 

Il gusto di Joya

Il gusto è interessante se piace il sapore del cocco, è molto piacevole al palato e si sente molto in bocca il sapore della fragola.

Il prezzo

Come ultimamente tutti i prodotti rivolti a un alimentazione vegana sono prodotti con un prezzo alto, Joya viene venduto 9,45 sl kg, che lo pone tra i prodotti fermentati in assoluto più cari, paragonabile ad alcune marche di yogurt greco (i prezzi sono stati rilevati nei supermercati Esselunga)


Sintesi: 

Personalmente non sono vegano pertanto difficilmente acquisterò questo prodotto, come non acquisto yogurt industriali, lo yogurt me lo faccio a casa.

Joya è un alternativa vegetale allo yogurt, come tale deve essere considerata, certo il suo prezzo di 9,45 al kg lo pone come un prodotto in una fascia alta di prezzo, superiore perfino allo yogurt greco. Non è una novità perchè tutti i prodotti che trovo al supermercato con la scritta adatto all'alimentazione vegana sono con un prezzo più alto rispetto ad altri prodotti.

Mi sorge un dubbio ma seguire un' alimentazione vegana oltre che essere una scelta etica e filosofica, è un lusso? 

10 commenti:

  1. Come te non sono vegana e mi faccio lo yogurt a casa quindi non conosco molto questo settore. Ho provato qualche volta lo yogurt di soia e sinceramente non mi è piaciuto molto, piuttosto insapore. Magari la versione al cocco risulta più interessante come gusto. Certo il prezzo mi sembra davvero fuori luogo

    RispondiElimina
  2. Penso proprio di si ... (rispondo alla tua ultima domanda)

    RispondiElimina
  3. Io sono polemica e intollerante. Sia al lattosio, che alla soia e, soprattutto ai cretini.
    Mi resta davvero poca scelta ahimè...
    esselunga? io non l'ho ancora visto questo dessert. Da te vedo sempre gli alimenti in anteprima, sei un passo avanti :-) (o io indietro..acc..)

    RispondiElimina
  4. Grazie per questo post interessante, ciao!! :)

    http://blog.giallozafferano.it/dolcisalatidielisabetta/

    http://ilblogdielisabettas.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. Farlo in casa come te è il top. Io sono un po' svogliata ultimamente e lo compro bianco per poi aromatizzarlo come voglio. Capisco che intolleranze varie possano richiedere vari tipi diversi di ingredienti e preparazioni, ma per me il top rimane quello tradizionale :-)

    RispondiElimina
  6. Grazie mille per questo post! Sto cercando da molto uno yogurt da latte di cocco e ti sarei davvero grata sennò dicessi dove posso trovare questo prodotto.
    Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. personalmente l'ho trovato nei supermercati esselunga

      Elimina
  7. se lo trovo al supermercato lo acquisterò, non perchè io sia vegana ma per curiosità, grazie per le informazioni dettagliate !

    RispondiElimina
  8. per quanto riguarda lo yogurt io lo preparo da me così sto più tranquilla!!poi ho letto il libro "siete pazzi a mangiarlo" di christophe brusset e mi farebbe piacere se tu lo hai letto un tuo giudizio...grazie e un saluto...

    RispondiElimina
  9. ciao a tutti io l ho trovato all esselunga

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi