giovedì 9 luglio 2015

La dieta vegana fa perdere più peso?

Annalisa C, Lodi: La dieta vegana fa perdere più peso?

Più che dieta vegana io parlerei di profili dietici vegani, che escludono in generale la carne e tendenzialmente tutti i prodotti derivati da animali come il latte e le uova. Questo perchè all'interno delle "diete vegane" ci sono più profili (crudista, fruttiana, macrobiotica, ecc .. ecc...)

Ogni dieta deve essere individuale costruita sulle caratteristica di ogni individuo e sulla sua salute, dipende da quale regime alimentare si parte e il tipo di risultati che si vuole ottenere.

Ci sono diete programmate per perdere peso in un tempo lungo di un anno e anche due, come anche diete per tre o quattro mesi, ma non si praticano diete solo per indossare un costume da bagno al mare d'agosto ma perdere peso dovrebbe essere più associato alla salute alla diminuzione del livello dei trigliceridi nel sangue e del colesterolo, per prevenire il diabete e le malattie cardio celebro vascolari.

Molti sono troppo concentrati sull'alimentazione ma una dieta riguarda anche lo stile di vita della persona, l'obesità non è dovuta solo agli alimenti ma spesso al poco movimento fisico, si bruciano meno calorie di quanto se ne introduce al di là se queste sono poche o tante.


Scegliere d'alimentarsi in modo vegano, vuole dire condividere una serie di valori etici, nel rispetto degli animali e del pianeta e come tale merita rispetto. Introduzione di questo concetto d'eticità è nuovo nel panorama delle dieta fatta da calorie, grassi e proteine che dovrebbe spingere i professionisti della salute verso nuovi approcci.

Negli ultimi anni sono aumentati non solo i vegetariani anche i vegani ma si sono introdotti nuovi temi come il km zero, l'alimentarsi in modo sostenibile in rispetto dell'ambiente, troppe diete consigliate contengono alimenti esotici come mango, kiwi e papaia, poco mele, pere e arance, oggi un professionista della salute non può non tenere conto di queste evidenze quando si elaborano profili dietetici.

Il profili della dieta vegana contengono principalmente cereali, legumi, frutta e verdura, sono profili caratterizzati da un contenuto maggiore di fibre, magnesio, potassio, vitamina C, vitamina E, acido folico, carotenoidi, flavonoidi e un ridotto contenuto di calorie, di grassi saturi e di colesterolo, in generale se non bene gestita può apportare carenze di proteine, ferro, vitamina B12, calcio, vitamina D, omega-3 pertanto non è raro che questi ricorrono a cibi fortificati o a integrazioni.


E' noto che tutte le diete vegetariane sono collegate a un minore rischio di diabete di tipo 2 e malattie cardio celebro vascolari mentre sulle diete vegane ci sono stati pochi studi in merito riconosciuti.

Un nuovo studio è stato pubblicato su Journal of General Internal Medicine, ha fatto una comparazione tra dieta non vegetariana, dieta vegetariana e dieta vegana. coloro che hanno fatto una dieta vegana hanno perso più peso rispetto sia ai non vegetariani che vegetariani.

Lo studio sostiene che questo risultato è dovuto al fatto che la dieta vegana utilizza più alimenti integrali che sono ricchi di fibre, lo stomaco ritarda di più a svuotarsi e ritarda la sensazione di fame.

Questo ci porta a considerare che le diete di tipo vegano possono fare perdere più peso se si parte da una dieta non vegetariana o che si prestano ad un maggiore controllo del peso.


In sintesi, ci sono molti modi per perdere peso, ci sono quelli incentrati sulla diminuzione delle quantità d'alimenti, quelli sulla gestione dei comportamenti, quelli che invitano a consumare più energia ma essere vegano è una scelta di vita, piuttosto che una dieta.

Importante e che questa come altre diete non siano improvvisate ma pianificate con l'aiuto di un professionista della salute

Per diminuire di peso non è necessario essere vegani, da questo studio possiamo però trarre l'importanza che hanno nella dieta gli alimenti integrali i legumi la frutta e la verdura, non è casuale che chi è sovrappeso o obeso tranne alcune eccezioni dovute alla genetica, consuma poco questi gruppi d'alimenti.

Se uno poi sceglie d'essere vegano per sua volontà e scelta di vita  è bene che pianifichi meglio la sua alimentazione, facendosi anche aiutare da un professionista della salute al fine d'evitare la possibilità d'eventuali carenze nutrizionali.

Riferimenti: Ru-Yi Huang, Chuan-Chin Huang, Frank B. Hu, Jorge E. Chavarro,Vegetarian Diets and Weight Reduction: a Meta-Analysis of Randomized Controlled Trials, Journal of General Internal Medicine

21 commenti:

  1. ehhh su questo non ci piove...chi come me,che sceglie di mangiare meno carne e derivati viene definito un reducetariano,non un vegano,viste le scelte alimentare...magari in futuro lo diventerò....

    RispondiElimina
  2. cosa sono i casorelli Gunther? (foto della verdura mi pare ci sia scritto così) io non potrei mai essere vegana (ma per forza che dimagrisci, a meno che non ti ingolfi di pane e pasta ingoi solo acqua che contiene la verdura...ti riempi bene bene la pancia) cerali e legumi posso mangiarne proprio pochi sennòil mio intestino già arrabbiato, si arrabbia ancora di più, capisco lo stile di vita a livello di principi personali, posso condividerli o meno ma li posso capire e rispettare, cosa che invece molti vegani non fanno nei confronti di normali onnivori. Un po' come i non fumatori verso i fumatori che scassano l'anima. ora: io sono ex fumatrice, smesso da anni ma ho sempre rispettato spazi dei non fumatori non ho mai fumato da dare fastidio ai non fumatori ma da qui a demonizzare e ledere il diritto sacrosanto d fare cosa uno vuole, ce ne passa! e mi ricollego con la scarsa tolleranza di chi non mangia carne e pesce. Anni fa ho collaborato con una signora che seguiva dieta macrobotica e già sembrava una sgruccia grigia per gli abiti, ma il fatto è che obbligava la figlia, due anni, a mangiare macrobotico e non le dava manco il latte, la bambina sembrava una componente della famiglia Adams. P.s. io, malata di ipotiroidismo come giò detto tante volte oggi, a distanza di mesi sono a - 8 chili con tanta tanta tanta pazienza, sacrifico. lacrime (senza l'aiusilio di dietologa che non voleva seguirmi visto il metabolismo che fa i capricci) sono contenta... tiè alla dietologa! scusa se ho tergiversato e scritto un poema caso mai tagliane un pezzo non mi offendo. baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. occhio di lince che hai, non li conoscevo nemmno io sono un ortaggio della Puglia che ho trovato in un mercato a Milano
      ortaggio casorelli

      sei stata bravissima sulla dieta :-)))

      Elimina
    2. ah ecco cetrioli! (grazie per i complimenti.. :-) che fatica però ora ho visto il 5...(beh dietro 9,8) ora però prometto che non ti rompo più le scatole con la mia tiroide e il peso (voglio ancora perderne un paio e poi mantenerlo il peso. Poi, giurato, vado in menopausa e trac! inciccisco di nuovo..)

      Elimina
    3. ah aspetta... l'altro commento ho parlato tre ore ma mica ho concluso il concetto: a parte la signora grigia.. al supermercato, in cassa, poco tempo fa, una tipa figlia dei fiori, (quindi presumo per scelta di vita) con due figli a seguito sul rullo della cassa ha: cibo super bio e verdura, verdura, verdura (manco frutta), dietro, la mia spesa: di tutto (non schifezze intendiamoci - quelle me le preparo con le mie manine) ma: carne, pesce, formaggi, verdura. la bambina (non so-- 6 anni - ma a scuola in mensa non mangia? non vede gli altri bambini cosa mangiano? chiede alla mamma cosa sia "quello" (la confezione del mio petto di pollo) la mamma, schifata come se sul rullo della cassa ci fosse una cacca di mucca, fa: (lanciandomi uno sguardo disgustato) "cadavere"... e siccome io le ho lanciato uno sguardo non disgustato ma imbufalito, è arrossita, ha iniziato a rimediare e si è incasinata ancora di più.
      Ergo: educhiamo i nostri figli come vogliamo ma nel rispetto degli altri e delle scelte altrui, se la signora ha pensato che io mangi cadaveri, io ho pensato di lei sia una capra, pure d'aspetto. OH! e come sto meglio adesso. :-) scusa eh...

      Elimina
    4. he he he cosa faremmo senza di te :-))

      devo dire che a volte l'atteggiamento dei vegani non è proprio di grande empatia , bisogna ammetterlo, ci vedono un po con il fuoco negli occhi

      ho un post preparato apposta per te sulla tiroide da tre mesi e non riesco mai a finirlo, quando sono in vacanza me lo metto a posto, giuro!!

      Elimina
    5. dai, giura! ma sei un Amore d'uomo! santo cileo...te le ho rotte così tanto le scatole eh? Gunther: santo subito! ...non vedo l'ora di leggerlo :-) grazie di cuore

      Elimina
  3. A casa mia si mangia un pò di tutto, ma sopratutto in questo periodo si mangia tanta frutta e verdura, senza togliere quel pezzettino di carne, pesce o altro. Ringraziando Dio non ci sono per ora problemi di salute, ma cerchiamo di andare avanti così cercando di variare i cibi ! Grazie del articolo, sei sempre pronto con delle novità !

    RispondiElimina
  4. amo le verdure ma anche gli altri cibi; io credo molto all'abbinamento vita sana, movimento, cucina variata, pazienza se non sarò mai magra, ormai me ne sono fatta una ragione....

    RispondiElimina
  5. Quando sfoglio le riviste di questo periodo leggo di tante diete diverse, alcune talmente strane che non so da dove vengano fuori. Tante persone sono alla ricerca facile della dieta perfetta per perdere peso, senza dover ricorrere a un professionista del settore che ha purtroppo anche un suo costo.
    Ovvio che la dieta vegana, con il suo privarsi di tutto, passa facilmente da uno stile alimentare dettato da principi etici a uno stile dietetico fatto per perdere peso.

    RispondiElimina
  6. Mangio tutto, anche se la carne non mangio tutti i giorni, e potrei smettere di mangiarla senza problemi, ma non potrei essere vegana perché la ritengo una dieta/intesa come stile di vita/ troppo restrittiva. Resta comunque il fatto che nella vita quotidiana mi piace alternare i piatti sia vegani che vegetariani o quelli a base di carne e pesce, senza correre il rischio di carenze o sovradosaggio di nessun elemento, o almeno spero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piace il tuo approccio lo condivido

      Elimina
  7. Con questo grande caldo si mangia tanta frutta e verdura in questo periodo..... ma non vegano, penso che poco, ma di tutto sia la migliore dieta!

    RispondiElimina
  8. io sto a dieta ed ho eliminato molti alimenti per verificare delle intolleranze e ammetto che sto soffrendo la mancanza di varietà di alimenti nonostante possa mangiare solo le carni bianche ed alcune specie di pesci, no uove e no latticini...ero preparata ad eliminare solo i dolci... tanto di cappello ai vegani e ai loro principi.
    Buona serata :)

    RispondiElimina
  9. Io ho un assoluto rispetto per tutte le persone che seguono diete vegane per scelta ma penso anche che debbano prestare la massima attenzione a tutto quello che ingeriscono, perchè è facilissimo incorrere in carenze alimentari ... articolo sempre puntuale e utlissimo.

    RispondiElimina
  10. io faccio parte di quelle persone che, ormai, ogni 2 anni circa si deve mettere a dieta, ma vado sempre dal nutrizionista, non faccio mai di testa mia, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  11. a mio modo di vedere è troppo estrema come dieta...ma come si dice,il mondo è bello perchè vario!! :-)
    Ciao buona serata

    RispondiElimina
  12. Eh, certo che i vegetariani rispetto ai vegani rischiano di esagerare coi formaggi e la bilancia non può che risentirne. Però qualche vegana più cicciosa esiste, perché se il vegano non ha il rischio dei troppi grassi derivanti dai latticini, in entrambe il rischio di mangiare comunque tanti carboidrati esiste eccome. Già succede a me che sono un onnivora che mangia poca carne da tempo.
    Non c'entra ma vorrei aggiungere: come sto bene fisicamente come sto bene le volte che mangio solo pesce e verdura. Con buona pace del pesce.

    RispondiElimina
  13. Com'è brutto lasciarsi influenzare fino quasi al lavaggio del cervello da tutte queste mode alimentari, ora dal vegan si passa al crudismo, persino i cereali mangiano crudi...
    No non condivido questi eccessi, una sana alimentazione variata con poca carne, latticini, carboidrati, frutta e verdura equilibrati penso che sia la puà salutare e raccomandabile.

    RispondiElimina
  14. Da qualche mese niente carne per me il passo non é stato difficile poiché ne mangiavo gia pochissima ma vegano credo proprio no, il risultato é che mi sono leggermente sgonfiata avendo eliminato anche se non completamente ma conto di farlo i dolci dimagrire alla mia età é un'impresa difficilissima 😕 ma va bene cosi grazie Günther per l'articolo interessante!

    RispondiElimina
  15. Hanno sbagliato a scrivere, sono caroselli ;)

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi