sabato 29 novembre 2014

Fairlife, il latte il nuovo business di Coca Cola?

Notizia che hanno dato tutti i media, l'entrata di Coca Cola nelle bevande della salute, già questa notizia fa drizzare le antenne, se Mcdonalds vende broccoli e insalata perché Coca Cola non può vendere le bevande della salute?

In questo caso Coca Cola si affida come bevanda della salute a un latte che ha chiamato Fairlife. Tutti i media dando la notizia hanno rimarcato lo slogan il latte e la salute, attenzione non è casuale!

Certo che se proprio valevano fare una bevanda della salute, del latte c'era bisogno viene spontaneo chiedersi? Che so io, non era sufficiente del vero succo di frutta, della limonata, dell'acqua?

Però se si va un po' ad indagare più che Coca cola verso il mercato della salute, Coca cola va in soccorso dei produttori di latte, ebbene si le vendite del latte sono scese dell'8% nell'ultimo anno negli USA, il latte genera sempre più avversione nei consumatori, anche il mercato del formaggio gli Usa non sono più tra i grandi consumatori di formaggio.

Teniamo presente che il consumo del latte non interessa tutto il globo ma solo una parte, sembra quindi più che altro che Coca cola vado in soccorso dei produttori di latte e delle multinazionali del latte che hanno negli ultimi anni delle chiare difficoltà d'immagine e di vendite in tutti i mercati europei e degli Stati Uniti le vendite a volume sono tutte negative rispetto agli anni precedenti.
Questo ha generato un surplus di latte per una mancanza di vendita.


Fairlife, questo è il nome del latte di Coca Cola non è un semplice latte, come poteva essere? Ma è un latte + del 50% di proteine, + circa 50% di calcio, -50% di zucchero di un latte normale, pertanto quanto dichiarato dall'azienda sul sito senza lattosio.

Già pronti distributori nelle scuole e nelle mense  e la versione yogurt greco con il marchio Pinkberry
Fairlife costa il doppio di un normale latte.

Quello che mi ha più divertito è stata la spiegazione di come viene ottenuto questo elisir della salute, tramite filtraggio, loro filtrano il latte e ottengono un latte con il 50% in più di proteine, circa il 50% in più di calcio, meno zucchero e senza lattosio, è il filtro di Mago Merlino per caso? Ma dove l' avete comprato sto' colino che invece di togliere moltiplica?

Non sarà magari cosi per caso che viene aggiunto qualcosa? In modo del tutto naturale ovviamente, come nel caso dei tanti yogurt greci che nulla hanno dello yogurt greco ma hanno più proteine, ecc ?


Questo Fairlife, un tipo di latte chiaramente risponde come prodotto delle nuove esigenze del mercato che vedono in modo positivo i cibi ricchi di proteine sulla scia della dieta dunkan, cibi con più calcio anche se intake tra calcio e prevenzione dell'osteoporosi è molto in discussione, è il senza lattosio che forse potrebbe aprire a un mercato più vasto come quello asiatico e cinese dove il 95% sono intolleranti al lattosio, pertanto un prodotto più adatto ai nuovi mercati, ma che l'alto costo del prodotto lo rende più di difficile distribuzione nei mercati sud americani, africani ed asiatici..

Prima di darne un  giudizio completo su Fairlife  aspettiamo di vederlo al supermercato, al momento possiamo dire che le news non ci predispongono positivamente.

Devo dire nemmeno però in Gran Bretagna, sta suscitando un ondata di protesta la comunicazione di Fairlife, che ha visto protestare la maggior parte delle signore, nella comunicazione si vedono delle signorine in atteggiamento molto sexy per pubblicizzare il prodotto, diciamo che si vuole comunicare un elisir della salute di un prodotto è un modo un po' originale di farlo, forse non è la sola buccia di banana in cui Coca Cola rischia di scivolare.

Info: Fairlife




15 commenti:

  1. Noi la coca cola non la beviamo, preferiamo il latte che sa di latte e tanto meno andiamo al McDonalds, capita raramente se dobbiamo accompagnare qualche famiglia con dei bambini che vogliono a tutti i costi andare. Certi prodotti non so se è da fidare. Comunque tu hai sempre dei articoli interessanti ! Buon fine settimana !

    RispondiElimina
  2. articolo ironico e tagliente direi....però il filtro di mago Merlino lo voglio anch'io ;-)
    un saluto e buon week end
    raffaella

    RispondiElimina
  3. come te sono scettica anche io, d'altra parte gli intolleranti al latte crescono in modo esponenziale e qualcosa di alternativo forse andava pensato. Se il sapore sarà gradevole penso che in tanti lo compreranno ma non ci resta che aspettare...Buona domenica , a presto !

    RispondiElimina
  4. Ma le persone cominceranno a capire quanto vengono prese in giro dalle multinazionali o continueranno a comprare tutto ciò che viene loro propinato come salutare?

    RispondiElimina
  5. Il parallelismo con le verdure da Mc Donald's mi ha fatto sorridere, Gunther :)
    Comunque, non c'è limite alle novità più insolite. Grazie per questa ennesima, graditissima, preziosa informazione!
    Un caro abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
  6. Non sapevo di questa novità! Non è che la cosa mi entusiasmi molto! Aspettiamo e staremo a vedere.
    Buona domenica a te!

    RispondiElimina
  7. Grazie per questa info, non ne sapevo nulla ma d'istinto non mi piace.
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
  8. Anche se mi piace, cerco di consumare latte e latticini il meno possibile, visti gli ultimi studi sui danni che possono causare alla salute.Questa poi del latte prodotto dalla Coca Cola....è semplicemente pazzesca :-)

    RispondiElimina
  9. ma dove vogliono arrivare??Non ne sapevo nulla
    di questo Fairlife!!
    ma dov'è il buon latte di una volta??
    Grazie Gunther!!

    RispondiElimina
  10. io passo,preferisco il latte fresco ....grazie come sempre delle preziose info :*

    RispondiElimina
  11. i media possono dire quello che vogliono ma la coca cola non entreraà mai a far parte nè delle bevende della salute, nè della mia dieta quotidiana, da quello che scrivi poi credo purtroppo che andremo incontro a prodotti "a base di latte" e non a lette vero e proprio...quello naturale, quello tanto buono che una volta si diceva indispensabile per la crescita dei bambini...comunque questo prodotti Fairlife non lo compero neanche sotto tortura! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  12. Gunther devo dire che sono molto scettico su questo nuovo prodotto. Non tanto per il fatto che a produrlo sia Coca-Cola quanto per il fatto che credo sia una manovra di marketing che serve a qualcuno, e quel qualcuno non è il cliente.

    Forse, con il mercato del latte in ribasso hanno comprato il latte a nulla e vendendo la metà dei lotti riescono comunque a guadagnarci...

    Poi c'è la questione del nome. Slegandolo dal nome Coca-Cola un eventuale flop commerciale produrrebbe un calo di interesse solo in coloro che sono a conoscenza del fatto che dietro Fairlife c'è Coca-Cola.

    Una cosa è sicura, io non lo comprerei mai.
    :-)

    RispondiElimina
  13. non mi sorprende che i formaggi non vadano molto negli Usa, mi sono fatta un'idea di cosa vendono per formaggio nella puntata di report sui Ttip. Confezione tipo caramelle con ingredienti improbabili.
    Cosa dire del latte-cola? ne sentivamo veramente veramente il bisogno!!! ce la faranno a convincerCi? Beh, noi no, magari convincono i bevitori di coca cola o indurranno una nuova moda tra i giovani?
    ...a me sa che hai ragione tu e scivoleranno di brutto!

    RispondiElimina
  14. Ciao,per me il latte buono è solo quello fresco intero!! :-))
    Grazie,buona giornata

    RispondiElimina
  15. Questa mi mancava. Certo che se ne inventano una diversa ogni giorno

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi