giovedì 24 aprile 2014

Cosa mangiano le galline delle uova bio?


Catena, da Salerno: Vorrei sapere cosa mangiano le galline delle uova Bio?

Devo avere la faccia di quello che ha il pollaio, ebbene si, ho il pollaio, piccolo di quelli di casa di campagna, con il terreno intorno, fanno uova normali oggi verrebbe da dire naturali, una decina di galline e un gallo per lo struscio.

Alle galline diamo da mangiare dei preparati bio che vendono nei negozi specializzati fatti di cereali mais, granturco, girasole, grano, in più avanzi  di pane secco tenuto a bagno, scarti sopratutto delle pulizia di frutta e verdura, le mie vanno matte per le foglie del broccolo e di quanto altro trovano sul terreno.

Diciamo subito che non è conveniente avere un pollaio, costa in termini di tempo, accudimento, veterinario, igiene e pulizia , diciamo che è più conveniente comprarle al super, ogni anno diciamo basta ma poi le teniamo sempre, perché tutto sommato ci piace averle intorno, ci sentiamo più country.

In realtà mi piace quando gli ospiti adulti e vaccinati dicono: 
Ma avete le galline e fanno anche le uova? 
Certo che fanno anche le uova, cos'altro dovrebbero fare?
Ma le fanno proprio da ?
Certo tesoro e da dove altro?
E' doloroso?
Che ne so io se è doloroso? Presumo di no se lo fa tutti i giorni l'uovo, io ho aperto un pollaio non un club sado maso!


Ma delle uova che compriamo, cosa mangiano le galline?

Ricordo che per l'acquisto uovo bio è contraddistinto dal codice 0 per le galline allevate all’aperto in maniera estensiva e con mangime biologico.
Il codice lo trovate sul guscio delle uova esempio 0 IT 169 BS 150 appunto zero il tipo di allevamento, IT la nazione, 169 il codice comune, BS la provincia, 150 il numero del pollaio, ovviamente non lo fa la gallina direttamente cosi ma viene inciso dopo la raccolta sul guscio.

Categoria A sono le uova che soddisfano i criteri di standard per alimentazione, uova fresche e intatte.

codice 0 uova d'allevamento biologico
codice 1 uova d'allevamento all'aperto
codice 2 uova d'allevamento a terra
codice 3 uova d'allevamento in gabbia

Dal mio punto di vista sono da preferire quello d'allevamento biologico o all'aperto, a terra potrebbe dire anche a terra ma nei capannoni, in gabbia invece le scarterei per principio.

Per quanto riguarda le uova biologiche la certificazione mette insieme due aspetti quello relativo all'allevamento e quello relativo all'alimentazione.


L'allevamento biologico, per certi versi è simile all'allevamento all'aperto ma segue un proprio disciplinare di produzione più completo che prevede l'utilizzo di razze di galline autoctone, dei standards in merito allo spazio per mq, disponibile sia per il ricovero che per l'aria aperta che deve essere di almeno 4 mq per capo, gli spazi esterni devono avere zone d'ombra e ripari da eventuali predatori. Inoltre i standard prevedono anche un rapporto ottimale tra gallo e galline, un gallo ogni dieci galline.

Ci sono dei standard relative alle condizioni di luce perché le galline producono più uova quando hanno almeno 14 ore di luce che d'estate non è un problema ma in altre stagioni lo può diventare.

L'alimentazione deve provenire da mangime biologico per il 95%  (cereali e mais senza additivi chimici, amminoacidi sintetici, OGM e farine di pesce);


Mondo globale rischio più ampio

Però, bisogna fare notare che c'è qualche problema nel senso che le uova bio sono tra i prodotti bio più venduti, l'incremento della richiesta di uova bio non trova lo stesso incremento di produzione di cereali e mais bio per nutrire gli animali, per cui molti produttori fanno ricorso per alimentare gli animali con cereali e mais che arriva dal Sud America e dall'Europa dell'est in particolare dall' Ucraina.

Proprio lo scorso anno è arrivato lo scandalo delle false certificazioni bio, in realtà si trattava di cereali e mais OGM, le cose si complicano.

Oggi purtroppo viviamo in un mondo globalizzato dove è lecito acquistare dappertutto, non tutti sono seri e sappiamo per certo che la truffa è dietro l'angolo.

Proprio per questo l'Unione Europea si sta attrezzando per avere un maggiore controllo sulla filiera su ciò che gli animali mangiano anche se si potrebbero coinvolgere più operatori della stessa zona dell'allevamento per produrre il mangime bio delle galline.

Scegliendo uovo bio si corrono meno rischi, delle galline che vivono in un ambiente pulito sono più sane e mangiando bene fanno uova più buone, tuttavia il rischio zero non esiste.

Qualcuno ci dirà ma sempre uova sono, non c'è nessuna differenza. No carissimo prova a montare in cucina un uovo bio e un uovo di galline allevate in batteria e vedi la differenza, fatti una frittata di uova bio e una no e senti nel sapore la differenza, sono questi piccoli dettagli ma che aiutano a scegliere.



Le uova proveniente da allevamento biologico costano di più? 

Supermercato Pam
6 Uova medie con galline allevate a terra      1,68
6 Uova medie con galline allevate all'aperto 1,90
6 Uova medie bio le naturelle       2,55

Supermercato Esselunga
10 uova da galline in gabbia 1,29
6 uova Esselunga a terra   1,69
6 uova Esseluna all'aperto 1,79
6 uova Esselunga bio         2.05
6 uova Coccodì a terra      2,15

Supermercato Billa
6 uova Aia a terra      1,69
6 uova Maia a terra    1,89
6 uova bio le naturelle 1,99
6 uova si biologiche    2,29
6 uova Coccodi         2,62

Supermecato SMA
6 uova medie allevate a terra Sma 1,59
4 uova bio Sma 1,59
4 uova bio Coccodì 1,90

Sicuramente rispetto alla gran parte delle uova il biologico costa di più. Un 10% massimo 30%, ma non sempre dipende dal punto vendita  e se di marchio private label. Sembra che il fatto di avere in aggiunta il marchio come Le Naturelle o Coccodi abbia un costo superiore rispetto alle uova da allevamento biologico del marchio del supermercato, poi sono scelte personali, posso capire che 0.60 o 0,80 centesimi di euro per 6 uova in più per qualcuno può essere un problema mentre per altri no.


50 commenti:

  1. si è vero si nota eccome la differenza, e le bio sono le migliori dopo quelle delle galline allevate da mia suocera ^__^ciaoooooooo

    RispondiElimina
  2. Queste uova buone, ricordano quelle dalle galline di mia mamma, cresciute con mais, gano,... proprio come da racconto. Buone, buone per fare dei dolci e salati in tutta la salute !!! :)

    RispondiElimina
  3. Allora sei sicuro che non sia doloroso?...mi fai sempre ridere un sacco! I miei vicini mi hanno regalato delle uova ruspanti erano ancora piccole ma avevano un tuorlo enorme, gusto memorabile, buonissime. E dire che io già le compro usualmente in cascina bio, ma quelle erano ancora meglio.
    saluti Su

    RispondiElimina
  4. Questo post mi è piaciuto molto,interessante esaustivo e divertente.Mi hai fatto tornare in mente gli anni passati nel mio negozio di alimentari dove ho sentito domande e affermazioni incredibili.....però se poteva essere doloroso fare l'uovo mi mancava.Ciao a presto Laura

    RispondiElimina
  5. Io compro sempre le uova bio Esselunga, perché sono convinta siano migliori di quelle di allevamento. Ho anch'io un aneddoto circa le galline: tantissimi anni fa, ce ne capitò una in giardino, letteralmente piovuta dal cielo (poi scoprimmo che era scappata dal cortile di casa di un abitante del quartiere). Dopo il primo momento di stupore, ci affezionammo al pennuto, anche perché andava a deporre quotidianamente un bell'ovetto sotto un cespuglio di lavanda. Non hai idea con quanto piacere usassimo quelle uova. Dopo una decina di giorni, saputa l'identità del padrone della gallina, gliela riconsegnammo a malincuore. Ricordo che le davamo da mangiare un po' di tutto e che gradiva in particolar modo gli spaghetti: forse perché li scambiava per vermi? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. confermo alle galline piace molto la pasta fredda scotta e rafferma, non l'ho scritto perchè sembrava brutto dirlo e il venterinario non è molto d'accordo, mi dice che è preferibile dargli scarti crudi di frutta e verdura ma le galline adorano la pasta anche quella che non sembrano vermi

      Elimina
  6. Tenere un allevamento con sistema biologico richiede molto spazio. In commercio però ci sono troppe uova certificate da allevamento biologico. A me i conti non tornano. Non è che mi fido troppo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dobbiamo sempre diffidare, io consiglio di guardare l'ente di certifcazione e andare a vedere se esiste on line e come agisce

      Elimina
  7. Mi è sparito tutto il commento, che barba! Dicevo io alterno le uova del pollaio di mia cugina, con qualche aggiunta di uova d'oca e quelle dell'esselunga, mi sono accorta però del colore intenso che alcuni tuorli del supermercato hanno.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti riferisci probabilmente alle uova con aggiunta di cantaxantina (E161g), un additivo che fanno diventare i tuorli più colorati lo usano anche per la trota e il salmone

      Una volta questo colore lo dava il granturco adesso invece

      nelle uovo bio non è consentito l'utilizzo di questo additivo

      Elimina
  8. Posso ritenermi fortunata perchè uso uova prodotte dalle galline di mio zio che razzolano allegre e libere in mezzo ai campi. Il post è comunque molto interessante e utile, in effetti bene o male ci si chiede sempre cosa mangino le galline quando si comprano le uova al supermercato

    RispondiElimina
  9. e questa era una domanda che mi ponevo sempre anche io, grazie per le informazioni .Le tue galline mi ricordano quelle di mia zia, che venivano nutrite con pane secco e scarti di frutta e verdura. La frittata di cipolle aveva un sapore unico, cotta nello strutto! :* Un caro saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. he he he sicuramente le uova facevano la loro parte nel gusto ma anche lo strutto :-)

      Elimina
  10. Grazie per il post interessantissimo!!!!

    RispondiElimina
  11. adesso però non riesco più acquistare le uova con serenità senza ridere "è doloroso?"

    RispondiElimina
  12. Naturalmente le tue galline muoiono di morte naturale.....Ciao Gunther, beato te che hai il pollaio!!!!!

    RispondiElimina
  13. Davvero interessante il tuo post sulle uova!!
    In genere le prendo da un'amica che ha le galline però se devo comperarle preferisco di gran lunga quelle biologiche!!
    Un caro saluto e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
  14. Ma come non parlano con te le tue galline? di sicuro ti direbbero se sentono dolore o meno a fare uova tutti i giorni. Aahahahhhhh mi hai fatto proprio ridere! Grazie, post molto interessante. Diciamo che dopo lo scandalo dello scorso anno sui prodotti Bio non ho più molta fiducia ... Sono convinta che in termini di gusto e sapore ci sia differenza tra uova bio o meno manon pensavo ci fossero differenze anche a montarle. Grazie Gunther, finalmente sono riuscita a passare anche da te.

    RispondiElimina
  15. interessante e divertente come sempre! :)

    RispondiElimina
  16. Gunther oltre che le uova le galline fanno anche molta simpatia. A me piacciono molto anche solo da guardare menre girano di quà e di là nel pollaio.

    Concordo poi con te sulle differenze. Ci sono eccome ma purtroppo la poca cultura del guso fa si che molti non le distinguano.
    E poi mi piace sempre pensare ad un consumo etico. Non sono vegano ma non mi va nemmeno di torturare gli animali da cui prendo carne o uova.
    :-)

    RispondiElimina
  17. come ti invidio il pollaio !
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
  18. Ciao Gunther, tema molto interessante, specie quando parli di filiera e certificazioni.
    Io compro uova quasi sempre da conoscenti che allevano le galline "imitando" il bio diciamo...e la differenza tra uova di galline di allevamento e queste si sente davvero tanto.
    Bisognerebbe lavorare in uno di questi allevamenti per capire che cosa diano da mangiare alle galline...a volte, quando utilizzi ste uova d'allevamento, senti degli odori/sapori non piacevolissimi!

    RispondiElimina
  19. Grazie Gunther per questo post. Io sono una di quelle che sulle uova non risparmia e le prendo sempre bio al massimo se non le trovo prendo quelle di categoria 1, allevate all'aperto.
    Concordo sul fatto che non c'è paragone dal punto di vista del gusto, almeno io lo sento, poi come scriveva più sopra Ely, le uova 'da poco' del super hanno un tuorlo dal colore inverosimile e visibilmente colorato ed artificiale e io se posso gli additivi li evito tutti..
    Mi hai fatto rotolare del ridere sul fatto che ti chiedono se le uova escono da 'lì' e se fa male...ahahahaha....ma dimmi te!!!
    Cmq appena avremo la casa nuova lo voglio anch'io il pollaio!!! ;-) Ciao!!

    RispondiElimina
  20. anche io sto' molto attenta a comprare le uova e non avendo la fortuna di avere galline ovaiole..compro le bio!!
    ciaoo

    RispondiElimina
  21. Ciao, scusami l'intrusione fuori tema al tuo post... Sono Artemisia1984 del blog In my dreams...anche se il nick che compare giù è diverso sono sempre io! A seguito di una violazione del mio account di posta gmail, con modifiche credenziali di accesso e di recupero, e successivamente eliminazione dell'account e dei blog ad esso collegati, ho dovuto creare un altro account e nuovi blog caricandovi le copie di backup che avevo fatto. Avendo i nuovi blog nuovi indirizzi ho perso tutti i miei follower a cui nn arrivano più i miei aggiornamenti e io stessa ho perso la lista contatti. Ora di te e di altri ricordo il nick e il blog e sono in grado di contattarvi per il resto non so come fare...vorrei chiederti innanzitutto se ti va di riaggiungerti al mio blog e quando hai tempo, se puoi scrivere un post provvisorio che spieghi la mia situazione, e rimandi ai miei nuovi blog perchè ricordo che avevamo dei lettori comuni. I nuovi indirizzi sono:

    http://inmydreamsartemisia1984.blogspot.it/

    http://oggicosacucinoartemisia1984.blogspot.it/

    Ti ringrazio, ciao

    Artemisia1984 da oggi....Miss Artemisia!

    RispondiElimina
  22. la gente vuole il tuorlo bello colorato e non si rende conto di mangiare delle porcherie, evviva i tuorli pallidi ma bio ! Buona domenica

    RispondiElimina
  23. Post davvero interessante!!

    RispondiElimina
  24. Io salto di gioia quando mamma le porta a casa dal pollaio di mia nonna...e queste si possono anche mangiare crude,a differenza delle altre che si sa poco o niente...
    Ciao e grazie sempre per i tuoi post interessanti,felice domenica

    RispondiElimina
  25. Bravissimo Gunther! (troppo esilarante il racconto... ho proprio riso di gusto!!!) comunque... volevo dirti che: mia nonna aveva le galline e mangiavano riso, mais, insalata, foglie di verza. foglie di coste ecc. gli avanzi dell'orto. Bene: io le mangiavo anche crude da piccola. Ora: io le compro dalla mia vicina che lascia razzolare le sue galline e le alimenta più o meno così e le sue uova le digerisco benissimo. Quelle comprate (ovvio compro quelle con tutti i criteri) mi rinvengono. anche quelle denominate bio. mmmmm un motivo ci sarà. Anzi: due motivi: 1) io sono un caso da analizzare, sono una chiavica evvabbè. 2) anche nel bio ho molti dubbi che veramente non usino antibiotici ad esempio. mah. ergo: se si riesce/può comprare anche le uova da coltivatori diretti, vicini di casa ecc. meglio! (io sono andata a mettere il naso alla rete di recinzione e le ho viste le gallinelle :-)
    baci baci buona domenica (qui piove fa un freddo maialissimo per essere fine aprile...)

    RispondiElimina
  26. Stavo proprio facendo la tua stessa considerazione con mio marito visto che anche i imiei suoceri hanno la fortuna di avere qualche gallina per le uova e cioè che se anche probabilmente è più conveniente comprarle non c'è nulla di più buono e sano di un uovo appena fatto da una gallina che ha razzolato all'aperto e che ha mangiato cose buone.

    RispondiElimina
  27. Posso ritenermi fortunata, anche io ho il pollaio e uova non ne compro quasi mai!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  28. Eh si caro Gunther...anche io compro uova bio al super o molto spesso ogni mercoledi al mercato a km 0 sotto caso, direttamene dal contadino! Però in periodi come Pasqua mi è capitato di prender euova "nrmali", sai l'inquietudine??? mmagino queste bestiole chiuse ..ho comprato comunque con la dicitura " a terra" ma è troppo generico!). Globalizzazione...la rovina!!!
    PS prova a vedere se mentre fanno l'uovo hanno la facccia sofferente :D

    RispondiElimina
  29. Avere la fortuna di consumare uova fresche del proprio pollaio è il massimo, da piccola le mangiavo crude, appena fatte dalle nostre galline! Oggi compro uova bio, almeno spero, sono sicuramente più buone! Ciao, buona serata!

    RispondiElimina
  30. io ripiego sulle uova biologiche solo quando il pollaio di mio padre "dorme".... e trovo il tuo post molto interessante!

    RispondiElimina
  31. Ciao Gunther io purtroppo le uova le devo comprare e uso quelle biologiche (trovo che quelle dell'esselunga siano di buona qualità.... ma chi lo sa?). A mio parere la differenza tra bio e non bio si vede, anche nel colore, è possibile? A me sembra che le uova bio abbiano un tuorlo meno giallo e più chiaro.. Utile e divertente il tuo post. Grazie!

    RispondiElimina
  32. Ahahahah mi hai fatto ridere con le domande dei tuoi ospiti! Che poi sono più o meno le stesse di quando preparo pranzi con le verdure del mio orto.
    "Ah ma davvero hai un orto?"
    "Ma davvero ti cresce la roba dalla terra?"
    Mi verrebbe voglia di rispondere: "No guarda, spunta di notte direttamente nel frigorifero!"

    Tornando agli ovetti. Qualche dubbio mi viene, ci sono uova bio ovunque e di qualsiasi marca. Avevo anche sentito che ci sono uova bio certificate tali solo perché danno mangime bio alle galline e le tengono comunque in gabbie, solo un po' più grandi...ti risulta?
    Ciao grazie per gli articoli sempre superinteressanti!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la certificazione prevede che siano all'aperto non basta solo che le galline mangino bio, ma l'inganno è dietro alla porta, uova in batteria come si dice non possono essere bio

      controllate sempre il nome del'ente certificatore e della sua attività se lavoro solo per un azienda dubitate

      Elimina
  33. Posso ritenermi davvero fortunata nel poter avere le mie uova bio con galline alimentate al 100% bio allora :-)

    RispondiElimina
  34. Io non ho il pollaio, ahimé, ma cerco di acquistare le uova bio. Mi lascia perplessa quel "farine di pesce"...farine di pesce??? Grazie Gunther per questo post, davvero interessante!! Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si sono delle farine fatte con i pesci piccoli e i scarti della lavorazione di pesce più grandi come il salmone, vengono impiegate sia negli allevamenti di pesce che negli allevamenti d'animali

      Elimina
  35. certp che si , la differenza é evidente ache con quelle che mi da la vicina qualche volta , certo che mi piacerebbe avere delle galline ma quanto é difficile e complicato accudirle, che in una semplice casa con poco giardino é complesso, pero' ricordo con grande nostalgia quando in Italia ce l'avevamo ed io, ti confesso, con grande fierezza, che sapevo controllare quando le galline erano pronte a far le uova ;-)

    Bellissimo articolo come sempre Gunther

    RispondiElimina
  36. mi hai fatto morire dal ridere con le domande dei tuoi ospiti!
    per fortuna ultimamente prendo le uova da un amico che come te ha un pollaio dove abita in campagna!
    sempre interessanti i tuoi post!

    RispondiElimina
  37. non ho mai badato alla differenza tra le uova, ora ne so molto di più

    RispondiElimina
  38. Magari non commento sempre ma... complimenti, Gunther, ti seguo con costanza :)

    Io prima *odiavo* le uova, ma davvero odiavo: non potevo sopportarne nemmeno l'odore. Poi, per motivi vari, ho cominciato a fare la colazione salata con uova bio/del contadino: se le facevo al tegamino dovevo mangiarci contemporaneamente del pane perché mi nauseavano. Poi ho cominciato a farle alla coque, uova di una vicina di casa: ora -giuro- mi dispiace quando non faccio colazione con le mie due uova super-bio poco cotte! In un B&B quest'inverno ho chiesto uovo alla coque a colazione, e mi faceva schifo: sicuramente non era bio. Insomma... nel gusto sì che si sente la differenza!

    RispondiElimina
  39. Un altro aneddoto divertente: per anni mia madre non ha comprato una marca di uova solo perché nella confezione é riprodotto un uovo col tuorlo a CUORE! Era convinta che fossero transgeniche! Ci ho messo mesi per farle cambiare idea, indipendentemente dalla qualità delle uova.
    È peró un ulteriore esempio di come la pubblicitá o le immagini condizionano i consumatori, persino mia madre che non è sprovveduta, ma terribilmente prevenuta (e raramente a torto!).

    RispondiElimina
  40. Ciao Gunther, complimenti per l'articolo, m'hai fatta pure ridere con l'introduzione :). Quando ero piccola anche a casa mia c'erano 2-3 galline, pur vivendo in città...ma solo perchè all'epoca c'era il comunismo e di uova nei negozi non c'era nemmeno l'ombra...Hai ragione, c'è tanta differenza tra le uova bio e le altre, si vede subito quando devi montarle...io le compro sempre da una signora al mercato...sinceramente non c'è paragone con quelle bio comprate al supermercato (almeno i marchi che ho preso io), figuriamoci con le altre. Grazie per le info, a presto!

    RispondiElimina
  41. quanto ti invidio il pollaio!!!
    ogni tanto mi viene la tentazione di prendere un paio di galline, poi penso che forse non avrei tempo di accudirle come meritano, e rinuncio! ma che bello sarebbe poter raccogliere l'ovetto fresco ancora caldo come facevo quando ero piccola e andavo nel pollaio della nonna!!!
    allora cerco sempre di comprare almeno le uova al mercato, dall'azienda agricola che vende la verdura...ti accorgi che sono diverse già dalla consistenza del guscio!!!

    certo invece che le domande dei tuoi ospiti lasciano perplessi...ma da dove credono che escano le uova che comprano al supermercato???

    un abbraccione MARA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Mara
      si ci vuole un po di tempo e dedizione, è vero già il guscio è diverso :-)

      Elimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi