venerdì 27 settembre 2013

I pediatri contro Tata Lucia, Barilla contro i Gay, Zaia contro tutti per il Tiramisù

Settimana all'insegna della polemica e poi dicono che sono io polemico, come spesso abbiamo detto la polemica è anche il miglior modo per catturare l'attenzione in particolare dei media, parlate male di me, purché parliate, l'era dell'informazione è anche questo, i giornali hanno detto tanto, tutti hanno esternato lo facciamo anche noi nel nostro piccolo, nei prossimi post torno a parlare di salute e molecole dove c'è un clima più sereno.

I pediatri contro Tata Lucia
Se posso dire i pediatri per due anni quando Tata Lucia sbandierava a destra e a manca la Nutella, non c'è stato un pediatra, un nutrizionista ma nemmeno una loro donna delle pulizie che avesse protestato, giusto questo blog per farsi due risate, adesso scoprono che non va bene, prima si invece?
Non sarà che gli ascolti del programma sono un po' sotto la media e bisogna tirare su l'interesse?


Barilla contro le famiglie non Tradizionali
Pare dai giornali perché io l'intervista non l'ho ascoltata, che Guido Barilla abbia dichiarato che nella pubblicità Barilla non ci saranno mai le famiglie di fatto e i Gay.
Guarda carissimo Guido con tutto l'affetto e la stima che nutrivo per il Sig. Pietro Barilla, fai un prodotto che mangiano tutti dalla perpetua del parroco alle signorine che la sera aspettano con un falò acceso sulle strade, non giudicare, non si possono dare giudizi sui propri clienti, il Papa se vuole può formulare dei giudizi, ma non tu.

Se uno è gay la pasta non gliela vendi? No, non sei tu che vendi qualcosa a qualcuno per fargli un favore, sono gli altri che ti devono scegliere.
Cosa fai vendi la pasta solo dietro presentazione di un certificato di famiglia tradizionale? Dopo una visita medica per verificare se uno è gay o no come negli anni '30?
Ha poi esternato secondo la stampa io non l'ho sentito "se ne comprino pure un altra di pasta" aggiungendo disprezzo, devo dire a volte meglio una parola di meno che una in più.
Caro Guido guardati intorno Antonio Banderas protagonista di molti vostri spot è stato per molti anni, come dire "pupillo" di Pedro Almodovar che non è famoso per formare delle famiglie tradizionali.

La società potrebbe essere molto diversa da quella che vedi solo tu, l'errore dal mio punto di vista è considerare il proprio mondo come il mondo di tutti.  Questo punto di vista per un imprenditore è un limite di non poco conto, diciamo che dopo questa esternazione un futuro in politica è garantito, come imprenditore dopo queste esternazioni ho molte perplessità.

Io sono un papà con 4 figli in casa mica ci poniamo il problema di chi porta in tavola i piatti, cucino e porto in tavola, come mia moglie usava all'occorenza anche il trapano, il primo che arriva fà, indipentemente dal sesso.

Come finirà? Oramai la frittata è fatta, ha già ritrattato in parte, lui è stato frainteso, si chiede scusa se si schiaccia un piede se si urta qualcuno inavvertitamente non se si fanno affermazioni cosi disprezzanti, ma come ho sentito dire a Roma "la toppa è peggio del buco" finirà a Tarallucci e Vino, in fondo chi disprezza compra!


Zaia: il tiramisù è mio
Il Presidente della Regione Veneto ha deciso di vocare a sè la ricetta del Tiramisù, chiedendo il copyright, ora non è per dire ma ricordo benissimo di avere mangiato il tiramisù in un ristorante di Lodi nel 1970, la cosa ci aveva tanto stupito che mia madre aspettò l'apertura dei negozi per comprare il mascarpone che non capivamo cosa fosse, siete proprio sicuri che sia nato a Treviso negli anni '70?
L'ingrediente principale è il mascarpone che un formaggio tipico della zona di Lodi, Crema ed Abbiategrasso, in quelli anni era anche difficile reperirlo fuori zona perché non c'erano le tecniche di conservazione dei formaggi freschi come oggi!

Perchè il Tiramisù si e il baccalà alla vicentina no? Perché il Tiramisù si e gli zaleti no? Perché il tiramisù si e la peverada no? Perchè il tiramisù si e risi e bisi no? Non sono anche loro prodotti tipici veneti?
Ve lo dico io perché, vi volete appropriare del Tiramisù perchè è famoso in tutto il mondo, scoprire questa paternità con ritardo suona diciamolo tutta strana forte dopo 43 anni, ci avete messo così tanto per ricordaverlo? Chissà se ci metterete cosi tanto a chiedere i diritti d'autore a chi userà la parola tiramisù?

A tutte le altre regioni consiglio di registrarsi il copyright delle loro ricette  perché non vorrei ritrovarmi con un pesto al basilico ricetta tipica veneta, una cassata ricetta tipica veneta e una sfogliatella ricetta tipica veneta!

Quando Zaia era ministro fece un accordo con Mcdonald per il Parmigiano, crollò il prezzo del parmigiano molte piccole aziende hanno dovuto chiudere, per l'amore del cielo magari è solo una coincidenza non c'è alcun nesso di causa ed effetto ma come dire i precedenti non depongono a favore delle decisione del Sig. Zaia  e poi per fare politica ci possono essere argomenti migliori del copyright delle ricette, diciamo pure siamo alla frutta anzi al dessert ma dopo però c'è solo l'amaro che speriamo che si beva lui e non sia lui a darlo a noi!

46 commenti:

  1. Tra le tre quella che colpisce davvero e` la caduta di stile della barilla....inaccettabile da chi fa scuola di comunicazione!
    francesca

    RispondiElimina
  2. Sono convinto che alcune persone, in virtù della loro posizione d'elité all'interno della società, perdono di vista completamente la realtà.

    Per fortuna la realtà a volte si risveglia e gli fa sentire un po' come stanno le cose.

    Il "The End" a tarallucci e vino che pronosticavi sarà sicuramente rispettato. A presto Gunther.

    RispondiElimina
  3. si però che palle le polemiche per ogni cosa !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione ma non è colpa mia, devono comprendere che le polemiche stressano il prossimo e si fanno entrambi cattiva pubblicità

      Elimina
  4. Sono in perfetta sintonia con te, tata Lucia sin dalla sua prima apparizione in tv non si poteva vedere! Figurati nn la sopporta nemmeno mia figlia eppure la Nutella le piace, (a dir la verità adesso è passata direttamente alla
    tavoletta di cioccolato fondente al 70%, snobbando la Nutella).


    Il sig Barilla ha veramente fatto una brutta uscita, davvero incredibile, ho sentito stamattina l' intervista. Se la poteva risparmiare, persino il Papa ha detto:" chi sono io per

    giudicare. "

    Quello invece del tiramisù nn la sapevo! Per fortuna noi livornesi sulle "triglie alla livornese" abbiamo specificato
    bene! Ma direi pure sul cacciucco, con 5 "c"!
    Ciao Gunther, buon fine settimana.
    Ps. Grazie, x mail poi ti spiegherò x il sonno.

    RispondiElimina
  5. Mi chiedo: ma perché per mettersi in mostra certa gente deve inventarsi cose o fare polemiche?

    RispondiElimina
  6. Secondo l'OMS le persone omosessuali sono circa il 10% della popolazione.
    Auguro al sig Barilla una perdita di fatturato ben superiore a questa percentuale.
    Dove c'è Barilla, c'è casa, ma sono se sei eterosessuale. Sennó puoi pure diventare senzatetto

    RispondiElimina
  7. Gunther, sei di una chiarezza encomiabile. Questi signori dovrebbero rileggere come si viveva nell'antica Grecia e il tiramisù l'abbiamo inventato in Puglia!!!

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. A me viene solo da dire: che tristezza! Buon week end caro Ghunter

    RispondiElimina
  10. Ma dici che antonio e guido fanno famiglia e vivranno insieme nel mulino bianco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non lo so, non ne ho idea, ma il futuro nessuno lo può ipotecare

      Elimina
  11. Gunther se hai ragione!! Oramai bene o male purché se ne parli.. E vai di polemiche a go go, che la gente ha tanta di quella rabbia dentro che non aspetta altro che una buona occasione per esternarla! E via tutti contro tutto e tutti e si parla per giorni di cose futili invece ci occuparsi seriamente di certe questioni. Quanto al signor Barilla credo sia davvero poco intelligente. Anche se certe cose le pensi (e già lì ci sarebbe di che indignarsì ma vabbè) ma mi spieghi che bisogno hai di esternarle in quel contesto? Come a dire detesto gli spazzini (esempio a caso non che abbia nulla contro di loro sia chiaro! ed è un problema tuo a noi che ce frega?) dunque la mia pasta non gliela vendo!!! Non è una persona stupida prima che omofoba? Credo che quando occupi certe posizioni non puoi permetterti di dirle certe cose! Oltre al fatto che così facendo non perderai solo i clienti omosessuali (che secondo lui potrebbero acquistare un altro brand di pasta! Terribile!) ma anche una buona fetta di persone etero, ma che hanno rispetto x tutta l'umanità e le diversità!!! Dunque oltre alla pessima figura commerciale aggiungerei che ha dimostrato pure un cervello da gallina!! Oltre ad aver dichiarato che lo stile di famiglia per bene rimane quello con la donna modello "schiava stira e lava"!!! Ma in che Paese viviamo? Altro che indignarsi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anastasia hai detto benissimo, la mancanza di senso di responsabilità civile non ha giustificazione.

      Elimina
  12. Questo post è bellissimo. Una sintesi del mio pensiero, con parole misurate ed educate. Questo sì che è comunicare.

    RispondiElimina
  13. E' riduttivo (ed anche estremamente superficiale) trovarsi a pensare che certe cose accadano soltanto in Italia, ma fatico a trovare esempi extraterritoriali...

    RispondiElimina
  14. Se ti danno del polemico, vantatene: meglio rompiscatolette sincero che lecchino bugiardo.

    RispondiElimina
  15. sempre eccezionale nei tuoi post. Certe cose sono proprio vergognose. .

    RispondiElimina
  16. In meglio o in peggio, l'importante è che se ne parli, come dici tu!
    Questo post mi ha fatto sorridere, in una giornata così grigia mi ci voleva.

    RispondiElimina
  17. Secondo me la prossima pubblicità della Barilla, vedrà come protagonisti proprio i gay o le coppie di fatto. Certo è che ormai non si sa cosa inventarsi per attirare l'attenzione sia in positivo che in negativo. Il copyright del tiramisù è fantastico!!! Buon fine settimana.

    Ti seguo su bloglovin

    RispondiElimina
  18. sei sempre sottile e ironico, per fortuna ci fai sorridere!

    RispondiElimina
  19. Gunther hai proprio ragione! Ma poi con tutti i problemi che ci sono, io mi chiedo ma la gente non ha poi nulla da fare che star dietro a tutte queste polemiche, scusa ma l'Italia funziona proprio maluccio.. dico l'Italia per non dire la gente.. Io onestamente già la tv praticamente non la guardo e i giornali nemmeno, compro quelli di cucina ma per il resto non compro nulla, perché, la lettura dovrebbe essere piacevole.. ma a leggere certe cose mi viene un nervoso che poi mi dico, ma perché?... Se fossero tutti come me, della Barilla non fregherebbe proprio niente a nessuno... e io non ce l ho con i gay, ognuno è libero di vivere come meglio crede, ma certo è che se avessi un'azienda come la barilla, non farei fare la pubblicità ad una famiglia gay, ma presenterei il classico quadretto che tutti vogliono vedere, ovvero mamma con papà e pargoli al seguito... L'unica cosa che mi guarderei bene dalle parole dette in pubblico, perché scattano poi questi meccanismi che sono proprio ridicoli e fastidiosi, almeno per me... Ripeto la pubblicità è l'anima del commercio e certo che ognuno tira acqua al suo mulino no?... Per la Tata ho visto su face (anche per barilla, su face si è scatenato di tutto), ma come dici tu, quando propone la nutella mica ha mai reclamato nessuno... Ma poi io onestamente non guardo nemmeno quel programma perché non lo trovo molto rilassante, e in ultimo speriamo che l'amaro non tocchi a noi ma a lui :-) Perdona la sfogo, e bravo per i tuoi post :-)

    RispondiElimina
  20. Quello che mi fa rabbia è che tutta la polemica, la protesta e l'indignazione non cambia di una virgola la posizione di questi signori, anzi, la rafforza.

    Viviamo in un paese dove, paradossalmente, se il ministro dell'economia dicesse "non so contare" nessuno lo rimuoverebbe dall'incarico...

    E intanto moltissimi "giovani" come me restano disoccupati...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi spiace ma è vero noto tanti giovani e non giovani a spasso ma molto competenti mentre vedo delle autentiche teste di minchia in posizioni che non meritano e non hanno alcuna competenza

      Tornando invece a Barilla, vuoi mettere nascere ricco, erede di un azienda, non vuole dire però aiuta a fare parte di un elite

      Elimina
    2. Hai ragione Gunther. Confucio diceva che "Godere di una reputazione non è la stessa cosa che meritarla"...
      Mi pare che per Barilla calzi a pennello.

      Elimina
  21. Se il sig. Barilla avesse esposto le sue motivazioni attenendosi esclusivamente ad un discorso di marketing, avrei compreso benissimo: sono un imprenditore, da analisi di mercato viene fuori che la stragrande maggioranza del mio target è costituita da famiglie più o meno "tipo", allora faccio una pubblicità che le rispecchi per non perdere clienti/solidificare la clientela. Ma perché buttarla sul "noi siamo per ...". Noi siamo per la famiglia bianca? Noi siamo per la donna sempre e solo casalinga? Tanti si sono schierati a favore dell'imprenditore, sostenendo che nel nostro Paese si è assolutamente liberi di fare ciò che si desidera ... sarà per questo che dove lavoro io, che tu sia una dirigente o una normale impiegata, il caffè agli altri lo fa sempre una donna. Perché il CDA, composto in maggioranza da uomini, proprio non tollera la visione di un uomo che serve il caffè. Il problema, chiaramente, non sta nel fare il caffè ... semmai nel DOVERLO fare in quanto donna. Ed è anche (non solo, non fraintendiamo!) grazie a decenni di televisione come quella che piace tanto al sig. Barilla se questo accade.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben detto sara, io mi ero troppo dedicato al razzismo nei confronti dei gay, hai ragione scusami, nel suo discorso ha svilito la donna pesantemente

      Elimina
  22. Ciao Günther,
    Sono lodigiana e ti confermo che agli inizi degli anni '70 il Tiramisù era, in casa nostra, il dolce della domenica: mia madre ne preparava una teglia da lasagne, con i savoiardi (che allora erano buoni e non sapevano si gesso come quelli odierni) impregnati di marsala. Come tu dici, il mascarpone era così tipico che mio zio, trasferitosi a Milano, tornava a Lodi per comprarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio di questa testimonianza sembrava che fossi l'unico a ricordarlo

      Elimina
  23. in certe teste ci deve essere il vuoto cosmico per partorire idee come queste di Barilla...le polemiche non aiuteranno la nostra economia a risollevarsi, hai sintetizzato splendidamente il momento , grazie ! Buon weekend Gunther

    RispondiElimina
  24. Che dire....., indipendemente da come andrà il fatturato, spero che si ritrovi in famiglia con i figli gay ..magari riuscirà a comprendere qualcosa della vita ;)
    In ogni caso ci si aspetta almeno l'intelligenza nelle esternazoni di personaggi "pubblici", ma sappiamo per esperienza che in italia c'e' sempre di tutto di più.
    Per quanto mi riguarda nel mio piccolo basta prodotti Barilla :)
    Ciao :)

    RispondiElimina
  25. Ma non ci posso credere...non ho parole! Anzi si proprio stamane ho dato un'occhiata all'etichetta nutrizionale nuova di zecca degli abbracci, cercano di adeguarsi con la moda...ma gli ingredienti ancora non mi convincono del tutto, c'è sempre una parte di olio di palma tra i grassi utilizzati, ora che ho letto il tuo post mi convince sempre meno, specialmente per la pasta.Buona serata. Grazie Gunther.

    RispondiElimina
  26. Ciao Gunther!!
    Questo post è uno spasso!!! ;-)
    Sulla povera Tata Lucia lasciao perdere, a me sta simpatica, Nutella o non Nutella..Sull'esternazione di Barilla invece mi sono abbastanza arrabbiata...bisognerebbe contare fino a 10 e riflettere prima di parlare, soprattutto se si è un personaggio pubblico...ho letto con piacere la dichiarazione di Dario Fo in merito, oggi non abbiamo certo bisgono di persone ignoranti che alimentano pregiudizi e poi sarebbe bene rendersi conto che il mondo è cambiaro, le famiglie sono cambiate, pure quelle etero, e credo vada bene così...poi sinceramente mi dà fastidio che li faccia il Papa certi discorsi, che si metta a farli pure Mister rigatone no eh!
    Sul Tiramisù ce ne sarebbe da dire..io sono veneziana (isolana) ma residente a Treviso e onestamente mi sembra un po' strana 'sta storia del Ristorante alle Beccherie...poi vuoi che te lo dica sottovoce?...io l'ho mangiato lì...e non mi è nemmeno tanto piaciuto...io lo faccio meglio..ahahahaha... :-D
    Baci! Roberta

    RispondiElimina
  27. Caro amico Gunther, sottoscrivo tutto quello che hai scritto. E aggiungo che in tutte queste situazioni, a difettare è la coerenza: virtù passata di moda, ma preziosa. E mi chiedo: ma non sarebbe più proficuo per la società che ciascuno pensasse a far bene il proprio lavoro? Tate catodiche, pediatri, spaghettari e governatori compresi.
    Un caro saluto,

    Sabrine

    RispondiElimina
  28. quel chi disprezza compra tieh, mi piace un casino

    RispondiElimina
  29. io boccio tutti e tre: tata, barilla e zaia ;)

    RispondiElimina
  30. Bellissimo il tuo post..Ghunther..
    Buona serata.
    Incoronata

    RispondiElimina
  31. adoro il tuo essere polemico! Forse perchè spesso sono polemica anche io..Io penso che è bellissimo pensare con la propria testa, esprimere la propria opinione liberamente, ma...nei tre casi da te enunciati la toppa è sicuramente peggiore del buco ;-)

    RispondiElimina
  32. io quell'intervista di barilla l'ho sentita....demente!
    il problema è che le persone parlano spesso ormai sopratutto davanti ai microfoni senza collegare prima il cervello alla lingua!
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
  33. Ciao Gunther!!!!
    Hai scritto un ottimo articolo; in questi giorni ho parlato un po' con tutti di questa cosa riguardante la Barilla.
    Guarda, io esprimo il mio parere personale: sono più a favore che contro e ti spiego. Hai ragione perfettamente tu nel criticare le parole dette, soprattutto la conclusione "che comprino altre marche", ma io critico anche chi per così poco solleva dei polveroni. La tematica gay ormai ci sta "rompendo le scatole" (scusa il termine) anche per banalità come queste. Bisognerebbe denunciare l'omofobia fisica e psicologica, non le parole di un imprenditore che pensa al profitto e a far favori a persone compiacenti a cui i gay nn piacciono ( se ai suoi amici ricchi piacessero i gay, non avrebbe mai detto cose simili!!!).
    Punto due: non parliamo male della Barilla per questa sciocchezza, parliamone male per il fatto che il suo maggiore azionista è un PRODUTTORE DI ARMI!!!!!!!!!!!
    Dove c'è Barilla c'è casa...e pure guerra a quanto sembra.
    Se ho scritto qualcosa che sembra sbagliato o poco reale, chiedo scusa in anticipo, ma sono solo le mie opinioni.

    Riguardo Zaia non conoscevo nulla di ciò! E il mio commento personale è, con tutto il rispetto verso gli elettori del partito a cui appartiene: c'è da aspettarsi questo e altro da un leghista.
    Avrà paura che "Roma ladrona" gli rubi le ricette, ma intanto le sta rubando lui agli altri!!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione per parlare male di Barilla, gli argomenti non mancano.... .-)
      Quando si vuole sollevare un polverone si tirano fuori i gay in particolare quando si è a corto d'argomenti il successo è garantito

      Su Zaia ho riso molto non ricordavo questo slogan della Roma Ladrona

      Elimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi