giovedì 12 luglio 2012

Würstel all'olio di oliva extra vergine

Tra le novità di quest' anno ecco arrivati i Würstel all'olio di oliva, quando li ho visti mi è venuto da ridere perché è come se io faccio il lardo e ci aggiungo lo yogurt per trasformarlo in un prodotto dall'immagine sana. 

Non è la prima volta che ci troviamo di fronte a questa modalità, del tutto lecita una politica di marketing, che tende a portare i prodotti nel marketing salutistico. Quando un prodotto non ha una buona immagine per il marketing salutistico allora ci si aggiunge un ingrediente che lo rende ai consumatori più salutare, come ad esempio il salame ai probiotici, merendine allo yogurt, cioccolato con stevia, sono i tentativi di rendere un prodotto con più appeal all'occhio dei consumatori.

Würstel all'olio di oliva cosa cambia?
In questo caso bisogna dire che il Würstel all'olio di oliva della linea I salumi del Frantoio della Frantoio Gentileschi ( join venture tra i Grandi Salumifici Italiani e Creta farms ) è inferiore sia il numero di calorie che il valore dei grassi rispetto alle altre marche come vedete nella tabella ma nell'elenco ingredienti è diminuita però la percentuale di carne da circa l' 80 al 62% e in wurstel la percentuale di carne non è poca cosa visto che è l'ingrediente principale *.


Elenco ingredienti dei Würstel del test in fondo al post

Würstel vanno considerati salumi?
I Würstel all'olio di oliva nonostante il più basso contenuti di calorie e il diverso profilo lipidico, dal mio punto di vista deve essere considerato allo stesso modo degli altri salumi e carni trasformate. 
Pertanto 50 g una volta alla settimana, lo so la confezione da 250g è fatta da tre wurstel, più di 80 g, diciamo abbondante, ricordate sempre che nella nostra alimentazione è già iperproteica e c'è troppa carne, e secondo alcuni ricercatori e diversi vegetariani c'è una relazione tra l'eccessivo consumo di carne  e l'aumento del numero dei casi di cancro.

Würstel sulle etichette grassi saturi, colesterolo e sodio sono sconosciuti
Nelle analisi di tutte le etichette dei wurstel mancano alcuni dati importanti come per esempio il contenuto dei grassi saturi su un prodotto che contiene in media di grassi totali 23g su 100g, 
Manca il contenuto di colesterolo, dal momento che abbiamo diversi gruppi di popolazione che devono cercare di ridurlo indicarne il contenuto è un cosa molto importante.
Il contenuto di sodio non è poco importante perchè in alcuni casi un wustel può contenere il 30% del sodio giornaliero raccomandato
Preciso a onere del vero che come nella tabella si nota sia Salumi del Frantoio che Coop, danno più informazioni.

Il Würstel ogni tanto può sostituire la porzione di carne ma meglio non abusare di questi prodotti in particolare nei bambini, consumarli con giudizio e accompagnarli con verdura.
Detto da me che vengo dalla Baviera la terra dei Würstel e crauti, è tutto dire, ma in Baviera si mangiano solo d'inverno accompagnati da un' abbondante porzione di crauti,  la cultura del'hot dog tutti i giorni a tutte le ore come cibo da strada con ketchup e senape e le patatine fritte è solo della cultura del fast food all'americana, non dei bavaresi chiariamolo.



Salumi ed olio di oliva extravergine
In realtà personalmente questo utilizzo dell'olio di oliva nella produzione dei salumi mi lascia perplesso, non basta questo a trasformare i wurstel in frutta e verdura per 5 porzioni al giorno, ricordo anni fa la creazione del olio di oliva solido come il burro, per fare dei dolci più sani, idea non ha avuto quel successo che si attendeva, perchè questi prodotti vengono recepiti come fake.

Non possiamo dire che olio di oliva sostituisce il burro! Puoi fare una pasta brisè all'olio di oliva e sostituire il burro con olio, ma nei salumi è più diffiicile da comprendere, togli il grasso contenuti all'interno delle carni del maiale e lo sostituisce con olio di oliva? Amici del Würstel, siete proprio sicuri di stare bene?

Oppure volete dire, interpreto perchè non lo comunicate, che sostituite parte delle carne con altri ingredienti per "alleggerire" il contenuto di carne, ma lo sostituite con che cosa? Con solo Olio di oliva? Un alleggerimento  della carne dal 80% al 65 % per un contenuto di olio di oliva extravergine del 6,5% ma ad un costo di 8 €/kg (Guardare lista ingredienti in fondo al post)*.
Posso dire che il gusto, sarà che è opinione personale ma non mi ha convinto per nulla

Guerra commerciale Grandi Salumifici Italiani e Citterio
Dal punto di vista invece del Marketing, è chiaro che il wurstel all'olio di oliva extra vergine dei salumi del frantoio vuole posizionarsi molto in alto direttamente in concorrenza con il leader di prezzo del mercato che è Wuoi di Citterio, è vero che il posizionamento lo scegli tu ma deve esserci una base di condivisione, quel valore che tu ti dai solo rischia di essere isolato se non è condiviso da nessun altro, se i consumatori dopo anni di prove scelgono di pagare il doppio a torto o a ragione per un prodotto qualche motivo ci sarà, no?



Il prezzo ne pas donè (non è regalato)
Ben sapendo che tutti i würstel si realizzano spesso con gli scarti di lavorazione il prezzo di più di 8 euro al kg andrebbe spiegato e argomentato, perchè al supermercato è possibile trovare a un prezzo decisamente inferiore ed è tutta al 100% carne non il 65% o l' 80% nel reparto carne fresca proposte più interessanti, senza additivi, senza conservanti, senza aromi, senza sale aggiunto.

Fettine di coscia di suino a 3,59 €/kg
Braciole di suino a 4,70 €/kg
Cotolette  di suino a 4,99 €/kg
Arrosto di suino a 5,29 €/kg
Hamburger di suino a 5,99 €/kg
Cotolette di suino a 6,59 €/kg
Salsiccia a 6,70 €/kg
Fettine di lonza a 6,79 €/kg
Nodini di suino  a 7,29 €/kg

Un invito anche ai consumatori a valutare le alternative ai Würstel, è vero che sono già pronti ma anche gli hamburger di suino, salsiccia, non conteranno l'olio di oliva extravergine ma neanche tante altre cose, imparare a fare scelte anche guardando il portafoglio, se proprio vi piace la carne di maiale.

* ringrazio il commentatore Gianni Stival ad avermi fatto notare che nonostante la diminuzione della percentuale di carne dall'80% al 65% le proteine aumentano, non sappiamo l'esatta composizione degli ingredienti in quantità, oltre quelli indicati in etichetta, escludo olio extra vergine d'oliva potrebbe dipendere dalla quantità di fecola di patate ma sono molto perplesso non lo so spiegare.


Ingredienti dei würstel per il test:

I salumi del Frantoio : carne di suino 65%, acqua, olio extravergine 6,5, sciroppo di glucosio, fecola di patate, sale, destrosio, aromi, spezie, aromatizzante affumicatura, antiossidanti acido ascorbico, conservante nitrito di sodio

Bellentani wip würstel : carne di suino 75%, grasso di suino, acqua, sale, proteine del latte, aromi
antiossidanti acido ascorbico, conservante nitrito di sodio

Esselunga :carne di suino (81%), acqua, sale, proteine del latte, spezie, aromi, antiossidante: acido ascorbico, conservante: nitrito di sodio.

Coop : carne di suino (83), acqua, sale, spezie, destrosio, aromi, ascorbato di sodio, nitrito di sodio

Wuoi? Citterio: carne di suino 82%, acqua, sale, proteine del latte, spezie, esaltatore di sapidità glutammato monososico, antiossidante: acido ascorbico, conservante: nitrito di sodio

Sempre sui wurstel ma di pollo su Il fatto alimentare

In questo video mostra come in genere vengono fatti i würstel di maiale

51 commenti:

  1. Questa è bella!!!!!E' un prodotto italiano, vero???No perchè....qui a tutti i costi si vuol rendere sano e snello ciò che è grasso!!!!Dai suuuu...in Germania saranno inorriditi!!!!Lasciamo l'extravergine per un bel piatto di spaghetti!!!!!
    Grazie per queste perle....:-)

    RispondiElimina
  2. mi sono resa conto con la mia dieta, la mia porzione di carne più che equa quantitativamente, diventava un misero wurstel e mezzo di quelli piccolini!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Questa e` davvero bella!

    Voglio vedere la faccia di un tedesco o meglio di un un bavarese davanti ad un Würstel cosi`!
    francesca

    RispondiElimina
  4. C'e' sempre qualche invenzione nuova. Loro ci provano con l'olio d'oliva ma un wurstel e' sempre un wurstel.
    Anni fa ho lavorato in Germania e mi ricordo di aver mangiato dei wurstel da leccarsi i baffi. Ad ogni paese la sua specialita'.
    Buon weekend.

    RispondiElimina
  5. oddio questo video l'ho già visto ed è un ottimo deterrente per smettere di comprarli!
    comunque veramente, non ho parole, cercano di rifilarci davvero di tutto ma purtroppo la pubblicità è un arma molto forte..
    e per fortuna c'è gente come te che fa informazione.

    RispondiElimina
  6. Questi ci mancavano !!!
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  7. Contiene meno "carne" ma contiene anche più proteine. Suppongo che il 14% sia abbastanza, se fosse di più probabilmente il sapore non sarebbe quello del wurstel.

    RispondiElimina
  8. oooooooooooooooooooooo questa mi mancava, ormai appena metti scritto olio di oliva pensi subito a cose sane!!!! mah i wurstel sono wurstel mangiamone meno ma buoni

    RispondiElimina
  9. Molto interessante Gunther, non avevo idea che qualcuno utilizzasse olio di oliva per produrre i salumi. Grazie come sempre per tutte le informazioni che ci metti a disposizione.

    RispondiElimina
  10. Che bella invenzione! Io e mio marito ogni tanto non possiamo fare a meno di farci un hot dog!
    Dopo questa scoperta non vedo l'ora di ricucinarlo!
    Buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  11. Non mi ero mai accorta che sulle confezioni dei wurstel manca il contento di sodio o di grassi saturi. Sarà che li compro poco perchè fatti con tagli di scarto.

    RispondiElimina
  12. Come al solito post da leggere e conservare. Non ho ben capito con cosa è stata compensato quella diminuizione di carne, con l'olio? E chissà che olio... grazie come al solito.

    RispondiElimina
  13. Sono incappata nel prosciutto cotto e nella mortadella all’olio d’oliva di quella stessa ditta e sono rimasta così o_O!!!!!!!!! I wurstel ancora mi mancavano...no comment! In compenso, se già mi piacciono poco, il video è un ottimo motivo per farsi passare la voglia!

    RispondiElimina
  14. Saranno almeno 20 anni che non ne mangio più, e ne ho guadagnato certamente :)
    Poi sulle prese per i fondelli che ci vuole propinare l'industria alimentare, ne avrei tante da dire, compresa quella di arricchire le margarine vegetali con vitamina E (prima la distruggono e poi c'e la infilano dentro, e probabilmente è anche di origine sintetica!)

    Ciao Gunther buona giornata

    RispondiElimina
  15. Lo odio!!non c'è prodotto più orrendo!ovviamente non ne mangio con o senza olio di oliva hahahah,una bella presa per i fondelli la loro

    RispondiElimina
  16. Non ne mangio di wurstel, quasi mai. Questo video certo non mi invoglia a farlo di più ^_^
    L'introduzione dell'olio d'oliva non li rende più sani e, come hai detto tu, non ne guadagna nemmeno il gusto...Ovvio che il consumatore poco attento ne sarà comunque attratto!
    Grazie per l'informazione dettagliata ^_^

    RispondiElimina
  17. eggià! hai perfettamente ragione, io parlo da ignorante in materia ovviamente...ma mio figlio che per lavoro è stato un anno in Sassonia e Baviera mi ha spiegato un po' di cose e mi ha portato a casa dei würstel (che poi mi ha detto che si dice würst) prodotti dal macellaio, hanno una scadenza cortissima e nulla hanno a che vedere con i nostri salsicciotti zeppi di conservanti e chissà quale carne (ammesso che poi ci sia la carne..) oh my God carissimo! un abbraccione

    RispondiElimina
  18. Il wurstel è uno di quegli alimenti che meno ne mangi e meglio è. Purtroppo mio figlio ne è ghiotto e quindi di tanto in tanto lo accontento acquistando le marche che considero migliori. Certo non mi lascio incantare dalla scritta olio di oliva.Non guarderei mai il filmato in cui fanno vedere come li fanno.Grazie ancora una volta per le tue notizie.Ciao.

    RispondiElimina
  19. Carissimo...quante cosette di scoprono sempre "da te". Interessanti è dir poco. Io non compro e non mangio wurstel però ammetto che in alto adige o in qualche viaggetto in Germania me li concedo: sono DAVVERO tutta un'altra cosa rispetto al prodotto di quel color mattone nella busta di plastica... Post davvero utile.
    Un saluto affettuoso
    simo

    RispondiElimina
  20. non li avevo mai visti ma della stessa marca ho visto la mortadella e il prsociutto cotto all'olio di oliva, ne sono rimasta scettica e confesso che lo sono tuttora

    RispondiElimina
  21. Guardando il video passa la voglia di comprarli!!!Ciao, Gunther, buona serata!!!

    RispondiElimina
  22. no dai....se ne inventano di tutto ormai!!! no proprio no...i wurstel non fanno per me...! a vedere il filmato poi...mammma miaaaaa!
    abbracci

    RispondiElimina
  23. Io n on li mangio praticamente mai, non è che non mi piacciano ma proprio non ce la faccio!!!

    RispondiElimina
  24. Francesca Priscilla11 luglio 2012 20:54

    Concordo con il fatto che sia un vano tentativo di aggirare la boa, per così dire. Ok che le calorie diminuiscono, ma a scapito della lista ingredienti! Ma una nota dolce c'é, anzi due: quei simpaticoni dello sciroppo di glucosio e del socio destrosio. E quale onore nel leggere la partecipazione del sior Nitrito Di Sodio e della siora Affumicatura Aromatizzante.

    A parte che uno, se é a dieta, non mangia wurstel... ma se proprio dovesse almeno dovrebbe pretendere di mangiare effettivamente dei wurstel, non dei cilindri a base di aromi e sale con una aggiunta di carne (chissà da dove viene, tra l'altro).

    Insomma, se uno deve sgarrare, sgarri con stile e se ne prenda le responsabilità. Ecco. Che so, meglio mangiarsi una fetta di "vera" cheesecake invece dello yogurt/dessert di turno, dove il latte sguazza tra edulcoranti e addensanti, e i produttori sono candidati al Nobel per la Chimica!

    Ca va sans dire... ;-)

    RispondiElimina
  25. Ah si, sicuro se mio zio Roland vedesse questi wurstel inorridirebbe senz'altro :) A casa mia li porta sempre lui, quando viene a trovarci. E se devo proprio mangiare un wurstel, preferisco mangiarne uno come si deve...! Weisswurst, Bratwurst..Schinkenwurst.. e anche Leberwurst! Una bellezza sul pane nero di Nufringen!! :) Bel post, felice notte!

    RispondiElimina
  26. Ciao caro,
    Sono in vacanza e non mi sta funzionando la mail sull'ipad, così ti scrivo qui.va benissimo risentirci per settembre. Un bacione :)

    RispondiElimina
  27. Guardando il video mi ritengo fortunata per non averli mai mangiati!!! Grazie per il post dettagliato!!!

    RispondiElimina
  28. IO già non ne mangio di mio, ora mi mancava questa dell'olio d'oliva per buttare fumo negli occhi ai consumatori! Grazie della dritta!

    RispondiElimina
  29. io sono stata tester dei salumi del frantoio e li ho trovati buoni i loro prodotti. Personalmente non compro tanto i wurstel perchè non "mi stuzzicano".... meglio un pollo direttamente o una fetta di bistecca di suino !!

    RispondiElimina
  30. I Wurstel non mi convincono molto. L'idea di non sapere di che cosa sono fatti i "ritagli" mi inibisce parecchio. Preferisco la carne "vera" che hai segnalato..

    Ma poi scusa, può un frantoio produrre salumi? Mha.. Non sono per nulla convinto.

    RispondiElimina
  31. ...è vero sono molti i finti prodotti "salutari"...personalmente ci credo poco a queste "mescolanze" come il latte agli omega 3 o altre invenzioni culinarie....spesso mi sembrano solo un modo per giustificare un costo più alto...Grazie dell'articolo!! Buona giornata

    RispondiElimina
  32. no, il video nn ce la faccio a guardarlo...

    ultimamente al mare chiacchiero molto con un norcino (ovvio, di norcia, ma che fino a poco tempo fa aveva una macelleria/ salumeria con annesso un negozio di alimentari) mi ha fatto rabbrividire da quello che mi ha raccontato! verrebbe voglia di diventare vegetariani e consumare solo verdurine del proprio (per chi ha la fortuna) orto...

    già di carne ne consumiamo poca,evito i wurstel, e quando mangio carne mi do da fare per cercarla al meglio, anche se sta diventando sempre più difficile.

    un abbraccio, e grazie dei tuoi post, dovrò parlarne seriamente con mia sorella che nn è molto attenta a ciò che consuma.

    RispondiElimina
  33. Ciao Gunther
    non consumo più würstel da quando ho letto sul sito di Roberto La Pira, che sono prodotti con carne separata meccanicamente. Un procedimento che fino a qualche tempo fa era utilizzato per produrre la pappa per cani.
    Poi sono riusciti ad abbassare le temperature di produzione rendendo così, questo sottoprodotto, miracolosamente adatto al consumo umano!!!!!!
    Tutte le più grandi marche italiane usano la CSM ed è indicato in etichetta.
    Ci sono anche simpatici filmati su YouTube per farsi passare l'appetito.

    qui l'articolo di La Pira

    http://www.ilfattoalimentare.it/csm-carne-separata-meccanicamente-pink-slime-fast-food.html

    Quindi riassumendo, possono mettere tutti gli additivi più salutari che vogliono, ma io continuerò a non consumarli ;-)

    RispondiElimina
  34. @eli
    per dovere di cronaca Roberto La Pira con il quale condivido molti punti di vista ha parlato di:
    wurstel di pollo
    mentre il post si riferisce a :wurstel di suino con olio di oliva.
    certo sono sempre wurstel :-)

    RispondiElimina
  35. miseria quel video fa venire la pelle d'oca. Li mangio raramente pero' ammetto che mi piacciono...ma certo dopo queta visione non so se li comprero' piu'.

    RispondiElimina
  36. Questa trovata del marketing salutistico mi inorridisce, è proprio vero che sapere è potere in tutti i campi. Bisogna sempre essere informati e leggere le etichette dei prodotti che compriamo. Informazioni sempre utili e interessanti.

    RispondiElimina
  37. Ma che roba è ...wurstel all'olio di oliva..boh..davvero fa ridere!!
    Li compro ogni tanto per il mio figlio e raramente li mangio anch'io. Un nostro amico ha detto al mio figlio ,se ti porto nella fabbrica dove facevo i wurstel, scommetto che non li mangi più. Adesso ho capito perché diceva cosi.
    ciao!

    RispondiElimina
  38. Noooo, proprio stasera che ho deciso di mangiare i wurstel dopo mesi e mesi che non li compravo.....mi viene l'ansia, ho guardato il video finale. Stanotte credo vedrò i sorci verdi!!! gulp

    RispondiElimina
  39. No, i wurstel, non li compro e non li mangio, anche se devo dire che lo scorso anno un collega tedesco di mio marito ci ha regalato dei wurstel molto buoni e che nulla avevano a che fare con quelli che troviamo noi qui in commercio!!!
    Bel post!!!
    Un abbraccio!!!!

    RispondiElimina
  40. credo di poterne fare a meno....Per quanto mi piacciano preferisco le classiche salsicce magari casalinghe, senza esagerare però! Grazie per queste informazioni così dettagliate, ci vizi sempre!

    RispondiElimina
  41. Ciao Gunther!!! Ma come possono avere più proteine rispetto alle altre marche se hanno quasi il 20% in meno di carne? E non mi sembra di leggere altre fonti proteiche... Magari è perchè è mezzanotte e dovrei andare a nanna... Ma non me lo spiego! I wurstel da noi entrano in frigo 2 volte l'anno per volere della mia metà, anche se da poco ha visto un video di come vengono prodotti e non credo vorrà più mangiarli, grazie al cielo! ;)

    RispondiElimina
  42. Meglio l'olio del peperoncino nei salumi...mah!!! Odio i wurstel. Buon week-end, ciao.

    RispondiElimina
  43. Ho mangiato tanti anni fa dei wurstel spalmabili a Monaco di Baviera e devo dire che spalmati con il pane di segale erano buoni. Se vuoi fare un peccato di gola va benissimo, ma non devono prenderci in giro dicendo che con l'olio di oliva il prodotto diventa sano e leggero. Rimane un salume e se piace bisogna mangiarlo con consapevolezza ,come tutta la roba grassa!!Felice estate!!!

    RispondiElimina
  44. che bella la Baviera, molto meglio un wurstel di suino ogni tanto che questi prodotti "fantasiosi". e poi c'è lo sciroppo di glucosio! :-(

    RispondiElimina
  45. Buona questa!La prossima volta che farò la pancetta magari uso anche io lo yogurt("tassativamente light 0,0001% grassi").

    RispondiElimina
  46. No grazie, questi proprio non mi sogno nemmeno lontanamente di comperarli!!
    Non compero nemmeno quelli di produzione italiani per la verità, abitando a 10 minuti di macchina dal confine svizzero, vado a comperarli a Castasegna o a Vicosoprano, oppure prendo quelli bavaresi quando li trovo!
    Grazie per le informazioni sempre molto esaurienti!
    Ciao!

    RispondiElimina
  47. Questi wurstel all'olio d'oliva non li conoscevo! Comunque io li uso saltuariamente, meglio non abusarne! Grazie dell'informazione!Ciao

    RispondiElimina
  48. Qualche giorno fa ho visto un doc. americano dove si diceva che in alcuni stati deglu Usa è vietato produrre wurstel con le parti di scarto del maiale come muso zampe e cartilagini . . . Se vero, si possono acquistare wurstel prodotti con lo stesso criterio in Italia ?
    Sembrerebbero meno "cattivi" !

    RispondiElimina
  49. Gunther mi fai proprio morire dal ridere (oltre che riflettere!): certi tuoi incipit (tipo quello di questo post) sono dei veri capolavori! :) ciao!

    RispondiElimina
  50. Non mi hanno mai entusiasmato pero' a mia figlia piacciono, Mi sa che le faccio vedere il filmato :P
    Forse è meglio una bella salsiccia dal macellaio di fiducia. Il mio mette solo carne spezie, non usa zucchero (come in tutte quelle che trovo alla Coop vicino casa) e non usa conservanti, le vende bruciate :)
    Grazie come al solito :)

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi