martedì 6 luglio 2010

Il Resveratrolo contenuto nel vino, fa dimagrire, è vero?



Domanda di Mara C. : Ho letto che il Resveratrolo contenuto nel vino, fa dimagrire , è vero? Per avere un azione dimagrante quanto bisogna assumerne?

Risposta: Questo è il periodo delle diete lampo, cioè quelle prima della prova costume, la speranza di perdere un po' di chili con poco sforzo. Come nel caso di altre sostanze cosi nel resveratrolo non esistono ancora prove del loro ruolo "dimagrante". Al momento solo una dieta ipocalorica equilibrata accompagnata con dell' esercizio fisico ha fornito dei buoni risultati. Come per gli alimenti in una dieta ipocalorica bisogna tenere conto anche delle bevande nel computo delle calorie giornaliere, su quanto vino bere rimando al post: Il vino fa bene o fa male?

Tuttavia in quello che lei afferma Mara non è del tutto errato. Il Resveratrolo è gia ampiamente studiato, si trova naturalmente nei vini rossi, nell'uva, arachidi e cacao. In vent'anni di studio questa molecola che appartiene alla famiglia dei polifenoli è stata oggetto di più di 3.000 pubblicazioni scientifiche.

Diversi studi hanno evidenziato il ruolo di protezione degli anti-ossidanti, di cui i polifenoli, nei confronti delle malattie cardiovascolari e tumori (anche se io personalmente non condivido queste tesi). Resveratrolo fornite dal consumo regolare di vino sarebbe una spiegazione biologica per il paradosso francese, cioè una bassa mortalità cardiovascolare e una dieta ricca di grassi. Altri studi hanno anche evidenziato i benefici della longevità, le malattie neurodegenerative, diabete e obesità.

L'ultimo studio, pubblicato sulla rivista BMC Physiology, fornisce nuovi dati che mostrano che la supplementazione con resveratrolo ha ridotto significativamente l'aumento di peso, grazie un aumento delle spese energetiche in particolare del metabiolismo a riposo e un ruolo interessante come soppressore dell' appetito.

Da doversi anni lavora su questo argomento il Prof. Johan Auwerx, École Polytechnique Fédérale di Losanna, il quale aveva stabilito una relazione tra l'obesità e le proprietà del resveratrolo. Il prof. Auwerx ha individuato una molecola di sintesi, il TRS 1720, una sorta di super-resveratrolo, di cui sono in corso ricerche sugli esseri umani in malattie come il diabete e malattie cardiovascolari. Inoltre , il dottor Auwerx sta cercando di sviluppare un integratore alimentare contenente resveratrolo. Ma è ancora lontano dall'essere pronto, perchè nel corpo umano il resveratrolo è in bassissima biodisponibilità metabolica (l'organismo umano lo espelle in brevissimo tempo) e si ha inoltre una scarsa conoscenza degli effetti collaterali della somministrazione prolungata.

18 commenti:

  1. ci mancava anche questa "diceria", meglio smentire subito e grazie mille per averlo scritto, altrimenti sarebbe il dramma immagina cosa potrebbe succedere se.....grazie davvero per le tue preziose informazioni ^^

    RispondiElimina
  2. ...ma si conosce l'effetto collaterale della somministrazione prolungata del vino!!! ah ah ah!!!!

    il vino per me ha il solo scopo di allietare le papille gustative!

    RispondiElimina
  3. meglio mangaire meno no? e godersi un buon bicchiee di vino goni tanto per il paicere di berlo e non perchè fa dimagrire ;)
    buona giornata a te gunter

    RispondiElimina
  4. Giusta l'analisi e come sempre le considerazione che in assenza di certezze comprovate scientificamente a 360°...le strade brevi per il dimagrimento non esistono.
    Passano tutte per dieta ipocalorica equilibrata ed esercizio fisico...il resto mi suona di solo esercizio commerciale ehehehehe :PP

    RispondiElimina
  5. ...posso essere poco scientifica e parafrasare un'antico detto.? Chi beve vino (bono) campa 100 anni...

    RispondiElimina
  6. Molto interessante! Appena ho letto il titolo mi sono detta: ma cos'è questa ca..ata? Bravo Gunther, riesci sempre a stupirmi!

    RispondiElimina
  7. va beh dai non fa dimagrire però aiuta in tante altre cose

    RispondiElimina
  8. Guarda se fa ingrassare o dimagrire per meè ha poca importanza non perchè non sono attenta a quello che mangio ma semplicemente perchè fare un buon pasto seguito da un bicchiere di vino è il mio massimo!

    RispondiElimina
  9. Avevo già letto da qualche parte del paradosso francese.......lo trovo molto simpatico e in raltà non saprei dire neanche il perchè.......
    hai proprio ragione all'inizio dell'estte sono tutti alla ricerca smaniosa delle diete lampo, quellle che ti promettono di perdere tipo 10kg in una settimana.....ma c'è davvero ancora chi ci crede???
    ottimo post, altamente informativo, come sempre bravo Gunther!

    RispondiElimina
  10. Io credo che la migliopre delle diete sia:
    una vita sana, una dieta equilibrata e tanto esercizio fisico!!!!!
    Ti auguro una bellissima estate ci ritroviamo a settembre con tante nuove!!!!
    Ciao.

    RispondiElimina
  11. Produco vino ( molto buono) da 5 filari di uve miste,ne produco quanto serve alla mia famiglia,non lo vendo.
    Il vino buono male no fa di certo, non fa male al contadino che mi aiuta e che lo beve a colazione con il pane, ma poi si fa 12 ore di lavoro pesante..facessi io la stessa cosa mi ubriacherei..e ingrasserei.L'alcool ingrassa, si tratti di vino o di gin.La questione non è dietetica,ancora una volta ci sono messaggi fasulli,ma è che una cosa buona e genuina fa bene; non in eccesso pero'.
    Il paradosso francese in realtà è una realtà ( perdono per il bisticcio di parole)che avvalora ancora una volta la validità del cibo locale (il vino è un cibo) e la capacità di adattamento dell'uomo a tale cibo.
    Ho letto pochi giorni fa che i giapponesi digeriscono le alghe grazie a una piccola mutazione genetica dei loro succhi gastrici. Il vino fa dimagrire? A vedere quanto son magrini i giapponesi pure le alghe…..preferisco il vino.

    RispondiElimina
  12. Molto interessante. Del resveratrolo se ne parla ormai da diverso tempo. Ciò che mi lascia sempre un po' perplesso è questa continua, costante, forse affannosa ricerca del "superalimento", della "supermolecola": insomma basta ingerirla e si può campare fino a 100 anni!! Insomma, lo sappiamo, non esiste una pozione magica. It's Just Marketing, piuttosto. Che ne pensate?

    RispondiElimina
  13. Come in ogni cosa l'assunzione proporzionale di cibi nella loro varietà e l' utilizzo moderato di bevande quali il vino è sempre la soluzione più saggia.
    Credo che un buon bicchiere di vino ai pasti, soprattutto prodotto in casa come da noi, faccia bene. Per la dieta ritengo che il tuo suggerimento iniziale non abbia bisogno di aggiunte.

    Personalmente mangio poco di tutto, eccetto che per le verdure sia cotte che crude.

    Sempre interessanti i tuoi post Gunther

    Rosalba

    RispondiElimina
  14. non posso fare altro che accodarmi ai post precedenti
    da sempre responsabile (aggettivo che va tanto dimoda adesso... ) consumatrice di vino, da brava piemontese, rigorosamente selezionato sono a conscenza delle sue qualità prima ancora che diventasse una moda parlarne
    per quanto riguarda la dieta seguo da diverso tempo il metodo montignac e mi trovo alla soglia dei 50 anni a mantenere il peso dei miei 20 (possiedo ancora un paio di carrera di quell'epoca e ogni tanto li indosso.....)
    non arrivo ai 55 chili.....
    nerdmania

    RispondiElimina
  15. Grazie per questo interessante post! Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. sì, però, nel vino non c'è solo quella sostanza... e in ogni caso un bicchiere non ha mai fatto male a nessuno! buona estate, Gunther :-)

    RispondiElimina
  17. non voleva essere un post negativo sul vino ma si voleva solo dire che bere vino non fa dimagrire

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi