mercoledì 26 dicembre 2007

Polemiche sulle presunti virtù cardiache del cioccolato

La rivista scientifica Circulation, ha pubblicato il mese scorso uno studio di un team di scienziati che ritiene che il cioccolato fluidifica il sangue. Una conclusione contestata nell’ultimo numero di The Lancet, il quale indica può anche avere un effetto dannoso sul cuore.

Mi hanno appena regalato una stecca di cioccolato svizzero e leggo la notizia di questa polemica che secondo me è un esempio di cattiva divulgazione medico scientifica in questi ultimi anni sugli alimenti, creando una confusione in coloro che non sono in grado di potere valutare questi messaggi contribuendo ancora di più a creare l’ignoranza e indicazioni di riferimento non corrette.

Il fatto nasce dallo studio pubblicato sulla rivista Circulation che sostiene che cioccolato ha effetti favorevoli sul sistema cardiovascolare, causando vasodilatazione delle arterie coronariche. La rivista britannica The Lancet, nel numero del 22 dicembre, risponde che "tutto dipende dal tipo di cioccolato, in quanto alcuni che possono avere effetti nocivi per il cuore".

Lo studio della rivista Circulation indica che la metà di un gruppo di persone è stato somministrato 40 grammi di cioccolato con una percentuale di cacao intorno al 70% (fondente quindi!), ricco di flavonoidi, e l'altra metà 40 grammi di un placebo (una sostanza inattiva). Prima e dopo aver mangiato il cioccolato o placebo, è stato misurato il grado di dilatazione delle arterie coronariche mediante angiografia .

I pazienti che hanno assunto cioccolato hanno dimostrato una significativa dilatazione delle arterie coronariche, a differenza di quelli che hanno solo placebo, e per i quali il diametro delle coronarie è rimasto lo stesso. Inoltre, altre analisi hanno evidenziato che coloro che hanno preso il cioccolato hanno una minore aggregazione piastrinica, e il sangue è più fluido. Per gli autori, non vi è alcun dubbio, il cioccolato ha virtù cardiovascolari.

La rivista The Lancet, in un editoriale intitolato "Il diavolo si nasconde nel cioccolato fondente", dice che un trattamento basato su cioccolato è il sogno di produttori di cioccolato e dei pazienti. Ma non è la realtà? ". E' una buona notizia solo per gli amanti del cioccolato fondente. In quanto cioccolato bianco e al latte sono privi di flavonoidi, sostanze antiossidanti .

Tuttavia coloro che amano il cioccolato fondente potrebbero essere delusi, svela The Lancet. I produttori di cioccolato durante i processi di lavorazione per rafforzare il colore nero di cacao eliminano i flavonoidi, che danno un sapore amaro. Quindi il cioccolato può essere nero ma potrebbe non contenere flavonoidi. Il consumatore non ha alcun modo di sapere che cosa mangia, perché nelle etichette questo tipo di informazioni non compare .

Quello che personalmente non mi piace e nel volere dare a un alimento il valore di una terapia nutrizionale, ammesso e non concesso che ci sono flavonoidi nel cioccolato , ma ci sono anche zucchero, i grassi e le calorie a questo punto per avere degli effetti positivi credo che bisogna ridurre la quota giornaliera di zucchero e di grassi, di un importo equivalente a quella contenuta nel cioccolato altrimenti gli effetti sulla salute e sul cuore rischiano di non essere quelli sperati. Ci rimane quindi una dieta equilibrata (con ausilio di una calcolatrice grazie),un po'di attività fisica con aggiunta di un po 'di cioccolato fondente.

Che dite lo mangio allora questo pezzo di cioccolato svizzero?
problemi di cuore non ne ho, calorie?
Va beh ma a Natale chi non ha un po ....
Lo mangio e correrò un po’ prometto,
Una tavoletta da 100 gr 3 ore di corsa!
Va beh comincio a correre ho capito!

6 commenti:

  1. Corri. corri che ti seguo con una tavoletta di cioccolato in mano:)) Elga di semidipapavero.splinder.com

    RispondiElimina
  2. meglio correre in compagnia.....
    buon anno

    RispondiElimina
  3. mi unisco anche io, al cioccolato so difficilmente rinunciare

    RispondiElimina
  4. a me piace solo quello al latte, che peccato mi sa che mi toccherà fare movimento anche a me.... in bici fa lo stesso?

    RispondiElimina
  5. mi piacerebbe che per una volta fossero più chiari tutti, fa bene o fa male? quanto? come? e perchè? non si può dire uan cosa e poi rimangarsela dopo, siamo sempre cosi si dice tutto e il contrario di tutto.... che palle

    RispondiElimina
  6. marco.pramotton@hotmail.it15 gennaio 2008 14:19

    beh mangiamone un po ogni tanto, certo che un chilo di cioccolato al giorno fa male e credo sia difficile mangiarlo, ma 10, 20, 25 grammi che corrispondono a qualche cubetto, ogni tanto credo che posso rientrare in una normale dieta. L'attività fisica andrebbe praticata comunque per mantenere il fisico sano

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi