lunedì 14 aprile 2014

Le Uova di Pasqua 2014 più originali

Le notizie che in questi giorni circolano sui consumi della prossima Pasqua non sono per nulla rassicuranti, secondo la Confesercenti 1 italiano su 4 non comprerà né uova al cioccolato e nemmeno colombe, la maggior parte di coloro che invece acquisteranno uova di Pasqua si rivolgeranno ai prodotti industriali, sembra che meno del 20 per cento si rivolgerà al prodotto artigianale, di questi solo meno del 1,7% si concederà un uovo al cioccolato per intenditori.

Possiamo parlare di qualità del cioccolato quanto vogliamo ma se poi come vedremo parliamo di uova al cioccolato a 180 euro al kg, viene naturale e logico pensare che non sono prezzi accessibili a tutti, anche se ritengo che la qualità di un buon cioccolato non sempre è collegata al prezzo.

Se pensate che la crisi sia soltanto per i dolci non è più cosi anche i piatti tradizionali della Pasqua come le carni d'agnello subiranno una forte calo della domanda, solo il 30% degli italiani terrà fede alle tradizione del proprio paese per la Pasqua, c'è da dire che invece il 70% cambierà abitudini!


Io la penso un po' diversamente dalle statistiche, è vero sono in atto dei cambiamenti nella tradizione di Pasqua che però va oltre la crisi economica perché la tradizione per le torte salate, consumo di asparagi, fave e uova non segnano alcuna crisi, possiamo dire che i consumi  si modificano nel corso del tempo da nuovi modalità di consumo che fanno prediligere alcuni alimenti rispetto ad altri.

Per quanto riguarda le uova al cioccolato negli anni si è banalizzato il prodotto, complice anche Ovetto Kinder che puoi acquistare tutti i giorni, perché attendere Pasqua per un uovo al cioccolato?
Io aspettavo l'uovo di Pasqua tutto l'anno era un attesa fervida e iniziavo mesi prima a guadagnarmi crediti nei confronti dei parenti.

Credo che sia un problema generazionale, per quelli della mia generazione l'uovo di Pasqua è un mito, per i miei figli un abitudine quotidiana a Pasqua l'uovo è solo più grande e le sorprese più piccole, più le generazioni avanzano minore è il legame con la tradizione dell'uovo di Pasqua.


Andrebbe dato all'uovo di Pasqua il suo significato originale, negli anni si è dimenticata l'importanza non c'è il bisogno di tornare al rito pagano dei druidi della festa della primavera, dove si sacrificano le uova per un buon raccolto ma dare l'importa simbolica dell'uovo come origine della vita e della conoscenza.

Penso di non sbagliare se dico che quest'anno la Pasqua arriva a fine Aprile a incidere nelle scelte di consumo sia anche il tempo atmosferico, fa già caldo e viene più voglia di un gelato che di una colomba o di un uovo di Pasqua, quando la Pasqua è a fine aprile fateci un uovo semifreddo o un uovo gelato sono certo sarà più apprezzato.

Ve beh io il post sulle uova di Pasqua lo faccio lo stesso! Pazienza oramai sono pieno di difetti uno più o uno meno, ma io l'uovo anche se piccolo al cioccolato me lo regalo anche quest'anno!

Uova di Pasqua al cioccolato 2014
Continua il trend dell'uovo che deve generare simpatia iniziato lo scorso anno come vi avevo fatto vedere, molti ripropongono le uova del 2013, arrivano sopratutto i personaggi dei fumetti, il circo, il pulcino, la gallina e il coniglio che fanno simpatia,  ho visto che alcune aziende hanno ridotto il peso e le dimensioni, tuttavia i prezzi al kg sono veramente molto alti e non trovo che siano sempre giustificati di una qualità del cioccolato.


Le Notre il mondo del circo
Le Notre propone per quest'anno uova al cioccolato sul tema del circo, una statua con il coniglietto di 260g a 59 €, mentre l'elefante giocoliere di 1100 g a 255 €.
Le Notre Bastille 10, rue Saint Antoine 75004 Paris Métro Bastille - Lignes 1,5 et 8


Dallayou uova al cioccolato alle carote, alla fragola e ai piselli
Sempre molto originale Dallayou molto ironicamento propone delle uova alla forma di fragola, carote e piselli, come si dice mangiate più frutta e verdura e Dallayou a suo modo ha risposto.
Uovo alla carote croccante al cioccolato al latte con 43% di cacao proveniente dal Madagascar decorato con cioccolato bianco con arancia e carota, quello alla fragola decorato con cioccolato bianco alla fragola, quello ai piselli cioccolato fondente al 72% al cioccolato bianco e piselli, alte 15 cm costano 50€.



JP Hevin  e gli animali da cortile
Idea semplice ma molto simpatica di JP Hevin che conferma l'attenzione al cioccolato di qualità ma lo veste semplicemente e con classe di un solo elemento che ricordano gli animali della fattoria: la gallina, il coniglio e il maiale. Il più piccolo da 850g costa 93 €
Jean Paul Hevin, 231 rue saint-honorè, Parigi

Maison Angelina le Tresor
Diversamte da tutti punta sui dessert e torte alla forma di uovo una mousse di cioccolato al latte e crema al caramello con nocciole caramellizate il tutto su un biscuit al cioccolato senza farina per 6 persone 49 €.
Maison Angelina, 226 rue de Rivoli, Parigi


Andiamo a Strasburgo da Mulhaupt dove presenta per il 2014, la nuova tendenza delle uova al cioccolato associato all'arte, un uovo al cioccolato amaro al 61% con zucchero rosso la decorazione 210g a 32 €


Cafè Pouchkine e l'uovo Hermitage
Uno sguardo al passato per la Pasticceria Pouchkine, il tentativo di riprodurre le uova di Fabergè in versione Cioccolato
Cafè Pauchkine  64, boulevard Haussmann, Parigi


Pierre Hermè e Beat Zoderer
Sa sempre stupirci non solo per la vista ma anche per il gusto, il migliore pasticcere da sempre, Uovo di Pasqua in onore dell'artista svizzero Beat Zoderer, nastrini colorati, guscio d'uovo in cioccolato fondente  dal Brasile. dentro il cioccolato  un cassetto segreto contenenti un assortimento di cioccolatini speciali. Edizione limitata a 15 copie, 875g, 210 €




Sicuramente le uova più originali che ho visto in Italia Uovo Rio e l'Uovo Bugs Bunny sono delle idee molto singolari, sono tutte uova da 100g a 25 € 1000g a 180 €
Pasticceria Cova, Via Monte Napoleone 8, Milano


Anche peck gioca offre una collezzione di uova classica e una più divertente con personaggi esotici, Cioccolato fondente da 350g 50 €, cioccolato alle nocciole 580g 62 €.
Peck, Via Spadari 9, Milano


Propone dei bei pulcini di cioccolato, nessuna notizie sul sito on line bisogna chiedere informazioni in negozio non è il massimo .
Ernest Knam via Anfossi 10, Milano



Interessanti le uova che propone noberasco la nota azienda di frutta secca, sono uova al cioccolato decorate di frutta secca, sono molto gradevoli alla vista la decorazione fatta con cura. Peccato anche in questo caso mancano i prezzi in vetrina del negozio, nessuna informazioni sul sito internet dell'azienda, sono dettagli non piccoli d'attenzione nel confronto del cliente.
Noberasco, Via Spadari Milano


Domori
La famosa azienda di cioccolato è presentei in più punti vendita pasticcerie ed Eataly l'uovo al cioccolato fondente a 20 € da 150g più o meno 133,33 € /kg, un uovo molto semplice.


Pasticceria Cucchi Pinguini e Calimero
Originale rappresentazione della Pasqua della Pasticceria Cucchi a Milano in Corso Genova 1 si affida a Pinguini e Calimero, ma anche ad altri classici come l'uovo con le rose di zucchero.


La differenza tra Uova al Cioccolato in Francia e in Italia: la poca attenzione al cliente e alla comunicazione

Quest'anno per accontentare tutti ho messo anche delle Uova in vendita in Italia, lo avevo fatto anche lo scorso anno con i nostri amici di Cacao-lab che saluto, perche ci sono delle Uova molto interessanti anche se è molto difficile avere informazioni dalle aziende italiane, hanno poca presenza sul web, spesso poco curata e non aggiornata o sul sito internet dell'azienda e nel 2014 scusate se non è poco.

Non espongono i cartelli dei prezzi in vetrina, un cliente deve sapersi orientare, non fanno sapere gli ingredienti , rispondono in modo evasivo "i migliori cioccolati del mondo", già del mondo e non dell'Universo è un successo, però se tu mi fai pagare delle uova di Pasqua a più di 100 € al chilo, me lo dovresti dire se te lo chiedo. 

Sono sia andato personalmente a chiedere non vi racconto le risposte molto maleducate del personale, ho fatto anche delle telefonate a questi negozi per sapere il prezzo delle uova che in vetrina che non era esposto, mi ha detto, perchè lo vuole sapere, é della finanza?

Ma secondo voi uno deve entare in negozio oridinarvi l'uovo e passare alla cassa senza sapere nemmeno quanto costa? Evidentemente questo è un modo di fare consolidato, di clienti che non chiedono il prezzo e di commesse che non lo danno, ma personalmente posso dire che non mi piace?

Se io vado a Parigi, non perchè siano migliori perchè qualcuno che ti riponde male lo trovo anche lì, ma da Fauchon a Pierre Hermè, trovo tutte le indicazioni scritte dagli ingredienti alla qualità e provenienza del cioccolato, le dimensioni del cioccolato e il prezzo cadauno e al €/kg, come le posso trovare online sul web aggiornato, è un questione d'organizzazione del lavoro ma anche di rispetto e di trasparenza nel confronto del cliente, chiunque esso sia dal ricco scialacquone al gourmand squattrinato.


giovedì 10 aprile 2014

Pillole al cioccolato per problemi di cuore?

Maria Antonietta C, Bassano del Grappa: È vero che troveremo a breve delle pillole di cioccolato?

Magari, ci state tutti facendo un pensierino, sicuramente. È un periodo che se ne sentono di tutti i colori, la notizia l'ho letta anche io, ma si tratta di una notizia male riportata ma nel periodo di Pasqua un po' di promozione al cioccolato non guasta.

La realtà però è un po diversa, sarà avviato da JoAnn Manson , un' epidemiologa presso il Brigham and Women Hospital di Boston, un ampio studio clinico che coinvolge 18.000 americani in quattro anni per verificare potenziali benefici di flavonoli (della famiglia dei flavonoidi ) componenti del cacao.

Gli scienziati hanno creato delle pillole contenenti alte concentrazioni di flavonoli con un rivestimento insapore, anche perchè le fave di cacao sono amare, la qualità gustativo del cioccolato viene dato dal rapporto zucchero e cacao.
Un gruppo prenderà due compresse al giorno per quattro anni. Un'altro gruppo prenderà un placebo, al termine della ricerca si confronteranno i due gruppi per vedere se le compresse contenenti i flavonoli derivati dal cacao possono avere avuto un qualsiasi beneficio per la salute in generale e in particolare per i problemi cardiovascolari.

Non è noto quali parametri prenderanno in considerazione mi auguro che prenderenno in considerazione il peso, la dieta, la storia famigliare di predisposizione alla malatie cardiovascolari, un problema cardiovascolare già diagnosticato, lo stile di vita, il fumo, l'attività fisica, il lavoro, lo stress tutti dati che su uno studio sui problemi cardio vascolari non sono di poco conto.

Staremo vedere anche se l'inizio non è promettente perché a finanziare la ricerca sarà la Mars, quella delle famose barrette al cioccolato,.

Inoltre non depone certa a favore di JoAnn Manson uno studio che sta realizzando sulla speculativa e tanto discussa Vitamina D, anche qui il rischio è molto alto.


Fave di cacao impatto ambientale
Questo studio però ha dei forti limiti ancora prima di iniziare, oltre al fatto che i partecipanti allo studio prenderanno compresse insapore, come abbiamo sempre detto la maggior parte dei flavonoli del cioccolato si distruggono nella lavorazione.

Il cioccolato che noi compriamo oltre che essere povero di flavonoli rispetto alla fava di cacao, è ricco di zuccheri e grassi, non si può quindi paragonare le compresse di flavonoli per coloro che hanno problemi vascolari con il cioccolato vero e proprio, cioè non vi curate i problemi cardiologici con il cioccolato.

Oggi sono state avviate tecniche più sensibili che aiutano e preservare il contenuti di flavonoli del cioccolato, le stesse compresse sperimentali sono state realizzate con una speciale tecnica per ricavare il maggior quantità possibile dai flavanoli del cioccolato, ci sono anche sul mercato per i maestri cioccolatai un cioccolato più ricco di flavanoli del cacao Articoa della Barry Callebaut, azienda svizzera famosa per il cioccolato, (beh tutta la Svizzera è famosa per il cioccolato), vi ricordate il famoso cacao meravigliao dell'Efsa.


Questo studio non tiene conto del problema ambientale, il prezzo del cacao aumenta sui mercati internazionali non solo per aumento della domanda di fave di cacao ma per la produzione che anno dopo anno diminuisce a causa dell'impatto ambientale del pianeta. Coltivare fave di cacao non è possibile farlo dappertutto.

Un problema anche sociale, in molti degli stati dove si coltiva il cacao, spesso sono delle vere e proprie dittature militari, dove rappresaglie  guerre sono spesse dovute proprie all'interesse delle piantagioni del cacao e dei profitti che se ne possono trarre, temiamo che questa situazione dell'aumento del costo delle fave di cacao rischia di motivare ancora di più rovesci di governo, guerre civili e quanto altro abbiamo già visto.

Se lo studio darà i risultati sperati, la domanda da porsi è :converrà con le fave del cacao fare delle compresse o fare del cioccolato?