lunedì 3 luglio 2017

Quali alimenti fanno ingrassare di più?

Adelaide M. Teramo : Quali sono gli alimenti che fanno ingrassare di più?

L'aumento del peso non è una cosa cosi semplice come sembra, è causato da molti fattori, non è una questione di quale alimento fa ingrassare di più, non è mai responsabilità di un solo alimento, ma dell'apporto generale alimentare, dalla quantità (porzione), frequenza di consumo e soprattutto dal dispendio energetico, tutti fattori che sono diversi da una persona all'altra.

Non siamo tutti uguali di fronte all'aumento del peso, ci sono fattori psicologici, individuali, genetici ed epigenetici che influenzano in modo determinante il peso. Il nostro organismo è predisposto per immagazzinare i grassi, per questa ragione è cosi difficile perdere peso.

Quindi non c'è un alimento che fa ingrassare come non c'è un alimento che fa dimagrire, tuttavia si è potuto notare dai diari alimentari che in rapporto al peso corporeo, le persone obese e in sovrappeso hanno l'abitudine e la frequenza di prediligere alcuni alimenti rispetto ad altri che non sono presenti nelle persone normopeso o sono presenti solo marginalmente. 

Anche se l'aumento del peso può non dipendere da questo, a lungo termine la preferenza verso questi alimenti può potenzialmente facilitare l'aumento del peso rispetto ad altri.

Patatine fritte
Si, proprio quelle che servono nei fast food insieme all'hamburger, ma che si fanno anche a casa, si acquistano surgelate e poi si friggono. Molto facile che siano accompagnate da salse come maionese e ketchup.
Per intendersi meglio sono quelle patate tagliate a bastoncino o a fette di forma allungata e fritte. In genere sono fritte in olio di semi in Belgio, paese che ha inventato la patata fritte, vengono fritte in un grasso di bovino chiamato "Blanc de Boeuf" da noi chiamato anche sego bovino.


Chips
Sono le patatine in busta che acquistiamo al supermercato, un prodotto che negli ultimi anni ha avuto un grande successo e un incremento di vendite. Pensate che negli Stati Uniti 1/4 dei vegetali consumati sono patatine fritte. Entrambe sia le Chips che le patatine fritte sono ricche di grassi e secondo alcuni ricercatori la cottura ad alta temperature genera acrillamide, che è considerato da alcuni ricercatori potenzialmente cancerogeno.

Bevande gassate zuccherate
Sono tutte quelle bevande di soda, di tutte le marche che trovate oramai dappertutto. Si tratta di un prodotto che nell'immaginario collettivo è meno collegato all'aumento del peso perchè si tratta di una bevanda e non di un prodotto da mangiare. Ho notato che ci sono persone che sono molto attente a ciò che mangiano ma non a ciò che bevono.

Carne Rossa, salumi, preparazioni a base di carne
Sono tutte preparazioni ricche di grassi, sale, la frequenza spesso è giornaliera, un prodotto già pronto, comodo e pratico da utilizzare, del quale magari è più facile abusare rispetto ad altri.


Dessert, i dolci, la pasticceria
Il lato dolce dell'alimentazione, nulla di male di una buona fetta di torta a colazione il mattino ma spesso la si unisce alla brioche al bar, al tiramisù dopo il pranzo, allo snack a merenda e al gelato la sera dopo il pasto davanti alla televisione.


Cereali raffinati
La scelta dell'utilizzo di prodotti alimentari da farine raffinate sembra incidere a lungo termine sul peso.

Succhi di frutta
Capita spesso che pensiamo che un succo di frutta sia solo frutta, come una spremuta d'arancia che facciamo a casa o come una centrifuga di mela, i prodotti in vendita contengono solo parzialmente la frutta, al quale vengono aggiunti acqua e zuccheri di varia natura. Il loro consumo è frequente durante il giorno, spesso come per gli alimenti viene espresso nella tabella nutrizionale la quantità di 100 ml mentre è molto facile consumare anche 1 litro di succo di frutta nell'arco dell'intera giornata, non c'è consapevolezza dell'introito calorico.

Burro
Realizzato con la parte grassa del latte e poi emulsionato con acqua, sebbene negli ultimi anni ha avuto una rivalutazione, essendo costituito all'80% da grassi, il problema rimane sempre la quantità e la frequenza. Nessuno problema di un noce di burro sul pane a colazione, bisogna ricordarsi che è presenti in molte preparazioni di pasticceria dalla paste basi come pasta sfoglia e pasta brisè,  biscotti, ai bignè, alle creme al burro. Chi è obeso è anche spesso goloso, tende a consumare molti prodotti dolci che hanno come ingrediente di base il burro. Si tratta pur sempre di un grasso che rende più appetibile gli alimenti in cui conta come per tutti i grassi non solo per il burro, la quantità e frequenza di consumo.

Quali sono invece gli alimenti a lungo termine, più presenti nei diari alimentari  nelle persone normopeso?


Noci e frutta secca
Un dato che mi ha sorpreso, visto anche le calorie della frutta secca ma che evidentemente la presenza nelle preparazioni anche di poco di mandorle, di noci e nocciole, aiuta a soddisfare meglio il senso del gusto e aumenta l'indice di sazietà delle preparazioni.

Frutta
Le famose Cinque porzioni di frutta e verdura al giorno aiutano a rimanere normopeso, lo abbiamo sempre detto, favorire le verdure fresche di stagione, magari acquistate al mercato. Da notare che nelle persone obese si fa fatica a raggiungere le Due porzioni di frutta e verdura al giorno.


Cereali completi
La scelta d'utilizzare farina integrale e riso integrale sembra che svolgono un ruolo interessante nella dieta delle persone normopeso.

Yogurt Naturale
Anche in questo caso una piccola sorpresa, lo yogurt naturale a prescindere se naturale o parzialmente scremato, sembra aiutare a rimanere normopeso, si intende per yogurt naturale quello senza la frutta o meglio senza la composta di frutta.

Verdura
Le famose 5 porzioni di frutta e verdura, che indipendentemente da come queste vengono cucinate, dalla ricetta, la presenza nei menù di verdura sembra aiuti meglio a rimanere normopeso.


Sintesi: Si tratta di una valutazione a vista dei diari alimentari, questo elenco può non volere dire nulla, perché non dipende da un solo alimento l'aumentare di peso ma dall'apporto giornaliero generale, dalla frequenza di consumo e dalla quantità nonché dal dispendio energetico individuale.

Tuttavia su alcuni alimenti è bene che le persone in sovrappeso e obese prestino una maggiore attenzione in termini di frequenza e quantità, come può aiutare prediligere l'abitudine al consumo a lungo termine di frutta, verdura e cereali completi.  

Post Correlati

12 commenti:

  1. Caro Gunther,grazie per questo post.Ho festeggiato ieri la perdita di 14 kg.Affermi,con cautela,che il tuo elenco uo' non voler dir nulla,ma,guarda caso,ad eccezzione di 2 o 3 fette dei torta alla settimana,non mangio nessuno degli alimenti da te elencati.Ne' considero la mia dieta noiosa o di penitenza.Tutt'altro! Un caro saluto,Edith Pilaff

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Edith bisogna festeggiare i 14 kg persi, bravissima non è facile!

      Elimina
  2. Ciao Gunther, anche senza la tua simpatica ironia, i tuoi post sono sempre da leggere!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Gunter, pernso che con un po' di buon senso si possa mangiare un po' di tutto,ovviamente limitando alimenti che apportano troppi grassi e zuccheri; molto spesso però le pietanze più buone sono quelle che fanno ingrassare...e allora che si fa? Si va a correre!!!

    RispondiElimina
  4. Sempre moto interessanti i tuoi articoli complimenti. Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  5. Tutto dipende dalla quantità. Anche i dolci più calorici, se consumati con moderazione, possono entrare tranquillamente a far parte di un normale regime alimentare.
    IO sono una golosa di patatine ma non le consumo tutti i giorni. In casa mia non mancano dolci e biscotti per la colazione o la merenda, ma tutto è consumato con moderazione: una crostata con la confettura non la finiamo certo in un giorno e siamo in 4. C'è invece chi quando ha un dolce davanti allora trova pace quando è finito! La parte soggettiva e abitudinaria incide molto.
    Saluti.

    RispondiElimina
  6. Concordo pienamente sul fatto che l'aumento di peso non dipenda mai da un solo alimento ma sempre dall'uso che noi ne facciamo, noi italiani siamo però avvantaggiati poiché la dieta mediterranea, la nostra cultura del cibo e la grande varietà di materie prime a nostra disposizione ci consentono un'alimentazione più sana ed equilibrata rispetto a molti altri paesi.
    Marina

    RispondiElimina
  7. Un post interessante, anche se come famiglia per ora e grazie a Dio non ci riguarda. Al dire vero un pò riguardo l'alimentazione e ogni tanto possiamo concederci anche un peccato di gola, ma fatto nelle misure giuste.

    RispondiElimina
  8. Caro GÜnther, sono sollevata nel leggere le tue indicazioni per una alimentazione sana e che ci mantenga in forma. Anche se devo confessare che è per me molto difficile, nelle occasioni in cui mi trovo a casa di amici, resistere al richiamo tentatore delle chips di patate o a stuzzicherie non proprio indicate per la mia dieta che mira a combattere il colesterolo LDL. Tutto sommato, però, riesco a mantenere un regime alimentare globalmente sano.
    Grazie di cuore per i tuoi articoli. Un vero arricchimento.
    Un abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
  9. Sono dell'idea che senza esagerare si possa mangiare tutto... se poi fatto in casa ancora meglio!

    RispondiElimina
  10. sono a dieta e leggere questo articolo mi aiuta a focalizzare l'argomento, grazie !

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi