giovedì 6 febbraio 2014

Chiacchiere a 45 euro al chilo!

Qualche anno fa ho scritto un post sul costo delle chiacchiere, le avevo viste in vendita in un negozio di Bologna a 37 € al Kg.
Mi scrisse una lettrice sostenendo che avevo lanciato un polverone senza un briciolo di prova.

Non avevo fotografato quelle chiacchiere a 37 € al kg, fino ad allora non mi ero mai posto questo problema, così ora vado in giro con una piccola macchina fotografica e scatto tutto quello che vedo, così ho la prova di quello che dico, giusto?

Questa volta l'occasione non me la sono fatta sfuggire, prima vedo delle chiacchiere a 40 € al kg ed ero già contento, ma poco distante qualche metro le ho viste a 45 € al kg, non ci volevo credere nemmeno io.

Ho fatto di peggio sono entrato in negozio, una panetteria da sottolineare negozio pieno di gente.

Immaginate il colloquio io (G) in italiano ma con un leggero accento tedesco e la signora (V) in italiano ma con accento molto veneto

G: Buongiorno, Signora quanto costano le chiacchiere (galani)?
V: 4, 5 euro all'etto, quante ne vuole?
G. Sono quindi solo 45 € al kg?
V: Si, bravo
G: Come sono?
V: Buonissime, sa!.
G: (Ho pensato, ci credo a 45 € al kg vorrei vedere che non fossero buone)
G : Scusi volevo dire come sono fatte? Con quali ingredienti?
V: Sono tutte naturali (!) cioè fatte con farina e uova e fritte nell'olio buono
G. Grazie Buongiorno
V: Che gente strana che c'è in giro stamattina! Chi servo?

Prezzo molto alto ma è giustificato?
I prezzi sono liberi per amore del cielo, vero che le chiacchiere non si comprano a kg come le mele o le arance ma nemmeno a grammi come il tartufo! 

Non vedo una motivazione che giustifica il prezzo perché vengono fatte con ingredienti semplici di base come farina, uova e burro e poi fritte in pieno spirito del Carnevale, dove il ricco si travestiva da povero e il povero si travestiva da ricco e le chiacchiere rappresentavano con gli ingredienti poveri la possibilità di mangiare come un ricco.

Sembra che siamo arrivati a una sorta di legge del contrappasso, quelli che una volta erano considerati alimenti per persone ricche sono alla portata di tutte le tasche mentre invece quelli che erano considerati una volta alimenti per persone povere stanno diventano alimenti ricercati ed esclusivi.

Se facciamo un confronto con le altre specialità da ricorrenza come al panettone di Natale, una lavorazione piuttosto impegnativa che richiede tempo, un periodo di vendita limitato eppure raramente supera i 25 euro al chilo solo se è impreziosito da marron glacè.

L'unica caratteristica delle chiacchiere è l'acquisto del momento del carnevale, si mangiano solo in questo periodo per tradizione, comprendo che fare il fritto può essere a volte non piacevole, se è per questo nemmeno il fritto di pesce (29,90 €/kg,), che non troviamo a questo prezzo così alto come le chiacchiere

Va anche detto che a fronte di questo costo molto alto è sempre difficile trovare il cartello con gli ingredienti e in particolare in quale tipo di olio vengono fritti, dal momento che le pago 45 euro al chilo mi piacerebbe sapere con quali ingredienti e con quale olio vengono fritte.
Da notare che ci sono pasticcerie che nemmeno mettono il prezzo sul prodotto e le tengono nel bancone dietro in posizione visibile ma senza prezzo, diciamo il prezzo a sorpresa come uovo di Pasqua.

Comprendo che ci sono i costi di gestione di un attività commerciale che incidono sul prezzo finale, che devono pagare il personale, le tasse comunali, regionali e statali, ma solo le chiacchiere li devono pagare? 

Io penso che 45 € al kg andrebbero motivati in qualche modo, come chiacchiere con lavorazione a mano e mattarello da una Colombina del '600, oppure chiacchiere con farina macinata con il mulino a pietra degli imperatori romani con uova bio da galline padovane certificate allevate a terra nella tenuta dei Dogi di Venezia, con burro artigianale della Malga Panna sulle Dolomiti del Brenta montato a mano nelle notti di luna crescente oppure chiacchiere allo champagne Don Perignon.

Uno non ci crede ma le compra più volentieri, si fa per dire :-)

Cosa costa 45 € al kg?
Carne: fettine di filetto di bovino adulto 29,80 € al chilo
Pesce: Filetto di tonno a 31,90 € al chilo
Pesce: Tartare di pesce spada 29,52 € al chilo

Quanto costano a Milano?
Come molti hanno visto dal nome mi trovavo in Veneto, tornando in treno a Milano, nell'attesa della coincidenza del treno per tornare a casa ho fatto un giro nei negozi vicino alla Stazione Centrale, ho visto panetterie con chiacchiere a 18 euro al chilo e pasticcerie a 25 euro al chilo, dove non credo siano regalate.

Al supermercato invece abbiamo dalle bugie passate al forno a 9.90 € al Kg, alle chiacchiere fritte a 17,90 €   al Kg.

La pasticceria Giovanni Galli a Milano in via Hugo 25 €/kg,  da Eat's in Corso Vittorio Emanuele  a 36 €/kg, da Peck, via Spadari 9, anche qui le chiacchiere e i tortelli costano a 44 € / kg, certo è Peck negozio di gastronomia di lusso.

Panificio Davide Longoni, Via Tiraboschi 19, a 26 €/kg
Pasticceria Migliavacca in via Ajaccio 13, a 29 €/kg
Pasticceria San Gregorio, in Via San Gregorio 1,  a 29 €/kg
Pasticceria da Berti, via Aselli, a 30 €/kg
Pasticceria Martesana, via Cagliero 14, a 30 €/kg
Pasticceria Namura bio, via Madonnina 10, a 35 €/kg
Pasticceria Sissi, piazza Risorgimento 6, a 40 €/kg
Pasticceria Gattullo, piazzale Porta Lodovica 2, a 42 €/kg

La sensazione che si ha è che qualcuno fa le chiacchiere e poi le rivende ai grossisti, che poi le rivendono ai negozianti, ogni passaggio raddoppia il prezzo cosi arrivano da 10 a 45 € al kg, cosa dire? Che la differenza gustativa e qualitativa di quelle da 25 €/kg a quelle da 45 €/kg non l'ho avvertita non la si percepisce sembrano le stesse!
Possibile che nessuno si preoccupi nemmeno in tempo di crisi di giustificare il prezzo?
Una buona occasione per farsele da se!


PS: Galani in veneto solo le chiacchiere!

Post correlati:

57 commenti:

  1. Come hai detto tu... uno se le fa da sè! capisco che friggere sia un procedimento più lungo, ma non giustifica i 45 euro al kg! E siccome mi hai fatto venire la curiosità darò anche io un'occhiata ai prezzi delle chiacchiere! (Sono del segno dei pesci, curiosa per natura!)

    RispondiElimina
  2. Premesso che le foto a me non servono, ti credo ti ho sempre creduto e sempre ti crederò sulla parola e la lettrice sospettosa non mi è piaciuta, ma venendo al prezzo delle frappe ( aRoma si chiamano così) nelle pasticcerie di lusso stanno a dalle 22 alle 25 euro al super parlo sempre di quelle fritte stanno dalle 16 alle 18 euro....devo andare da Eataly e ti farò sapere....ma fatte a mano e tirate da me al mattarello e fritte davvero in olio "buono" sono tutta un'altra storia!
    a presto
    Alice

    RispondiElimina
  3. direi che la tua conclusione è corretta: farsele da sè!
    mi piacerebbe fare il conto di quante chiacchere mi escono a casa con 45 euro....
    mi viene anche in mente il costo di un cartoccio di castagne, per me poi che andavo per boschi da piccina!
    sempre più perplessa :-)
    e il gioco del prezzo all'etto...parliamone! ti sembra proprio di spendere poco se non ci pensi su!
    raffaella

    RispondiElimina
  4. le chiacchiere fatte da una colombina del 600 le voglio immediatamente !!!!! ma per il momento mi accontento di quelle preparate da me....sei veramente spassoso...un saluto...

    RispondiElimina
  5. Ma dai? Non avrei mai detto che le chiacchiere costassero così care!! Mi sono molto divertita a leggere le tue motivazioni "come chiacchiere con lavorazione a mano e mattarello da una Colombina del '600" Ahahahahh fantastico! Si, direi che è proprio un esagerazione, nemmeno i panettoni che ci vogliono tre giorni di lavorazione raggiungono quel prezzo. E chi controlla? Dovè chi controlla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io ho riso! non parliamo del grano macinato dagli imperatori romani...
      Sempre super Gunther!
      ciao
      Su

      Elimina
  6. Nemmeno a me sarebbero servite le foto per crederti...cmq è davvero assurdo.
    Per l'ennesima volta capisco che tante cose è meglio farsele da sè...io per fortuna LI faccio in casa...che qui sono al maschile...I GALANI! ;-)
    Ciao!!

    RispondiElimina
  7. Bravo Gunther! Mi sei piaciuto davvero specie nel passaggio delle motivazioni ipotetiche per giustificare il prezzo così alto di quelle chiacchiere :-)
    Io vivo in Campania, in provincia di Avellino, devo dire che quest'anno ancora non ho visto nel mio paesino a quanto le stanno vendendo, ma ricordo che l'anno scorso andavano intorno ai 18-20 euro al chilo nel panificio migliore che abbiamo e mi sembrava già un prezzo esagerato, per essendo proprio buone. A 45 euro non le comprerei mai!!
    Hai ragione, si frutta il fatto che le si vende solo nel periodo di Carnevale.

    RispondiElimina
  8. Qui in Germania non le comprerebbe neanche il più ricco della città perché è assolutamente immorale! Fortuna che le so fare!

    RispondiElimina
  9. :-D regalate a 45 € al kg!!!!

    Vabbeneeee quest'anno vedo di impegnarmi...ma le fa talmente buone e leggere mia sorella e nn vorrei mettermi in competizione con lei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dici che farmi adottare come fratello?
      Scherzi a parte, importante in famiglia che uno sia bravo :-)

      Elimina
  10. Io credo che sia un problema di domanda e offerta. In questo periodo c'è un sacco di domanda quindi i panettieri si fanno pagare caro il loro lavoro. Personalmente non le compro mai quindi non so dirti quanto sono quotate quest'anno quia Bologna. Le faccio in casa perché sono affezionata alla ricetta di mia zia. Con quella ricetta secondo me vengono molto meglio di quelle che si trovano nei forni quindi mooooolto più economico prepararsele da soli

    RispondiElimina
  11. Con prezzi simili la voglia di farsele in casa verrà anche a chi non ha mai fatto un uovo fritto in vita sua!!!

    RispondiElimina
  12. Concordo con te, la cosa migliore è prepararle in casa!!!

    RispondiElimina
  13. Gunther in questo post mi hai fatto proprio ridere... per non piangere !!!! E' una vera vergogna che se ne approfittino così. Meglio non comprarle e prepararle noi in casa, è anche divertente. Un saluto e grazie !!!!

    RispondiElimina
  14. 45 € al chilo???? ma scherziamo! la tua giusta osservazione ed allora il pandoro ed il panettone a lievitazione naturale ( ed li faccio e so benissimo qunato lavoro e quanti ingredienti ci volgliono) dovrebbe costare 100 € al chilo in proprorzione. Dove vivo io le vendono a 27 € al chilo e ci penso a comprale perche conviene farle in casa con molta meno spesa.Pensa un pò
    Un abbraccio ed alla prossima
    Patrizia di Cucina con Dede

    RispondiElimina
  15. Cosa da pazzi! Sono senza parole!
    Io non avevo idea di quanto costassero perché le ho sempre fatte in casa, mai comprate. Ma ci vuole coraggio a vendere 1 kg di chiacchiere a 45 euro al kg!! E' una vergogna.

    RispondiElimina
  16. A peso d'oro, molto di più della pasticceria fresca.... Ma siamo matti!!! Meglio casalinghe, economiche e genuine! Un abbraccio....

    RispondiElimina
  17. sono di Padova ma se mi credi non so neanche il prezzo dei galani che vendono al super, non mi fermo proprio a guardare. però per curiosità mi informo a quanto le vendono in pasticceria...ehm io non ci vado mai ^__^ buona serata!

    RispondiElimina
  18. Ciao! Mi dispiace molto, perché solo ora scopro il tuo blog e lo trovo molto molto interessante!! Non il "solito" blog!!
    Ti faccio i miei complimenti!
    Serena serata
    Annalisa

    RispondiElimina
  19. No, vabbè, sono prese in giro. I consumatori dovrebbero rifiutarsi di comprare chiacchiere a prezzi simili!
    Sia chiaro che non sono contro pagare per la qualità:una bottiglia di champagne pregiato, un tartufo bianco, una cena da Nobu. Però le frappe mica saranno fritte nell'oro liquido...;)

    RispondiElimina
  20. Sono curiosa di vedere a quanto vendono le chiacchiere nei negozi vicino a me ... Bisogna riflettere prima di comprare e magari rifiutare ! Ciao Gunther !!

    RispondiElimina
  21. mi fai ridere. amaramente, si intende!

    RispondiElimina
  22. non le ho mai comprate devo andare a guardare le castagnole qui a Pesaro vanno a 17- 18 euro al Kg

    RispondiElimina
  23. Hai controllato se per caso erano spolverate con polvere d'oro a velo?????
    (comunque questo è il secondo pensiero che mi è venuto... il primo comincia per min e finisce per hia!!!!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. he he he si si ho pensato uguale :-)

      Elimina
  24. A questo punto mi hai fatto venire una gran curiosità e guarderò a quanto stanno a Roma, poi te lo faccio sapere. Normalmente le faccio da me soprattutto perché raramente mi piacciono quelle acquistate che hanno un sapore di aromi che non amo...è un lavoro un pò lungo, ma mica si mangiano tutti i giorni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è vero in quelle acquistate c'è quale aroma di troppo e sopratutto poco sappiamo dell'olio adoperato per la frittura

      Elimina
  25. Non ho mai fatto caso al prezzo delle chiacchiere (qui cenci!), non amo il fritto in genere e…se proprio…preferisco farmele da me e tenere per una giornata la finestra aperta! Non mi stupirei però di trovare prezzi assurdi come questo e la furbata di indicarlo l’etto piuttosto che al chilo. Sembra faccia meno impressione, forse perché lì per lì non ci si rende conto.
    Però dai, erano tutte naturali: farina e uova mica segatura :))))))))))!
    Vabbè, meglio prendersela a risate e farsi quattro chiacchiere casalinghe.che con 45€ ce ne escono per mezza Italia! Un bacio, buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono d'accordo melgio riderci sopra

      Elimina
  26. Andrò anch'io a vedere i prezzi da noi (trieste)...nel frattempo dato che le ho fatte ieri e portato 5 guantiere ai colleghi quasi quasi mi faccio pagare!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se avessi dle tempo per 45 euro al chilo, metto un banchetto per strada

      Elimina
  27. Anche io ti credo sulla parola!
    Di solito sono i tortelli che sono inavvicinabili, spendi 5 euro e ti ritrovi un sacchettino con quattro palline!!
    Ma vedo che quest'anno le chiacchiere si sono prese la rivincita !
    Ma come zucchero a velo c'era forse polvere d'oro?
    Mitico il colloquio con la panettiera veneta eheheheh!

    RispondiElimina
  28. Ottimo e simpatico post!
    Credo però che se la signora della panetteria le mette a 45€ al kg, evidentemente riesce a venderle lo stesso!
    E non penso che le acquistino solo ricchi sfondati e spendaccioni!
    Un caro saluto, Carla

    RispondiElimina
  29. E buongiorno! Mi hai fatto sorridere, ti immagino mentre intervisti la fornaia, anche senza foto ti credo sulla parola.Certo che coraggio ci vuole , va bene che c'è la crisi ma così si esagera.Io le ho sempre fatte da me, le faccio anche ripiene con ricotta freschissima di pecora delle colline toscane,e uova di galline ruspanti...ma le regalo, quasi quasi le vendo anch'io eheheh...Sei mitico, mi hai rallegrato la giornata con il tuo post,
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DA come ne parli, credo che le tue le pagherei pure 45 al chilo XD.
      In certi negozi però ti vendono il posto, pure se hanno una qualità superiore. Non credo che Peck faccia le cose due volte meglio quando si tratta di friggere farina. Diciamo che, anche pagando la qualità di più, c'è sempre un ulteriore ricarico del 30% sul prezzo realmente opportuno di ciò che ti vendono in negozi simili, perché vuoi mettere andar in giro con un cartoccio griffato, pure se c'è dentro farina fritta. Non devono poterlo fare tutti e al limite si devono sentire frustrati e incuriositi se non lo possono fare... operazione biecamente commerciale, non qualitativa.

      Elimina
  30. Bellissimo articolo! Io non ci capisco più niente...in Italia c'è la crisi, i ristoranti sono pieni, tutti in vacanza e si comprano le chiacchere a 'sti prezzi! Un salutone!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La crisi non c'è per tutti. C'è per chi ha un reddito fisso da salario e non evade le tasse. Una categoria abbastanza limitata. E i posti al ristorante, sull'intera popolazione italiana, non sono tantissimi. Ecco perché chi vive di rendita, speculazione finanziaria, evasione fiscale ti riempie i ristoranti sotto il naso e svuota i vassoi delle pasticcerie.

      Elimina
  31. Eh Gunther Venezia x'è cara ;-)
    A parte gli scherzi, i dolci di carnevale costano comunque parecchio rispetto alle materie prime, anche se fossero di altissima qualità.
    Per curiosità proverò a vedere quanto costa un kg di galani dal mio amico pasticcere, siamo sempre in terraferma veneziana.
    Proverò a farmele senza glutine.
    A rileggerci presto sempre col sorriso :-D

    RispondiElimina
  32. No, è incredibile. Ma qualcuno le compra?
    Appena cominciano a comparire sui banchi dei fornai qui a Firenze farò caso al prezzo {generalmente non le compro, quindi non ci bado}.
    Ciao Gunther, buon fine settimana!

    wenny

    RispondiElimina
  33. Caspiterina che prezzo, ci sono rimasta male, come al solito... meglio prepararsele!!!!!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  34. Qui ,sempre terraferma veneziana, 40 euro al chilo, un'occasione... credo che la fatica più grande, sia friggerle, ma che la fatica non giustifichi il prezzo, io mi vergognerei a venderle!!!Ciao, buon fine settimana.

    RispondiElimina
  35. probabilmente erano spolverizzate con zucchero a velo e polvere d'oro...devo quasi fare un mutuo per comprarle!!!
    da fuori di testa chi le vende ma più fuori chi le compra!!

    RispondiElimina
  36. muahahahah....questi son matti proprio cavolo... :DD
    Te le fai a casa,costano poco e sono genuine..
    Ciao,buon week end a presto

    RispondiElimina
  37. quasi quasi mi metto a farle e poi le vendo per strada, con prezzo onesto però! Buona domenica

    RispondiElimina
  38. Non ho notato i prezzi, ma ricordo che anche qui erano decisamente alti rispetto al prodotto in sè.
    È come con le mimose l'otto marzo, se prima ti regalano i rametti, quel giorno lo stesso rametto te lo vendono a cinque euro.

    Che dirti, quasi quasi metto su un banchetto anche io, almeno arrotondo le entrate, oltre che la linea!

    Buona domenica :)

    RispondiElimina
  39. Che ?!?!.........scusa sono basita....

    RispondiElimina
  40. cose da pazzi.....ma chi le compra a quei prezzi..
    con pochi euro ne fai una montagna...
    e sai pure come.. le fai!!

    RispondiElimina
  41. Prezzi veramente assurdi!
    meno male che io me le faccio in casa! :)

    RispondiElimina
  42. Il problema non è chi le mette in vendita a quel prezzo....è chi le compra. Il mercato lo fanno i clienti e se il tipo o la tipa si sente autorizzata a mettere quel prezzo è perchè qualcuno lo consente. Io non le comprerei mai, ma questo non sottointende che io sia nel giusto sia chiaro, solo che per il mio tenore di vita, per la mia esperienza pratica la cosa mi sembra non solo un furto ma anche una presa per i fondelli. La sensazione è personale sia chiaro, poi c'è sempre il genio di turno che dice che la qualità si paga e li bisognerebbe andare nel dettaglio e dimostrare che invece per l'idiozia non c'è prezzo ma a quale fatica?! :P ehehheheh Caro amico...ci meritiamo anche questo se non sappiamo mangiare credimi, tanto i fessi di turno ci sono sempre :D

    RispondiElimina
  43. come non essere d'accordo, infatti la panetteria era piena e la chiacchiere andavano via quasi come il pane :-))

    RispondiElimina
  44. Da non credere... noi che siamo in cinque in famiglia allora spenderemmo una fortuna!!!

    RispondiElimina
  45. pointless_nostalgic22 febbraio 2014 20:23

    Qua tutti che se le fanno a casa, beati voi che avete tutto sto tempo…
    … io di tempo non ce l'ho e mi piacerebbe tanto mangiarle, ma confermo quanto scritto, a Milano è come comprare tartufo… le ho viste anche io a oltre 30 euro/kg… quindi ne mangio pochissime o per nulla (quelle del super sono intrise di olio)... solo da delicatessen si trovano a buon rapporto qualità prezzo secondo me...

    RispondiElimina
  46. neanche fossero fritte nell'oro fuso, ma stiamo scherzando, si è vero, si vendono solo a carnevale, ma ci vuole anche pochissimo a prepararle, continuo a farmele in casa, e anche secondo me il problema è chi le compra, non chi le vende , a presto

    RispondiElimina
  47. Ne parlavo proprio oggi con mia sorella. Anche a me piace sbirciare i prezzi nelle pasticcerie e ho fatto la tua stessa riflessione: il prezzo è troppo esagerato. Io direi un furto! :( Ma quanto costa di materia prima fare un kilo di chiacchiere? Molto poco; e poi anche il procedimento è proprio di una semplicità unica.
    Di questi tempi c'è gente che compra le chiacchiere a 45 euro al kg? Mi sorprendo.

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi