domenica 15 dicembre 2013

Efsa e l'aspartame seconda puntata

Domanda di Antonio D.: Gunther hai saputo che Efsa ha di nuovo detto che l'aspartame non è cancerogeno che ne pensi?

L'altro giorno era al ristorante si sono sedute accanto a me due signore molto distinte leopardate, eleganti e luccicanti tipo albero di Natale illuminato a festa, arriva il cameriere ordinano  
Amica 1:Prendiamo da bere una bottiglia di vino e dell'acqua?
Amica 2: Sei pazza? Io bevo solo C*** Cola Light!

Cara Amica del Giaguaro, ma tu la mattina ti fai il bagno solo nel latte d'asina? Nello sciacquone del wc hai solo Champagne? I piatti con cosa li lavi, con solo Bordeaux?

Io la terrei solo a pane e acqua un mese, ma secondo voi l'Efsa, la comunità Europea, la Fondazione Ramazzini, devono litigare e spendere soldi per salvare l'Amica del Giaguaro? 

Il secondo giudizio dell'Efsa conferma il primo, cioè hanno stabilito un limite giornaliero un GDA, un quantitativo giornaliero ammissibile. Il primo giudizio ha determinato il cambiamento dell'80% dei membri della commissioni in forte odore di conflitto d'interesse, non poteva essere altrimenti avrebbe voluto dire che si erano sbagliati, non potevano farlo, segno che nulla è cambiato, inviando un segnale non positivo per i consumatori europei.


Questo non toglie che il giudizio si basa su dei presupposti non condivisibili, pochi studi eseguiti su cavie per un periodo limitato e la poca considerazione del contesto più generale, perché la vita degli essere umani non è fatta solo d'aspartame.

Perché sono in aumento il numero di casi di cancro? 14 milioni di casi di cancro nel 2012 nel mondo con 8,2 milioni di decessi secondo OMS, 11% in più rispetto al 2008, i tipo di cancri più diffusi sono 13% polmone, 11,9 % seno, 9% colon retto, 7% stomaco. 

Il numero aumenta perché sono aumentati i nostri comportamenti a rischio, dall'aria che respiriamo, al cibo, all'acqua, dobbiamo aggiungere necessariamente gli edulcoranti (dolcificanti tipo aspartame), sono cosi fondamentali per la nostra vita? La domanda da porsi non è se gli edulcoranti fanno male ma se fanno bene? A che cosa? A chi?

Importante è cercare di limitare quelli che sono i comportamenti a rischio, c'è la tendenza lo vedo anche in coloro che seguono le diete che se mangio oggi una torta intera, domani è un altro giorno, non conta. Sappiamo bene che ci sono patologie che sviluppano in un arco di tempo più lungo.

Il problema non è se si beve ogni tanto una bibita con aspartame, il problema è che le persone che utilizzano queste bevande ne fanno un abuso continuo nel tempo, come la nostra Amica del Giaguaro che beve solo C**** Cola Light, ne berrà 1 o 2 litri al giorno?


Una lettrice mi ha anche segnalato che diversi farmaci hanno l'aspartame all'interno, se vogliamo proprio essere pignoli, questo si aggiunge già a quello incluso nelle bevande, presumibilmente i farmaci con aspartame sono utilizzati dagli stessi che prediligono le bevande, il limite minimo sembra forse difficile da raggiungere  stabilito in la dose giornaliera accettabile ( DGA) fissato dalla UE di 40 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo.

Ricordo che il consumo di aspartame dovrebbe essere evitato da persone affette da una malattia genetica chiamata fenilchetonuria (PKU). Aspartame contiene due aminoacidi, tra cui la fenilalanina che le persone con PKU non sono in grado di metabolizzare completamente.

Indipendentemente dal fatto che io penso che l'uso di edulcoranti non facciano perdere peso, si è voluto creare la base legale per annullare qualsiasi procedimento di un eventuale causa per danni derivanti da un consumo eccessivo d'aspartame per lo sviluppo di un tumore, una decisione che conviene a chi? Ai consumatori o a chi vende aspartame? Nascondersi dietro la GDA è un po' come un elefante che si nasconde dietro un filo d'erba.

Oggi diviene importante la responsabilità individuale non possiamo pretendere che altri le aziende, la Comunità Europea, decidano per noi cosa è meglio mangiare o cosa sia meglio bere, decidono cosa è meglio per loro non cosa è meglio per noi, dobbiamo singolarmente arragiarsi, è brutto dirlo ma è cosi, fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio!


Post correlati
Aspartame buono o cattivo per la salute?
Efsa e aspartame, autorità non è sempre autorevolezza
Meglio Aspartame o Stevia?
Edulcoranti di Sintesi


30 commenti:

  1. Assolutamentegiusta la tua conclusione :)
    Ps. da quando ti leggo ho smesso praticamente di bere cola con edulcoranti, ne bevevo non tantissima ma tutti i giorni ora bevo the e la cola al max una volta a settimana...secondo me dava pure un minimo di dipendenza :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. garzie mariangela un po si è vero lo zucchero può generare dipendenza

      Elimina
  2. Gunther esiste una "lobby dell'aspartame"?
    La domanda che hai posto è perfetta "a chi fa bene"?
    Penso solo alle tasche dei produttori.
    In un negozio biologico ho finalmente trovato il vero zucchero di canna e, stranamente, non ha nulla a che vedere con quello che danno al bar nelle bustine. Certe volte anche fare scelte consapevoli è difficile con tutto il fumo negli occhi che ti tirano..
    Buona Domenica :-)
    Emanuele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che c'è una lobby dell'aspartame, una vera e propria lobby dei edulcoranti di sintesi

      Elimina
  3. Ossantocielo, sto prendendo un antibiotico con l'aspartame. Già mi sentivo in colpa per essere ricorsa all'antibiotico (prescritto dal medico, dopo anni che non lo prendevo), figùrati adesso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh dio sarà mica ancora per il raffreddamento che avevi?
      viene msso in tanti prodotti farmaceutici per dare un gusto più dolce

      Elimina
    2. Esattamente. Cmq anche con l'aspartame ha un sapore orrendo. Ciao

      Elimina
  4. Io l'aspartame l'ho eliminato quand'ero ragazzina e ancora non mi ponevo il problema di evitare, come faccio ora, tutto ciò che non è naturale dalla mia dieta. E all'epoca lo eliminai perchè mi ero resa conto che mi faceva venire la gastrite. Comunque il problema vero sono sempre le persone. Questa leopardata che si bevesse un bel bicchiere di vino rosso invece della sua cola light!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. he he he si sono d'accordo un bel bicchiere di vino rosso :-))

      Elimina
  5. sono d'accordo con la tua conclusione, informarsi e leggere per bene le etichette e saperne il significato ci porta di sicuro a vivere meglio, buona domenica!!

    RispondiElimina
  6. Bisogna sempre informarsi e leggere ... Grazie come sempre!

    RispondiElimina
  7. Hai ragione, Gunther. Tra l'altro, non capisco questa mania di trovare surrogati a qualcosa che ci fa male.Faccio l'esempio dello zucchero: se a certe persone, per patologie varie, viene consigliato di ridurlo al minimo, non sarebbe ragionevole cercare di limitarsi anziché ricorrere ai dolcificanti? Lo stesso per i cibi cosiddetti light o per i succedanei del latte. Se il latte non mi fa bene, meglio eliminarlo anziché bere qualcosa di bianco che non gli assomiglia per niente, tantomeno nel gusto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è che nessuno vuole rinunciare a nulla, i succedanei hanno sempre qualcosa che non va

      Elimina
  8. assolutamente si !!! fidarsi è bene non fidarsi è meglio....sempre...un caro saluto...

    RispondiElimina
  9. Il fatto che l’aspartame sia “nascosto” in diversi farmaci è una cosa che mi dà tremendamente fastidio perché mi toglie la possibilità di decidere autonomamente se assumere o meno dolcificanti. E non lo trovo giusto. Non ho mai creduto che gli edulcoranti facciano perdere peso, mi sembrano piuttosto un modo epr “tenere buona la coscienza”. Non la dimenticherò mai la scena al bar qualche anno fa quando una signora, ben “in carne” e con in mano un bel bombolone alla crema, chiese al barista una bustina di dietor per il caffè. Giustamente era il cucchiaino di zucchero a far danni, mica il fritto e la crema del bombolone :))) Un abbraccio, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi hai fatto morire dal ridere :-)))

      Elimina
  10. Francamente, preferisco mangiare, anche se solo saltuariamente, qualcosa che ha tutti i suoi "elementi" classici piuttosto che mangiare sugar free tutti i giorni.
    Pochi, ma buoni
    Ciao
    Isabel

    RispondiElimina
  11. già non ci si può fidare e bisogna informarsi, ma tanti non lo fanno e se le bevono tutte, è il caso di dirlo!
    comunque, diciamocelo , un adulto/a che beve c..c.... a tavola...ma ci faccia il piacere!!!
    un salutone
    Su

    RispondiElimina
  12. fai molto bene a dare chiarimenti Gunther, ma io a volte entro nella modalità "te l'ho spiegato e non vuoi capire, è un tuo problema"...purtroppo questo mi capita sempre più spesso perchè di sparkling c'è solo la water e troppo poco il cervello...

    RispondiElimina
  13. Questo post arriva in completa assonanza col mio. L'ho condiviso su twitter, oltre a condividerlo in toto. Troppe influenze/pressioni delle multinazionali sull'aspartame e l'agenzia di sicurezza alimentare europea (come l'FDA in USA) hanno dimostrato in diverse occasioni di essere, se non colluse, molto vicine alle aziende alimentari e farmaceutiche. L'unico modo per difenderci è leggere l'etichetta e bere acqua.

    RispondiElimina
  14. Quoto Federica :-) a me è capitata una cosa analoga. Al ristorante sempre una signora cicciottella (sarà stata la stessa? :-))))) con sotto il naso un piattone pieno di antipasti con maionese, mousse, intingoli vari ha chiesto al cameriere di mantecare solo per lei il risotto con olio leggero e non burro "che ingrassa" ahahha ciao Gunter grazie anche di questa chicca! ehi se non ti sento più Felice Natale a te & famiglia! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tanti auguri, un abbaraccio grosso a tutta la famiglia

      Elimina
  15. Non uso edulcoranti ma solo miele e ahimè zucchero raffinato e qualche volta il cannaccia da quattro soldi che è peggio del raffinato...comunque volevo dirti che i nutrizionisti spesso lo consigliano mi è capitato + volte! Ti auguro buon natale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo la parola "nutrizionista" si presta a più interpretazioni, personalmente se un nutrizionista per perdere peso mi consiglia di adoperare aspartame al posto dello zucchero, io cambio nutrizionista

      Elimina
  16. Grazie per le informazioni,meglio non fidarsi :*
    Auguri di buon Natale e un prospero anno nuovo a te e la tua famiglia!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  17. Gunther, che dire...è una vergogna.
    Prima i soldi, poi la salute.
    Poi queste aziende cavalcano l'onda dietistica del XXI secolo...e allora lo zucchero fa male, i grassi vanno aboliti (cose da pazzi) e quindi ci pensano loro a salvare la linea e la salute. Sì, certo.
    Vorrei inoltre linkarti questo articolo: http://www.ilfattoalimentare.it/coca-cola-zero-ciclammato-edulcorante-vietato-usa.html
    E' molto interessante...
    Per il resto, credo che ci vogliano ancora alcuni anni per avere dei risultati attendibili su queste sostanze.
    Di certo la ricerca non dovrà fermarsi...e dovrà andare avanti a testa alta, per lottare a nostro favore, contro eventuali criminali. Perchè queste persone che giocano sulla Vita delle persone per i loro profitti non possono che essere definite tali.
    Buon Natale e buone Feste!!!!!!!!
    A presto!!!!

    RispondiElimina
  18. Cavoli! Il tuo blog apre gli occhi!!!

    Hai ragione, triste dirlo, ma come dici tu dobbiamo arrangiarci da soli!

    vado a leggere quella del latte, sono particolarmente interessata, per più di un motivo.

    A dopo

    RispondiElimina
  19. Io non bevo mai bibite edulcorate, ma d'ora in poi starò attenta ai bugiardini dei medicinali!!
    Mille grazie Günther!!

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi