martedì 9 aprile 2013

Esistono alimenti anti cancro? Alimenti miracolosi che impediscono d'ammalarsi di cancro?


Domanda di Clarissa G.: sempre più spesso leggo che questo o quell'alimento è anticancro, è vero? Lo leggo anche su riviste tecniche di settore, non passa settimana che non c'è un alimento nuovo, non so più a chi credere, mi interessa un tuo parere in merito se c'è un alimento che impedisce di ammalarsi di cancro, mi sei sembrato uno tosto.

Risposta: Grazie per la fiducia ma sopratutto per il tosto, mi piace.

A dire il vero siamo un po' tutti ossessionati da questi slogan a favore di questo o di quell'alimento dai media generalisti, dai media specializzati del settore medico scientifico e dalla diffusione di una cultura medico scientifica sul sensazionalismo che ha colpito anche i convegni medico scientifici. 
Non è raro vedere il convegno medico sponsorizzato da un industria alimentare di pesce e sentire una relazione sul pesce come alimento anticancro, oppure un convegno sponsorizzato dal Consorzio del Salame Felice e la relazione sulle proprietà anticancro del Salame.

Il mio parere è sempre stato quello di diffidare dalla stampa ai convegni medico scientifici sponsorizzati, spesso chi parla lo fà in nome dello sponsor, per questo motivo ho richiesto più volte trasparenza perchè spesso non si comprende bene a nome di chi parlano e perchè, facendo perdere credibilità a un intera categoria.

C'è una nota associazione nazionale di nutrizione che utilizza la stessa carta stampata da lettera dell'azienda che la "sponsorizza", per dire di come è in simbiosi e affettivamente legata alla sua azienda produttrice di dolci, tanto che non si comprende dove inizia l'associazione e dove finisce l'azienda.

Non se ne può più, sovente casualmente l'organizzatrice è una società di marketing per i convegni e nei giornali si tratta di redazionali a pagamento, si perchè oltre alle pagine classiche delle pubblicità sempre più riviste propongono redazionali a pagamento con i contenuti selezionati dalle aziende (va bene che tutti devono vivere ma non sulla pelle degli altri).


Creare terrore con poco
Muovere la leva del cancro e del tumore nell'opinione pubblica è molto facile perchè nonostante i progressi della ricerca medica, il cancro rimane la malattia con la più alta percentuale di decessi. Nel 2012 più di 250.000 persone hanno sentito del proprio medico la parola cancro, il suo suono provoca un senso di paura nella nostra mente, è noto che il cancro può colpire indifferemente in qualsiasi momento e le cause rimangono ancora in parte sconosciute, questo determina un senso d'impotenza e d' angoscia molto forte.

È proprio questo senso d' angoscia che sfruttano i comunicatori per cogliere l'interesse e per mettere in evidenza un messaggio che spesso ha più di un vizio di forma. Sentiamo spesso parlare di alimenti con proprietà anti-cancro, ma lo sono veramente?

Che cosa c'è di vero?
Proprio recentemente è stato pubblicato uno studio sulla rivista Nutrition and Cancer che aveva come soggetto alcuni slogan sulle presunte proprietà anticancro di alcuni alimenti ricchi di Flavonoidi (indivia, cipolla rossa) e Omega 3, che secondo fonti attendibili potevano ridurre il rischio di cancro alle ovaie, del 75% .
Lo studio dimostra inconsistenza delle affermazioni e degli slogan, poichè si fa riferimento a studi in vitro, non sappiamo i benefici che possono essere determinati nell'uomo. Negli ultimi anni sono stati fatti studi anche sull'uomo ma dai risultati discordanti.
Sovente quando si parla di alimenti anticancro si parla di sostanze contenute in alcuni alimenti che potrebbero avere degli effetti anticancro, il problema sul loro eventuale consumo rimane un dibattito aperto.

Si è diffuso sempre di più anche a livello medico scientifico un forte egocentrismo, che pure di mettersi in evidenza si tende ad usare uno studio parziale di primo livello e lo si fa diventare uno strumento di marketing per se stessi e per lo sponsor o solo per la speranza di averne uno (c'è un nome per questo gruppo di persone ma non posso scriverlo).

Ho visto giovani ricercatori fare un tour dei maggiori congressi medici per parlare di uno studio a cui loro non avevano partecipato ma solo letto parte di questo e vantare le proprietà anticancro di un alimento, almeno se proprio vuoi metterti in evidenza fallo per qualcosa che tu hai fatto non che hai copiato e incollato.



L'alimentazione dei super cibi contro il cancro

Il cancro è una malattia multifattoriale: ci sono diversi fattori che possono influenzarne lo sviluppo, alcuni sono genetici , altri sono i fattori ambientali o comportamentali, il suo sviluppo non è legato ad un singolo fattore, ma una combinazione di questi, l'alimentazione fa parte di uno di quei fattori ambientali e comportamentali. 

L'errore è nella mancanza di percepire l'alimentazione nel suo complesso e non per singolo alimento o nutriente, come se una persona mangia solo l'omega 3 del pesce o i flavonoidi  di alcuni alimenti e beve gli antiossidanti della spremuta di melograno, ma proprio alcuni di questi cibi dalle presunte proprietà anticancro sono ricchi anche di altre sostanze si pensi per esempio ai residui di pesticidi che rischiano nella realta di stimolare la formulazione del tumore, di altre sostenze non sane come il mercurio contenuto in alcuni tipi di pesci e della preparazione e cottura alla griglia di alcuni alimenti.

Un altra cosa importante è la stagionalità nei prodotti, molti degli alimenti anticancro di cui si vanta proprietà  hanno una stagionalità prendiamo per esempio il lampone o gli agrumi, non sono disponibili sempre tutto l'anno si trattano alimenti come se fossero dei farmaci disponibili sempre tutto l'anno, oppure sono disponibili in altre forme ma siamo certi che da trasformati hanno le stesse proprietà?
Proprio la settimana scorsa abbiamo parlato del cioccolato e abbiamo visto che nella lavorazione del cioccolato si perdono il 70% dei polifenoli contenuti, è anche importante la modalità con cui l'alimento arriva sulla nostra tavola che il suo contenuto come raw ingredient.

Prima di nutrirci esclusivamente d'alimenti miracolosi anticancro dovremmo forse meglio iniziare ad alimentarci meglio partendo dall'inizio come per alfabeto dalla lettera A senza arrivare direttamente alla lettera Z, percepire alcuni comportamenti facendo alcune scelte come nel post Un alimentazione o una dieta può prevenire il cancro al seno?

Personalmente ho una mia carissima amica medico, specialista in scienze dell'alimentazione che da diversi anni si occupa di prevenzione di cancro al seno, segue tutto alla lettera, normopeso, un alimentazione non corretta ma correttisima al grammo, eppure più di un anno fa le è stato diagnosticato un tumore maligno al seno.

Racconto questo per dire che l'alimentazione fa parte di uno di quei fattori ambientali che possono se controllati aiutare nella prevenzione ma i fattori che causano e determinano un tumore maligno è più complesso.

Tuttavia un alimentazione sana ed equilibrata con belle buone scelte e un discreto movimento fisico aiuta a rimanere intatto il più possibile il nostro patrimonio di salute  e avere un fisico più forte e resistente ma nessuno può garantirvi un alimento contro il cancro, se ce ne fosse veramente uno sarei il primo a dirvelo.

Alcuni scienziati nutrizionisti ed epidemiologi sovente non hanno alcuna consapevolezza nel fornire messaggi, sono troppo presi da se stessi, ma tendono a sensazionalizzare i risultati di un singolo studio spesso proprio ma anche copiato e incollato per puro egocentrismo e/o per proprio tornaconto personale o dello sponsor di turno, come proprio nel caso di questo studio pubblicato.


Post correlati



41 commenti:

  1. Il buon senso deve sempre farla d padrone. Però che tristezza i convegni sponsorizzati e "giocare" quasi con la salute! Non si sa più a chi credere davvero. Grazie ancora una volta per i tuoi post informativi. Un bacio

    RispondiElimina
  2. Concordo nel rivedere la nostra alimentazione, mangiare meglio sicuramente giova al corpo. Che poi esistano alimenti anti-cancro.. non credo onestamente ma è la mia modesta opinione. Poi ti possono dire che i broccoli fanno bene, ma se io sono intollerante forse al mio corpo non fanno così bene giusto?.. Insomma non siamo tutti uguali, ma certo un alimentazione corretta aiuta. Più frutta e verdura, sicuramente se di stagione è meglio, pochi condimenti.. Ma meglio non leggere troppi giornali e guardare troppa tv che le notizie non sempre rispecchiano la realtà no?.. Bravissimo Gunther, un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Ho letto il tuo post tutto d'un fiato. Purtroppo quello che dici è vero e il fatto che giri tutto intorno ai soldi e all'egocentrismo del personaggio di turno, è veramente triste. Finchè si parla di un detersivo o di un prodotto qualsiasi, lo sponsor ci sta, ma quando c'è di mezzo la salute, gente che soffre e che si attacca a qualunque speranza per un futuro migliore, il discorso cambia. IL problema è che sono ben pochi i medici che fanno il loro mestiere, per vocazione. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Io qualche anno fa ho avuto un problema di cancro e al Centro Tumori di Milano mi hanno "consigliato" degli alimenti che potevano rafforzare le mie difese immunitarie, pur sottolineando che non erano alimenti anti-cancro.
    Quindi sono piuttosto scettica quando leggo i vari articoli sui giornali che indicano un alimeno piuttosto che un altro come aiuto anti-cancro ...
    Una cosa credo sia certa, mangiare in maniera sana e con moderazione aiuta!
    Grazie Gunther, leggerti è sempre un piacere.

    RispondiElimina
  5. E' sempre tutto un business, anche la nostra salute purtroppo.
    Grazie come sempre.

    RispondiElimina
  6. purtroppo la prevenzione non è una garanzia di non ammalarsi, di qualunque patologia si parli. Però dobbiamo essere tutti più consapevoli di quanto l'alimentazione sia importante e "sana" non significa "sacrificio" ma solo abitudine a trattarci bene, il cibo è il nostro carburante e dobbiamo sceglierlo di qualità!

    RispondiElimina
  7. Mi ha molto colpito il tuo accenno a quella "nota associazione nazionale di nutrizione che utilizza la stessa carta stampata da lettera dell'azienda che la "sponsorizza", per dire di come è in simbiosi e affettivamente legata alla sua azienda produttrice di dolci": Ecco, trovo questa cosa talmente scorretta ma anche cosi' ingenua da non stupirmi piu' di tanto. C'e' un marcio cosi' generalmente diffuso da farmi pensare che il vero cancro risieda proprio li', in questi rapporti opachi, dove il business prevale su ogni altra considerazione etica. Sono abbastanza vecchia da averne letto o sentito di tutti i colori: un giorno fa bene l'arancia, l'indomani e' meglio il pomodoro, il giorno appresso si demonizza il caffe', per riabilitarlo un mese dopo. Credo che la genesi di certe malattie risieda in una moltiplicita' di fattori in cui l'alimentazione ha un ruolo importante anche se, purtroppo, non basta nutrirsi bene per evitare la malattia.
    Complimenti, Gunther, per dire come stanno le cose senza tanti peli sulla lingua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e non la sai neanche tutta, perfino le diapositive per le presentazione delle relazione ai convegni vengono fatte direttamente in azienda e trattano i relatori come dei pappagalli!

      Qunate ne abbiamo sentite eh

      Elimina
  8. Tristemente vero, cancro è una parola che solo a sentirla mette il terrore e il terrore, come si sa, è cieco...facile giocare allora con le speranze e i timori della "massa" inducendola ad acquistare i cibi miracolosi che promettono eterna giovinezza ed invulnerabilità.
    Magari bastasse ingozzarsi di broccoli per scongiurare questo male terribile :)
    Grazie Gunther, a presto!

    RispondiElimina
  9. mi ripeto ma leggere i tuoi post è veramente sempre molto interessante grazie!!!a presto...

    RispondiElimina
  10. terrorizzare la gente sembra essere uno sport molto in voga purtroppo ! Non so davvero se ci sia qualcosa che aiuti a tenere il cancro lontano da sè, alimenti, stili di vita, ambiente, credo che sia una somma di tutto questo e anche una notevole dose di fattore C., chiamiamola finemente fortuna!

    RispondiElimina
  11. Quotidianamente preparo schede relative alle ricette proposte durante i corsi.
    Cerco di dettagliare e spiegare quanto più possibile, quando mi sembra che le notizie in mio possesso non siano sufficienti( o più semplicemente che io non ne sappia abbastanza) mi metto a caccia e scopro che.....tutto viene proposto come medicamentoso, tutto ha proprietà antitumorali o come tale viene suggerito.....ma possibile???? Sorpresa, diciamo pure allibita:(

    RispondiElimina
  12. credo che bisogna finirla con questi medici sponsorizzati che prendono in giro le persone, ci vogliono condanne esemplari

    RispondiElimina
  13. Mi piace moltissimo leggerti, leggere tante opinioni apre la mente e aiuta a ragionare con una certa consapevolezza...certo però che è destabilizzante sapere che niente o quasi niente di quello che ti circonda è "vero" anzi spesso neppure lontanamente verosimile

    RispondiElimina
  14. Non avevo dubbi, ma il cancro è un nemico così subdolo che sarebbe bello fosse vero.....e il marciarci sopra è davvero ignobile...

    RispondiElimina
  15. Mi sono sembrate molto corrette le affermazioni del tuo post, soprattutto perché sono espresse con le giuste riserve che bisogna avere nel parlare di una malattia le cui cause sono ancora per lo più sconosciute.

    In ogni caso, anch'io mi sono interessata riguardo l'alimentazione anticancro, anche se non sono un'esperta, perché come dici è un tema che piace al grande pubblico. Ammetto di nutrire certo scetticismo riguardo a coloro che difendono l'alimentazione vegana e macrobiotica come anticancro, però mi era risultato molto convincente Franco Berrino. È un oncologo che lavora a Milano e porta avanti da anni un progetto per la prevenzione del cancro al seno attraverso l'alimentazione. Che cosa ne pensi al riguardo?

    Mi sembra molto sensato quello che dici, la cosa migliore è avere uno stile di vita e alimentare sano, e, soprattutto, non ossessionarsi e diffidare delle affermazioni troppo "drastiche" e definitive.

    Ti ringrazio ancora per il post. Ti ho scoperto da poco ma ti seguo con interesse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso sintetizzare il lavoro di Berrino in poche righe

      Franco Berrino, ha tutta la mia stima, molte cose del suo lavoro sono condivisibili come lo sono quelle di molti altri centri oncologici internazionali ma molte altre lo sono meno, più che il lavoro di prevenzione è molto più interessante il suo lavoro post tumore.

      La multifattorialità del cancro non sono io a sostenerla ma il word cancer research fund

      Quello che mi dispiace è che in Italia in questi anni non siano venuti fuori dei nomi nuovi con dei lavori e dei progetti di ricerca più innovativi su alimentazione e cancro , peccato

      Elimina
  16. Grazie per queste precisazioni, c'è bisogno di chiarezza, continua così! Spesso ci lasciamo incantare da questa o quella notizia sensazionale e perdiamo di vista il buon senso, capita, forse proprio perché il cancro fa davvero tanta paura...

    RispondiElimina
  17. Concordo su tutta la linea Gunther, non ci sono alimenti che assicurano la protezione contro il cancro purtroppo, influiscono tanti altri fattori, anche lo stress..Ma credo che un certo regime di alimentazione possa aiutarci a creare un ambiente 'ostile' alle cellule cancerogene. Ho letto molto a riguardo a causa di problemi familiari e seguo il lavoro del prof. Berrino e del Dott. Ongaro, ho tratto interessanti spunti per modificare l'alimentazione mia e della mia famiglia. Non ci si mette al sicuro, certo, ma ci si sente meglio e si spera di proteggersi almeno un po'...poi fare prevenzione, tanta prevenzione.
    Bravo come sempre! Ciao! Roberta

    RispondiElimina
  18. guarda ultimamente in giro c'è la voce dei rossetti al piombo ... anzi sono anni che c'è e quest'anno hanno iniziato con la paura al cancro al seno (bada caso, lo usano le donne). Secondo me hai ragione a dire che mangiare sano fare attività fa bene anzi benissimo ma cosa sappiamo cosa ci hanno fatto mangiare da bambini oppure cosa respiriamo???e le aziende che girano su questo sono dei sciacalli

    RispondiElimina
  19. Molto interessante questo post, come sempre. Io mi sono fatta l'idea che, come in tutte le cose, anche nell'alimentazione è importante avere misura, nel senso di non esagerare né con singoli alimenti né con le quantità, e di cercare di assecondare il più possibile un'alimentazione naturale. E bosogna stare attenti a chi ci vuol far credere che i cibi siano come i farmaci, anche perchè le persone potrebbero essere indotte ad abusarne e l'effetto non sarebbe più benefico.

    RispondiElimina
  20. mi piace l'obiettività che metti sempre nella discussione degli argomenti che presenti, mi trovo sempre d'accordo con te, ma in questo caso anche di più! come la tua amica medico ho sempre mantenuto uno stile alimentare e di vita direi ottimo per non apparire presuntuosa, tuttavia ciò non è stato sufficiente per garantirmi l'integrità nei confronti di questa malattia.
    Certo alimentarsi bene e con prodotti controllati aiuta ma non salva. Ecco perchè bisogna valutare con la giusta moderazione le informazioni che ci bombardano da ogni fonte, sopratutto quelle sponsorizzate come sottolinei nel tuo articolo.
    Complimenti! leggerti è sempre istruttivo

    RispondiElimina
  21. Bravo Gunther, bel post! ;-)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  22. Come sempre, facciamo del nostro meglio e cerchiamo di alimentarci in modo sano e vario!! Non credo agli alimenti miracolosi!!
    Grazie Gunther!!

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  24. In sostanza bisogna diffidare dei congressi sponsorizzati ... Mi spiace per la tua amica, e condivido quando dici che "l'alimentazione fa parte di uno di quei fattori ambientali che possono se controllati aiutare nella prevenzione ma i fattori che causano e determinano un tumore maligno è più complesso". Il mio professore di genetica umana diceva che le cause e i fattori che determinano un cancro possono essere tanti e ogni tumore ha una sua particolarità e un "innesco"diverso, ecco perchè è così difficile trovare una cura per il cancro "generica"...perchè in realtà, bisognerebbe trovare terapie specifiche per ogni "tipo" di cancro.

    RispondiElimina
  25. Purtroppo la parola salute per molti va a bracetto col business. Magari co fosse un alimento così :-)

    RispondiElimina
  26. Bravo, bravo , bravo! ...oltre che tosto!
    ciao Su

    RispondiElimina
  27. Cerco sempre di mettere sulla mia tavola prodotti genuini con un occhio alla salute.... Ma per i miracoli bisogna rivolgersi altrove....

    RispondiElimina
  28. Noi mangiamo tanta verdura e tanta frutta! Facciamo quello che possiamo!
    grazie Gunther, a presto!

    RispondiElimina
  29. Cerco sempre prodotti genuini, da filiera corta, ma poi ci si può fidare? Vedi oggi, lo scandalo dei prodotti bio...che bio non sono affatto!
    Grazie per le informazioni.
    Ciao Gunther, è sempre un piacere leggerti.
    A presto.Buona serata

    RispondiElimina
  30. Posso essere cinica? Nessuno vuole più morire e si attacca alle presunte proprietà di una cima di rapa per stare bene! Poi magari fuma come un turco e non esce mai di casa.. Gunther, hai proprio ragione e i tuoi post sono sempre chiari e interessanti :) Buona giornata

    RispondiElimina
  31. Proprio un bel articolo, come sempre!!! purtroppo hai ragione tu non possiamo definire un cibo "anticancro" altrimenti avremmo già trovato la cura. Certo un corretto stile di vita e di alimentazione può aiutare, ma non allontanare il pericolo di questa bruttissima malattia.

    Mia nonna morì di cancro al colon 30 anni fa...e non per sua scelta, ma perchè non se ne avevano le possibilità, credo avesse mangiato carne forse solo nelle festività...forse! quindi la sua dieta pseudo vegetariana non le è servita a nulla....purtroppo.

    buon week end

    RispondiElimina
  32. Forse dovremmo davvero disinvestire il cibo di tutti questi tristi connotati farmacologici (che nascono poi dalla solita modalità scientifica di scindere gli alimenti etc. etc. come tu sottolinei.) Il cibo è il nostro nutrimeno, il nostro sostentamento, ci nutre e sostiene oggi, e a seconda di come e cosa mangiano il nostro fisico risponde. Io mangio in un certo modo per star bene ora, non per assicurarmi un futuro, perché se mangio male lo sento subito. Allora mi dico, magari più che pensare alla "prevenzione" per il domani, sarebbe meglio fare "educazione" per l'oggi.
    E magari tornare a mangiare una carota, non per le sue vitamine/antiossidanti/etc., ma per la Gioia di farlo: Crunch!

    RispondiElimina
  33. come tutti i tuoi post del resto, anche questo è eccellente per la veridicità dei contenuti, alcune cose neanche io le conoscevo, e concordo con te sul fatto che bisogna mangiare bene sempre, rispettando gli ingredienti e la loro stagionalità, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  34. Gunther alal fine penso che ci sia molto marketing in queste dischiarazioni.

    La medicina dovrebbe restare fuori da queste sparate sensazionalistiche...

    RispondiElimina
  35. Normalmente leggo i tuoi articoli sempre interessantissimi e li commento, oggi sono qui non per commentare ma per una richiesta non è che potresti scrivere qualcosa di più informativo di quelo che hanno detto in TV su questa notizia del cibo bio contraffatto. Giuro che mi ha sconvolta , ma come pago di più per cercare di essere avvelenata di meno e invece mi fregano! Vorrei capire con il tuo aiuto se è possibile di chi ci possiamo ancora fidare. Grazie e buoona domenica
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alice, ci sto scrivendo un post, lo metto on line nei prossimi giorni, purtroppo contro le truffe si può fare poco ma lo spiegherò meglio nel post, grazie della domanda

      Elimina
  36. con la crisi che colpisce l'Italia la qualità e la sicurezza dei cibi che mangiamo è diminuita molto, per non parlare del fatto che tante famiglie vano al discount per risparmiare.
    a Milano per esempio l'aria è inquinatissima ma nessuno fa niente di concreto.
    sono tante cose tutte insieme che fanno ammalare le persone, il cibo è importante, io resto sempre dell'idea che la dieta vegetariana o meglio ancora vegana, sia la migliore per prevenire un sacco di malattie, perchè non esiste solo il tumore, esistono tantissime malattie invalidanti e fastidiose che possono rovinare la qualità della vita, da giovani e da meno giovani.
    e se possibile comunque, fate sport e abbandonate i centri troppo inquinati, non risparmiate sul cibo,scegliete sempre il biologico controllato, bevete e fumate poco e dite no ai derivati animali.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi spiace che adoperi l'anonimato senza firmarsi ma le rispondo lo stesso

      Io non ho mai in questo blog invitato a mangiare carne anzi ho pubblicato studi che mettevano in relazione l'eccessivo consumo di carne con molte patologie.

      Non mi voglio riferire in questo caso ai studi medico scientifici ma alla mia esperienza personale,purtroppo se si percorrono i reparti d'oncologia si trovano pazienti carnei come pazienti vegetariani, forse qualcuno meno ma non cosi tanto che posso giustificare il dire che l'alimentazione vegetariana non faccia ammalare di cancro.

      Per scelte di Marketing oggi si dà troppa importanza all'alimentazione rispetto a tutti gli altri fattori.

      C'è specialmente un medico italiano ottantenne che con le sue tesi secondo rischia di fare più danni che benefici
      le sue convinzione sono maturate negli anni 70, quaranta anni fa, dove si guardava ad oriente come i paesi del cibo sano, delle abitudini sane.

      Oggi non è più cosi, quelli alimenti non sono più cosi sani arrivano da colture OGM e sono pieni di residui di fertilizzanti.

      Chi è vegetariano che lo sia, non ho nessuna intenzione di fargli cambiare idea, ma dire che previene il cancro e altre malattie è molto difficile da sostenere.

      ogni individuo si adatta all'ambiente in modo differente cosi come all'alimentazione a qualcuno magari un certo tipo di alimentazione può fare bene ad altri può non portare i stessi benefici, anzi può portare anche danni.

      io devo parlare per tutti e non per singolo soggetto

      Elimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi