lunedì 11 febbraio 2013

Diane 35, farmaco anticoncezionale sospeso

Una piccola informazione di servizio a Settembre avevamo parlato dei 4000 farmaci utili, inutili dannosi, ebbene il farmaco Diane 35 una delle pillole anticoncezionali di 3° e 4° generazione è stato ritirato dal mercato, perché proprio come avevamo segnalato per aumento dei casi di trombosi.

Le pillole anticoncezionali sono apparse negli anni '60, (contengono piccole quantità di estrogeno e progestinico) sono tra i modi ritenuti più efficaci per prevenire la gravidanza. Uno studio danese pubblicato nel mese di giugno 2012 ha concluso che il tasso di trombosi arteriosa sono in aumento nelle popolazione femminile che utilizza le pillole anticoncezionali mentre nelle donne che non utilizzano pillole anticoncezionali i casi di trombosi sono rari. 

Il rischio di flebite ed embolia polmonare dipendono da più fattori dalla dose d'estrogeni dalla natura del progestinico ma anche da altri co fattori come l'età, il fumo, anomalie di coagulazione del sangue, qualcuno sottolinea anche fattori genetici che possono favorire una predisposizione, tuttavia il farmaco è stato sospeso per tre mesi.

Alcuni ricercatori hanno fatto notare che le pillole di seconda generazione hanno raddoppiato i casi di trombosi e di terza generazione triplicato. Nel caso di Diane 35 il rischio è stato stimato di 4 volte superiore di un altro farmaco.

Sia bene inteso in discussione non è la pillola ma la sua sicurezza d'uso, che deve essere garantita.

10 commenti:

  1. Saggi decisione :) Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  2. Direi che è meglio prevenire che curare :) Grande Gunther, grazie per le informazioni sempre preziose! :)

    RispondiElimina
  3. sono,anzi ero, una delle fruitrici di detto anticoncezionale
    per scelta ho smesso di fumare da molti anni (prendo la pillola da quando ne avevo 20 e adesso mi sto avvicinando alla menopausa)
    sono d'accordo che se un farmaco ha effetti collaterali gravi che si presentano su un numero significativo di pazienti esso vada ritirato, specie se essitono altri farmaci simili che danno meno problemi
    cambiare la pillola non nmi ha disturbato più di tanto

    RispondiElimina
  4. Hai perfettamente ragione, sono d'accordo!

    RispondiElimina
  5. Bisogna aspettare sempre le "casualities of war" per correre ai ripari vero...ma !@*é@!"*§§ loro!

    RispondiElimina
  6. La prevenzione prima della cura, assolutamente!!!

    RispondiElimina
  7. ma è stata ritirata solo in Francia o anche da noi?
    Sai non si sa mai :)

    RispondiElimina
  8. dopo Francia e Gran Bretagna anche l'italia sta procedendo alla revisione sui dati sul farmaco incriminato. Lo ha annunciato il direttore generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco, Luca Pani.
    A livelo internazionale ci sarà una riunione all'Ema a fine febbraio inizio marzo in modo che tutti i paesi possano applicare la stessa direttiva

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi