giovedì 11 marzo 2010

11 Marzo Giornata Mondiale del Rene, World Kidney Day (Malattie Renali, Ipertensione e Diabete)



Nel 2010, un adulto su dieci soffre di una malattia renale, che rappresenta più di 500 milioni di pazienti in tutto il mondo. Questa giornata ha lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica, i medici, ma anche i responsabili pubblici della sanità per l'aumento del numero dei disturbi delle malattie renali, che vengono diagnosticate troppo tardi, da qui l'importanza della prevenzione.

I dati epidemiologici dimostrano che l'incidenza della malattia renale crescerà di un fattore da 1 a 2 nel 2025. Tra i fattori che determinano le cause sono l’ipertensione e diabete, in particolare il cosidetto diabete di tipo 2, diabete mellito. Il 30-40% di coloro a cui è stato diagnosticato il diabete sono in dialisi cronica. Questa la ragione per cui il diabete è protagonista della giornata del rene 2010.

Molta attenzione sarà posta allo screening per tali malattie (nefropatia, glomerulonefrite), spesse generate dal rene policistico, condizione che se non diagnosticata in tempo, diventata una malattia irreversibile. Una volta che i due reni sono inefficaci, il paziente non ha altra scelta che la dialisi, a meno che non ci sia un trapianto.


Pertanto è importante che alla minima traccia di albumina nel sangue o nelle urine, il paziente consulti un nefrologo. Prese agli inizi questo tipo di malattie possono essere effettivamente trattate. Purtroppo, ci sono più di 4.000/5. 000 dialisi nuovi casi ogni anno in paesi come come l'Italia, Germania, Francia, Spagna, con conseguenze pesanti sia personali e in termini di salute pubblica, la dialisi rappresenta il 2% del bilancio complessivo della sanità, ma è una voce di bilancio che rischia di finire fuori controllo, perchè sono delle patologie in forte aumento.

L'altra grande sfida per la medicina è quella di migliorare le condizioni di vita di coloro che sono nella condizione di insufficienza renale cronica. Un esempio è la Dialisi peritoneale con questa metodica il sangue, invece di essere filtrato attraverso una membrana al di fuori del corpo, viene "pulito" direttamente nel corpo del paziente attraverso la membrana naturale costituita del peritoneo (sottile membrana che riveste alcuni degli organi presenti in addome). Il peritoneo consente alle sostanza di scarto di passare attraverso lo stesso fungendo da filtro ed è molto ricco di piccoli vasi sanguigni, questa tecnica di dialisi permette al paziente di condurre una vita pressoché normale in attesa di un trapianto possibile .

Per saperne di più : Insufficienza renale: quale cura per i pazienti con diabete?

Info Link. World kidney day, Fondazione Italiana del Rene, Società italiana di Nefrologia,

6 commenti:

  1. Caro Gunther, io sono molto sensibile a questo tema soprattutto perchè le malattie renali come ad esempio l'autoimmunità non sono
    "dolorose" pertanto non mostrano un campanello d'allarme e proprio per
    questo motivo non vengono scoperte in tempo. E' importante che ognuno di noi controlli il proprio stato di salute periodicamente ;)
    Spighetta

    RispondiElimina
  2. roberta.mangano11 marzo 2010 14:09

    è un argomento molto forte, hai fatto bene a parlarne

    RispondiElimina
  3. Grazie mille per questo post ricco d'informazioni. ciao a presto

    RispondiElimina
  4. Grazie per aver segnalato l'evento.
    Buon fine settimana,

    wenny

    RispondiElimina
  5. Ne ho parlato anch'io, Gunther, era giusto citare questa iniziativa: riguarda molte persone.

    RispondiElimina
  6. Grazie dell'informazione,un evento molto importante ed è giusto che se ne parli!!!!
    Buon We!!!buc

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi