mercoledì 18 marzo 2009

Il ritorno di Alixir di Barilla












Ritorna Alixir di Barilla, a un anno e mezzo dal lancio, dopo i commenti non proprio favorevoli di blogger e consumatori, ha perso per strada solo qualcosa per colpa della condanna dell’Antitrust per pubblicità ingannevole. Non è costato poco Alixir alla Barilla, oltre i famosi 10 milioni di euro dichiarati per la comunicazione (secondo me non veri, ma dichiarati solo per fare impressione), si è aggiunto il costo dello spot del marchio qui attraverso la storia dell'azienda per la necessita di ri acquisire la fiducia dei consumatori e dei partner commerciali.
Un ritorno contraddistinto però dai vizi di forma della precedente comunicazione. Personalmente mi auguravo che questo periodo finestra fosse servito per potere riflettere sulla linea, per innovare il concept del prodotto, della comunicazione, invece è cambiato poco.

Il packaging finalmente è divenuto più accattivante, più gradevole dell’aspetto inquietante che aveva prima (non ci voleva molto, è un po’ poco!). Rimane un difetto originale e lo si vede nel nuovo spot dove il punto luminoso si muove come la bacchetta di Mago Merlino nel film “La spada nella roccia”, il riferimento del prodotto alla pozione di Mago Merlino è molto evidente lo spot dice “Alto contenuto di antiossidanti, dona freschezza alle tue cellule, difendi la tua giovinezza” con la voce del tono della Maga Magò, cosa dire di più? Fanno tutto già loro, e poi dicono “i consumatori non capiscono non ci prendono sul serio” si può fare altrimenti?

Dal mio modesto parere mi sembra che si navighi nella "confusione" dallo spot come nel sito internet ci sono molto informazioni che fatico a collegare con i prodotti, news di medicina e linea Alixir sono pertinenti? C'è un nesso? Non ho compreso! Senza cattiveria ma credo che manchi coerenza nel messaggio, elementi di comunicazione che vanno in direzioni diverse mi creano confusione cosi come ieri anche oggi, sembra che abbiano sposato la filosofia se non gli convinci confondili.

Dal punto di vista strategico invece il trend degli alimenti funzionali oramai fa presa solo in Italia perché oramai in tutta Europa è il trend del naturale, dell' ecologico sono questi i plus che i consumatori chiedono al prodotto.

Nessuno vuole vietare a Barilla di entrare nel settore degli alimenti funzionali è chiaro, io penso che se vuole insistere nel volerlo fare, deve ripensare il concept del prodotto, va rivisto interamente, va aggiornato, oggi le tecnologie offrono moltissimo dove attingere a delle nuove conoscenze sia tecniche che medico scientifiche, dal momento che non mancano le risorse e le professionalità proprio nello loro immediate vicinanze (!), come le Università, cambiare i consulenti per questa linea di prodotti è il mio consiglio più sincero che vi posso dare.

Il mio parere sugli alimenti arricchiti è noto ai miei frequentatori e voglio rimarcarlo, sono alimenti che vanno a colpire un target di buone possibilità economiche e ne sfruttano il complesso di colpa di errate abitudini di vita, si offorno alimenti come “toccasana” dove lo slogan è un must e ti distrae dall’etichetta del prodotto, credo che l'uso generale di alimenti funzionali in modo generale sia giustificato solo c’è una carenza endemica della popolazione, sugli antiossidanti e la loro funzione poco credibile ho già scritto. Una buona, sana e corretta alimentazione unita ad un corretto stile di vita è più che sufficiente. Vi aiuterà anche a risparmiare visto che tutti i prodotti arricchiti sono piuttosto cari, come in questo caso per esempio i fiocchi al cioccolato euro 21 al kg e le barrette 47 euro al kg..
Si sa che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi, cosi Barilla per tutelarsi si è inventata una nuova "anima"un nuovo slogan "il futuro dell'alimentazione cresce insieme con noi" con tanto di sito internet "Barilla food nutrition", io non capisco se ci sono o ci fanno!

11 commenti:

  1. nel supermercato dove vado li hanno messi tra i prodotti bio e quelli senza glutine... a me, senza conoscerli, è bastata la confezione nera per diffidarne; in ogni caso non comprerei mai né un succo di frutta confezionato, né qualsiasi altro prodotto integrativo-funzionale: sono d'accordissimo con te quando dici che una sana e corretta alimentazione è sufficiente.

    RispondiElimina
  2. A me non convinceva prima e non convince neppure ora...sarà che recentemente ho fatto un scorpacciata di frutta tropicale in Africa e..lì sì che avvertivo le vitamine pure!!!!

    RispondiElimina
  3. gli ho visti in offera all'esselunga insieme ai prodotti per dimagrire, pensavo che aiutassero a perdere peso

    RispondiElimina
  4. ihih non sanno dove metterlo? non sanno a cosa serve? c'è bisogno di un libretto delle istruzioni al più presto, dillo alla Barilla!

    Gli antiossidanti ormai li mettono dappertutto. Ma ho letto, ora non ricordo bene, che o presi da soli o presi in modica quantità non servono.
    Si, insomma, è una bella fregatura!

    RispondiElimina
  5. Ciao caro, passa da me c'è qualcosa per te :-)

    RispondiElimina
  6. sono felicissima d'aver trovato quest'articolo,tante volte mi passasse x la testa di comprarlo! penso che in mattinata posterò ricettina che sicuramente ti farà leccare i baffi sempre se li hai ! buona giornata

    RispondiElimina
  7. Sei unico il riferimento al cartone animato lo hai trovato solo tu, complimenti per l'astuzia. Parlaci di più di vino!

    RispondiElimina
  8. Ciao Gunther, se hai voglia da me c'è un compitino per te!
    Grazie per i suggerimenti di viaggio, la costa azzurra, bellissima, la conosciamo bene, ormai siamo quasi certi che andremo ad Ischia...la montagna la lasciamo x agosto...

    RispondiElimina
  9. Caro Gunther, di Alixir se n'è fatto un gran parlare. Sono un'abbonata di Altroconsumo e per questo mi piace riportare un indirizzo dove leggere di tutto e di più su questi prodotti. So che non dico niente di nuovo per una persona informata come te, ma magari se qualcuno volesse darci un'occhiata....

    http://www.altroconsumo.it/p276573/q/alixir/stem/0.htm

    A presto

    RispondiElimina
  10. con il nuovo sito ti stanno imitando, dovresti denunciarli per plagio a me sembra che prendono in giro

    RispondiElimina
  11. @valerioemarco, come non darvi ragione
    @saretta, beate te della scorpacciata di frutta che invidia
    @mina, collocarli vicino ai pasti sostitutivi ipocalorici non credo sia una buona idea
    @danx, il loro utilizzo andrebbe spiegato meglio
    @pagnotella ok arrivo
    @cristina, parlerò presto di vino, ciao saluti tutti i soci del consorzio
    @marcella, grazie passo passo
    @milla, grazie
    @anna, grazie del link, siamo sulla stessa lunghezza d'onda
    @giuseppe, non esagerare, gli argomenti in generale sono simili,ma io sono solo uno, piuttosto quel sito è imitato dalla comunicazione della nestlè

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi