domenica 28 settembre 2008

La crisi mette in ginocchio i ristoranti! Quali soluzioni

“Un dessert o un caffe? No grazie mi porti il conto per favore”. In questa semplice frase c’è la sintesi dell’umore del momento. La perdita del potere d’acquisto sta cambiando le nostre abitudini a iniziare da queste piccole economie. Il consumo del cafè nei ristoranti è diminuito del 10%, a mezzogiorno si consuma un piatto veloce e la sera si "dimentica" di ordinare l’antipasto, il vino e il dessert ma l’abitudine di uscire è rimasta infatti i locali sono pieni di persone.


Non esistono ancora i dati ufficiali e se esistono non vengono resi noti, perché come qualcuno dice il nostro paese è un paese ricco c’è il numero più alto di telefonini. I proprietari di bar, ristoranti e birrerie, con cui ho parlato, ritengono che il loro lavoro sia diminuito dal 10% al 30%, cha vanno dal meno 10% nei locali del centro al 30% nei locali di periferia ci sono diversi segni come la chiusura dei grandi ristoranti a mezzogiorno. Inoltre negli ultimi due anni sono aumentati i costi fissi del ristorante, il costo delle materie prime, fare i ristoratori non è più così semplice.

In molti il rischio di chiusura è reale e al momento non si vedono segni di miglioramento, si sono modificati i consumi si tende meno a frequentare il ristorante, ma si acquista sempre più piatti pronti in panetteria, al supermercato, fast food; si mangia sempre più spesso a casa e ci si vede a casa da amici.

Un ristoratore che frequenta il blog mi ha chiesto cosa fare?

Ammetto che non ho delle ricette esclusive e che dovrei conoscere il ristorante e la zona, ma qualche piccola cosa si può fare come per esempio quella di premiare la fedeltà dei propri clienti, ricordatevi che il cliente è un patrimonio del vostro ristorante, ha un costo molto più alto cercare nuovi clienti che accontentare i propri, dovete cercare di avere un atteggiamento simile alla grande distribuzione come per esempio premiare la fedeltà con una carta o con scontistica , cambiare spesso menù e dare dei nuovi motivi per venire come: le serata a tema, ospitare uno chef di un'altra città, lanciare una proposta in abbinamento con le sale cinema.

Un altro problema sono gli orari di servizio in genere in ristoranti servono dalle 12 alle 14 e dalle 19 alle 22,00 oggi il consumatore mangia 24 ore su 24, si possono trasformare i ristoranti in cafè per rendere il locale frequentabile più spesso anche alle ore insolite. Innovazione anche nel menu, se la gente spende meno e inutile mettere piatti elaborati con prodotti eccessivamente esclusivi, privilegiate i prodotti del mercato e della stagionalità. Riscuote sempre molto successo l’abbinamento vino e piatto. Un altro possibilità è quella di andare a recuperare quelle che sono le nicchie di mercato, in Italia mancano i ristoranti con menu biologico, ristoranti per vegetariani, i ristoranti a zero impatto ambientale, ristorante con menù light, ristoranti con menù per celiaci, ristoranti con servizio adatti ai bambini, ristoranti con menù per gli over 50, contro la crisi nulla di meglio che la creatività e la fantasia.

10 commenti:

  1. Io sono contraria ai piatti costosi, molto ritoranti servono piatti già pronti dell'industria lo ritengo un comportamento ingannevole, se vado a mangiare in mensa se mi trovo il pistto gia pronto va bene , ma se vado al ristorante voglio quello che prepara lo chef.

    RispondiElimina
  2. Anche io con la mia famiglia andiamo di meno al ristorante (modestamente se ho voglia di un buon piatto in un modo o nell'altro riesco a farlo anche io..) uno dei motivi è il coperto! ultimamente solo per sederci al tavolo dobbiamo pagare €. 4,00 a testa, x 4 fanno €.16,00 ciò quello che spenderei per un taglio di carne giusto per 4 persone comprato dal macellaio.
    Paga anche la mia piccola che di solito cena a casa prima di uscire, perchè a lei piacciono solo le sue poche cose.
    Questa è una cosa che mi sembra una presa per il sedere e ci fa astenere dall'andare a cena fuori.
    un'altra cosa è che se il coperto è più basso, noti come vengono maggiorate le bevande, e non parlo del vino ma della semplice acqua!
    bravo hai toccato un buon argomento, ma mi stupisce che i ristoratori vengano a chiederti consiglio, quando basterebbe farsi un esame di coscienza ed applicare il buon senso nel loro lavoro.
    Ciao
    Martina

    RispondiElimina
  3. @clamilla, ti sei spiegata molto bene, grazie del commento, voglio che i ristoratori si rendano conto di quello che pensano i clienti, poichè alcuni hanno difficoltà a mettersi in discussione anhe se quelli illuminati che ci pensano ci sono, non tanti ma ci sono.

    RispondiElimina
  4. Credo che tutti facciamo cosi, mi piace uscire spesso e stare con gli amici fuori e ordiniamo meno, preferendo la pizzeria o la birreria al ristorante.

    RispondiElimina
  5. tu dici?
    e come mai questi ristoranti,pub e wine bar sono sempre strapieni!?!?

    RispondiElimina
  6. Tutti si inventano tutto, tutte le ricette sono buone e tutte risultano indigeste.
    Io quest'estate sono andato in contro tendenza e l'unica giustificazione che mi sono dato è stata una semplice lavagna, con una comunicazione azzeccata. Altri hanno sottolineato che la qualità premia, altri il rapporto qualità prezzo. Boh:

    RispondiElimina
  7. Beh, scusa se scrivo una banalità..ma qualche sera fa sono andata a cena fuori. Ho preso un antipasto in 2, due primi, una fetta di torta ed un caffè.Da bere acqua e un quarto di vino. 80 Euro!!!! O_O
    Io andrei spesso a cena o pranzo fuori..ma desisto perchè in molti fanno i furbi con prezzi allucinanti!Ci rimette poi magari tutta la categoria!
    Buon inizio di settimana!:)

    RispondiElimina
  8. non andiamo spesso a cena fuori, giusto in estate con gli amici del mare. però quando partiamo il sabato e andiamo all'abetone spesso la sera mangiamo in un ristorantino-pizzeria. ebbene sai che hanno fatto per lasciare il prezzo invariato? alla grigliata mista (2 salsiccie, 2 pezzi di rostinciana, 1 bistecca di manzo, 1 bistecca di maiale, ci mangiavamo tranquillamente in 3 persone) hanno eliminato la bistecca di maiale! e inoltre la bistecca di manzo è diventata 1 bistecchina! capito come usano la fantasia? diminuendo le porzioni! però il locale è sempre pieno comunque...il caffè me lo sono fatta a casa, anzi, un bel ponce alla livornese, dato che faceva un freddo cane! sigh! 3 gradi alle 9 di sera...

    RispondiElimina
  9. conosco un ristorante in provincia di bari, che lavora moltissimo facendo un pasto completo a € 5,50.E' strano di questi tempi tempi , eppure per curiosità sono andato a verificare. insomma vi assicuro che la qualità è buona. Allora mi chiedo perchè ci sono posti che lo stesso pranzo lo fanno pagare minimo 20,00 euro. c'è un passaggio che non riesco a capire!!!se c'è qualcuno di queste parti e vuole verificare, il locale è a casamassima (bari), non faccio nomi per evitare la pubblicità.

    RispondiElimina
  10. VERSILIA - FINALMENTE PER TUTTI CON 30 EURO ! IL ristorante giusto è oramai casa tua o quella dei tuoi amici o parenti con www.filippolicata.it il tuo Chef a domicilio in Versilia tutto l'anno. Non perdere più un minuto filippolicata@gmail.com

    RispondiElimina

Commenti anonimi e privi d'indentità verranno rimossi.
Commenti con pubblicità e link commerciali saranno rimossi